MUNICIPIO: VALERIO CASINI SU TIBURTINO E PARCHEGGI

assessore alle Attività Produttive del Municipio II Valerio CasiniL’assessore alle Attività Produttive del Municipio II, Valerio Casini, è intervenuto sul piano di riassetto di largo Guido Mazzoni e Stazione Tiburtina e sulle criticità relative al verde pubblico, a via Teodorico e via Arduino/via Eleonora D’Arborea. Tra le altre cose, l’assessore ha detto che il Municipio si aspetta un confronto con il Campidoglio sul futuro della zona della Stazione Tiburtina e ha aggiunto come sia inaccettabile la sparizione di tanti parcheggi per i residenti.

AUDITORIUM: VERO O FALSO?

AUDITORIUMQuello che l’epica omerica, cantata per secoli, testimoniava come vero, apparve falso già a molti poeti antichi. Provarono a dire il contrario Stesicoro, Gorgia, Dione Crisostomo. E poi, a noi più vicino, Jean Giraudoux. Come scoprire, dunque, il falso che si nasconde nel vero, ma anche viceversa? Solo con ferree argomentazioni, con testimoni fededegni, con l’autorità di chi parla? Con Maurizio Ferraris filosofo e saggista, insegna Filosofia teoretica all’Università di Torino, Sotera Fornaro, scrittrice e saggista, insegna Letteratura greca all’Università di Sassari. Introduce e modera Luigi Spina. Oggi alle 21, Teatro Studio Borgna dell’Auditorium.

VIA PAVIA: SI PARLA DEL LIBRO “LA CASA MANGIA LE PAROLE”

coverAlla libreria l’altracittà di via Pavia, oggi alle ore 19, “A tu per tu. Bookclub con l’autore”. Ospite Leonardo G. Luccone autore di “La casa mangia le parole” (Ponte alle Grazie). Necessario prenotarsi (laltracittaroma@gmail.com). Nel suo esordio letterario Luccone affronta con profondità alcuni aspetti fondamentali dell’oggi, a partire dall’identità personale e politica sempre più in crisi. Luccone, romano, è una figura conosciuta nell’ambiente dell’editoria. È quindi inevitabile l’attesa per il suo debutto nel romanzo. Lo confermano le parole di Sandro Veronesi:  “Quando traduci e curi molto bene i romanzi degli altri, e lo fai per vent’anni, dentro di te dev’esserci per forza un bravo romanziere. Leonardo G. Luccone lo ha trovato, e lo ha tirato fuori”.

GNAM: BOTTA E NOVELLO, LA FRAGILITÀ DELL’ESISTERE

GNAMLuci e vetri che contengono elementi naturali, come foglie e sangue, acqua che scorre ma anche vibrazioni, inconscio e disegni. “Come quelli di Attilio Cassinelli, 96 anni, illustratore per l’infanzia e poeta con i suoi piccoli animali e Pinocchio. Fin dagli anni Sessanta esplorava le tematiche di Greta Thunberg – racconta Cristiana Collu, direttrice della galleria – legate alle stagioni e agli animali”. Vernissage alla Galleria nazionale d’arte moderna per quattro mostre che aprono oggi (ieri, ndr). Al secondo piano, dalla Sala Gramsci alla Sala Aldrovandi, passando per il corridoio, “Just measuring unconsciousness” di Gregorio Botta e “Each Second is the last” di Maria Elisabetta Novello, le uniche due mostre che “dialogano fra loro (dedicate alla memoria di Lea Mattarella) e che “scendono” al primo piano. Continue reading

PIAZZA CRATI: EDUCARE ATTRAVERSO L’ARTE, CORSO DI FORMAZIONE

SMARTEducare attraverso l’arte – Corso di formazione al contemporaneo: sette incontri teorico/pratici, pensati in collaborazione con Informadarte e SiripArte, rivolti a insegnanti, operatori didattici e museali, atelieristi, studenti e più in generale a chi intende acquisire strumenti concreti di conoscenza e di utilizzo del linguaggio contemporaneo a fini educativi. Quando? Venerdì 14 febbraio, ore 16.45/19.45, Fenomenologia dell’arte contemporanea: opportunità educative a cura SiripArte. Venerdì 28 febbraio, ore 16.45/19.45, Storia e metodologie della didattica dell’arte e laboratorio autobiografico a cura di Informadarte. Dove? A piazza Crati, Fondazione SmArt.

POLICLINICO: CADE UN ALBERO E RISCHIA DI UCCIDERE PASSANTE

alberoIl forte vento che si è alzato nel tardo pomeriggio ha provocato la caduta di numerosi alberi  e uno, in viale del Policlinico, intorno alle 19 ha rischiato di uccidere un passante. L’uomo è stato sfiorato dal grande platano che si è schiantato in mezzo alla strada ed è rimasto semi-sepolto dalle fronde. E’ stato subito soccorso nel vicino pronto soccorso dell’ospedale ma non è grave. Solo una grandissima paura. In terra però sono rimasti centinaia di storni morti o in fin di vita e non è ancora chiaro il motivo. Sono stati allertati i veterinari della Lipu e gli uomini della Protezione civile. Nelle prossime ore si capirà di più della moria di così tanti uccelli. E alberi sono crollati in molte altri parti di Roma: in via dell’Annunziatella, sulla via del Mare, a Tor Cervara e sulla via Salaria. E ancora: via Tiburtina, via Nomentana, ma anche nel quadrante più a sud come Centocelle, Ostiense, Eur e litorale. Fonte: la Repubblica