CONCERTO DI MUSICA DA CAMERA A VIA PAVIA

L'ALTRACITTA'

In occasione della Festa della musica, presso la libreria l’altracittà di via Pavia, il 21 giugno, alle 18, si terrà “MamiMusic”, concerto di musica da camera per mamme e bambini dai 0 ai 5 anni (prenotazione necessaria 12 euro mamma e bambino+8 euro ogni partecipante in più).

VILLA GIULIA: LA BANDA MUSICALE DELLA MARINA MILITARE

ba185b191193475217bf498a7aa6fb6caa993eeVenerdì 21 giugno alle 19, in occasione della Festa della Musica 2019, si terrà il concerto “La Banda al Cinema” della Banda Musicale della Marina Militare Italiana, diretta dal Capitano di Vascello M° Antonio Barbagallo. Colonne sonore delle pellicole cinematografiche più famose suonate per il pubblico nella splendida cornice del Giardino centrale di Villa Giulia. Il concerto è il secondo di quattro appuntamenti che, grazie ad un progetto di collaborazione avviato nel 2014 dal Mibac e dalla Marina Militare, mira a valorizzare l’eccellenza italiana nelle sue varie espressioni. Il corpo musicale della Marina, costituito nel 1879, è uno dei più antichi complessi bandistici militari italiani.

M¥SS KETA STASERA A VILLA ADA

MISSKEYTAContinua a suon di sold out il tour di Paprika, il nuovo piccantissimo album di M¥Ss Keta, uscito il 29 marzo per Island/Universal Music.Dopo il live al Monk dello scorso aprile e la partecipazione a Radio 2 Indie live, la divina torna nella Capitale stasera nell’ambito del festival Villa Ada Roma incontra il mondo (Via Ponte Salario 28). Ad aprire il concerto due ospiti d’eccezione: iSorrowland,collettivo romano formato da Osore,Tremila eGiovanni Vipra,attualmente in tour con il loro EP d’esordio “Buone maniere per giovani predatori”(Asian Fake) e iGarage Gang, progetto musicale nato nel 2018 dalle sperimentazioni di alcuni ragazzi di Ostia sull’app per iPhone “Garage Band”raccolte poi nell’album “Manifesto”.

“MADAME FURTO” IN AZIONE ALLA METRO FLAMINIO: ARRESTATA

Flaminio-Metropolitana_di_RomaEra stata accompagnata dai carabinieri nel carcere di Rebibbia, il 30 maggio scorso, per scontare la pena definitiva di 25 anni di reclusione. Ma dal momento che è incinta (per l’undicesima volta), la ormai celeberrima “madame furto” è riuscita a ottenere il beneficio del “differimento pena”, cioè a scontare la condanna dopo il parto. Approfittando della sua libertà, Vasvija Husic, 33enne bosniaca e borseggiatrice seriale, è tornata subito al “lavoro” in compagnia di tre complici e, come riporta l’agenzia Adnkronos, è stata nuovamente arrestata dai carabinieri dopo aver derubato una disabile in sedia a rotelle. Questa mattina i miliari, che erano in servizio indossando abiti civili, hanno riconosciuto la Husic mentre si aggirava in compagnia di tre “colleghe”, di 36, 22 e 14 anni, all’interno della metropolitana alla fermata Flaminio. Continue reading

