DILETTA LEOTTA: DOPO LA LUISS, SPORT/SHOW/SPOT

diletta_leotta_spot_intimissimi_uomoDiletta Leotta, che in questi giorni vediamo in uno spot per una nota marca di slip da uomo, è nata a Catania e si è laureata nell’ottobre 2015 in Giurisprudenza presso l’Università Luiss di Roma. A 15 anni partecipa al concorso di bellezza Miss Muretto 2006; tre anni dopo si presenta a Miss Italia 2009 ma viene eliminata alle preselezioni. Ha incominciato la sua carriera televisiva nel 2010, a diciannove anni, sulla rete locale Antenna Sicilia, affiancando Salvo La Rosa nella conduzione dell’11º Festival della nuova canzone siciliana e nel programma di intrattenimento Insieme come valletta. Continue reading

BIBLIOTECA NAZIONALE/1: “A SPASSO CON LE DITA”

BIBLIOTECA NAZIONALEDal 3 al 6 dicembre, la Biblioteca nazionale centrale di viale Castro Pretorio, in occasione della Giornata della disabilità e della VIII edizione della Biennale Arteinsieme. Cultura e culture senza barriere 2019, promossa dal Museo Tattile Statale Omero (Tactus), ospita A spasso con le dita – le parole della solidarietà, la manifestazione itinerante ideata dalla Federazione Nazionale delle Istituzioni pro Ciechi Onlus ed Enel Cuore Onlus, per promuovere la letteratura per l’infanzia e l’integrazione fra ragazzi vedenti e non vedenti.

IL NOSTRO TERRITORIO COINVOLTO IN “MUSEI DA TOCCARE”

locandina_GIDmusei_da_toccareIn occasione della Giornata internazionale dei diritti delle persone con disabilità – istituita dalla Convenzione Onu e dalla Commissione Europea – martedì 3 dicembre 2019 Roma Capitale, Assessorato alla Crescita culturale – Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali promuove e organizza Museidatoccare_d0numerose iniziative nei Musei Civici dirette a consentire la fruizione delle collezioni museali e dei monumenti archeologici da parte di un pubblico più ampio. Tra i progetti più importanti, “Musei da toccare” che propone, tutto l’anno, un calendario di appuntamenti comprensivi di visite tattili, con la possibilità di fruire, per le persone sorde, di video in Lingua dei Segni Italiana sottotitolati. Dove nel nostro territorio? Museo Carlo Bilotti, Aranciera di Villa Borghese, Museo Pietro Canonica, Musei di Villa Torlonia, Casino Nobile e Casina delle Civette.

VIA TEVERE: UN INSOLITO RECIPIENTE QUASI COLMO (COME LA PAZIENZA)

via tevereLa foto è di qualche giorno fa e nel frattempo l’insolito recipiente si è ulteriormente riempito di cartacce e quant’altro. Ci troviamo a via Tevere, davanti al supermercato Doc. Tempo fa (ormai, svariate settimane) hanno recintato una buchetta sul marciapiede, ma nessuno si è curato di riempirla. Ora, la recinzione è sempre lì. Forse si aspetta che il contenitore – suo malgrado – venga sommerso del tutto d’immondizia. Insomma che sia colmo, come la pazienza dei poveri residenti che devono sopportare questo ennesimo sfregio al decoro urbano.

MACRO/3: INSTALLAZIONI ARTISTICHE SULLE PARETI DEL MUSEO

MACROArriva al Macro Asilo di Roma l’evento dedicato al Subvertising urbano, StelThisPoster, progetto artistico a cura di Nero Gallery, presentato dallo street artist romano Hogre e da Special Patrol Group. Dal 7 al 12 dicembre, le pareti esterne del Macro Asilo (su via Nizza e via Reggio Emilia) ospiteranno le installazioni artistiche basate sul progetto stealthisposter.org, fondato e ideato da Hogre in collaborazione con un gruppo di attivisti dal nome subvertising, gruppo attivo nell’analizzare e criticare le grandi multinazionali e i loro modi di gestire la pubblicità, veicolando le informazioni per la massa. “Sovvertire la pubblicità” attraverso una pratica di hackeraggio e pirateria degli spazi pubblicitari e istituzionali, quali cartelloni e pensiline delle aree metropolitane, è questo l’intento dichiarato di StelThisPoster.

