VIA MANTOVA: AZIONE A TUTELA DEGLI UTENTI DELLA PALESTRA

VIA MANTOVA

 

L’Asso-Consum – associazione per la difesa dei consumatori, degli utenti e dei cittadini – informa i frequentatori della palestra Sporting Palace di via Mantova che la stessa ha stipulato un accordo quadro con i legali dello Sporting per tutelare i  diritti degli ex utenti. I termini sono visionabili sul sito www.asso-consum.it. Per info: 3409858056 – assoconsum.sporting@gmail.com

 

10 AGOSTO: PINCIO, VILLA BORGHESE, VILLA ADA PER VEDERE LE STELLE

telescopio-stelle-Shutterstock-744x445“L’amor che muove il sole e le altre stelle” da l’ultimo canto del Paradiso di Dante alla notte di San Lorenzo di Roma del 2019, dove un po’ tutti aspettiamo di rimanere incantati. Quest’anno non sarà solo la notte del 10 agosto la protagonista, ma si potrà assistere allo spettacolo delle stelle cadenti dal 9 al 14 agosto. Ecco i luoghi del nostro municipio dove poterne rimanere affascinati e godersi la notte di San Lorenzo. I suggestivi spazi aperti sono sicuramente Villa Borghese, Villa Ada e la terrazza del Pincio.

STADIO FLAMINIO, IL PROGETTO DELLA FONDAZIONE GETTY

«C’è urgenza, è ora di intervenire sullo Stadio Flaminio». Le parole sono di Francesco Romeo, professore di Ingegneria strutturale alla Sapienza e «Project leader» dello studio che la Fondazione Getty di Los Angeles ha finanziato con poco più di 160 mila euro nell’agosto di due anni fa: lo studio è in dirittura di arrivo, sarà consegnato alla Fondazione ed ufficializzato in autunno. Una lunga ricerca per sviluppare il piano di conservazione e di lo stadio flaminioutilizzo dello stadio progettato da Pier Luigi Nervi per le Olimpiadi del 1960 e da anni inutilizzato. Una importante opera strutturale abbandonata al degrado anche se un anno fa la Soprintendenza speciale archeologia e belle arti di Roma vi ha apposto finalmente il vincolo. «La nostra ricerca», prosegue Francesco Romeo, «è giunta alla conclusione che con i suoi 60 anni di età, anche se malato, il paziente è assolutamente curabile, e senza alterare le sue caratteristiche». «Vanno superate alcune criticità strutturali per il miglioramento sismico – fa notare Romeo -. Ma i materiali originali sono ottimi e analizzati con tecniche nuovissime». Il gruppo di ricerca, del quale fanno parte anche Piero Ostilio Rossi, ordinario di Composizione architettonica e urbana, Francesca Romana Castelli, coordinatore del Laboratorio per lo studio di Roma contemporanea, Elisabetta Margiotta Nervi per la Fondazione, ed il Docomomo Italia onlus per la conservazione degli edifici di arte contemporanea, è comunque giunto alla conclusione che la vocazione sportiva del complesso deve restare, pur se sarà sempre per attività sportive «intermedie» e non da grandi numeri: oggi è per 25-30 mila spettatori, potrebbe tornare a 50 mila con i posti in piedi nelle curve. Continue reading

COMMISSARIATO DI VIA ACHERUSIO: CONSIGLI UTILI PER L’ESTATE

commissariato via acherusioLeggiamo su Facebook: Ho ricevuto un messaggio davvero apprezzato da un funzionario del Commissariato di Polizia di via Acherusio, il quale, in vista dell’estate e delle vacanze, sottolinea l’importanza di alcuni accorgimenti da tenere durante questo periodo, in tutti i sensi, “caldo”. Sono pochi consigli che potrebbero fare la differenza. Inoltre vi confermo che il gruppo è utile si per diffondere notizie, ma per emergenze in prima battuta chiamate sempre gli organi competenti. “Faccio parte del gruppo Trieste-salario e le scrivo affinché lei possa condividere il messaggio con l’intero gruppo senza che lo faccia io. Sono un poliziotto e lavoro al commissariato “Vescovio” di via Acherusio, quindi di zona. Ho pensato di provare a rendere pubblico un messaggio importantissimo per i cittadini di zona, in quanto la stessa presenta costantemente criticità relative a furti in appartamento, soprattutto nelle vacanze estive. Continue reading

LA VITA ROMANA DI AUDREY HEPBURN NEL NOSTRO MUNICIPIO

vacanze-romanehepburn-villa-borgheseaudrey-con-il-figlio-luca

Audrey Hepburn ha avuto un particolare legame con Roma e con il nostro municipio. Iniziando dal film che la rese famosa, “Vacanze 583_-_06_-_audrey_hepburn_e_figlio_sean_-_1972romane”, che spesso viene riproposto in tv. La troviamo in una scena, davanti al Muro Torto, dove una volta c’erano gli ex voto per lo scampato pericolo al bombardamento di San Lorenzo. Anche Villa Borghese è stata meta di lunghe passeggiate: con il marito italiano, Andrea Dotti, e il figlio Luca, avuto dalla loro relazione. E ancora, eccola a piazza Fiume, con il figlio più grande Sean, davanti alla Rinascente. Un libro di Luca Dotti, dal titolo “Audrey, mia madre”, ne svela la vita romana. È il ritratto di una persona dalle abitudini normalissime, che amava girare per Roma e cucinare come una casalinga, lontana cento anni luce dal clichè della diva. Audrey ha vissuto per anni nella nostra città, tra  via Monti Parioli e Villa Balestra.

