AUDITORIUM: NICOLETTA BRASCHI CON “GIORNI FELICI” DI BECKETT

braschiNicoletta Braschi è Winnie, protagonista  di “Giorni Felici” di Samuel Beckett, in scena sepolta fino alla vita in un cumulo di sabbia, con Willie, il marito. E mentre la sabbia ricopre inesorabilmente entrambi, Winnie chiacchiera senza sosta, in un’alternanza insensata di momenti che sono il cuore della straordinaria esplorazione beckettiana della vita ai margini della follia. Al Teatro Studio Borgna, Auditorium Parco della Musica, dal 12 al 23 febbraio. Regia di Andrea Renzi, con Nicoletta Braschi, Francesco Paglino e Andrea Renzi, traduzione Carlo Fruttero (Giulio Einaudi Editore).

VIA GRAMSCI: INTERESSANTE CONFERENZA ALLA BRITISH SCHOOL

BSRNella sede della British School in via Gramsci, il 13 febbraio alle ore 18, conferenza di Lila Yawn dell’Università John Cabot sul tema “Ensemble ed ephemera in Cosmatesque environments”. Ispirato dalle meditazioni artistiche dell’artista contemporanea Liz Rideal sui mosaici cosmateschi e dalle sue fotografie di tessuti diafani che fluttuano in ambienti antichi e medievali, il discorso prenderà in considerazione elementi della Cappella di San Zeno di Santa Prassede, la Basilica superiore di San Clemente, la Cappella Sancta Sanctorum in Laterano e Santa Maria in Aracoeli in Campidoglio.

TEATRO OLIMPICO: IN ARRIVO “MOMIX-ALICE”

MOMIXAl Teatro Olimpico, da mercoledì 12 febbraio a domenica 1° marzo (da martedì a sabato ore 21; il sabato anche alle ore 17; domenica ore 17; lunedì riposo), “Momix – Alice”. Atteso ritorno a Roma per i leggendari Momix dopo il tutto esaurito della passata stagione di Alice, l’ultimo spettacolo che porta la firma di Moses Pendleton, che ha debuttato in prima mondiale proprio al Teatro Olimpico per la Filarmonica Romana, a riprova del forte legame artistico ultratentennale fra la compagnia, il Teatro e l’Istituzione romana, di cui Pendleton è ‒ unico coreografo ad esserlo ‒ Accademico dal 2012. Carismatico creatore e direttore artistico della compagnia, Pendleton propone uno spettacolo che si ispira alla celebre fiaba di Lewis Carroll Alice nel Paese delle Meraviglie.

DEL BELLO: POTREBBE SORGERE UN PARCO IN VICOLO DEI CANNETI

VICOLO DEI CANNETIdel belloScrive la presidente del Municipio, Francesca Del Bello, su Facebook: “Questa mattina abbiamo organizzato un sopralluogo su un terreno di proprietà comunale sito in via dei Canneti dove, circa 10 anni fa, furono svolte interessanti indagini archeologiche che portarono al rinvenimento di un settore sconosciuto delle catacombe di S. Ippolito e di una porzione dell’area sub divo interessata dal passaggio di una strada glareata. La visita sul posto, organizzata insieme al ministero dei Beni Culturali e alla Pontificia Commissione, è funzionale all’avvio di un importante progetto di collaborazione che permetterebbe la futura apertura al pubblico del parco. Oggi verificheremo, innanzitutto, la sicurezza dei luoghi e degli scavi rimasti aperti ma anche le condizioni delle gallerie cimiteriali dove sono state svolte le prime indagini archeologiche nel biennio 2008-2009. L’obiettivo è quello di rendere fruibile al pubblico questo straordinario luogo di storia, arte e cultura “nascosto” sul nostro territorio e che spero presto possa vedere la luce”.

LIBROTERAPIA SULL’AMORE DI COPPIA IN VIA PAVIA

LIBROTERAPIA SULL'AMORE DI COPPIA IN VIA PAVIAStasera alle ore 20:30, alla libreria l’altracittà di via Pavia, Libroterapia sull’amore di coppia, un percorso di gruppo con Rosa Blasetti, psicoterapeuta (rosa.blasetti@gmail.com). “Da ormai quattro anni – scrive la Blasetti -la mia identità di psicologa clinica si è arricchita di una nuova interessante dimensione che è quella della libroterapeuta. In questa veste ho condotto gruppi di libroterapia a Roma presso la Libreria “L’altracittà” sita in zona piazza Bologna. L’esperienza come conduttrice di questi gruppi è stata emotivamente densa, piena di riscontri positivi e interessante dal punto di vista professionale. La libroterapia si è infatti dimostrata un valido strumento per promuovere il benessere psicologico attraverso l’ampliamento della consapevolezza dei partecipanti al gruppo”.

LA COLONNA DELLA VITTORIA A CORSO D’ITALIA

COLONNA DELLA VITTORIA

COLONNA DELLA VITTORIA (2)Corso d’Italia ai primi del Novecento in una foto d‘epoca. Dopo è arrivato l’asfalto, le auto e i tram. E, poi, ancora il sottopasso. Così la Colonna della Vittoria ha dovuto traslocare: dal centro della strada è finita lungo le Mura Aureliane, all’altezza di via Alessandria.