DARIO FRANCESCHINI: AUTONOMIA AL MUSEO DI VILLA GIULIA

Villa_Giulia_-_ninfeo_Franceschini: ” Restituiremo l’Autonomia all’ Accademia di Firenze, al Museo etrusco di Villa Giulia e al Parco archeologico dell’Appia Antica”. Presto cancellata una delle norme più discusse varate dall’ex Ministro Bonisoli lo scorso 16 agosto. Ed ha aggiunto: “La motivazione per cui quei tre grandi musei avevano perso l’autonomia derivava da un’esigenza di distribuire diversamente dei ruoli di dirigenti. Ora abbiamo trovato il modo con una norma di aumentare il numero di dirigenti del ministero: stiamo lavorando su un dpcm di attuazione ed entro qualche giorno il lavoro sarà completato. Quindi il primo passo sarà restituire l’autonomia a quei tre musei. il problema è risolto. Il dpcm su cui stiamo lavorando e che porteremo in Consiglio dei ministri – su cui faremo prima delle consultazioni con sindacati e il Consiglio superiore dei beni culturali – che prevede con una norma l’aumento del numero dei dirigenti, consentirà di rafforzare le strutture, l’articolazione territoriale miglirorata delle soprintendenze, alcune direzioni generali nuove soprattutto per alcuni settori come il contemporaneo e anche l’introduzione di qualche nuovo museo con autonomia”.

ANCHE VILLA BORGHESE NEL PERCORSO DI “WE RUN ROME 2019″

percorso-we-run-romeAtleticom Asd organizza martedì 31 dicembre 2019 la 9^ edizione di We Run Rome, manifestazione di corsa su strada competitiva sulla distanza di 10 Km e non competitiva sulle distanze di 10 e 5 Km, che si svolge sotto l’egida della Fidal, inserita nel calendario nazionale e insignita del riconoscimento di Fidal Silver Label. Gode dei patrocini del Coni, di Roma Capitale e della Regione Lazio. Nel percorso della gara, come sempre, anche Villa Borghese.

CONI: RICORDATA MARTA RUSSO, UCCISA ALLA SAPIENZA 22 ANNI FA

MARTA RUSSODa 20 anni la grande scherma fa tappa a Roma per ricordare Marta Russo, la studentessa universitaria romana uccisa tragicamente alla Sapienza nel 1997. In questi 20 anni “Una Stella per Marta” è ormai divenuto un appuntamento classico, così anche quest’anno i grandi campioni e le grandi campionesse della scherma hanno accompagnato la famiglia Russo nel ricordo di Marta. Sabato 30 novembre, alle ore 15, sulla pedana allestita nell’inedita cornice del Salone d’Onore del Coni a Roma, alla presenza del presidente Giovanni Malagò, sono salite in pedana le fiorettiste azzurre Elisa Di Francisca, Arianna Errigo, Carolina Erba e Camilla Mancini, i fiorettisti Valerio Aspromonte e Giorgio Avola, gli sciabolatori Enrico Berrè e Riccardo Nuccio, gli spadisti Paolo Pizzo e Andrea Russo. L’omicidio di UNA STELLA PER MARTAMarta Russo, noto anche come delitto della Sapienza, avvenne all’interno della città universitaria della Sapienza di Roma il 9 maggio 1997, quando la ragazza, studentessa ventiduenne di giurisprudenza, fu gravemente ferita da un colpo di pistola, morendo cinque giorni dopo in ospedale. L’omicidio fu al centro di un complesso caso, oggetto di grande copertura mediatica alla fine degli anni Novanta, sia per il luogo in cui era stato perpetrato, sia per la difficoltà delle prime indagini, che non riuscirono a delineare un movente, vertendo ad esempio tra ipotesi non confermate come lo scambio di persona, il “delitto perfetto” o il terrorismo, e infine lo sparo accidentale; è ricordato anche per l’intervento di personalità politiche, specie a causa dell’atteggiamento dei due pubblici ministeri, ritenuto da molti eccessivamente inquisitorio e che diede anche luogo a un breve procedimento per abuso d’ufficio e violenza privata. Continue reading