“QUALCOSA IN COMUNE” AL TEATRO TIRSO DE MOLINA

nadia-rinaldi-milena-miconiAl Teatro Tirso de Molina di via Tirso va in scena dal 4 al 15 dicembre la commedia “Qualcosa in comune” con Nadia Rinaldi e Milena Miconi. Anna e Aria non potrebbero essere più diverse. Estremamente tecnologica la prima e totalmente analogica la seconda, sono due figure femminili agli antipodi in ogni settore delle loro esistenze. In amore poi, ognuna ha la sua teoria; Anna è tradizionalmente fidanzata, Aria ha una relazione di complicità con un “tromba-amico”. Anna tende a non far entrare troppo il fidanzato nella propria vita, Aria punta sulla fiducia e sul raccontarsi e condividere tutto. Anna è un tipo social, Aria non ha nemmeno uno smartphone. Due così sono destinate ad ignorarsi se non fosse che, destino vuole, i due fidanzati abitino nello stesso palazzo. E che le due s’incontrino/scontrino davanti al portone, una mattina in cui Aria vuole fare una sorpresa al suo compagno. E che sorpresa: scoprono che entrambe amano lo stesso uomo…

GLI ARCHIVE ALL’AUDITORIUM

gli ArchiveA due anni dal loro ultimo tour nel nostro paese, gli Archive fanno tappa in Italia per festeggiare con i fan i primi 25 anni di attività e arrivano in Auditorium stasera. Gli Archive sono un collettivo britannico nato nel 1994 a Londra da un’idea di Darius Keeler e Danny Griffiths, che comprende, oltre i due fondatori, artisti individuali come Pollard Berrier, Rosko John, Dave Pen, Maria Q, Holly Martin, Steve Harris, Jonathan Noyce, Steve “The Menace” Davis, Steve “Smiley” Barnard e Mickey Hurcombe. La band, che ha all’attivo 12 album in studio, ha esordito con Londinium, un mix di progressive rock, trip-hop ed elettronica che li ha definiti subito come un progetto controtendenza. Quest’anno gli Archive festeggiano il loro anniversario con un incredibile tour e con l’uscita, prevista per il 10 maggio, di uno speciale cofanetto, 25 contenente 43 delle loro migliori tracce su 6 cd e 8 inediti, incluso il singolo Remains Of Nothing realizzato con i Band Of Skulls. Oggi, alle 21, in Sala Sinopoli.

TEATRO OLIMPICO, “LO SCHIACCIANOCI”

SCHIACCIANOCI“Lo Schiaccianoci” è il balletto natalizio per eccellenza che ha fatto sognare intere generazioni, una favola che ha fatto registrare il “tutto esaurito” in tutte le sue rappresentazioni. Colorato ed elegante, gioioso e vivace, nell’esclusivo Schiaccianoci del Balletto di Milano c’è tutta la magia del Natale, l’albero la nevicata, l’atmosfera di festa, l’apertura dei regali. Le scenografie originali, i costumi fiabeschi e le scarpette da punta danno ancor più leggerezza a un balletto che tanto fa sognare grandi e piccini. Stasera al Teatro Olimpico, ore 21.

BOMBA D’ACQUA, IERI: ALLAGATE VARIE ZONE DEL MUNICIPIO

tiburtinaUna bomba d’acqua ha messo in ginocchio Roma in serata. Poco dopo le 18 di ieri in diversi quartieri della Capitale si è scatenato un nubifragio. Una diluvio ha creato diversi i disagi in città, alla viabilità e al trasporto pubblico locale. bomba acquaAllagamenti segnalati sul tratto urbano dell’A24. Problemi anche nel sottopasso di Corso Italia dove la presenza di foglie ha reso difficile il deflusso dell’acqua, con conseguenti allagamenti. Allagamenti anche in zona Tiburtina, tra San Lorenzo, Policlinico e Verano.

NUOVI ALBERI A VILLA ADA E PARCO GIOCHI A VILLA TORLONIA

palma-villa-adaUn milione e duecentocinquantamila euro per riforestare villa Ada, creare un grande parco giochi a villa Torlonia e un restyling del verde nel giardino dell’Arte al centro di piazza Bologna. Sono i tre progetti del II Municipio che saranno finanziati con parte dei venti milioni di euro messi dal Campidoglio sulla ruota del Bilancio Partecipativo, una consultazione online sul portale del Comune per scegliere gli interventi per il decoro urbano. Partiamo da villa Ada che dal 2012, anno di una grande nevicata, ha visto l’abbattimento di duecento alberi, rimpiazzati sino ad oggi solo da dieci piccoli pini. Per questo il parco di 160 ettari sarà riforestato, con una spesa di 450 mila euro prevedendo la messa a dimora di almeno duecento alberi. Il risultato atteso è un recupero della capacità di rigenerazione, ossigenazione e mitigazione del clima per tutti i cittadini. Passiamo a “Villa Torlonia per tutti”, come si chiama il progetto da 400 mila euro. Nell’attuale area giochi si realizzerà una zona dedicata a bambini in età prescolare, recintata e con pavimentazione Villa-Torlonia_-Palmeantitrauma. E si installeranno casette con ponti, scivoli , altalene e pannelli ludici che aumentano le abilità mentali e motorie. Poi una seconda zona dedicata a playground per bambini e ragazzi in età scolare e panchine e tavoli per favorire l’integrazione sociale a tutte le età. Ancora: realizzazione di una pista ciclabile e un campo da tornei per diversi sport, dal calcio al basket. Per migliorare uno spazio verde dove negli ultimi anni gli interventi di manutenzione e valorizzazione sono stati insufficienti e in particolare l’unica area giochi del parco è rimasta minuscola e poco attrezzata. Infine il Giardino dell’Arte di piazza Bologna. Il progetto, da 459 mila euro, prevede la Piazza Bologna giardiniriqualificazione all’insegna della bellezza, della funzionalità e del rispetto della storia e delle storie del quartiere. Quindi decorazione, in ceramica o mosaico, delle costruzioni della stazione con opere d’arte di autori famosi del ‘900, quali Prampolini, Balla, De Chirico, Schifano ed opere di street art sulle altre due facciate disponibili. Poi alberi, cespugli e fiori in più, acqua e un mosaico nella fontana, nuova illuminazione, vialetti curati ed infine l’ingresso dello storico bar riposizionato verso l’interno. Il tutto protetto da una cancellata. “Per scegliere i progetti” spiega la presidente del Municipio Francesca Del Bello “abbiamo fatto tre assemblee di cittadini nella biblioteca di Villa Leopardi, dove abbiamo approfondito dieci proposte, di cui una, il giardino di piazza Bologna, è  stata sostenuta con i fondi del Campidoglio mentre gli interventi a villa Ada e villa Torlonia hanno ottenuto più voti sulla piattaforma comunale. L’incontro con tutte queste realtà ha messo in luce un movimento civico attivo e propositivo, una risorsa fondamentale per governare il territorio ed assumere scelte condivise”. Fonte: la Repubblica