IL 25 OTTOBRE NIENTE BUS E METRO: ROMA SI FERMA

SCIOPERO BUSRoma si ferma il 25 ottobre e come sempre sono i trasporti il settore più impattato dalle proteste. Rispetto alle altre città italiane dove è in programma uno sciopero generale dei sindacati autonomi Sgb-Cub, SI Cobas, Usi Ait, a Roma abbiamo anche lo stop dei sindacati confederali in protesta contro il Comune per la gestione delle partecipate romane. Due scioperi quindi e trasporti romani a forte rischio. Stop di 24 ore per lo stop dei sindacati Sgb-Cub, SI Cobas, Usi Ait. Sarà interessata sia la rete Atac che i bus periferici della Roma Tpl. A rischio metro, bus, tram e ferrovie concesse. Lo stop sarà, come detto, di 24 ore. Fasce di garanzie dalle 5.30 alle 8.30 e dalle 17 alle 20.

VIA DEGLI ETRUSCHI: QUANDO LA LIBRERIA SI TINGE DI GIALLO

TOMOcopertinaMercoledì 30 ottobre alle 19, nella sede della libreria Tomo, si parla dell’opera d’esordio di Mark Z. Danielewski, “Casa di foglie”. Ha detto Stephen King che potrebbe essere il Moby Dick del genere horror. Un horror letterario che si tramuta in un attacco al concetto stesso di «narrazione», una storia d’amore scritta da un semiologo o un mosaico narrativo che oscilla tra la suspense e un’onirica incursione nel subconscio. Una satira dissacrante del mondo accademico. Una bizzarria à la Pynchon, pervasa dall’ossessione linguistica di Nabokov e da una passione borgesiana per i mondi possibili. Difficile inquadrare in una formula il libro, o anche solo provare a ricostruirne la trama. La storia ruota intorno a un misterioso manoscritto rinvenuto in un baule dopo la morte del suo estensore, l’anziano Zampanò, e consiste nell’esplorazione, infarcita di analisi e citazioni erudite, di un film di culto girato nella casa stregata di Ash Tree Lane in cui viveva la famiglia del suo autore: William Navidson, premio Pulitzer per la fotografia, che finirà per svelare l’esistenza di un abisso senza fine, spalancato su una tenebra senziente e ferina, capace di inghiottire chiunque osi disturbarla.

VIA GRAMSCI: BSR, A CONFRONTO ARTE E CRITICA

locandina bsrIl 24 ottobre, presso la British School di via Gramsci, conversazione tra l’artista Phoebe Boswell (Bridget Riley Fellow) e Angelica Pesarini (Università di New York, sede di Firenze). Pesarini, la cui ricerca è dedicata all’analisi delle intersezioni di razza, genere e cittadinanza nell’Italia coloniale e postcoloniale, si confronterà con il lavoro di Boswell, ancorato a uno stato irrequieto di coscienza legata alla diaspora. Boswell crea installazioni e oggetti che stratificano disegno, animazione, suono, video e interattività nel tentativo di trovare nuovi linguaggi aperti e sfaccettati che amplificano voci e storie spesso emarginati o messi da parte come “altro”.

PIAZZALE FLAMINIO: LE BARRIERE DELLA ROMA NORD

FERROVIA ROMA NORDLa capitale delle barriere archittettoniche mostra ancora una volta il suo lato peggiore. A distanza di pochi giorni dall’ultimo episodio avvenuto lo scorso 17 settembre, (quando un turista sudamericano è rimasto bloccato nella stazione metro Cipro a causa degli ascensori fuori servizio ed è stato portato a braccia da alcuni passeggeri), un nuovo caso di disagio patito da un disabile. Questa volta vittima del disservizio è un anziano in carrozzina, portato di peso da alcuni utenti occasionali che si sono mobilitati per farlo salire sul treno. La vicenda, raccontata da Leggo, risale al 6 ottobre scorso ed è avvenuta sulla tratta Roma-Viterbo, la linea regionale conosciuta anche come la Roma Nord, da tempo sotto i riflettori per i continui disservizi che offre ai pendolari, tra treni soppressi, lunghi ritardi e orari delle corse che spesso non combaciano con quelli delle app più in uso dai pendolari. La scena è stata immortalata da una passeggera, Maria Elena, ed è stata poco dopo postata sulla pagina social Fb del Comitato pendolari ferrovia Roma Nord. Continue reading

VIALE BRUNO BUOZZI: FORUM AUSTRIACO, JAZZ IN TRIO

IL TRIOIl 29 ottobre, alle ore 20, nella sede del Forum Austriaco in viale Bruno Buozzi, serata di Jazz con il Trio Esja: ingresso libero fino a esaurimento posti. Jörg Leichtfried (pianoforte), Stefan „Pista“ Bartus (contrabasso) e Hubert Bründlmayer (batteria) eseguono un programma di composizioni quasi esclusivamente proprie, fresche e incorruttibilmente improvvisate.

