“IL GIARDINO DELLE MERAVIGLIE” IN MOSTRA A VILLA TORLONIA

12Non è ovvio dipingere la natura. Se poi si tratta di materializzare lo spirito del Giardino della Casina delle Civette, l’impresa si fa molto interessante e complessa. Ci ha provato con successo l’artista Garth Speight con la mostra “Il Giardino delle Meraviglie. Opere dell’artista Garth Speight”, mirabile sintesi delle due anime, la sua e quella romana di Villa Torlonia. “Il Giardino delle Meraviglie”, ospitata alla Casina delle Civette di Villa Torlonia dal 12 ottobre 2019 al 19 gennaio 2020, ha l’obiettivo di far conoscere l’universo artistico del Maestro, da sempre abituato ai paesaggi verdi della sua terra di origine, il Canada, attraverso 50 dipinti in acrilico nei quali campeggia la Natura tra uccelli acquatici, ninfee, iris bianchi e blu, fiori di campo, boschi di betulle, crisantemi. Continue reading

MUSEO BILOTTI, CONCERTO “INTORNO A DEBUSSY”

MUSEO BILOTTIFine settimana all’insegna della grande opera lirica e della musica classica quello in arrivo il 12 e 13 ottobre all’interno dei Musei Civici. Domenica 13 ottobre alle 11, appuntamento del fine settimana al Museo Carlo Bilotti di Villa Borghese con il concerto Intorno a Debussy. Andrea Carrozzo al sassofono e Valeria Fasiello al pianoforte proporranno ai visitatori i brani Prélude à l’après-midi d’un faune, Fêtes da “Nocturnes” (arr. Adrian Tully) e Rhapsodie di C. Debussy; Le petit âne blanc, Le vieux mendicant e Bajo la mesa da “Histoires” di J. Ibert; Scaramouche di D. Milhaud; Brillance di I. Gotkovsky.

OGGI IL MAXXI CELEBRA LA GIORNATA DEL CONTEMPORANEO

 Due visite guidate gratuite alla Collezione; un workshop dedicato a Maria Lai. Tenendo per mano il sole; per la prima volta in Italia, la performance musicale dell’artista lituana Kristina Inčiūraitė;  la mostra fotografica del Premio Graziadei, la possibilità di visitare il museo e le mostre in corso, tutto a ingresso libero: così il Maxxi celebra la 15 edizione della Giornata del Contemporaneo A , la grande manifestazione che oggi apre gratuitamente oltre 1000 realtà in tutta Italia per portare l’arte del nostro tempo al grande pubblico. Anche quest’anno Amaci presenta un programma multiforme nella volontà di avvicinare il pubblico al complesso e vivace mondo dell’arte contemporanea; un’occasione speciale casolaroper conoscere meglio musei, fondazioni e gallerie, visitare atelier d’artista, prendere parte a dibattiti, visite guidate e laboratori, entrando attivamente in contatto con l’arte del presente. Per il 2019 il programma si arricchisce anche di un’altra iniziativa, che vede l’artista Eva Marisaldi (che quest’anno firma l’immagine guida della giornata con la rielaborazione di un frame tratto dal video Legenda del 2002) protagonista di una mostra diffusa su tutto il territorio italiano: i musei Amaci infatti ospiteranno simultaneamente una selezione di opere dell’artista. In particolare, al Maxxi verrà esposta l’installazione Base (2000), vincitrice del Premio per la giovane arte italiana. MAXXI_PremioGraziadei_LucaNostri_Anselmo(1)Alle 17 il Maxxi ospiterà al Centro Archivi la performance musicale The Fragment as a Proverb, di Kristina Inčiūraitė, una delle artiste lituane più note nel panorama artistico internazionale, sostenuta dal Lithuanian Council for Culture con gli Allievi della Cantoria dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia e  Mariko Takagi, maestra giapponese dell’arte del fischiare (ingresso libero fino a esaurimento posti; non sarà possibile entrare a performance iniziata; per prenotazioni arte@latitudo.net ). La performance è un invito ad ascoltare frammenti di canzoni popolari, divenute parte della memoria personale e collettiva, come proverbi. Al termine, ci sarà Presentazione del catalogo Reflecting Women (Iacobelli editore | Albumarte) dedicato all’artista con la curatrice  Benedetta Carpi De Resmini e gli autori Claudio Libero Pisano, Donatella Saroli. Continue reading

LUCA LO PINTO È IL NUOVO DIRETTORE DEL MACRO

MacroAsilo_d0“Dopo una lunga e accurata selezione di candidature” avvenuta con bando pubblico e partita a luglio 2019, Luca Lo Pinto è stato nominato nuovo direttore artistico del Macro. Il progetto ‘museo per l’immaginazione preventivà è risultato vincitore tra quelli presentati per essere in grado, secondo la commissione, di “contribuire a una ancora maggior coinvolgimento di pubblici diversificati e contemporaneamente assicurare un alto livello di qualità dell’offerta”. Lo Pinto, classe 1981, vive tra Vienna e Roma. Attualmente è curatore alla Kunsthalle di Vienna. È co-fondatore della rivista e casa editrice Nero. Alla Kunsthalle Wien ha organizzato le personali di Camille Henrot, Pierre Bismuth, Nathalie Du Pasquier, Babette Mangolte, Charlemagne Palestine, Olaf Nicolai. Continue reading