NUOVO CORSO INTERMEDIO DI FOTOGRAFIA IN VIA SIACCI

 CORSO FOTODa giovedì 7 novembre 2019 nuovo corso intermedio di fotografia con Gilberto Maltinti a via Siacci. Hai appena terminato il corso base di fotografia? Non scatti da tempo e vuoi ricominciare? Fai pratica fotografica con il corso intermedio che sta per cominciare! Uscite con la macchina fotografica, estetica fotografica, programmi di fotoritocco, dedicati a chi vuole intraprendere un percorso avanzato e approfondito di pratica fotografica, per migliorare le proprie inquadrature e perfezionare le tecniche della fotografia reflex digitale. Durante il corso si apprenderà e metterà in pratica sul campo le tecniche, gli stili e le giuste inquadrature per fotografare in modo efficace, costruttivo e creativo.

clicca qui per calendario e programma corso

VIA BELLINZONA, AL COTTON CLUB LO SWING DI MAX PAIELLA

paiellaAl Cotton Club di via Bellinzona (angolo corso Trieste) sabato 9 novembre alle ore22:30 il crooner swing più simpatico ovvero Max Paiella vi porterà a spasso, nel suo personalissimo e divertentissimo modo, tra gli standard swing più conosciuti e tra qualche chicca. Max Paiella è noto al grande pubblico per la partecipazione ormai storica alla trasmissione radiofonica “Il ruggito del coniglio”, ma anche per la sua collaborazione con Lillo e Greg e per la partecipazione a diverse trasmissioni televisive. Un concerto di swing serio al 80%. Un concentrato di arte varia, dai brani dei celebri personaggi del Ruggito del coniglio la celebre trasmissione radiofonica su radio 2 da più di 20 anni, a Sinatra, Tony Bennet, Louis Prima e ci sarà anche qualche omaggio a Bruno martino, Carlo Alberto Rossi e alcuni brani dei celebri cartoons della Disney!

MACRO: PRESENTAZIONE DEL LIBRO “IL COLIBRÌ” DI SANDRO VERONESI

Domenica 10 novembre, al Macro di via Nizza, alle ore 11, per il ciclo [Macroletture] a cura di Maria Ida Gaeta, presentazione de “Il colibrì” di Sandro Veronesi, ed. La Nave di Teseo, con la partecipazione di Edoardo Albinati e le letture di Fabrizio Gifuni. Dopo 5 anni, il nuovo atteso romanzo di Sandro Veronesi, Premi Strega con “Caos Calmo”. Il colibrì è tra gli uccelli più piccoli al mondo; ha la capacità di rimanere immobile, a mezz’aria, grazie a un rapidissimo movimento alare. La sua apparente immobilità è frutto dunque di un lavoro MACRO Continue reading

MUSEO BILOTTI: VIAGGIO ATTORNO ALL’OPERA DI DE CHIRICO

museo bilottiAl Museo Carlo Bilotti Aranciera di Villa Borghese, il prossimo 30 novembre, “Pictor classicus. La nostalgia di Giorgio de Chirico”. La visita alla raccolta illustra l’opera di de Chirico alla luce della mediterraneità delle sue origini, sostrato degli archeologi, delle figure del mito, dei paesaggi della memoria. Vengono analizzati ragioni e caratteri del periodo metafisico e del successivo ritorno al mestiere attraverso il dialogo con la pittura antica, e la ripresa della Metafisica durante la maturità, mentre si confronta il mondo del Maestro con quello di altri artisti e con altre correnti e movimenti del periodo. Non mancherà un passaggio davanti al Cardinale di Giacomo Manzù. Finalità didattica dell’attività: accompagnare i visitatori nell’esplorazione del raffinato Museo Bilotti per sollecitarne l’attenzione verso un piccolo museo che conserva opere di pregio. Il corpus dechirichiano consente di analizzare in profondità l’opera del pittore e di chiarirne il ruolo nella storia dell’arte.

