SAN LORENZO: QUEL TERRIBILE GIORNO DEL 1943

SAN LORENZO DOPO IL BOMBARDAMENTOIl 19 luglio 1943 quattromila bombe venivano sganciate sulla Capitale con un bilancio pesantissimo di circa 3 mila morti e 11 mila feriti. Il quartiere di San Lorenzo fu il più colpito dal primo bombardamento degli alleati mai effettuato su Roma, insieme con il quartiere Tiburtino, Prenestino, Casilino, Labicano, Tuscolano e Nomentano. Le bombe sganciate (circa 1.060 tonnellate) provocarono solo nel quartiere di San Lorenzo 1.500 morti e 4.000 feriti. Al termine del bombardamento Papa Pio XII si recò a visitare le zone colpite, benedicendo le vittime sul Piazzale del Verano.

COME ERAVAMO: PIAZZA FIUME

Fine anni Quaranta? Primissimi anni Cinquanta? Ne è passata, comunque, di acqua (e di traffico) sotto i ponti di Piazza Fiume. Appena un accenno di auto. Pedoni che la fanno da padroni (ancora per poco). Binari del tram, troppo presto dismessi. Fuori campo la strada con il sottopasso di là da venire. Foto in bianco e nero: il colore apparteneva soltanto allo sguardo. Fonte: Roma Sparita

CIMITERO DEL VERANO: DI MONUMENTALE C’È SOLO IL DEGRADO

Di monumentale c’è lo stato di abbandono. Di maestoso c’è l’enorme pino crollato la scorsa settimana che ha distrutto varie strutture in marmo e rimosso in tempi record per la visita di Salvini. Impolverate dal tempo non solo le tombe, ma anche le denunce passate inosservate presentate da visitatori costretti a inciampare su mattonelle divelte, ramaglie a terra e reti sbilenche. Addirittura i fiori davanti la tomba della famiglia Garibaldi sono VERANOsecchi. Il cimitero Verano continua a restare nel degrado un po’ come Roma. Nei viali si incontrano gli stessi problemi della Capitale: ci sono le zanzare, tante, a causa di quelle disinfestazioni tardive che stanno minacciando i quartieri più verdi della Capitale, dall’Eur a Monteverde. Appesi alle reti che circondano spazi in abbandono, appaiono cartelli che avvertono del pericolo che ormai rappresentano alcuni alberi. Le piante, vita e ossigeno per la città, diventano una minaccia anche qui, vittime dell’incuria. Evitare la sosta sotto le alberature in caso di maltempo e di raffiche di vento c’è scritto. E ancora: evitare tassativamente la sosta sotto le alberature. Continue reading

VIA MORGAGNI: ECCO LA CASA DOVE HA ABITATO ANTONIO GRAMSCI

hotel_villa_morgagni_123147La targa della foto più piccola si trova in via Giovanni Battista Morgagni, al civico 25, nel  Quartiere Nomentano, e ricorda il leader CASA GRAMSCIcomunista Antonio Gramsci (Ales 1891 – Roma 1937), che in questa casa abitò tra il 1925 ed il 1926, quando era segretario del Partito comunista d’Italia. Proprio nel 1926, il regime fascista lo mise nel carcere di Turi, in provincia di Bari, dove fu imprigionato anche Sandro Pertini. La targa di via Morgagni è stata qui posta dal comune di Roma il 27 aprile del 1997, in occasione del sessantesimo anniversario dalla morte di Gramsci. Il palazzo è ora un albergo.

CASA DEL CINEMA: SETTE GIORNI DI PROGRAMMAZIONE

CASA DEL CINEMALa Casa del Cinema propone fino al 9 settembre Caleidoscopio: 86 serate gratuite di cinema nel Teatro all’aperto Ettore Scola a Villa Borghese. Tra gli appuntamenti alle 21:30 in programma questa settimana segnaliamo: giovedì 18, The Dish di Rob Sitch: il film, in versione originale con sottotitoli in italiano, verrà introdotto da Andrea Carusi, associato Inaf.  Venerdì 19, proiezione delle prime due puntate della serie tv L’amica geniale di Saverio Costanzo; sabato 20, proiezione in lingua originale con sottotitoli in italiano del film tedesco Gegen Die Wand di Fatih Akin; domenica 21, proiezione del film opera Falstaff di Giuseppe Verdi diretto da Mario Martone; lunedì 22, I Mostri di Dino Risi. Martedì 23, proiezione de L’Estate di Davide di Carlo Mazzacurati; mercoledì 24, in lingua originale con sottotitoli in italiano, Les vacances du petit Nicolas di Laurent Tirard.