VIA PAVIA: “LA CITTÀ DENTRO” RACCONTA DIECI METROPOLI

La città dentro di Flavia Capitani ed Emanuele CoenGiovedì 20 giugno, presso la libreria l’altracittà di via Pavia, alle ore 19, presentazione del libro “La città dentro” di Flavia Capitani ed Emanuele Coen. Conversa con gli autori Sabina Minardi. Letture di Barbara Amici (ingresso libero). C’è chi dice che ogni città è un colore, un odore oppure un suono. Capitani e Coen, una coppia di giornalisti che negli ultimi vent’anni ha girato il mondo, sostengono che ogni città corrisponde a un’emozione, a una vibrazione sottile e profonda che percorre l’anima di chi ci abita, di chi ci torna, di chi la visita per la prima volta. Rabbia, gioia, orgoglio, sorpresa, nostalgia, coraggio, meraviglia, gelosia, euforia, fiducia sono le emozioni che hanno provato visitando dieci metropoli: Barcellona, Berlino, Bucarest, Chicago, Gerusalemme, Londra, Los Angeles, Napoli, Parigi, Roma. Le hanno scoperte, riscoperte e raccontate percorrendo itinerari insoliti. Hanno osservato strade, piazze, incontrato persone, e in maniera inaspettata hanno capito qualcosa in più di sé stessi. La visita di ogni città si è trasformata in un viaggio interiore e ha segnato un passaggio di vita, individuale o di coppia. Tra ricordi, suggestioni e riferimenti a un immaginario condiviso, in ogni città gli autori seguono il filo di un’emozione e portano il lettore alla scoperta di luoghi che non compaiono nelle guide turistiche, descritti e narrati secondo una prospettiva da insider. Questo volume non è solo un libro di viaggio, ma anche un racconto a tappe di due vite, un racconto in cui ognuno si può riconoscere. E nello stesso tempo uno strumento che offre al lettore una chiave appassionante per affrontare la visita di una metropoli e capire come entrare profondamente in connessione con un luogo.

GNAM, OPERE DI GIUSEPPE UNCINI IN FERRO E CEMENTO

gnam“Mio padre è nato artisticamente a Roma, frequentando i cantieri della città in costruzione negli anni Cinquanta e Sessanta. Questa mostra lo farebbe felice”. Marzio Uncini si commuove davanti all’antologica di Giuseppe Uncini (1929-2008) che Peppino Appella ha allestito alla Galleria nazionale d’arte moderna, quarta tappa della serie ” Realtà in equilibrio” da lui curata. E gnam 1Bruno Corà, chiamato a scrivere per il catalogo in uscita, insiste: ” Viene fuori finalmente la statura di Uncini che può stare accanto a Burri, Fontana, Melotti, Castellani Lo Savio. E la sua accademia a Roma sono stati, sì, i cantieri edili, con le casseformi e i ferri del mestiere”. Del resto, le superfici in cemento armato dell’artista marchigiano, introdotto nella capitale dal conterraneo gnam 2Edgardo Mannucci, avevano nel Dna la forza per conquistare la terza dimensione, la posizione eretta, la monumentalità dell’architettura. E punto focale della mostra (42 opere e 31 disegni, tutti della Galleria nazionale, dal 1961 al 2008) sono le scenografiche, mastodontiche strutture di Epistylium del 2004, davanti alle quali, come quinte teatrali, Appella ha esposto due sculture che gnam 3si sviluppano in alto, pilastri o grattacieli: ” L’architettura è il suo approdo, l’opera del futurista Mario Chiattone il suo inaspettato rispecchiamento “. La mostra si apre con tre lavori dei primi anni Sessanta in cui la materia è ancora la terra dell’Informale. Ma ecco che spuntano dal magma i segni neri di quelli che, di lì a pochissimo, e subito nella prima sala, saranno i tondini di ferro che sono l’anima del cemento armato e il segno inconfondibile della poetica di Uncini. Guardate però anche la sala delle Ombre o quella delle dimore. E scoprirete come questo maestro italiano abbia saputo guardare alla città moderna, ma anche riannodarsi all’architettura medievale di Giotto. Fonte: la Repubblica

FESTA DELLA MUSICA IL 21 GIUGNO SULLA TERRAZZA DEL PINCIO

header-1Venerdì 21 giugno dalle 16 alle 24 torna a Roma la Festa della musica, giunta alla sua   edizione europea numero 34. Una grande manifestazione spontanea e gratuita che coinvolgerà tutti i Municipi della Capitale, dal centro alla periferia, con le esibizioni e le performance dei musicisti amatori e professionisti che hanno risposto alla Call “Facci sentire chi sei!”. Sulla Terrazza del Pincio evento speciale dalle 19 alle 21 con Play the Ritmo, gruppo di improvvisazione musicale attraverso il linguaggio dei segni creato da Santiago Vazquez,

ANCHE A VILLA LEOPARDI È FESTA DELLA MUSICA

festa-della-musica_romaFesta della Musica il 21 giugno a Villa Leopardi. Alle 18 il concerto Musiche per Archi del ‘700 e ‘800 del gruppo di archi Arcimboldo Ensemble; alle 18:30 Musiche di Vivaldi e Rossini con l’Ensemble di Musica da Camera del Liceo musicale Giordano Bruno, diretto dal violinista Alberto Caponi; alle 20:30 musica classica con il pianista Antonio Fiumara, in collaborazione con Istituzione Universitaria Concerti Iuc.