VILLA TORLONIA: LEZIONE DI BOTANICA

Foto guida conferenze Iris bluIl 14 novembre, Musei di Villa Torlonia/Casina delle Civette, “Piante in casa” conferenza di Luca Recchiuti, ossia Ottima botanica: Il giardino delle Meraviglie, lezione sulla storia e la coltivazione di piante e fiori presenti nella villa e nelle opere dell’artista Garth Speight. Recchiuti, titolare del Vivaio Le Muse, giovane ricercatore e produttore di piante esotiche e rare, insegnerà come coltivarle sul balcone e soprattutto cosa fare quando si dovranno riparare in casa durante l’inverno. Accennerà anche alla manutenzione delle più classiche piante d’appartamento.

CASA DEL CINEMA, RASSEGNA DI FILM POLITICI: QUELLI DI OGGI

la locandinaContinua tutta la settimana alla Casa del Cinema la manifestazione Le lotte e l ‘utopia: 1969/70”, terzo capitolo del format “Il progetto e le forme di un cinema politico”, ideato e organizzato dalla Fondazione Archivio Audiovisivo del Movimento Operaio e Democratico e Fondazione Gramsci. La rassegna cinematografica, ad ingresso libero e condita dalle presentazione di studiosi e registi, offre anche film e documentari molto rari di e su quegli anni e mira a stimolare la memoria collettiva per ricordare e approfondire i temi di una pagina di storia italiana nelle arti e nella società.  Ecco il programma di oggi. Continue reading

VIALE CASTRO PRETORIO, SEMINARIO PIRANDELLIANO

locandina PirandelloOggi, alle ore 16:30, nella Sala 1 della Biblioteca Nazionale Centrale, Paola Casella parlerà dei Finali riscritti nelle novelle di Pirandello. I seminari pirandelliani che nelle scorse sessioni si sono svolti presso la Casa Museo Luigi Pirandello di via Antonio Bosio, sono ora ospitati nella Biblioteca Nazionale di viale Castro Pretorio. Il primo ciclo si compone di interventi di Beatrice Alfonzetti, Paola Casella, Antonella Ottai, Amedeo Quondam, Ivan Pupo.

PIRANDELLO A VILLA BORGHESE: ERA IL 1934, L’ANNO DEL NOBEL

Luigi Pirandello, che in questa foto del 1934 vediamo ritratto a Villa Borghese davanti alla Galleria omonima, è stato scrittore, drammaturgo e poeta della letteratura italiana. Pur venendo da una famiglia benestante, non ebbe vita facile fra il tracollo finanziario della famiglia e la malattia mentale della amata moglie; tuttavia ciò non fu di ostacolo per il suo estro creativo che lo portò a scrivere opere come “Il fu Mattia Pascal” e “Uno, nessuno, centomila”. Pur essendo scrittore di successo, la seconda metà della sua esistenza la dedicò al teatro con tale fortuna che le sue commedie vennero rappresentate anche nei teatri di Broadway. Nell’anno della foto il suo talento fu esaltato da un grande riconoscimento quale il Nobel per la letteratura, ricevuto il giorno 8 novembre. Pirandello morì due anni dopo, il 10 dicembre 1936. L’immagine, tratta da www.romaierioggi.it è attualizzata da un fotomontaggio che mostra anche il luogo ai giorni nostri.

UN CENTRO PER LE FAMIGLIE APERTO IN VIA CHEREN

OHANANel Municipio II da qualche settimana è aperto il centro per le famiglie Ohana: uno spazio pubblico e gratuito di ascolto e di sostegno per tutte le persone del territorio che lavorerà in collaborazione con le istituzioni, le scuole e i servizi sociali. Ohana, che nella cultura hawaiana significa “famiglia”, ha trovato posto nei locali di via Cheren 5: quelli rimasti vuoti e abbandonati per quasi un decennio da quando l’ufficio tecnico, che prima aveva proprio lì la sua sede, è stato trasferito nel palazzo di via Dire Daua. Pessime le condizioni in cui versavano i locali dove oggi sorge Ohana. “Erano pieni di infiltrazioni, i muri cadevano a pezzi. Quando siamo entrati qui – ha raccontato l’assessore alle Politiche Educative Scolastiche e per la Famiglia, Emanuele Gisci – sembrava quasi impossibile recuperarlo ma lo abbiamo fortemente voluto. In questo luogo le famiglie, per troppo tempo lasciate da sole ad affrontare le criticità, si sentiranno accolte e sostenute”.

