IL 21 FEBBRAIO INCONTRO TRA TAVOLO QUALITÀ, DEL BELLO E AMA

FRANCESCA DEL BELLOVenerdì prossimo 21 febbraio, alle ore 9:30, presso sede Ama, in via Calderon della Barca 87, ci sarà un incontro del Tavolo Qualità II Municipio, insieme a Francesca Del Bello, presidente del Municipio, con l’amministratore delegato dell’Ama, Stefano Zaghis. I cittadini sperano vivamente che l’incontro possa essere foriero di novità positive per il territorio.

CASA DEL CINEMA: “LIGHT CAFÈ. INCONTRI DI LUCE” DA DOMENICA

Cinque domeniche di fine mese, cinque appuntamenti per conoscere da vicino i segreti della fotografia nel cinema. Da domenica 23 febbraio, prenderà il via alla Casa del Cinema di Villa Borghese Light Cafè. Incontri di luce, la manifestazione a cura di Shot Academy in collaborazione con la stessa Casa del Cinema, che proporrà un programma di cinque CASA DEL CINEMAincontri con i grandi direttori della fotografia italiani per parlare di luce e di cinematografia. Saranno appuntamenti di approfondimento e studio, per conoscere nel dettaglio come si realizza e si costruisce un film e rivelare le diverse tecniche con cui si progetta il look di una pellicola. Attraverso il racconto in prima persona degli ospiti cinematographer e la formula dell’intervista di volta in volta condotta da Alessandro Bernabucci e Stefano Di Leo, gli spettatori avranno modo di scoprire il lavoro di uno dei principali collaboratori del regista. Si comincerà domenica 23 febbraio alle ore 11 con Oltre la luce, il primo appuntamento dedicato al maestro Beppe Lanci. Docente di fotografia cinematografica presso il Centro immagine shot x banner casa del cinemaSperimentale di Cinematografia, Lanci vanta una filmografia molto ampia con più di cinquanta film all’attivo, molti dei quali diretti da grandi maestri del nostro cinema come Marco Bellocchio, Nanni Moretti e i Fratelli Taviani. Dopo aver svolto agli inizi della carriera il ruolo di assistente operatore per grandi film come I pugni in tasca, C’era una volta il west, Porcile e Nel nome del padre, Lanci fa il suo esordio come cinematographer nel 1977 con il film Difficile morire di Umberto Silva, affermandosi negli anni ’80 con Gli occhi, la bocca di Bellocchio, Continue reading

LA SAPIENZA: CONCERTO DI JORDI SAVALL

Jordi SAVALL© David Ignaszewski (ridotta)Jordi Savall, uno dei più originali, raffinati, profondi e coinvolgenti interpreti della musica antica, torna martedì 18 febbraio 2020 alle 20:30 nell’Aula Magna della Sapienza per la Iuc, da lui prescelta per tutti i suoi più recenti concerti romani, sempre accolti con enorme favore dal pubblico. Personalità vivace e poliedrica, Jordi Savall oltre ad interpretare musiche rinascimentali e barocche, sia dirigendo sia suonando la viola da gamba, è noto anche per il suo acuto interesse nei confronti delle tradizioni musicali extraeuropee e per la partecipazione a film e documentari di argomento musicale. Continue reading

VIA PAVIA: IL 19 FEBBRAIO TRE APPUNTAMENTI

altracittaMercoledì 19 febbraio, all’altracittà di via Pavia, tre appuntamenti: alle 8:45 Yoga e automassaggio con Paola Quintiliani* (laltracittaroma@gmail.com); alle 11 Un racconto a settimana. Nuovo ciclo di incontri: Ai confini, a cura di Lucilla Lucchese e Paola Mostacci (ingresso libero). Infine, alle 18 Un giardino pittorico in libreria. Incontri di acquerello con Gioia Marchegiani (laltracittaroma@gmail.com).

PORTA PIA: PUBLIO MORBIDUCCI, CHI ERA COSTUI?

PORTA PIATutti conoscono la statua del Bersagliere di Porta Pia, ma in pochi sapranno chi ne fu l’autore: si tratta dello scultore Publio Morbiducci. L’opera che giganteggia nel piazzale di Porta Pia, inaugurata il 18 settembre 1932, venne commissionata all’artista “per espressa volontà di Mussolini” che lo considerava evidentemente tra i più capaci a “farsi interprete dei valori umani e popolari … funzionali al culto del nuovo stato”, del tutto in linea con la cifra stilistica che fu la caratteristica del fascismo tra gli anni Venti e Trenta, allorquando proprio Morbiducci si era guadagnato l’apprezzamento delle riviste di regime che lo citavano e forse lo incitavano quale “figlio del popolo”. Ma è proprio qui, a guardar bene, in quella massa di bronzo che è il Bersagliere– “anche lui –ha scritto Nicoletta Cardano– un eroe del popolo”- informata di spirito patriottico, allo stesso tempo impegnativa nella struttura e popolare nella ricezione, in quella posa a passo di carica e nello sguardo rivolto a spingere i compagni all’attacco, con cui certamente voleva sollecitare l’immaginario popolare, che ci pare aprirsi uno iato tra un Morbiducci che incrocia modernità e tradizione in senso retorico, e un altro Morbiducci che pare volerne superare gli steccati, tramite un linguaggio fortemente realistico.

LILIANA SEGRE ALLA SAPIENZA

segreUno studente che milita tra le fila di movimenti definiti di “estrema destra” interverrà davanti a Liliana Segre. È la polemica che, a due giorni dall’inaugurazione dell’anno accademico 2019- 2020 della Sapienza alla presenza della senatrice a vita e superstite della Shoah, coinvolge il primo ateneo capitolino. A sollevarla è un gruppo che si firma “Le studentesse e gli studenti antifascisti dell’università Sapienza di Roma”, che ha affidato a una nota tutto il proprio sdegno: “Martedì si terrà l’inaugurazione dell’anno accademico, durante la quale l’onorevole Liliana Segre, con nostro estremo piacere, riceverà da parte del nostro ateneo la laurea honoris causa. Siamo però preoccupati e sconcertati nello scoprire che lo studente che parlerà a nome della componente studentesca (Valerio Cerracchio, ndr) aderisce ad organizzazioni di stampo neofascista. Come studenti e studentesse che si riconoscono nei valori dell’antifascismo, dell’antirazzismo, dell’antisessismo, non ci sentiamo rappresentati dallo studente che interverrà, chiediamo dunque al Rettore, Eugenio Gaudio, di fare un passo indietro rispetto a questa scelta”. Continue reading