ARRESTATO RAPINATORE SERIALE DEL QUARTIERE VESCOVIO

rapinatoreArrestato rapinatore seriale, terrore dei quartieri di Fidene e Vescovio Il 25enne, pluripregiudicato e tossicodipendente, colpiva donne sole anche anziane. Nello specifico, gli agenti della polizia di Stato del Commissariato Fidene – Serpentara e del Commissariato Vescovio, diretti rispettivamente da Fabio Germani e da Mario Spaziani, operando in strettissima sinergia tra loro, coordinati dal Gruppo contro i reati gravi della Procura della Repubblica presso il Tribunale Ordinario di Roma, a seguito di una complessa, articolata e lunga attività investigativa, sono riusciti ad individuare, identificare e ieri pomeriggio a bloccare il giovane italiano, di origini brasiliane, pluripregiudicato e tossico dipendente, resosi responsabile di una lunghissima serie di rapine e di furti, prevalentemente a donne anche anziane, nelle zone di Fidene e Vescovio. L’uomo agiva da solo e sceglieva con cura le sue vittime e poi, approfittando che fossero sole, le rapinava dei loro averi, in particolare di catenine d’oro, provocando nelle stesse violenze sia fisiche che psicologiche, in quanto rimanevano terrorizzate e scioccate per l’accaduto.

AUDITORIUM, DUE SERATE CON NICCOLÒ FABI

NiccoloFabiPROMO_orizz[1]«Si potrebbe considerare una specie di appuntamento al buio» … con queste parole Niccolò Fabi ha svelato, direttamente sui suoi profili social, il suo ritorno live nei teatri italiani, a partire dallo scorso dicembre. Fabi nel 1997, con Capelli, vince il Premio della Critica nelle Nuove Proposte al Festival di Sanremo e pubblica Il Giardinere. Nel 1998 presenta, sempre a Sanremo, Lasciarsi un giorno a Roma (nell’album Niccolò Fabi). Tra il 2000 e il 2006 pubblica Sereno ad Ovest, La Cura del  Tempo e Novo Mesto, che contiene Costruire, diventata negli anni uno dei suoi brani più identificativi e più amati. 3 anni dopo pubblica Solo un Uomo. Il 30 agosto 2010 organizza al Casale sul Treja, a Mazzano Romano, Parole di Lulù, la festa di compleanno per la figlia Olivia, scomparsa a seguito di una forma acuta di meningite, vengono raccolti i fondi a favore di Medici con l’Africa Cuamm. Continue reading

CAMBIA IL PANORAMA AL TIBURTINO SENZA LA SOPRAELEVATA

VIA LORENZO IL MAGNIFICODopo l’abbattimento della sopraelevata, chi abita o si trova a via Lorenzo il Magnifico può vedere l’altro lato della stazione Tiburtina senza ostacoli. Comunque la si pensi (pro o contro l’abbattimento) siamo di fronte a un cambiamento visivo ed estetico epocale. È la riflessione, su Facebook, di Marco.

GLI APPUNTAMENTI, I DIVIETI, LO SPORT E ALTRO IN QUESTA DOMENICA

Domenica-EcologicaStop alle auto e, insieme, strade chiuse per la Corsa di Miguel. Domenica19 gennaio i veicoli privati non potranno circolare nella Fascia Verde, eccetto in alcuni orari, mentre l’area del Foro Italico sarà dedicata alle gare di 10 chilometri e a una più piccola, la Strantirazzismo, di 3. Senza dimenticare i tradizionali la-corsa-di-miguel-stadio-olimpico-romaappuntamenti con l’Angelus di Papa Francesco previsto alle ore 12, la pedonalizzazione dei Fori Imperiali e il tradizionale mercato di Porta Portese. Dopo un solo giorno di tregua dallo stop fino a diesel euro 6 a causa dell’inquinamento dell’aria, domenica 19 gennaio sarà la prima di quattro “domeniche ecologiche” lanciate dal Comune in seguito all’approvazione del calendario a inizio dicembre. Vietata la circolazione di auto e moto nella fascia verde (qui la mappa) dalle 7.30 alle 12.30 e dalle 16.30 alle 20.30. Deroga (qui l’elenco DOMENICA ECOLOGICAcompleto), però, per i veicoli con il contrassegno per disabili, per car sharing e car pooling, per auto elettriche e ibride, veicoli benzina euro 6, a metano, Gpl e BiFuel, ciclomotori a due ruote con motore a 4 tempi Euro 2 e successivi, motocicli a 4 tempi Euro3 e successivi, taxi e Ncc. Le altre papa-francesco-angelusdomeniche ecologiche saranno il 9 e il 23 febbraio e poi il 29 marzo. Inoltre, gli impianti termici, il cui funzionamento giornaliero consentito è di massimo 12 ore, dovranno essere gestiti in modo da garantire una temperatura dell’aria negli ambienti non superiore a 18°C o 17°C in funzione del tipo di edificio. Milite Ignoto alle Reali Tombe del PantheonTorna la Corsa di Miguel, la 10 chilometri di solidarietà giunta alla sua XXI edizione nata per ricordare Miguel Benancio Sanchez, maratoneta-poeta argentino desaparecido, scomparso 42 anni fa: fu una delle vittime della feroce dittatura militare che insanguinò il Paese dal 1976 al 1983. È prevista la partecipazione di oltre 10mila persone, molte anche in rappresentanza di associazioni no-profit tra cui Amnesty International, strantirazzismo-corsa-di-miguelArticolo 21, No Bavaglio, Stefano Cucchi Onlus, Progetto Filippide, Sod Italia, Asla, Rete Fare e la Nazionale dei Poeti. Alla gara competitiva parteciperanno 5540 iscritti (4161 uomini e 1379 donne), 2000 persone alla non competitiva e circa 3000 sono atteste per la Strantirazzismo, che è invece una corsa di 3 chilometri promossa dal Club Atletico Centrale con il patrocinio di Fidal, Uisp, Regione Lazio, Roma Capitale e Ambasciata della Repubblica Argentina, e la collaborazione di Sport e Salute e dell’Istituto per il Credito Sportivo. L’area interessata, tra 8 e le 12, è quella del Foro Italico e di lungotevere Della Vittoria, Oberdan, Thaon di Revel e Flaminio, ponte Duca d’Aosta e ponte Risorgimento. Le due prove di 10 chilometri partiranno alle 9.30 da Lungotevere Diaz per concludersi, dopo il giro dei ponti, all’interno dello Stadio Olimpico. Continue reading