VIA TIGRÈ: OGNI POMERIGGIO UN INSOLITO FLASH MOB

roma-il-performer-di-via-tigre-si-esibisce-dal-balconeLa quarantena fa male alla testa. Da settimane un inquilino di un palazzo di via Tigrè, al quartiere Africano, alle 18 si affaccia e organizza un solitario flash mob di mezz’ora a tutto volume, con tanto di megafono, cantando le canzoni dei  Ricchi e poveri. I vicini hanno contattato i vigili, ma senza risultati.

VIA ALLEGRI: FIGC, NO ALLO STOP DEL CAMPIONATO DI CALCIO

LA FIGCGabriele Gravina, presidente della Figc di via Allegri,  ha fatto il punto della situazione sulla ripresa del calcio nel corso del meeting online in Lega: “Vi immaginate quanti contenziosi dovremmo affrontare in caso di stop? Chi viene promosso? Chi retrocede? Quali diritti andremo a calpestare? Tutti invocano il blocco, lo faccia il Governo, ce lo imponga, io rispetterò sempre le regole. Ogni giorno devo rintuzzare attacchi e la gente non capisce o fa finta di non capire. Ribadisco ancora una volta il concetto: io la firma su un blocco del campionato non la metterò mai. Il tempo lavora a nostro favore, il danno economico è diviso per categorie: con la chiusura totale il sistema perderebbe 700-800 milioni di euro, se si dovesse giocare a porte chiuse la perdita sarebbe di 300 milioni, se si ripartisse a porte aperte la perdita ammonterebbe a 100-150 milioni, anche se quest’ultima ipotesi non è percorribile. Dobbiamo fare una riflessione: non è il caso di fare una riforma, intesa come modalità di sviluppo sostenibile e non solo per quanto riguarda il format playoff/playout? È questo il tema su cui dobbiamo concentrarci: siamo gli unici in Europa ad avere cento squadre professionistiche e non si possono più sostenere. Questa è la mia progettualità e lo dico da imprenditore, non da politico; sono portato a fare i calcoli ed a capire le criticità delle Leghe. Il vero imprenditore deve alzare l’asticella della qualità”.

ASSESSORE FABIANO: SI LAVORA ALLA MANUTENZIONE DELLE VILLE

parcoScrive Rino Fabiano, assessore Ambiente, Verde e Sport Municipio II: “Nonostante non sia pervenuta , neanche in queste ore , nessuna comunicazione in merito alle aree verdi dall’Assessorato al verde di Roma Capitale, ci sentiamo in dovere di dare noi delle informazioni che speriamo risultino utili e gradite. Delle nostre 8 Ville Storiche quelle che hanno ricevuto interventi manutentivi sono Villa Torlonia, Villa Ada, Villa Paganini e Villa Borghese ad opera dell’Ufficio Giardini di Roma Capitale. Villa Chigi, Villa Glori devono ancora ricevere interventi manutentivi. Villa Leopardi è a posto grazie alla manutenzione eseguita dall’ associazione Amici di Villa Leopardi. Villa Mercede è stata oggetto di manutenzione ad opera dell’associazione Rangers. Per quanto concerne l’area verde dei giardini di Piazzale Verano ringraziamo il Comitato di Quartiere San Lorenzo per aver reso possibile l’utilizzo di diverse porzioni delle aree verdi. I giardini di via Gramsci, i Giardini del Tree bar su viale Tiziano, piazza delle Belle Arti, metà Parco Rabin e piazza Don Minzoni sono perfettamente mantenute grazie al grande lavoro del Comitato Piazza Don Minzoni e la rete di cittadini di zona. I giardini di piazza Trento sono stati sfalciati dagli Amici di Porta Pia e dal Comitato Piazza Caprera e Gli gli Amici di Villa Leopardi. Anche i giardini di via Mascagni sono stati oggetto di interventi insieme a diversi prati del Villaggio Olimpico ad opera dell’Ufficio Giardini. Ringrazio anche il Comitato Catalani Vessella per il grande lavoro svolto sulle colline della zona. Alcune aiuole e spazi per la socialità di corso Trieste sono stati riqualificati dal Comitato Amo Quartiere Trieste. Da domani (oggi, ndr) cominceranno gli sfalci delle aree verdi al di sotto dei 5000 mq in tutto il Municipio. Le Aree Giochi non possono essere per il momento utilizzate: i Vigili Urbani stanno perimetrando in queste ore le stesse”.

FORUM AUSTRIACO: CONCERTO PER ARPA DI MONIKA STADLER

FORUM AUSTRIACOSul web, il Forum austriaco di viale Bruno Buozzi propone, il 7 maggio alle 18, un concerto per arpa di Monika Stadler. “Immagina di essere lontano per un po’, di essere irraggiungibile, di non dover pensare a niente, di non dover fare nulla – devi solo essere. Lascia tutta la pesantezza alle spalle e goditi il momento.” Questo è quello che Monika Stadler vuole trasmettere, augurandosi che “in questo periodo difficile di pandemia di coronavirus la sua musica porti pace, gioia e sole nel cuore delle persone”. E della sua musica afferma: “è molto personale, un’espressione della mia anima, della spiritualità, della mia femminilità. Nasce dalla connessione con la natura, dai ritmi della vita, dall’esperienza degli stati d’animo interni ed esterni e dal silenzio.” Monika Stadler trasforma l’arpa in uno strumento completamente diverso. Lo rende vivo. Non sono stata l’unica ad affermare sconcertata di non aver mai sentito nessuno suonare l’arpa in questo modo, liberandola dalla musica di sottofondo. “ (Erika Pluhar). Con le proprie composizioni Monika Stadler crea per l’arpa una musica innovativa, virtuosa, piena di sentimento, ritmica e meditativa, con elementi di musica classica, jazz, world music e libere improvvisazioni. In programma composizioni proprie e classici.