LA CASA DEL CINEMA RICORDA GEORGE HILTON

George_HiltonNato a Montevideo (Uruguay) il 16 luglio 1934 e scomparso a Roma il 28 luglio 2019, George Hilton esordisce come attore in Argentina nella seconda metà degli anni Cinquanta, alternando la carriera tra cinema, teatro, radio e fotoromanzi. In Italia dal 1963, diviene presto un’icona del cinema popolare come protagonista di film western e thriller, spesso di culto, diretto, tra gli altri, da Lucio Fulci, Enzo G. Castellari, Sergio Martino, Giuliano Carnimeo, Tonino Valerii. L’ecclettismo era la sua caratteristica. Ogni ruolo sembrava il suo: serio, comico, sadico e dell’avventuriero scanzonato. Il tutto era poi contrassegnato dall’eleganza inimitabile del caballero sudamericano. A ricordarlo, lunedì 11 novembre alla Casa del Cinema, amici e professionisti del mondo del cinema, in un incontro-omaggio curato da Carlotta Bolognini in collaborazione con la Cineteca Nazionale e moderato da Graziano Maraffa. Continue reading

AUDITORIUM/1: VITO MANCUSO PARLA DELLA RICERCA DEL BENE

MANCUSOOggi in Occidente godiamo di sicurezza, di salute, di spazi di libertà come mai prima nella storia. Ma viviamo allo stesso tempo in una società che sembra credere solo al potere della forza e in cui, sempre di più, sono successo e ricchezza i miti da raggiungere a qualunque costo. Chi privilegia virtù e giustizia viene persino deriso e chiamato “buonista”. Vito Mancuso, riscoprendo le nostre radici che affondano nella cultura classica e nella tradizione cristiana, ci dimostra come sia invece proprio la ricerca del Bene il più prezioso orientamento della libertà. Una società può progredire solo se il modello non è quello di chi cerca a tutti i costi di vincere e di prevalere. Oggi alle 12:30 in Sala Petrassi dell’Auditorium interviene Vito Mancuso.

AUDITORIUM/2: LE RIPERCUSSIONI DELLA CRISI SULLA CLASSE MEDIA

de-ritaUna classe media florida e forte è essenziale per un’economia che funzioni e per una società coesa. La classe media sostiene i consumi, indirizza gli investimenti in formazione, sanità e politiche abitative e gioca un ruolo chiave nel supportare i sistemi di protezione sociale attraverso i suoi contributi fiscali. Le società con una classe media solida hanno tassi di criminalità più bassi, condividono alti livelli di fiducia, godono solitamente di stabilità politica. Ecco perché è molto preoccupante il dato secondo cui oggi una persona su tre è economicamente vulnerabile. Il rapporto Ocse sulle classi medie è un contributo importante per orientare le politiche pubbliche in direzione di uno sviluppo inclusivo. In occasione della pubblicazione del rapporto Ocse Under Pressure: The Squeezed Middle Class oggi alle 18:30 all’Auditorium, Spazio Risonanze, Giuseppe De Rita e  Stefano Scarpetta, coordina Carlo Borgomeo.

AUDITORIUM/3: SI DISCUTE DI EGITTO AL TEMPO DEI FARAONI

giuseppina.capriotti_vittozziA metà del terzo millennio a.C. i faraoni impiegano ingenti risorse nella costruzione delle loro gigantesche tombe. Si viene formando un paesaggio sacro, coerente con una visione del mondo rivelatrice della civiltà egizia. Ne parla oggi, alle 11, in Sala Sinopoli dell’Auditorium, Giuseppina Capriotti Vittozzi, capo del centro archeologico italiano Ambasciata d’Italia al Cairo, introduce Paolo Di Paolo.

AUDITORIUM/4: E SE LA BANCA FA CRAC?

copertina_libro_banche_banchieri_e_sbancati_-_la_grande_truffa_dal_veneto_al_resto_ditaliaL’opinione pubblica italiana conosce soprattutto la vicenda di Banca Etruria, ma quella banca valeva meno di un ventesimo delle banche venete. Qui si parla di 210.000 risparmiatori truffati. Una vera e propria tragedia che ha travolto un intero territorio, distruggendo il capitale sociale più importante: quello della fiducia. Mazzaro ricostruisce il meccanismo usato per gonfiare il valore delle azioni; il comportamento omissivo degli organi di vigilanza; i favori dei banchieri agli ‘amici degli amici’; il fenomeno delle ‘porte girevoli’ con cui assoldavano i controllori; i percorsi a zig zag dei professionisti dei salvataggi bancari mancati; lo stato dei processi. Se ne parla oggi alle 15 con Renzo Mazzaro a Spazio Risonanze dell’Auditorium in occasione della pubblicazione del suo libro “Banche, banchieri, sbancati. La grande truffa dal Veneto al Resto d’Italia”. Introduce Giorgio Meletti.