VIA OMERO: CONVEGNO SU PIETER BRUEGEL IL VECCHIO IN ITALIA

IL GOLFO DI NAPOLI BRUEGELNel 2019 si commemorano i 450 anni dalla morte di Pieter Bruegel il Vecchio, avvenuta a Bruxelles nel 1569. Per celebrare questo maestro del Rinascimento europeo, l’Academia Belgica, i Musée Royaux des Beaux-Arts del Belgio e l’Università degli Studi di Genova hanno organizzato un convegno internazionale intitolato “Bruegel and Italy/Bruegel e l’Italia” (Academia Belgica, via Omero, 26/29 settembre). Bruegel è noto soprattutto per le sue scene paesane e invernali, che sono diventate immagini archetipo dei Paesi Bassi, anche se in realtà i suoi capolavori superarono la dimensione locale, come ben dimostrano i suoi paesaggi, in cui ricorre il ricordo del paesaggio roccioso alpestre che egli ebbe modo di osservare durante i suoi viaggi per e dall’Italia. L’artista raggiunse la Penisola intorno al 1552 e il suo soggiorno durò circa due anni. Lo scopo del convegno è di fare il punto sull’incontro di Bruegel con l’Italia nell’ambito di un contesto storico e culturale ampio, e alla luce degli studi più recenti. Al tempo di Bruegel, i rapporti tra Italia e Paesi Bassi furono intensi, dal punto di vista artistico, politico ed economico.

MAXXI: APPUNTAMENTO CON “ROMA-MILANO ANDATA E RITORNO”

maxxi[1]Un’ora a Roma vale quanto un’ora a Milano? Quanto sono simili e quanto sono diverse le due città? Grazie all’Alta Velocità, Roma e Milano esattamente da 10 anni vivono un allargamento della territorialità urbana che coinvolge gruppi sempre più ampi di persone, abituate a spostarsi e a vivere ‘tra’: per lavoro, per amore, per semplice curiosità. Ma le due città, nonostante i continui contatti, quanto si conoscono, al netto dei fondamentali? Ne parleranno manager, professionisti, operatori della cultura, creativi, scrittori, artisti e innovatori, nel corso del ciclo di incontri Roma-Milano andata e ritorno, un progetto – ideato e a cura di Roberta Petronio e reso possibile grazie alla sponsorship di Trenitalia – che arricchisce la collaborazione tra Maxxi e Triennale di Milano, che da poco hanno presentato il Premio Nazionale di Architettura. Primo appuntamento, dal titolo Il Tempo nelle due città: ‘Quanto vale un’ora a Roma e un’ora a Milano?’, mercoledì 19 giugno alle ore 21 (Piazza del Maxxi – ingresso libero fino ad esaurimento posti), insieme allo storico e saggista Mauro Canali, alla giornalista parlamentare e quirinalista (Chi magazine Mondadori) Giulia Cerasoli, all’artista Eleonora Chiari (Goldschmied & Chiari), e a Giuseppe Di Piazza (giornalista Corriere della Sera e scrittore). Modera Paolo Conti, editorialista del Corriere della Sera. Un incontro sullo stesso tema si terrà martedì 9 luglio sempre alle 21 nella piazza del Maxxi.

BIBLIOTECA VILLA LEOPARDI: CONCERTO A TEMPO DI VALZER

Antonino FiumaraI dodici appuntamenti primaverili ad ingresso gratuito di “Note in Biblioteca”, organizzati dalla Iuc, si concludono venerdì 21 giugno 2019 alle 20:30 nella Biblioteca Villa Leopardi (via Makallé, tel. 0645460621). Il pianista Antonino Fiumara sarà il protagonista di questo incontro musicale, con la guida all’ascolto di Francesca Piccone, laureanda del corso magistrale in Musicologia della Sapienza. Il programma scelto da Fiumara ruota interno al valzer, o piuttosto intorno a elaborazioni per il teatro e la sala da concerto di quelle musiche al cui ritmo ballava l‘intera Europa, dagli imperatori alla gente del popolo. Continue reading