IL CONSIGLIERE MUNICIPALE ANDREA ROLLIN SU PARCHI E PISTE CICLABILI

ROLLINScriveva ieri Andrea Rollin, presidente della Commissione Ambiente e mobilità: “  Oggi 4 maggio riaprono le ville e i parchi di Roma capitale. Gli interventi di manutenzione da parte del comune sono stati svolti solo parzialmente e solo in alcuni parchi. Alcuni parchi e ville sono state pulite e manutenute in questi giorni da volontari autorizzati dal comune, grazie a loro sono stati svolti interventi presso: villa leopardi, giardino di via Panama, area verde piazzale del Verano, area verde Prato della signora, Villa mercede, giardino delle crocerossine, giardini di piazza Trento. Continue reading

UN’APP CHE PORTA I NEGOZI DI QUARTIERE A CASA TUA

Logo FASEDUEAteprima menu fasedueLe nuove regole di convivenza hanno portato alla nascita di lunghe file fuori dai negozi di alimentari  e molte persone hanno iniziato ad approfittare della possibilità di richiedere la spesa a casa e al contempo hanno riscoperto la bellezza del negozio sotto casa, che forse avevano dimenticato. Sono rinati i servizi di consegna di vicinato, anche per permettere alle persone di restare a casa e rispettare quanto richiesto per fronteggiare l’emergenza. Per questo i cittadini si sono organizzati e hanno lanciato “Fasedue”, un App completamente gratuita e solidale per mettere in contatto le persone con i negozianti sotto casa, in primo luogo, ma anche con il piccoli e grandi eccellenze agroalimentari. FaseduE ha deciso di aiutare le piccole realtà e i negozi di quartiere, fornendo gratuitamente una vetrina virtuale, facilmente utilizzabile anche da esercenti Anteprima categorie fasedue“vecchio stampo”,  mettendoli in contatto con le famiglie e tutti i cittadini che vogliono richiedere la spesa a casa nel loro quartiere e non solo. La App sarà disponibile per Android e Ios e scaricabile da www.fasedue.org, oltre che da App store e Google play. E non è che un inizio. Tra le successive funzionalità, il salta la fila, la possibilità di fissare un appuntamento per i servizi via via che riprenderanno, un sistema di funzionamento.

MACRO ONLINE IN ATTESA DELL’APERTURA

OCTOPUSCon Museo per l’Immaginazione Preventiva il Macro si fa mostra, intesa come forma e luogo di produzione, attraverso un unico progetto espositivo che si articola in tre anni. Il programma del direttore artistico Luca Lo Pinto sperimenta così una struttura museale elastica e interdisciplinare che mette al centro gli artisti e il loro pensiero. Museo per l’Immaginazione Preventiva è un dispositivo pensato come studio di produzioni di immaginari. In un momento storico in cui il concetto di museo e la sua identità sono messi in continua discussione dai mutamenti sociali ed economici oltre che dai linguaggi dell’arte stessa, è essenziale sperimentare modelli alternativi in cui l’immaginazione possa essere il motore principale per riflettere sul ruolo della produzione artistica e della sua ricezione. Da qui la scelta di fondare la vita del museo su una griglia di formati aperti all’improvvisazione. Tale prospettiva acquisisce ancora più senso nel contesto dell’emergenza sanitaria e delle radicali trasformazioni di cui questa è portatrice a tutti i livelli. Oggi il museo è ancora chiuso in attesa di poter proseguire nei lavori di restauro e di poter riempire i suoi spazi con la mostra.

SUPERMARKET, BAR, RISTORANTI: LE NUOVE REGOLE

SUPERMARKETA partire da ieri si è tornati ai consueti orari per i supermercati; la Regione, infatti, ha ribadito che dal lunedì al sabato sarà possibile fare la spesa non più fino alle 19, ma fino alle 21 o 22, a seconda della catena. Inoltre, la domenica le casse potranno rimanere aperte per l’intera giornata e non più fino alle 15. Anche per i bar arrivano buone notizie; dopo il vertice tra Regione e organizzazioni di categoria, si è deciso di dare via libera al servizio take away. Colazioni e caffè, dunque, potranno essere ordinati al bar, ma rigorosamente consumati in casa o in ufficio. Per i ristoranti, che comunque continuano il servizio di asporto, la riapertura è pensata per il 18 maggio, ma ci sarà da monitorare l’andamento dei contagi per capire se la riapertura sarà effettivamente possibile.

QUANDO IL TRAM SFERRAGLIAVA LUNGO CORSO D’ITALIA

il tram a piazza brasileNel lontano 1948 un duplice binario del tram andava da piazza Fiume a piazzale Brasile, percorrendo corso d’Italia solo in parte, essendo deviato su via Campania per la tratta compresa tra gli incroci con le vie Lucania e Marche. Questo, perché data l’epoca di costruzione della linea nel 1926, si voleva lasciare corso d’Italia libero per il passaggio dei cavalli. La deviazione, già da anni divenuta anacronistica e di intralcio per l’esercizio delle linee circolare interna e 32/C, venne finalmente soppressa dal febbraio di quell’anno, con l’installazione dei binari su tutta la parte interessata di corso d’Italia. La linea CS e la 32/C nel senso verso piazza Risorgimento vennero instradate sul nuovo binario a partire dal 7 febbraio 1948, mentre per la CD e il senso inverso della 32/C il passaggio avverrà dal 23 aprile.