CALDO: OGGI, GIORNATA DA BOLLINO ROSSO A ROMA

168080_caldo_africano_1[1]Una nuova ondata di calore metterà in ginocchio i romani. Nessun miglioramento è atteso nelle prossime ore, anzi in città le temperature continueranno a salire e raggiungeranno fino a 40 gradi: l’allerta è massima con il bollino rosso. A determinare un aumento così drastico delle temperature non solo a Roma ma nell’intera Penisola, è l’alta pressione in arrivo dall’Africa.

CORSO D’ITALIA: SANTA TERESA D’AVILA, PIÙ DI UN SECOLO DI STORIA

Dedicata alla santa spagnola, la chiesa di S.Teresa d’Avila di corso d’Italia fu costruita su progetto di Tullio Passarelli, tra il 1901 ed il 1902, e nel corso dei decenni successivi fu soggetta a ristrutturazioni e rifiniture, opera per lo più dello stesso Passarelli. La chiesa fu inaugurata il 20 aprile 1902, come ricorda una lapide a sinistra dell’ingresso principale. La foto è d’epoca, come si vede dal verde circostante, poi sostituito da palazzi, tra via Isonzo e lo stesso corso d’Italia. Il sottopasso sarebbe arrivato per le Olimpiadi del 1960 (vedi foto dell’inaugurazione). Dieci anni prima, era il 1950, così si presentava corso d’Italia all’altezza della chiesa (foto in basso a sinistra). Fonte: www.romasparita.eu e archivio de “l’Unità”

BREVE STORIA DEL QUARTIERE PINCIANO

piazza verdi in una foto d'epocaIl Quartiere Pinciano sorge, grosso modo, tra la Via Flaminia e la Via Salaria, nel primo tratto delle due arterie, ed è in gran parte occupato da Villa Borghese. Deve il suo nome alla via Pinciana ed alla Porta Pinciana, che sono in zona, anche se, nel 1911 era nato con il nome di Quartiere Vittorio Emanuele III, ed i romani già lo chiamavano Quartiere dei Fiumi, per via della toponomastica di molte strade, dedicate per l’appunto a fiumi Italiani. La parte settentrionale del Rione, invece, quasi sconfina nei Parioli: una buona parte di esso, infatti, è nella toponomastica comune dei romani parte dei Parioli, per quanto formalmente sia Quartiere Pinciano. Fonte: Rerum Romanarum

BENESSERE DEGLI ANIMALI IN ESTATE: REGOLE E CONSIGLI

caldoSecondo le statistiche Enpa, ogni estate sono circa 10 milioni gli italiani che viaggiano con i loro animali domestici e sono in aumento le strutture attrezzate per accoglierli. Di seguito qualche consiglio utile, anche per chi resta a casa, per proteggere al meglio i nostri animali a quattro zampe dal caldo e dai pericoli tipici dell’estate. Seguendo poche semplici regole potrete affrontare i pericoli più frequenti nel modo migliore. Per una maggiore tutela da ogni rischio l’ideale è assicurare preventivamente cane e gatto ed essere sicuri in ogni occasione. Quando il termometro sale, anche gli animali soffrono: afa, colpi di calore e scottature sono in agguato anche per loro. Per difenderli, i veterinari danno utili consigli. Continue reading