SAN LORENZO: TARGA IN MEMORIA DI PADRE RAGANELLA

locandina raganellaVenerdì 19 luglio, alle ore 18:30, in piazza dell’Immacolata, apposizione della targa commemorativa in ricordo di padre Libero Raganella che per i cittadini del quartiere, luogo dove ha trascorso gran parte della vita, rappresenta una vera istituzione non solo in qualità di sacerdote ed educatore. La città ed il quartiere  lo ricordano  per il suo impegno nei confronti dei più bisognosi ma anche per aver salvato, durante la guerra, centinaia di vite umane  nascondendo concittadini ebrei perseguitati dai nazifascisti e dando rifugio a tutti coloro che ne avevano  bisogno durante i bombardamenti.

MADELEINE PEYROUX A VILLA ADA

VA19-18-07-MadeleinePeyrouxStasera Madeleine Peyroux live a Villa Ada Roma Incontra Il Mondo. Lo straordinario percorso di Madeleine Peyroux è uno dei più coinvolgenti dell’intero panorama discografico internazionale. A distanza di otto album e 22 anni dal suo debutto Dreamland, la Peyroux continua a sfidare e ad allargare i confini del jazz, avventurandosi nei fertili terreni della musica contemporanea senza mai perdere la sua più genuina curiosità artistica. Il nuovo album di Madeleine Peyroux, Anthem, vede la cantautrice collaborare con autori e musicisti del calibro di Patrick Warren (Bonnie Raitt, JD Souther, Bob Dylan, Bruce Springsteen, Lana Del Rey, The Red Hot Chilli Peppers), Brian MacLeod (Sara Bareilles, Leonard Cohen, Tina Turner, Ziggy Marley) e David Baerwald (Joni Mitchell, David and David, Sheryl Crow), che compongono anche la sezione ritmica centrale dell’album. Assieme a loro, nel nuovo album Madeleine Peyroux ci offre una visione sobria, poetica e a tratti filosofica, dello stato attuale del mondo.

CASA DEL CINEMA, UNA SERATA CON MARIO MARTONE

image003Anteprima d’eccezione, domenica 21 luglio (ore 21:30) all’arena estiva di Casa del Cinema: Mario Martone sarà il protagonista di una serata nel segno della grande opera lirica e della riflessione storica, accompagnando di persona il suo Falstaff verdiano, realizzato appena un anno fa alla berlinese Staatsoper Unter den Linden di Berlino con Daniel Barenboim alla testa di una formidabile compagine musicale col il baritono Michael Volle grande protagonista. La registrazione dell’opera arriva alla Casa del Cinema grazie alla collaborazione con Hd Classica per il programma “Film Opera” all’interno della programmazione di Caleidoscopio che, ogni domenica sera, festeggia grandi registi di cinema alle prese con la loro passione (e maestria) per gli allestimenti della lirica immortale. Continue reading

“MISTER DANCING”, SCUOLA DI BALLO A VIA REGGIO EMILIA

Scan_0017mister dancing

Una nuova Scuola di ballo, dal nome evocativo di “Mister Dancing”, è stata aperta in via Reggio Emilia, al civico 59. Già presente a Napoli, ora vi attende nel quartiere Nomentano. Chi vuole imparare una nuova danza, tenersi in forma a tutte le età, divertirsi con i gruppi che si formano in queste occasioni, non ha che da recarsi nella bella sede, telefonare allo 06 39379762 o scrivere a m.me/misterdancingroma per chiedere ulteriori informazioni.

