UTILISSIMA INIZIATIVA DELLE BIBLIOTECHE DI ROMA

BIBLIOTECHE DI ROMAIn questo tempo di isolamento, in cui la necessità del distanziamento sociale impone la chiusura dei luoghi culturali, le Biblioteche di Roma, fisicamente inaccessibili, spalancano tutte le loro porte virtuali, potenziando al massimo i servizi on line. Sulla scia della campagna lanciata da Roma Capitale #laculturaincasa, per garantire la fruizione culturale ai cittadini anche durante l’emergenza sanitaria che sta gravando sul nostro Paese, le Biblioteche di Roma puntano sull’innovazione per rimanere fedeli alla loro mission di prossimità: l’accesso alle risorse digitali e il prestito degli ebook diventano liberi e aperti a tutti i cittadini. Da lunedì 23 marzo basterà attivare l’iscrizione online, anche quella gratuita, dal portale BiblioTu e si potrà fruire da remoto di uno straordinario patrimonio culturale, senza confini fisici e materiali. Continue reading

LA MINISTRA BELLANOVA IN VISITA AL MERCATO DI VIA CATANIA

BELLANOVAL’altro giorno, la ministra Teresa Bellanova e il deputato Luciano Nobili sono andati in visita al mercato Italia (Via Catania) e successivamente al mercato all’aperto di Piazza dei Vespri siciliani. La ministra ha voluto scambiare alcune opinioni con gli operatori commerciali e con la clientela. Inoltre, ha ringraziato il Municipio Roma II per l’iniziativa i Mercati Solidali, organizzata dal Municipio insieme agli operatori dei mercati, per venire incontro alle necessità della clientela, offrendo la possibilità di fare la spesa a domicilio con consegne gratuite per gli anziani.

POLICLINICO UMBERTO I, UNA LUNGA STORIA

POLICLINICO UMBERTO 1907È il 1907 e la foto dall’alto immortala il Policlinico Umberto I. Fin dai primissimi anni di Roma capitale, il grande clinico Guido Baccelli (1830-1916) sognava di dotare la città di un nuovo grande ospedale costruito ex-novo secondo le più avanzate tendenze dell’epoca in fatto di architettura sanitaria.  Ma solo il 19 gennaio 1888 poté aver luogo la solenne cerimonia di posa della prima pietra, proprio nei giorni in cui, dall’altra parte del Tevere, iniziavano le celebrazioni per il giubileo sacerdotale di Leone XIII. Baccelli riuscì a organizzare le cose in grande stile e a presiedere la cerimonia furono il Re Umberto – al quale si era già deciso di intitolare il nuovo grande ospedale universitario romano – e la Regina Margherita, alla presenza del Principe di Napoli (il futuro Re Vittorio Emanuele III, allora diciottenne), di molti ministri, parlamentari, professori e funzionari pubblici. I lavori del Policlinico si sarebbero però protratti così a lungo che il Re non fece in tempo a vederli conclusi. L’inaugurazione ufficiale del nuovo Policlinico poté avvenire, infatti, solo nell’aprile del 1906, in occasione del giubileo universitario di Baccelli e alla presenza del nuovo Re Vittorio Emanuele III.

A SAN LORENZO GLI ULTIMI ANNI DI GINO GIROLIMONI, IL “MOSTRO”

Gino_GirolimoniGino Girolimoni (Roma, 1º ottobre 1889 – Roma, 19 novembre 1961) è stato un fotografo e mediatore italiano ingiustamente accusato di essere il Mostro di Roma, un pedofilo assassino autore di 5 omicidi rimasti irrisolti fra il 1924 e il 1927. Venne accusato ingiustamente di essere il Mostro di Roma, responsabile negli anni venti dello stupro di sette bambine e dell’omicidio di cinque di loro. Nonostante fosse innocente, fu vittima di una campagna mediatica che lo indicò come sicuro responsabile su pressione del regime fascista che voleva accreditarsi come garante dell’ordine. Successivamente venne scagionato, ma ne ebbe comunque la vita sconvolta. Girolimoni, non riuscendo più a proseguire il suo lavoro, perse ben presto il suo discreto patrimonio, cercando in seguito di sopravvivere riparando biciclette o facendo il ciabattino a San Lorenzo. Morì, poverissimo, nel 1961. Ai funerali, celebrati il 26 novembre nella basilica di San Lorenzo fuori le mura, parteciparono solo pochi amici, fra i quali il commissario Dosi. La salma fu tumulata nel cimitero del Verano a spese di alcuni amici nella tomba di un conoscente, per essere successivamente traslata in una fossa a terra e infine dispersa nell’ossario comune. Nel 2015 una signora romana che aveva preso a cuore la storia di Girolimoni ha fatto apporre a sue spese una lapide nell’ossario comune del cimitero.

CORONAVIRUS: POLICLINICO ALLO SBANDO, DICONO MEDICI E SINDACATI

POLICLINICO UMBERTO I“Gestione fallimentare all’Umberto l, ospedale allo sbando: si chiami un commissario”. Lo chiedono i sindacati di infermieri, tecnici, ausiliari, impiegati e quelli dei medici. “L’azienda ospedaliera è alla deriva, i lavoratori hanno paura, il direttore generale, Vincenzo Panella ha fallito”. Quindi: “La Regione intervenga immediatamente commissariando il Policlinico”. I sindacati confederali Cgil, Cisl, Uil, con i segretari delle federazioni romane di categoria, Francesco Frabetti, Giovanni Fusco, Fabio Ferrari; la Fials (Federazione italiana lavoratori della sanità) con il segretario del Lazio, Mauro Bufacchi, e la Cimo (Confederazione italiana medici ospedalieri), attraverso il segretario regionale, Giuseppe Lavra, invocano un cambiamento ai vertici dell’ospedale universitario. Continue reading

CITTADINANZATTIVA E FIMMG: RACCOLTA FONDI PER I MEDICI

800x450_GraziePerGliApplausi-02_copyFimmg (Federazione Italiana Medici di Medicina Generale) e Cittadinanzattiva hanno deciso di lanciare una raccolta fondi per garantire protezione alle migliaia di medici di famiglia e pediatri che operano quotidianamente in prima linea. L’obiettivo è raccogliere fondi per l’acquisto di Dispositivi di protezione individuale (Dpi) da distribuire a tutti i medici di famiglia impegnati sul territorio, partendo da quelli nelle zone attualmente più interessate dall’emergenza. I Dpi sono determinanti peraltro per continuare a garantire l’assistenza, per la protezione stessa dei pazienti che accedono agli studi medici e per quelli più fragili che necessitano di visita a domicilio. Collegati al sito di Cittadinanzattiva e partecipa alla campagna donando 1 euro. Continua anche la campagna “Keep Calm: insieme senza paura”, che vede impegnati sempre Cittadinazattiva e Fimmg nella diffusione di informazioni sul tema Coronavirus. Collegati al sito di Cittadinanzattiva.