LA SAPIENZA: TEMPO DI MADRIGALI

Les-Arts-Florissants-Paul-Agnew_Gesualdo-_Cedric-AletDopo il grande successo del concerto inaugurale dello scorso 15 ottobre, il Gesualdo Project della Iuc prosegue sabato 15 febbraio 2020 alle 17:30 nell’Aula Magna della Sapienza con il Quarto Libro dei Madrigali di Gesualdo da Venosa nell’esecuzione de Les Arts Florissants, con la direzione di Paul Agnew. Nell’ambito del Gesualdo Project, che proseguirà alla Iuc fino al 2021, è prevista una serie di conferenze, presentazioni di libri ed altri appuntamenti intorno all’esecuzione dei Madrigali di Gesualdo da parte de Les Arts Florissants, che stanno portando quei preziosi capolavori in Europa Paul Agnew 2(Parigi, Madrid, Siviglia, Essen e altre città) e America (New York). Il programma di questo concerto prevede, prima dell’integrale del Quarto Libro dei Madrigali di Gesualdo, l’esecuzione di alcuni madrigali e mottetti di altri grandi compositori italiani (Nicola Vicentino, Luca Marenzio, Luzzasco Luzzaschi, Claudio Monteverdi) e fiamminghi (Orlando Di Lasso), che precedettero Gesualdo. Un’ora prima del concerto, alle 16:30, nella Sala Multimediale adiacente all’Aula Magna, si svolgerà un altro appuntamento del Gesualdo Project: Giovanni D’Alò, direttore artistico della Iuc e musicologo, terrà infatti un’introduzione al concerto intitolata “Come ascoltare un madrigale”.

VIA SIMON BOCCANEGRA: QUELLA GIUSTA DEFINIZIONE DELL’INCIVILE

VIA SIMON BOCCANEGRALA SCRITTAFoto eloquente, pescata su Facebook e opera di Simona, in cui si vede un’auto spaparacchiata sui parcheggi destinati alle moto. E, come si vede, mangia almeno quattro posti destinati ai possessori delle due ruote. Ma non finisce mica qui: qualcuno ha messo un altrettanto eloquente biglietto sotto uno dei tergicristalli, in cui si rimprovera l’incivile e si spiegano con chiarezza le caratteristiche psicofisiche del proprietario della macchina.

VIA TIRSO: IN MOSTRA “FRIDA KAHLO. IL CAOS DENTRO”

MOSTRA VIA TIRSOAll’interno dell’esposizione dal titolo “Il caos dentro”, in mostra fino al 29 marzo a via Tirso, è possibile seguire dei percorsi tematici per immergersi completamente nel mondo di Frida Kahlo e accedere a focus dedicati alle singole opere. Si tratta di una modalità nuova per approfondire la conoscenza dell’artista messicana grazie a contenuti originali che spaziano dal rapporto di Frida con il corpo, alle sue relazioni con la politica, fino al valore di una pittura che va ben oltre la leggenda pop. Continue reading

VILLA GIULIA, CONFERENZA DI ROMA2PASS SULLE MURA AURELIANE

viale del muro tortoOggi, 11 febbraio, alle 17:30, a Villa Giulia, conferenza Roma2pass “Le Mura aureliane, da piazzale Flaminio a Porta Maggiore, nel progetto della città”, tenuta da Lucina Caravaggi. Le Mura Aureliane versano in uno stato di notevole degrado. Le proposte pubbliche mancano di una visione capace di restituire lo straordinario valore storico-culturale e urbano di una presenza preziosa e irripetibile, che racconti la più complessa stratigrafia del mondo: la stratigrafia di Roma.  Le mura devono essere considerate come una infrastruttura contemporeanea, capace di tenere insieme le componenti archeologiche e storiche, con le infinite possibilità di interpretazione e narrazione, le componenti della stratificazione urbana, in continua evoluzione, le componenti ambientali, in rapporto alla loro natura lineare e potenzialmente continua e al prezioso ruolo di connessione e rivitalizzazione ecologica che potrebbero rivestire.

PIAZZA APOLLODORO: ANZIANO CADE DALLE SCALE E MUORE

Poliambulatorio Apollodoro al FlaminioTragedia al Poliambulatorio Apollodoro al Flaminio dove un uomo è stato trovato morto in fondo alla rampa delle scale. E’ accaduto poco dopo le 15:30 di lunedì 10 febbraio in piazza Apollodoro. L’uomo, secondo quanto si apprende, era andato ad accompagnare la moglie a sottoporsi ad alcune terapie. Allontanatosi per un momento dalla vista dei presenti, sarebbe stato ritrovato poco dopo disteso a terra, ai piedi delle scale interne, in una pozza di sangue, con una ferita alla testa compatibile con una caduta. Sul posto 118, automedica, agenti del commissariato Salario e Polizia Scientifica. Ad allertare le forze dell’ordine la telefonata del personale che ha segnalato la caduta di un uomo dalle scale. Intervenuti sul posto i soccorritori non hanno potuto far altro che constatare il decesso dell’anziano.  Da accertare se la caduta sia stata determinata da un incidente o se l’anziano abbia compiuto un gesto volontario. Fonte: Romatoday