CASA DEL CINEMA, PRESENTATO UN PROGETTO PER L’AMBIENTE

LOGOQuando, nel lontano 1982, nel monologo finale di Blade Runner, il replicante Roy Batty pronunciò la celeberrima frase “Ne ho viste cose che voi umani non potreste immaginarvi….”, con tutta probabilità non avrebbe, a sua volta, mai potuto immaginare di vedere quello che gli umani si accingevano a fare a distanza di pochi decenni: la distruzione del mare e l’annientamento di molte delle sue specie viventi a causa di una scellerata vera e propria invasione di plastiche e micro plastiche. Ed è stata proprio la frase di Roy Batty ad ispirare Humans Save The Sea, un progetto ideato da Gianni Chimenti e Paola Deiana con il contributo di Alberto Luca Recchi, sviluppato in stretta collaborazione con l’associazione ambientalista Marevivo, patrocinato dal Ministero dell’Ambiente, dalla Fondazione Cinema per Roma, dall’ Anec, dall’Anem, dall’Anica, dall’Ente David di Donatello e dall’Agiscuola e sostenuto da MYmovies ed Escape Land, presentato alla stampa, presso la Casa del Cinema, alla presenza di Sergio Costa, ministro dell’Ambiente.

VILLA TORLONIA, AL CASINO DEI PRINCIPI “INCONTRI D’OTTOBRE”

Luigi BoilleOggi, ore 17, Musei di Villa Torlonia – Casino dei Principi, terzo e ultimo appuntamento con “Incontri d’ottobre. Un critico e un artista con le opere in mostra”. Bruno Aller e Claudia Terenzi ripercorrono le opere in mostra di Luigi Boille. I due curatori della mostra in corso al Casino dei Principi di Villa Torlonia fino al 3 novembre 2019, ripercorreranno le opere della prima grande antologica che Roma ha dedicato a Boille in un’istituzione museale, con una selezione di circa ottanta lavori che testimoniano il percorso artistico del maestro dal 1958 al 2015.

LA SAPIENZA: RECITAL DEL PIANISTA GIUSEPPE ALBANESE

Albanese GiuseppeRecital di Giuseppe Albanese, sabato 26 ottobre alle 17:30 per la Iuc nell’Aula Magna della Sapienza (piazzale Aldo Moro 5). Albanese, uno dei migliori e più affermati pianisti italiani di questi anni, eseguirà capolavori dell’Ottocento (Beethoven e Schumann) e del Novecento (Stravinskij, Debussy, Ravel), alcuni dei quali sono stai da lui incisi nel concept album intitolato “Fantasia”, pubblicato dall’etichetta discografica più prestigiosa in ambito classico, Deutsche Grammophon. Di Ludwig van Beethoven eseguirà la famosissima Sonata “Quasi una fantasia” op. 27 n. 2, più nota col titolo apocrifo “Al chiaro di luna”. Di Robert Schumann la Fantasia op. 17, che, come l’opera di Beethoven che la precede, è in realtà un ibrido tra una Fantasia e una Sonata. La seconda parte del concerto flirta invece con la musica di balletto e la danza. Prima una suite dal balletto “L’uccello di fuoco” di Igor Stravinskij nella trascrizione per pianoforte di Guido Agosti. Poi la “Suite Bergamasque” di Claude Debussy e in chiusura “La Valse”, uno dei brani più famosi e travolgenti di Maurice Ravel.

CASINA DI RAFFAELLO, SULLA ROTTA DI MAGELLANO

CASINA RAFFAELLOIl 10 agosto 1519, esattamente 500 anni fa, Ferdinando Magellano partiva da Siviglia discendendo il fiume Guadalquivir, per poi salpare con una flotta di 5 navi e un equipaggio di 237 uomini da Sanlúcar de Barrameda il 20 settembre dello stesso anno. L’obiettivo di questa impresa era raggiungere per la prima volta l’Asia navigando verso ovest.  Nell’ambito delle attività per commemorare il V centenario del primo viaggio di circumnavigazione intorno al globo, Casina di Raffaello insieme all’Instituto Cervantes di Roma, ospita nelle mattine di sabato 9, 16 e 30 novembre 2019, dalle ore 11:30 alle 13, il workshop La Vuelta al Mundo dedicato a bambini dal 7 ai 12 anni. Nel corso dei tre incontri in programma, i bambini seguiranno l’incredibile viaggio di Magellano raccontato in spagnolo dall’artista María Ángeles Vila, per poi realizzare nel corso del laboratorio un planisfero per raccontare con la carta geografica e i disegni le avventure del grande navigatore. Sarà un’occasione unica per imparare la lingua spagnola divertendosi!