SAN LORENZO E PIAZZA BOLOGNA: TANTE MULTE NEL WEEKEND

san lorenzoContinuano i controlli durante il fine settimana da parte delle pattuglie della Polizia Locale di Roma Capitale. Questo week end una vasta serie di accertamenti amministrativi hanno riguardato i locali e le attività commerciali nelle zone interessate dal fenomeno della “movida”, con particolare attenzione alla vendita illecita di alcolici: contestate sanzioni per migliaia di euro per la somministrazione fuori dall’orario previsto dalla legge, con verifiche che hanno riguardato anche le prescrizioni sulle autorizzazioni alla vendita, le occupazioni abusive di suolo pubblico e il rispetto delle normative sulla sicurezza e tutela del consumatore. Continue reading

VIA DEGLI ETRUSCHI: SI PARLA DEL LIBRO “L’INCANTO DEL PESCE LUNA”

coverVenerdì 7 febbraio alle 19, presso la Tomo Libreria Caffè 4, via degli Etruschi, presentazione di «L’incanto del pesce luna» (Ade Zeno, Bollati Boringhieri). Il libro: Gonzalo fa un mestiere insolito. Impiegato come cerimoniere presso la società per la cremazione di una grande città, si occupa di organizzare e presiedere funerali laici nella Sala del Commiato dell’antico Cimitero Monumentale. È sposato con Gloria e ha una figlia, l’adoratissima Inés, che all’età di otto anni cade in uno stato di coma profondo a causa di una misteriosa malattia. Confinato fra le mura di una stanza d’ospedale, il destino di Inés è appeso a un filo. Tra padre e figlia si instaura un dialogo silenzioso, fatto di presenza e di musiche ascoltate insieme. La speranza, sempre più labile, di trovare una cura in grado di svegliarla, un giorno viene inaspettatamente riaccesa da Malaguti, uomo equivoco e affascinante che propone a Gonzalo di lavorare per lui, o meglio per la sua anziana padrona. Il suo aspetto è quello di una nonnina decrepita, ma una volta alla settimana la sua natura mostruosa le impone di divorare carne umana. Continue reading

POLICLINICO: FACEVANO GLI INFERMIERI SENZA AVERE I REQUISITI

policlinico gallerieEsercitavano la professioneal Policlinico Umberto I, ma di fatto non erano iscritti all’albo. A finire nei guai ben 23 infermieri, che non erano in possesso dei requisiti necessari come previsto dall’articolo 8 del dlgs. Cps 13 settembre 1946 n. 233. Come si legge nella deliberazione 31 pubblicata su portale dell’Umberto I il provvedimento di “sospensione cautelare dal servizio” è stato preso a seguito di indagini svolte dall’azienda ospedaliera, in collaborazione con l’Ordine delle Professioni Infermieristiche di Roma. Si tratta nello specifico di professionisti che lavoravano da anni nella struttura, che quotidianamente si occupavano dei pazienti, somministrandogli terapie. I 23 infermieri sono stati sospesi “con effetto immediato” sia dal lavoro che dal trattamento economico, inoltre, potrebbero incorrere in conseguenze di carattere disciplinare e rischiare anche di essere accusati di “esercizio abusivo della professione infermieristica” ed essere licenziati.

CASA DEL CINEMA: “NESSUN NOME NEI TITOLI DI CODA”

Casa-del-Cinema-di-RomaDa che il cinema è cinema se dici ‘comparse’, dici Spoletini. Alla Casa del Cinema, proiezione di Nessun nome nei titoli di coda di Simone Amendola, documentario narrativo sulle orme di uno degli ultimi testimoni della grande stagione del cinema italiano. Presentato con un’ottima accoglienza all’ultima edizione della Festa del Cinema di Roma, il film si cala tra gli invisibili e porta alla luce una figura centrale del mondo cinematografico: Antonio Spoletini, ultimo di cinque fratelli che hanno cercato le facce giuste per il cinema italiano e internazionale passato da Roma. Il documentario lo incontra a ottant’anni suonati ancora sul campo, a Cinecittà, s’immerge con lui e lo racconta in quel momento della vita in cui si vorrebbe lasciare “un nome nei titoli di coda”. L’evento cade in concomitanza col centenario della nascita di Federico Fellini, la cui sciarpa rossa è il fil rouge del documentario: Antonio, il protagonista, si mette alla ricerca di una copia in pellicola di un film a cui ha lavorato e che vorrebbe lasciare ai posteri, Roma. Oggi, dalle 16.40, la proiezione del documentario e, a seguire, l’incontro con il regista, Laura Delli Colli, Giuseppe Piccioni e Antonio Spoletini.