VILLA BORGHESE: I FILM ALL’APERTO DELLA CASA DEL CINEMA

CASA DEL CINEMAStasera alle 21, alla Casa del Cinema,  nell’ambito di Caleidoscopio, la proiezione gratuita in lingua originale con sottotitoli in italiano di Pandorum, diretto da Christian Alvart: il film verrà introdotto dall’astronomo Stefano Giovanardi;  martedì 20, invece, verrà proposto il film La giusta distanza di Carlo Mazzacurati.

VIA FLAMINIA, GLI SPETTACOLI AGOSTANI ALLA FILARMONICA

via_Flaminia_-_sede_Filarmonica_romanaI Giardini della Filarmonica Romana ospitano fino al 4 settembre I Solisti del Teatro, lo storico festival proposto dalla Cooperativa Teatro91. Tra gli altri segnaliamo: stasera, Quartett, uno dei testi più celebri e controversi della produzione di Heiner Muller, con Cristina Golotta e Roberto Negri diretti da Alessandro Marmorini; lunedì 12, Evviva Maria!, lo spettacolo di Ulderico Pesce interpretato da Lara Chiellino, che narra della rivolta popolare di Reggio Calabria del 1970;  mercoledì 21, Lo Spettacolo comincia con Carosello, mise en éspace su una televisione che non c’è più, di e con Riccardo Castagnari accompagnato al pianoforte da Andrea Calvani. Gli spettacoli inizieranno alle ore 21:30.

VIA PO: PROCURA, A PROCESSO CHI HA INVESTITO NEREO

NEREO E LILLACon l’accusa di omicidio stradale la procura ha chiesto il rinvio a giudizio di Rosella De Luca, ritenuta responsabile di aver investito e ucciso Gino Nereo Murari, il senzatetto amante della lettura. In cima alle contestazioni del pm Giovanni Bertolini c’è il mancato rispetto del semaforo e l’omissione di soccorso. Il mattino del 7 gennaio la donna, 56 anni, non solo non si è fermata a prestare assistenza al clochard Nereo ma addirittura ha provato a far perdere le sue tracce, secondo la procura. Comportamenti che hanno rischiato di far diventare la tragedia uno dei gialli tanto amati dalla vittima, appassionato della letteratura di genere. Continue reading

“LA STORIA” DI ELSA MORANTE AMBIENTATA A SAN LORENZO

san lorenzo i luoghiNel romanzo “La Storia” di Elsa Morante, parte della vicenda è ambientata nel quartiere di San Lorenzo. La vita di Useppe, Iduzza e Gunther si svolge tra il 1941 e il 1944 proprio lì. Ne descriviamo, perciò – brevemente – alcuni passaggi. Ambientato nella Roma della seconda guerra mondiale e dell’immediato dopoguerra, come romanzo corale “La Storia” è pretesto per un affresco sugli eventi bellici visti con gli occhi dei protagonisti e della popolazione ferita. Il 7 gennaio del 1941, un giovanissimo soldato tedesco di nome Gunther, destinato al fronte dell’Africa Occidentale e di passaggio a Roma, vaga senza meta pensando di vedere le favolose vestigia della città eterna. E’ la prima volta che esce dai confini di Dachau, il piccolo villaggio dove è nato. Presumibilmente è alloggiato alla caserma Macao e, uscito di qui, sebbene oppresso da tetri presentimenti, comincia a la storiaincamminarsi su viale Castro Pretorio dirigendosi verso il quartiere di San Lorenzo. In verità più che dall’interesse reale di vedere i monumenti di Roma di cui ha un’idea molto confusa che gli fa scambiare le tombe del Verano per i sepolcri dei Cesari, ciò che spinge Gunther a girovagare per le vie sconosciute della città è il desiderio di trovare un bordello per alleviare nel calore di un corpo femminile quell’oscuro senso di morte che lo opprime. Nel suo girovagare per San Lorenzo Gunther arriva a via degli Equi e si ferma davanti all’insegna dell’osteria “Vino e cucina da Remo”. Qui, improvvisamente, si rende conto di non aver mangiato per tutto il giorno e di essere affamato, perciò senza esitare entra… Ma, una volta dentro l’osteria, vista la scarsa cordialità dell’oste, finisce per non mangiare nulla e per tracannare in breve più di un litro di vino dei Castelli che lo ubriaca. Gunther, stordito dal vino, riprende il suo vagare per le strade del quartiere. In via dei Volsci vede Iduzza, di ritorno dalla scuola con le sporte della spesa, incamminarsi verso il portone di casa. Il soldato si slancia verso di lei con il sincero desiderio di aiutarla a portare le borse, ma la maestra, che è di origini ebree, rimane paralizzata dal terrore, convinta che siano venuti a portarla via. Gunther la segue fin dentro casa e la sua ricerca di amore si trasforma in un atto di violenza carnale. Continue reading