VILLA TORLONIA: UN BEL WEEKEND PER TUTTI A TECHNOTOWN

technotownTechnotown, lo spazio di Villa Torlonia dedicato alla creatività e alla scienza, dell’Assessorato alla Persona, Scuola e Comunità Solidale di Roma Capitale, con l’organizzazione di Zètema Progetto Cultura, propone per venerdì 31 gennaio, sabato 1 e domenica 2 febbraio alcune educative e divertenti attività didattiche rivolte al pubblico dai 6 ai 99 anni. Dai 6 ai 10 anni è indispensabile la presenza di un adulto che lavorerà con il bambino. Continue reading

LA CAMPAGNA TESSERAMENTO DELL’AUSER DI VIA NIZZA

auserE’ in corso su Facebook una campagna sponsorizzata a supporto del tesseramento Auser 2020 “Insieme per costruire il futuro”. L’immagine della campagna potrà essere visualizzata da un pubblico potenzialmente molto ampio di adulti e anziani, Facebook  è infatti il social network più utilizzato dai cittadini over 55 con 25 milioni circa di utenti al giorno. Auser è un’associazione per l’invecchiamento attivo che ha sede in via Nizza.

TEATRO DELLE MUSE DI VIA FORLÌ: “NON È UNA TRAGEDIA”

Non è una tragedia (Ovvero Edipo c'entra poco)Wanda Pirol, Rino Santoro e Geppi Di Stasio, fino al 9 febbraio, al Teatro delle Muse di via Forlì, in “Non è una tragedia (Ovvero Edipo c’entra poco)”, scritta e diretta da Geppi Di Stasio. Se gli psicanalisti, Freud in testa, si sono arrogati il diritto di saccheggiare la mitologia per suffragare le loro teorie, allora noi ci arroghiamo il diritto di ricamarci sopra una commedia che, come è stato detto da più parti, contiene “una risata che penetra in profondità in uno spettacolo ironico, sconvolgente, profondo”. Insomma, una commedia sulla condizione umana piena di irridente comicità.

SUICIDIO AI PARIOLI: RAGAZZO TROVATO MORTO IN UN HOTEL

IL COMMISSARIATO DI VILLA GLORIChoc in un hotel ai Parioli dove è stato rinvenuto il cadavere di un ragazzo. La macabra scoperta in una camera d’albergo dove il giovane aveva affittato una stanza. Ad allertare il 118 il personale della struttura ricettiva, che ha trovato il corpo privo di vita del 28enne con una busta in testa ed una corda al collo. La scoperta è stata fatta intorno alle 13:30 di lunedì 27 gennaio. Constatato il decesso del ragazzo il personale medico del 118 ha quindi allertato la polizia. Intervenuti nella struttura ricettiva gli agenti del commissariato Villa Glori hanno trovato il corpo esanime del ragazzo, morto presumibilmente soffocato a causa della busta di plastica che aveva in testa stretta da una corda chiusa con un cappio al collo. Accanto al corpo del giovane un biglietto d’addio, rivolto ai familiari, nei quali aveva scritto di un precedente tentativo di suicidio non riuscito  dopo aver provato a tagliarsi le vene con un rasoio. Accertata la morte del ragazzo, la salma del giovane è stata messa a disposizione dell’Autorità Giudiziaria. In attesa dell’esito dell’autopsia, gli investigatori procedono sulla pista del suicidio, non escludendo al momento nessuna ipotesi investigativa. Fonte: Romatoday

AUDITORIUM, SUL PALCO GIANNI SIVIERO

GIANNI SIVIEROUn omaggio, d’intesa con il Premio Tenco,  a uno dei più originali cantautori italiani, Gianni Siviero, che in soli tre album, dal 1972 al 1976, ha dato vita a un’inconfondibile produzione poetica e musicale dove si intrecciano mirabilmente impegno civile, introspezione sentimentale e la fatica del vivere quotidiano in una realtà urbana come Milano. Il suo album d’esordio, con gli arrangiamenti di Nicola Piovani, vince il Premio della Critica Discografica ed è molto apprezzato da Amilcare Rambaldi, presidente del Club Tenco, che lo volle alle prime tre edizioni della Rassegna della canzone d’autore. Un omaggio che è anche un’occasione per riflettere, in voce e in musica, su una stagione irripetibile della cultura italiana, contrassegnata da un’insopprimibile urgenza di vita, tra entusiasmi ideologici e fervide proiezioni in avanti. Oggi, alle 21, al Teatro Studio Borgna dell’Auditorium.

LIBRI AL MAXXI: “LA TERRA DOPO DI NOI” DI TELMO PIEVANI

telmo_pievani_la_terra_dopo_di_noi_librialmaxxiOggi a via Guido Reni, ore 18:30, per Libri al Maxxi  “La Terra dopo di noi” di Telmo Pievani, Sala Carlo Scarpa, ingresso libero fino a esaurimento posti. Nell’evoluzione vige un’asimmetria: noi abbiamo bisogno della biosfera per vivere; la biosfera invece non ha alcun bisogno di un mammifero proclamatosi homo sapiens. Come sarebbe la Terra senza la nostra pervasiva presenza? Selvaggia, indomita, indifferente alle nostre sorti, nuovamente rigogliosa. Le fotografie di Frans Lanting ci permettono di fare questa esperienza estetica, emozionale e spiazzante. Introduce Giovanna Melandri presidente Fondazione Maxxi, interviene Telmo Pievani filosofo della scienza ed evoluzionista, autore del libro.

MAXXI: CONVERSAZIONE TRA STAINO E ALTAN SULLA SATIRA

disegnare_la_satira_altan_staino_verdelliGiovedì 30 gennaio al Maxxi, ore 18, Disegnare la satira.Talk e proiezione. Altan in conversazione con Sergio Staino e Carlo Verdelli. Due grandi fumettisti, autori visionari e taglienti, protagonisti indiscussi di una satira che ancora oggi è capace di far ridere e di riflettere. In conversazione con il direttore di Repubblica Carlo Verdelli, Altan e Staino raccontano gli anni di esperienza presso giornali come Tango, Il Male e Cuore, la forza dei loro personaggi come strumenti di scherno e di contestazione politica, in grado di accompagnare costantemente le vicende di un’Italia che affrontava un periodo storico complesso, dalla morte di Aldo Moro al caso Craxi fino all’inchiesta Mani Pulite.  Una testimonianza straordinaria di un mondo creativo che ha fatto della capacità di comunicazione il suo punto di forza. In vista dell’incontro, Altan realizzerà tre vignette speciali che verranno donate ad altrettanti fortunati partecipanti a seguito di un’estrazione organizzata a conclusione del talk. Introduce Giovanna Melandri, presidente Fondazione Maxxi.

“MONDO LEONE” ALLA CASA DEL CINEMA

sergio leonePrende il via venerdì 31 gennaio, alla Casa del Cinema, Mondo Leone la rassegna a ingresso gratuito dedicata all’universo creativo del grande regista italiano in occasione della mostra “C’era una volta Sergio Leone” aperta al Museo dell’Ara Pacis per i 90 anni dalla nascita e 30 dalla morte dell’autore. Per sei weekend, ogni sabato e domenica dal 1 febbraio all’8 marzo, gli schermi della Casa del Cinema saranno dedicati alle radici, alla formazione, al contesto, all’attività, all’eredità, alla famiglia di Sergio Leone: non dunque i suoi capolavori, ma un’antologia di suggestioni, rimandi, motivi che compongono la tela del grande affresco artistico cui ha dato vita uno dei giganti della storia del cinema. Continue reading