L’IMPEGNO CIVILE DI DANIELA FAZZOLARI

daniela fazzolarifazzolarifazzolari 3Daniela Fazzolari non è solo l’attrice di CentoVetrine, di Un posto al sole, di sitcom della Rai e di film di Dario Argento. Daniela in questi mesi di gennaio e febbraio torna a scuola, nel senso che sta coinvolgendo gli alunni di vari istituti perché sappiano cosa è stato l’Olocausto e il Ventennio nazi-fascista. E per fare questo, legge anche testi della senatrice a vita Liliana Segre, testimone sulla sua pelle delle nefandezze dei campi di sterminio. Insomma, un impegno meritevole che fa onore a Daniela, al di là delle riconosciute qualità artistiche.

PIAZZA ALESSANDRIA, NEGOZIO APPENA APERTO SUBISCE RAPINA

RAPINANegozio aperto da pochi giorni subisce rapina di benvenuto. È avvenuto sabato pomeriggio in piazza Alessandria. Tre zingare fanno irruzione, due bloccano le commesse, una arraffa il cassetto e le borsette. Fuggono e fuori le aspetta un uomo alla guida di un fiorino. Numerosi i testimoni che dicono di conoscere di vista il guidatore come persona nota in zona. A dare la notizia un investigativo Alessandro Ricci.

IL VIDEO ESSAY FILM FESTIVAL DAL 12 FEBBRAIO AL MAXXI

VIDEO ESSAY FILM FESTIVALLa prima edizione del Video essay film festival (Veff) sarà una delle principali novità di Cinema al Maxxi 2020 che quest’anno si svolgerà da mercoledì 12 febbraio a domenica 29 marzo. Il Veff – organizzato da Dipartimento di Storia, antropologia, religioni, arte, spettacolo (Saras) della Sapienza Università di Roma, Fondazione Cinema per Roma e Maxxi, Museo nazionale delle arti del XXI secolo – intende promuovere uno dei generi più frequentati on line, una nuova forma di critica e riflessione sull’audiovisivo svolta attraverso le immagini e, anzitutto, il montaggio. Il concorso, curato da Andrea Minuz e Mario Sesti, sarà rivolto a tutti gli studenti universitari delle accademie e delle scuole di cinema nazionali e internazionali.

LARGO SOMALIA: CHIEDEVA IL PIZZO ALLA TITOLARE DELLA LAVANDERIA

LARGO SOMALIAEra stufa delle continue pretese di denaro fatte da un suo dipendente che, dalla fine dello scorso anno, aveva iniziato ad estorcerle soldi, a cadenza mensile, per un valore complessivo di 900 euro. La donna, una ragazza del Pakistan di 26 anni titolare di una lavanderia in zona largo Somalia, a Roma, ha deciso di chiedere aiuto ai Carabinieri della Stazione Roma viale Libia e della Compagnia Roma Parioli per mettere fine alle scorribande di un connazionale di 32 anni. Continue reading

ATAC: REVOCATO LO SCIOPERO DI OGGI

IL BUS 360È stato revocato lo sciopero di 24 ore che era in programma per oggi e che avrebbe riguardato esclusivamente la rete Atac: autobus, filobus, tram, metropolitane, Roma-Lido, Termini-Giardinetti, Roma-Viterbo. Era stato indetto nei giorni scorsi dal sindacato Slm Fast Confsal per ragioni legate, tra le altre cose, alla sicurezza sul posto di lavoro, alla manutenzione delle vetture, alle mense, alle ferie, a problematiche specifiche che i lavoratori registrano in alcune aree della città. È stato proprio il sindacato a spiegare i motivi della revoca: Continue reading

VIA SAVOIA, APPUNTAMENTO CON LO SCRITTORE CHRISTOPHER KLOEBLE

goethe institutIncontro con lo scrittore Christopher Kloeble in occasione della presentazione del suo libro Quasi tutto velocissimo (Keller Editore, 2019, titolo originale: Meistens alles sehr schnell; traduzione dal tedesco: Scilla Forti). Modera Francesca Melandri. Giovedì 6 febbraio 2020, ore 19, Sala Conferenze del Goethe Institut, Via Savoia 15. Traduzione simultanea, ingresso libero fino ad esaurimento posti.

LA MORTE DI FRED BUSCAGLIONE A VIA ROSSINI: ERA IL 3 FEBBRAIO 1960

Incidente_BuscaglioneIl cantante e musicista Fred Buscaglione muore il 3 febbraio 1960 a 39 anni, a causa di un incidente stradale, mentre rientra all’hotel Rivoli dopo aver trascorso la notte esibendosi in un night di via Margutta. La sua Ford Thunderbird color lilla, giunta all’incrocio fra via Paisiello e viale Rossini nel quartiere Parioli, si scontra con un camion buscaglione_01carico di porfido guidato dal ventiquattrenne Bruno Ferretti, che tenta di soccorrerlo insieme a un metronotte e a un passante. Fermano un autobus dove caricano il cantante, che giunge però troppo tardi all’ospedale. La morte di Buscaglione è simile a quella di Rino Gaetano, altro personaggio eccentrico della musica leggera, finito contro un albero, con la sua macchina, in via Nomentana nel 1981.