QUEL FILM DI PAOLO GENOVESE GIRATO NEL QUARTIERE TRIESTE

carlo-delle-piane-in-una-scena-di-nessun-messaggio-in-segreteriaUno dei primi film di Paolo Genovese, “Nessun messaggio in segreteria” del 2005, è stato tutto girato nel quartiere Trieste, dove il regista è nato e cresciuto. Questa la trama: Walter è un pensionato solitario ancora pieno d’energia e di fantasia: convinto da un articolo di giornale che per ogni giovane che lavora c’è un anziano che sta a casa, Walter decide di andare a cercare questo giovane, e di aiutarlo standogli vicino come una sorta di angelo custode. Aiutato dalla piccola Sara, unica amica ed alleata, e sbeffeggiato dalla cinica portiera, Walter sceglie Piero, un impiegato indefesso ma timido. Nella vita di Piero, Walter entra in modo prepotente, senza chiedere il permesso, stravolgendogliela, nessun_messaggio_in_segreteria_anna_falchiriempiendogliela ed insegnandogli una nuova prospettiva dalla quale guardare se stesso ed il mondo, nonché le tecniche per conquistare Francesca, madre single di Sara delusa dagli uomini, della quale Piero s’è invaghito. Piero tenta dapprima di ribaltare completamente il proprio modus vivendi, vestendo i panni di un uomo forte e fin troppo esuberante, capace di conquistare la donna amata con uno schioccar di dita, ma si accorge poi che questa maschera gli provoca una sofferenza più grande della gioia d’aver conquistato Francesca e le confessa quindi il suo disagio attraverso una romantica lettera. Nel cast, oltre a Carlo delle Piane, Pierfrancesco Favino, Valerio Mastandrea e Anna Falchi c’è anche Gianfranco Funari che interpreta se stesso.

QUANDO IL BIOPARCO SI CHIAMAVA GIARDINO ZOOLOGICO

bioparco-zooL’ingresso del Bioparco si trova nel Quartiere Pinciano. Nel 1908 Carl Hagembeck redasse il progetto dell’allora Giardino Zoologico con i suoi nuovi criteri costruttivi applicati nel Tierpark di Stellingen. L’ingresso principale fu previsto lungo il nuovo viale che portava ai Parioli: avrebbe avuto due corpi laterali di forma circolare con due entrate e un’uscita, un’impostazione molto simile a quella dell’ingresso dello Zoo del Tierpark. Fu bandito nel 1908 un concorso pubblico vinto da Giulio Barluzzi, con un progetto di impostazione barocca, in omaggio all’architettura di Villa Borghese. Continue reading

VIA NOMENTANA NEL 1880

via nomentana 1880Foto del 1880. Siamo all’inizio della Nomentana, appena dieci anni dopo la Breccia di Porta Pia, dove allora c’era Villa Patrizi, poi abbattuta e sostituita nel Novecento dal Ministero dei Trasporti. Qualche pedone, un paio di carrozzelle, un uomo a cavallo. Sullo sfondo, a sinistra, la chiesa di Santa Agnese fuori le mura. Fonte: Romasparita

TANGENZIALE: VIETATO IL TRAFFICO VEICOLARE NELLE ORE NOTTURNE

nuova tangenzialeConfermato anche per il 2020, dal 1° gennaio fino al 30 giugno, il divieto di transito veicolare nelle ore notturne (23.00-06.00) su alcuni tratti della Tangenziale Est-Nci. È quanto prevede un’ordinanza sindacale finalizzata a contenere l’inquinamento acustico ambientale. Sarà quindi interdetto l’accesso: sulla ‘Sopraelevata’ nelle carreggiate di scorrimento comprese tra viale Castrense altezza via Nola, Circonvallazione Tiburtina altezza largo Settimio Passamonti e via Prenestina altezza via Bartolomeo Colleoni. Identica misura sarà applicata per la Circonvallazione Salaria, nel tratto tra via delle Valli e via Nomentana. Continue reading

“WE RUN ROME 2019″, VINCONO UN ATLETA ETIOPE E UNA TURCA

we run romeUn onda blu, grande diecimila persone, ha riempito le strade del centro storico di roma per la nona edizione della We Run Rome, che celebra l’ultimo giorno dell’anno all’insegna dello sport.  Manifestazione di corsa su strada competitiva sulla distanza di 10 chilometri (non competitiva sulle distanze di 10 e 5 chilometri), fiore all’occhiello di Atleticom, organizzata con i patrocini del Comune di Roma, della Regione Lazio, del Coni, l’egida della Fidal, inserita nel calendario nazionale. Alle 14 il via alla gara, con migliaia di atleti che hanno invaso le vie della Capitale, dalle Terme di Caracalla al Circo Massimo, passando per piazza Venezia, via del Corso, piazza di Spagna, piazza del Popolo, il Pincio, Villa Borghese, via Veneto, via dei Fori Imperiali e il Colosseo, animando la città incuriosita da una tale partecipazione popolare.  Continue reading

IL PAPA AI FUNERALI DI UN’AMICA ALLA CHIESA DI SAN GIUSEPPE

Nomentano_-_San_GiuseppeMartedì pomeriggio Papa Francesco, come un comune parrocchiano, si è recato in forma privata nella chiesa di San Giuseppe al Nomentano per partecipare alle esequie della professoressa Maria Grazia Mara, amica del Papa, scomparsa lunedì 30 dicembre. Al termine della messa, Bergoglio, ha salutato alcuni dei presenti, per poi fare ritorno in Vaticano. Lo riferisce il direttore della sala stampa vaticana Matteo Bruni. Maria Grazia Mara, l’amica del Papa, è stata una docente universitaria e ha scritto numerosi libri di storia del cristianesimo. A febbraio di quest’anno, Papa Francesco aveva citato la professoressa Mara in un suo discorso. Incontrando i docenti e gli studenti dell’istituto patristico Augustinianum di Roma, il Papa aveva detto, riferendosi ai professori emeriti di quell’istituto: «Mi viene alla memoria la professoressa Maria Grazia Mara, che ha insegnato tante cose e che a 95 anni ancora pubblica e insegna la catechesi ai bambini. Anche il cardinale Grech (anche lui deceduto ieri, ndr) con le sue omelie semplici… I saggi, quando arrivano a quell’età, diventano di una semplicità grandiosa, che fa tanto bene. Grazie a tutti gli anziani e ai professori che sono in pensione». Fonte: Corriere della sera