CONCORSI TRUCCATI: INDAGATO ANCHE IL RETTORE DELLA SAPIENZA

LA SAPIENZAEra definito “il nostro amico romano”, potentissimo e autorevolissimo. Il rettore della Sapienza, Eugenio Gaudio, è indagato nell’inchiesta della procura di Catania sui concorsi truccati all’università etnea. Un sistema in cui, scrivono giudice e pm siciliani, il merito non aveva alcuno spazio: a vincere erano quelli che dovevano vincere perché così era stato deciso. In tutto, sono 66 gli indagati, 60 professori e altre sei persone a vario titolo collegate all’inchiesta di Catania

NASCE IL PORTALE DI QUELLI DI PIAZZA BOLOGNA

quelli di piazza bolognaDopo oltre 11 anni di esistenza del gruppo – dicono Quelli di Piazza Bologna – è stato deciso offrire un servizio aggiuntivo collegato al gruppo, dove gli utenti potranno trovare notizie, storie e articoli settimanali legati al quartiere. Il portale – aggiungono –- avrà una vocazione per la cultura, l’arte, la musica, l’intrattenimento, il food, e si potranno trovare anche informazioni utili sulle attività commerciali nell’interesse della salvaguardia dei negozi di quartiere.

VILLA BORGHESE: CASA DEL CINEMA, DUE NUOVE RASSEGNE

CASA DEL CINEMADue rassegne del programma estivo alla Casa del Cinema portano lo spettatore sulle tracce del miglior cinema d’autore di tutto il mondo. Come negli anni scorsi Caleidoscopio festeggia il compleanno di una casa di distribuzione che da sempre si impegna in favore della qualità. Questa è la volta della Bim che, 35 anni dopo la fondazione con Valerio De Paolis si conferma una autentica “casa degli autori” e di anno in anno impreziosisce il suo blasone con Palme, Leoni, Orsi e Pardi, l’intero bestiario dorato dei maggiori premi ai più importanti festival di cinema. Ogni  mercoledì e sabato, a partire dal 3 luglio in un programma volutamente intitolato Bim: La casa degli Autori si vedranno paesi lontani, emozioni indimenticabili, culture diverse, grandi maestri, a cominciare dall’India coloratissima di Gurinder Chanda con Pride and Prejudice per poi passare, sabato 6 luglio al Premio Oscar The Artist di Michel Hazanavicius. Continue reading

VILLA ADA, STASERA TOCCA A I HATE MY VILLAGE + ZU

VILLA ADA 2 LUGLIOI hate my village + Zu live a Villa Ada Roma Incontra Il Mondo questa sera alle 21:30. Gli I Hate My Village sono sicuramente tra i gruppi rivelazione del 2019. Il progetto nasce dall’incontro tra Fabio Rondanini alla batteria (Calibro 35, Afterhours) e Adriano Viterbini alla chitarra (Bud Spencer Blues Explosion e molti altri) accomunati dalla passione per la musica africana e dall’esigenza di dare voce alla loro ricerca del “groove perfetto”. Vede la partecipazione di Alberto Ferrari (Verdena) e Marco Fasolo (Jennifer Gentle) andando a comporre una “super-formazione” che comprende quattro tra pesi massimi dell’attuale scena italiana.

CHIUSA LA PALESTRA DI VIA MANTOVA: ISCRITTI IN SUBBUGLIO

VIA MANTOVA PALESTRALa palestra chiude dal giorno alla notte e gli iscritti restano con un inutile abbonamento in mano. È quanto successo allo Sporting Palace, super-impianto nel cuore di Roma frequentato da attori e professionisti ma anche da ministri e imprenditori. Più di 2.500 persone pronte alla class action e già mobilitate grazie al tamtam sui social network. Dei gestori non si hanno più notizie, qualcuno ha tentato di contattarli, ma senza esito.  Questa mattina, però, davanti all’ingresso della palestra è stato necessario l’intervento della polizia per evitare che la lite tra i responsabili della struttura e alcuni abbonati sfociasse in rissa. Continue reading

METRO CASTRO PRETORIO PER TRE MESI CHIUDE ALLE 21

METRO B CASTRO PRETORIOPer tre mesi parte delle fermate della metro B chiuderà alle 21: dal capolinea di Laurentina e fino a Castro Pretorio. Lo stop potrebbe iniziare già da settembre: Metro C sta dialogando con Atac per concordare un cronoprogramma dettagliato e, nello specifico, una data precisa da cui partire con la chiusura, che potrebbe già essere il 9 settembre. Nessuna modernizzazione in vista, per la linea blu: la chiusura è dovuta ai lavori d’intersezione tra la metro b e la metro C, che nel 2023 trasformeranno Colosseo in un nodo di scambio. Come? Creando una sorta di sovrapassaggio che dalla banchina in direzione Laurentina scavalcherà la galleria per arrivare a quella in direzione Rebibbia e, a questo punto, al corridoio verso la metro C. Continue reading