ALBUM DI FAMIGLIA: I ROMANI A VILLA BORGHESE

BAMBINI A VILLA BORGHESEVilla Borghese è un grande parco con giardini all’italiana, aree di stile inglese, trentacinque fontane e numerosi laghetti, che si estende in gran parte sul quartiere Pinciano e in parte sul rione Campo Marzio, divisi tra loro dalle Mura aureliane e dal Muro Torto. I romani la considerano da sempre meta privilegiata del loro ‘venire in centro’, per le passeggiate domenicali, le attrazioni del Giardino Zoologico, dal 2004 Bioparco, e di musei tra i più importanti della città, quali Galleria Borghese e il Museo Nazionale di Villa Giulia. “Da tanti album fotografici conservati nei cassetti sono spuntate le immagini più tenere o curiose, dalle foto di gruppo dei nonni scattate agli inizi del Novecento alle istantanee dei giovani arrampicati sui muretti, magari per vedere di straforo le corse di piazza di Siena”. La foto è tratta da un libro di Gianni Borgna:  “Album di famiglia: i romani a Villa Borghese, 1903-2003”.

PARCO DELLA MUSICA, IL JAZZ DI LINDA MAY HAN OH

Linda May Han OhInfluenzata da  Charles Mingus  e da Meshell Ndegeocello, Linda May Han Oh si fa ambasciatrice di sonorità contemporanee: il suo è un jazz rigoroso e di moderata avanguardia che respira l’energia della città attuale dove risiede,  New York, screziato da sonorità etniche (in Mantis l’ospite speciale è Parks, il virtuoso di janggu, un tamburo coreano). L’artista, nata in Malesia e cresciuta in Australia, si è esibita con musicisti come Joe Lovano, Steve Wilson, Vijay Iyer, Dave Douglas, Kenny Barron, Geri Allen, Fabian Almazan, Terri Lyne Carringtone  e Pat Metheny.  La musicista, che al basso ha uno stile molto cantabile, non trascura mai l’aspetto lirico dei pezzi e, a volte, accompagna lo strumento con la propria voce. Oggi, alle 21, in Sala Petrassi dell’Auditorium.

VILLA BORGHESE NEI QUADRI DI ARMANDO SPADINI

Armando Spadini è stato un pittore nato a Firenze il 29 luglio 1883. Lavorò come ceramista a Firenze e, dal 1900, frequentò la Scuola Libera del Nudo dell’Accademia di belle arti dove conobbe Ardengo Soffici e Adolfo De Carolis. Nel 1902 venne introdotto nella redazione della rivista “Leonardo”, ricca di suggestioni simboliste. Nel 1906 partecipò all’Esposizione annuale della Società delle Belle Arti di Firenze. Nel 1910 si trasferì a Roma dove si dedicò al ritratto e alle vedute urbane. Nel 1913 partecipò alla Prima Esposizione internazionale della Secessione e replicò l’esperienza alle edizioni successive, alla quarta delle quali il Comune di Roma acquistò un’opera (1916). Dopo la Prima guerra mondiale attraversò un periodo difficile essendo osteggiato dalla rivista “Valori Plastici” che lo considerava un conservatore. La sala personale riservatagli alla XIV Esposizione Internazionale d’arte della città di Venezia del 1924 segna il superamento dell’ostilità e la definitiva consacrazione della sua pittura.

VILLA CHIGI: SIRINGHE SPORCHE DI SANGUE VICINO ALL’AREA GIOCHI

villa chigiSiringhe sporche di sangue a pochi passi dall’area giochi riservata ai bambini. Succede al Parco Don Baldoni, la parte bassa di Villa Chigi, a cui si accede da viale Somalia. L’area è stata chiusa dalla polizia locale che ha apposto i nastri gialli per evitare che le persone, in particolare i più piccoli, possano avvicinarsi. Uno shock vero e proprio quello che sta vivendo il quartiere, frutto di una segnalazione che già da qualche ora stava rimbalzando sui gruppi Facebook. Un pericoloso “tuffo nel passato”, quando trovare per strada siringhe usate e non smaltite correttamente, era praticamente all’ordine del giorno. Continue reading