“SETTECEREALI”, RISTORANTE TUTTO BIO A VIA ISONZO

Logo-settecerealiALESSANDRO SALARIS CHEF A via Isonzo 16, da qualche tempo, c’è Settecereali, un nuovo locale completamente “bio”. E questa particolarità fa sì gli affezionati del genere, ma anche gli avventori curiosi di novità e prelibatezze culinarie, stiano frequentando sempre più spesso il ristorante. Ecco la proposta gastronomica: per il pranzo, bio street food: pizza ai 7cereali al taglio o al piatto, pizzburgher, supplì, arancini di selvaggina, fritti di verdure, LO STAFFvellutate,  zuppe, legumi e verdure di stagione, insalate da comporre secondo i propri gusti. Per la cena, il bio gourmet secondo la stagionalità della migliore materia prima biologica e su ispirazione dello chef: Pasta fresca realizzata con farina ovviamente bio, pizza al tavolo, carni pregiate, cereali, legumi, ortaggi rigorosamente di stagione; al bar: estratti e caffé bio. Orari di apertura: lunedì: solo prenotazione; martedì  – sabato: 10:30 – 23:00; domenica : 19:00 – 23:00. Telefono: 06.47547700 – email: info@7cereali.net

SAN LORENZO: TORNEO DI CALCETTO FEMMINILE

s_lorenzoGiovedì 18 luglio ore 19, presso il Centro Sportivo “Cavalieri di Colombo” Benedetto XVI, in via dei Sabelli 88,  Torneo  di Calcio a 5 femminile per commemorare il 76 ° anniversario del bombardamento di San Lorenzo. Abbiamo scelto il Centro Sportivo “Cavalieri di Colombo” Benedetto XVI in quanto proprio in quell’area esplosero tre bombe creando dei crateri che vennero utilizzati come prima raccolta delle salme, o ciò che ne restava, distese una accanto all’altra, prima di essere inviate per la sepoltura.

PIAZZA CAPRERA: RIPULITA, MA SENZ’ACQUA, LA FONTANA

Al capezzale delle fontane senz’acqua. Da quella di piazza Caprera, che i cittadini il primo luglio hanno imprigionato in una rete metallica (adesso è stata tolta) per proteggerla dal costante degrado, a quelle di piazza Istria, di viale Tiziano e Villa Chigi i cui getti sono ormai un ricordo. Un «consulto» quello di ieri mattina nella sede del II Municipio, convocato PIAZZA CAPRERAdall’assessore municipale all’Ambiente Rino Fabiano, che ha portato alla scoperta di una malattia «cronica» per piazza Caprera, oltre a quella clamorosa che per la manutenzione delle fontane storiche della città ci sono solo 500 mila euro e non due milioni come invece annunciato dalla giunta capitolina qualche mese fa. «È un disastro – afferma Massimo Proietti Rocchi, il presidente degli amici di Villa Leopardi che era alla riunione -. La cifra è irrisoria, non basta per tutte le fontane storiche e delle ville che sono nella capitale. Ma a quanto pare i due milioni sono solo un sogno». E così se ci sono poche speranze per le fontane all’asciutto di Prati (come segnalato dal Corriere della Sera anche quelle di piazza Mazzini e piazza dei Quiriti), Parioli e Nomentano, qualcosa invece si è mosso per la vasca di piazza Caprera. Continue reading

VIA FLAMINIA, I SOLISTI DEL TEATRO: D’ANNUNZIO MONDANO

solisti-del-teatroQuesta sera, presso i Giardini della Filarmonica Romana (via Flaminia 118) I Solisti del Teatro: D’Annunzio Mondano. Un elegante salotto borghese fa da trait d’union per un piacevole, divertente e grottesco susseguirsi di avventure mondane tra nobili e antiche casate. A questo “teatrino” assiste e collabora un divertito Gabriele D’Annunzio, rievocando le sue giovanili avventure mondane in un caleidoscopico tableau vivant, fatto di costumi, strass e damaschi, poesie e lettere grondanti passioni epistolari, avventure mondane tra giovani autori teatrali e donne misteriose. Di Maricla Boggio. Regia Jacopo Bezzi. Con Massimo Roberto Beato, Elisa Rocca, Alberto Melone e Sofia Chiappini.