PUTIN A ROMA: STRADE CHIUSE ANCHE NEL SECONDO MUNICIPIO

PUTINGreen zone, divieti di sosta e strade chiuse nel centro storico per la visita del presidente della Federazione Russa, Vladimir Putin in programma Roma giovedì. Nel corso della sua visita Putin ha in programma una serie di incontri istituzionali che richiederanno provvedimenti per la sicurezza e sulla viabilità delle zone interessate. Sarà attiva dalle 19 di mercoledì 3 luglio fino alle 7 del 5 luglio e non saranno consentite pubbliche manifestazioni. Piazza d’Aracoeli; via San Venanzio, largo Berlinguer, piazza San Marco, piazza Venezia, GREEN ZONEvia del Plebiscito, corso Vittorio Emanuele II, largo di Torre Argentina, piazza e via di San Pantaleo, via dell’Anima, largo Flebo, via di Torre Sanguigna, via Zanardelli, piazza Ponte Umberto I, lungotevere Marzio, lungotevere in Augusta, via Luisa di Savoia, piazza del Popolo, via D’Annunzio, via Trinità dei Monti, via Sistina, via Crispi, via di Porta Pinciana, via Veneto, via Boncompagni, via Collina, va Bellisario, via Piave, via XX Settembre, piazza di Porta Pia, corso d’Italia, piazza della Croce Rossa, viale Castro Pretorio, Continue reading

PIAZZA CAPRERA: LA PROTESTA DEI RESIDENTI PER IL DEGRADO

PIAZZA CAPRERAImprigionata da una recinzione alta un metro e circondata da alcuni cartelli con su scritto “C’era una volta una fontana, mo’ … è solo ‘n secchione daa spazzatura”, da tre anni la fontana di piazza Caprera si trova in un vero e proprio stato di abbandono. Alle prime luci dell’alba, intorno, alle 6, il comitato di piazza Caprera e i residenti del quartiere Trieste hanno messo a segno un  atto di disperazione estremo, recintando la storica fontana. “È dal 2016 che andiamo avanti così – spiega Paolo, uno dei residenti – tra movida selvaggia, sporcizia, larve di PIAZZA CAPRERA 2zanzare all’interno della vasca e mancata manutenzione. Siamo stanchi di vivere nel degrado”. Gli fa eco la presidente del Comitato di piazza Caprera, Nicoletta Camboni: “La vasca della fontana  è utilizzata come un bidone dell’immondizia a cielo aperto. Il livello di sopportazione dei residenti è arrivato al limite”. Tra gli altri cartelli appesi sulla recinzione: “Rispettate la nostra piazza! Prigioniera della vostra inciviltà”. E ancora: “E’ una fontana, non una discarica”. Quella di stamattina è stata “una protesta pacifica”, dicono i residenti di piazza Caprera “ostaggio continuo di macchine PIAZZA CAPRERA 3posteggiate, giovani calciatori, fracassatori di bottiglie, guidatori spericolati, disk jockey improvvisati, urlatori dialettali e forti bevitori. Speriamo ora – aggiungono – che le autorità preposte possano presto attivarsi per risolvere le problematiche di natura tecnica che impediscono il ripristino della fontana”. A sostegno dei residenti del quartiere Trieste, anche l’assessore all’Ambiente del II municipio, Rino Fabiano: “La fontana di piazza Caprera così come quella di Villa Chigi e quella di piazza Istria – nonostante le ripetute sollecitazioni del PIAZZA CAPRERA 4municipio agli organi comunali competenti (Simu e sovrintendenza) – non hanno ricevuto nessun intervento, sono ad uso e consumo di inciviltà e in un complessivo stato di abbandono”.

Fonte: la Repubblica

VIA NIZZA: UOMO INVESTITO DA UN TAXI, GRAVEMENTE FERITO

VIA NIZZAUn uomo è stato investito intorno alle 19: 10 di ieri in via Nizza, altezza via Brescia. Soccorso dai passanti, che hanno parlato di “iniziale spaesamento”, l’uomo, che ha sbattuto la testa e riportato tagli visibili, è stato portato dall’ambulanza in ospedale. I presenti riferiscono in codice rosso. Il tassista si è fermato ed è sceso dall’auto, e poi ha riferito ad una volante della polizia locale di Roma capitale. Fonte: la Repubblica

VILLAGGIO OLIMPICO: QUEL GIUDICE SCOMPARSO NEL NULLA 25 ANNI FA

adinolfiSabato 2 luglio 1994 il magistrato romano Paolo Adinolfi esce di casa dicendo che sarebbe tornato per l’ora di pranzo. Intorno alle 9 è entrato nella biblioteca del Tribunale Civile di Roma, in viale Giulio Cesare, dove ha lavorato per molti anni prima alla sezione fallimentare, poi alla seconda civile. Subito dopo è andato allo sportello bancario interno del Tribunale per trasferire un conto corrente all’agenzia della Corte d’Appello di via Varisco, dove era stato appena trasferito e dove si è poi recato, intorno alle 10,  per lo stesso motivo.   All’ufficio postale interno ha anche pagato alcune bollette della madre.  Dopo una serie di altri spostamenti per alcune commissioni, verso le 11 il magistrato è andato all’ufficio postale del Villaggio Olimpico, dove ha spedito alla moglie un vaglia di 500.000 lire. Poi, probabilmente, Adinolfi ha preso un autobus per raggiungere la madre al quartiere Parioli. Continue reading