LARGO DELLO SCAUTISMO: SI PARLA DELLA SALUTE DEI RESIDENTI

LOCANDINAL’11 luglio alle ore 17, presso Largo dello Scautismo 1, si terrà la presentazione pubblica del piano di sviluppo dei servizi della Asl Roma 1 nel Distretto 2. Si tratta di un profondo cambiamento già in atto per rispondere ai bisogni di salute della popolazione residente nel Municipio II di Roma Capitale con servizi più integrati e ripensati dal punto di vista del cittadino. Il piano viene presentato dal direttore del Distretto 2 Giulio De Gregorio, con la presenza del direttore generale Angelo Tanese e del presidente del Municipio, Francesca Del Bello, a sottolineare la stretta collaborazione tra Asl e Municipio per l’integrazione socio-sanitaria e nell’incontro con i cittadini.

SAN LORENZO, PESTANO UN RAGAZZO AFRICANO: ARRESTATI

SAN LORENZOAndrea Chilelli e Ivano Vitti sono i due estremisti di destra, entrambi pregiudicati, finiti in manette per il pestaggio di un ragazzo africano, L.C., lo scorso 17 giugno. «Scimmia, negro di merda, devi anna via, nun te volemo», gli hanno urlato, dopo che questi aveva “osato” entrare in via dei Volsci 32, il locale, un tempo centro sociale dell’estrema sinistra, oggi divenuto ritrovo di neofascisti. Proprio come Chilelli e Vitti, che, secondo quanto appurato dalla Digos, che ne sono i due gestori. Continue reading

CAVEA DELL’AUDITORIUM: THE CINEMATIC ORCHESTRA

AUDITORIUM THE CINEMATIC ORCHESTRAThe Cinematic Orchestra, la creatura musicale di Jason Swinscoe, ora affiancato da Dominic Smith, suo manager ed amico di lunga data, senza clamore e senza la necessità di inseguire affannosamente mode e trend si è guadagnata uno status di assoluto culto mondiale.  Dalla magia dell’esordio “Motion” in poi, è stato un passaparola continuo: chiunque cercasse musica profonda, dove il jazz interagisce con l’elettronica in maniera quasi spirituale e meravigliosamente stilizzata, sapeva di trovare nelle tessiture orchestrali di Swinscoe un approdo perfetto. “Every Day” (2002) e soprattutto “Ma Fleur” (2007), hanno consacrato definitivamente un’avventura sonora che nei live assume tra l’altro coloriture ancora più intense.  Continue reading

IL BUNKER DI VILLA ADA (QUANDO SI CHIAMAVA SAVOIA)

villa ada bunkerAlla fine degli anni Trenta la città finiva da quelle parti, intorno a piazza di Priscilla e piazza Acilia, accanto a Villa Ada, allora chiamata Savoia. C’erano pochissimi palazzi, ma uno di questi, a due passi dalle catacombe, poteva contare su un bunker antiaereo di tecnologia tedesca. Quel bunker c’è ancora. Il palazzo è del 1938, un anno dopo, arrivavano su grossi camion direttamente dalla Germania i cilindri di cemento armato per il rifugio sotterraneo.

AL FLAMINIO C’ERA VIA DELL’ALBERO BELLO

AlberoBelloLa strada in questione era una traversa di via Flaminia, nell’attuale  Quartiere Flaminio, grosso modo in corrispondenza dell’attuale via Luigi Canina.
Il nome deriva da un grande albero che si trovava qui vicino (all’incirca dove oggi sorge piazzale Manila), esistito fino al 1950, che dette il nome alla strada e fu fonte d’ispirazione di numerosi artisti. Numerosi studiosi hanno proposto che via Luigi Canina tornasse a chiamarsi via dell’Albero Bello in memoria dello storico albero. Fonte: Rerum Romanarum

CORREVA L’ANNO 1860: PORTA PIA E DINTORNI

roma 18601860 particolareLa mappa grande risale al 1860, quando venne incisa da T. Ettling e pubblicata da Day & Son. Essa mostra Roma come si presentava appena dieci anni prima che venisse annessa al Regno d’Italia. Mancano infatti dieci anni alla Breccia di Porta Pia. Nel particolare si può vedere, sulla destra, l’ingresso di Porta pia e poco più avanti Villa Torlonia. Sul lato opposto si vede Villa Borghese e, lungo le Mura Aureliane, l’ingresso di Porta Pinciana. Aguzzate la vista e chi più ne ha, più ne metta…

MICHELA MURGIA AL MAXXI

MAXXI_MichelaMurgia_foto di Alessandro CaniNuovo appuntamento nell’ambito del ciclo Libri al Maxxi: mercoledì 10 luglio alle ore 21 Michela Murgia, a partire dal suo ultimo libro Noi siamo tempesta. Storie senza eroe che hanno cambiato il mondo (Salani Editore), proporrà uno speciale racconto su Maria Lai (1919 – 20013), una tra le voci più singolari dell’arte italiana contemporanea, protagonista della grande mostra Tenendo per mano il sole, attualmente in corso al Maxxi. (Piazza del Museo, ingresso libero fino ad esaurimento posti). Continue reading