NASCONDEVA COCA NEI LOCULI DEL VERANO: PRESO MARMISTA

veranoLe tombe di sconosciuti al Verano usate come casseforti. Pensava di aver trovato una custodia inespugnabile un pusher romano impegnato nello smercio della cocaina, nascondendo la scorta di droga sotto lapidi abbandonate. Invece in un solo colpo la polizia ha recuperato un bottino di un chilo e cento grammi di neve bianca sepolta accanto a un ossario. E una pistola, per di più rubata, in un’altra sepoltura. Un traffico che Daniele G., un quarantenne di Tor Tre Teste, professione marmista proprio al Verano, pagherà con una condanna a 4 anni di carcere e al pagamento di 14.000 euro. La condanna è stata emessa ieri, col rito abbreviato, dal giudice delle indagini preliminari. Continue reading

BIBLIOTECA NAZIONALE, INCONTRO CON NADIA TERRANOVA

TERRANOVANell’ambito del ciclo di incontri del circolo di lettori “Chiavi di lettura” della Biblioteca nazionale centrale di viale Castro Pretorio, martedì 12 novembre alle ore 17 incontro con l’autrice Nadia Terranova per condividere con lei suggestioni, riflessioni, emozioni suscitate dal libro Addio fantasmi (Einaudi 2018), romanzo finalista al Premio Strega 2019 e vincitore del Premio Alassio Centolibri 2019. Prenotazione consigliata.

MUSEO BILOTTI: “MERCURIO BALLA DAVANTI AL SOLE”

sun-sdo-mercury-transit-NASANel pomeriggio di lunedì 11 novembre si verificherà il fenomeno celeste più raro del 2019: un passaggio del pianeta Mercurio davanti al disco del Sole. Per consentire a tutti di seguire comodamente l’evento, che non si ripeterà più fino al 2032, la Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali dà appuntamento al pubblico nella splendida cornice del Museo Carlo Bilotti a Villa Borghese per l’evento “Mercurio Balla Davanti al Sole”. L’evento, a ingresso gratuito fino a esaurimento posti, è promosso da Roma Capitale, Assessorato alla Crescita Culturale – Sovrintendenza ai Beni Culturali, ed è a cura della Direzione Ville, Parchi Storici e Musei Scientifici della Sovrintendenza Capitolina e di Gabriele Catanzaro, Giangiacomo Gandolfi, Stefano Giovanardi e Gianluca Masi, astronomi del Planetario di Roma Capitale. Servizi museali a cura di Zètema Progetto Cultura.

VIA DEGLI ETRUSCHI: SPETTACOLO TEATRALE ALLA LIBRERIA TOMO

TOMOMercoledì 13 novembre, ore 20, a Tomo Libreria Caffè, via degli Etruschi 4, San Lorenzo (tel 06 8865 9458) ingresso libero, Produzioni Nostrane – Ultras Teatro presenta “Otello non si sa che fa – spettacolo teatrale senza memoria”, adattamento & regia Giovan Bartolo Botta, con Claudia Salvatore e Giovan Bartolo Botta. Non si sa che fa l’amore quando arriva. Non si sa che fa l’amore quando se ne va. Nella Venezia di Shakespeare si ama parecchio. Piuttosto spesso. Le giornate sono oberate dai doveri di guerra. Ma avanza tempo per riflettere sull’amore. Meglio ancora per viverlo a fondo. Passarci attraverso. Farcisi divorare. Senza giudizio. Otello ama. Desdemona ama. Iago ama. Cassio ama. Tutti amano qualcosa o meglio ancora qualcuno. C’è del sommerso pronto ad esplodere. Se lo si trattiene si rischia il disagio psicosomatico. Se lo si lascia andare a briglia sciolta ci si butta tra le braccia dell’ignoto. Il terreno sotto i piedi sparisce. Il pensiero, l’azione cercano conforto nel cuore altrui. E forse fa bene benissimo e forse fa male malissimo. Perché non si sa l’amore che fa quando arriva, non si sa l’amore che fa quando se ne va.