MUNICIPIO: C’ERANO UNA VOLTA LE SALE CINEMATOGRAFICHE

CINEMA TRIESTESe cerchiamo su Google ‘Cinema Trieste’, veniamo spediti alla città giuliana. Ma il Cinema Trieste una volta esisteva a piazza Annibaliano, come viene segnalato su Facebook. Ora c’è un McDonald’s. E sono tanti i cinema scomparsi nel nostro municipio. Proviamo a ricordarli. Il Cinema Gioiello, una piccola e silenziosa perdita del quartiere, si trovava in via Nomentana, 43. Il Cinema Palazzo, a piazza dei Sanniti, vive adesso una situazione di occupazione permanente. il Cinema Arlecchino in via Flaminia, 37, viene dato in corso di ristrutturazione. Il Cinema Arcobaleno (ex cine Nomentano), sala parrocchiale con cabina di proiezione tra le più antiche della Capitale, in via Francesco Redi, ora è un teatro. Il Cinema Embassy, sala simbolo dei Parioli in via Antonio Stoppani, è irrimediabilmente sbarrato. Per non parlare del Cinema Holiday in largo Benedetto Marcello. Stessa sorte per il Cinema Empire, in viale Regina Margherita. Chiude la mesta carrellata il Cinema Africa di via dei Galla e Sidama. Che dire? È un pezzo di storia dei nostri quartieri che se ne va (se ne è già andato). Ora tra tv megapollici, Sky e compagnia bella, andare al cinema – quello vero – è un’impresa.  “Non ci resta che piangere”, tanto per restare in tema…

DEGRADO URBANO IN VIALE ROMANIA

VIALE ROMANIAVIALE ROMANIA 2Una segnalazione che arriva dal Tavolo Qualità II Municipio riguarda la derelitta ed annosa situazione del manto stradale in viale Romania (segnatamente civici 23-25), presso la Luiss, tra poco “percorribile solo con il trattore – come viene detto con evidente e sacrosanto sarcasmo – ed ormai VIALE ROMANIA 3ricettacolo di rifiuti e cartacce. Vedasi anche lo splendido travertino dell’isola spartitraffico”. Come si vede dalle immagini, il degrado ha raggiunto limiti inaccettabili (ma non è la sola situazione, purtroppo). Analoghe segnalazioni arrivano sempre più spesso e da più parti.

CONCERTO JAZZ IL 13 SETTEMBRE A VILLA LEOPARDI

foto Monk's_MoodRiprendono gli incontri musicali gratuiti nelle biblioteche di Roma, organizzati dalla Iuc, Istituzione Universitaria dei Concerti, in collaborazione con Biblioteche di Roma. La serie “Jazz a Villa Leopardi” è una novità, che comprende due appuntamenti, che saranno dedicati al jazz e si svolgeranno nella Biblioteca Villa Leopardi (via Makallé s.n.c., tel. 0645460621). Si comincia venerdì 13 settembre alle 19.30 con una serata intitolata “Monk’s Mood”, in cui la musica del grande Thelonious rivivrà nell’interpretazione del Trio LAD, formato da tre giovani musicisti romani, Lewis Saccocci al pianoforte, Alessandro Bintzios al contrabbasso e Damiano Daniele alla batteria. Figura eccentrica ed iconica, pianista dibattuto e mitizzato, fine compositore di molti capolavori divenuti “standard” del repertorio jazzistico, Thelonious Monk è stato uno dei più influenti jazzisti del Novecento. La sua eredità è ancora evidente nel modo di suonare di molti musicisti jazz, soprattutto pianisti: si pensi alla libertà, al fraseggio irregolare, alle armonie strane, al virtuosismo ritmico, alla magia delle pause, con cui sorprendeva sempre l’ascoltatore. Continue reading

QUEL FILM SU UN FATTO DI CRONACA AVVENUTO A VIA SAVOIA NEL 1951

Questa sera Rai Storia propone il film “Roma ore 11”. È un film del 1952 diretto da Giuseppe De Santis, scritto dal regista insieme a Cesare Zavattini, Basilio Franchina, Rodolfo Sonego e Gianni Puccini. Il film, distribuito nelle sale italiane il 1º marzo 1952, è tra le opere più rappresentative del neorealismo e si basa su un fatto di cronaca avvenuto a Roma nel 1951. Alla pellicola parteciparono anche tre ragazze coinvolte nella tragedia. In Romaore11seguito ad un annuncio di lavoro su un giornale, duecento ragazze si presentano ad un indirizzo in via Savoia per ottenere un posto di lavoro di dattilografa presso lo studio di un ragioniere. In un’Italia esasperata dalla disoccupazione in genere, ma ancor più da una impossibilità per le donne di trovare lavoro, si presentano per il colloquio le più disparate giovani: nobili decadute, prostitute che cercano di cambiar vita, donne con il marito disoccupato, figlie di benestanti cui la pensione non basta per sopravvivere. Continue reading

L’ATTORE FEDERICO PALMIERI MORTO SUICIDA IN VIA MICHELE DI LANDO

via Michele di LandoMorto a Roma l'attore Federico PalmieriÈ morto Federico Palmieri, attore cinematografico e teatrale. Quarantuno anni, nato e cresciuto nella zona di piazza Bologna, l’artista è stato trovato privo di vita nella sua abitazione di  via Michele di Lando nel pomeriggo di giovedì 5 settembre. Fondatore con la sua socia del Teatro dei Balbuzienti, Federico Palmieri viveva con la madre, al momento della tragedia fuori Roma, ed il suo adorato cane Rocco nell’appartamento dove è poi stato trovato morto. Attore, regista e autore di teatro e cinema, Federico Palmieri aveva ottenuto nel 2017 il premio miglior corto al Milano Film Festival (2017) e il Premio miglior attore al BucharestShortCut Cinefest (2018) con il cortometraggio “Anna e Marco”, presentato nel 2018 anche al Pigneto Film Festival. Una vita dedicata al teatro ed al cinema che lo aveva visto recitare sul grande schermo nel film “Ride” di Valerio Mastandrea. Fonte: Romatoday