E DOMANI “IL TUO QUARTIERE NON È UNA DISCARICA”

Domenica 19 maggio si svolge  l’iniziativa denominata “Il tuo quartiere non è una discarica”. In questa giornata, dalle 7,00 alle 13,00, avverrà la raccolta straordinaria dei rifiuti ( ingombranti, legno, metallo, rifiuti elettronici, consumabili da stampa, vernici e solventi). I luoghi del Municipio II dove saranno presenti le eco stazioni mobili Ama e dove i cittadini potranno consegnare questi rifiuti sono i seguenti: viale della XVII Olimpiade altezza viale Stati Uniti d’America; via Tiburtina – fronte piazzale Valerio Massimo. Per informazioni più dettagliate accedere al sito dell’Ama.

PACIFICO AL PARCO DELLA MUSICA

PacificoLuigi De Crescenzo in arte Pacifico arriva all’Auditorium Parco della Musica  con il suo  “Bastasse il cielo tour”,  per presentare ed emozionare il pubblico con i brani estratti dal suo nuovo progetto discografico e i suoi più grandi successi. Pacifico ha vinto numerosi riconoscimenti fra cui il Premio Tenco per l’opera prima e ha partecipato al Festival di Sanremo in qualità di interprete nel 2004, vincendo il premio per la miglior musica e duettando con Gianna Nannini, Ivano Fossati, Malika Ayane, Marisa Monte, Ana Moura. Nel 2015 ha scritto e interpretato con Samuele Bersani il brano Le storie che non conosci, con la partecipazione straordinaria di Francesco Guccini. Il brano si è aggiudicato la Targa Tenco 2015 come Migliore canzone dell’anno. Ha inoltre scritto per il cinema (da Gabriele Muccino a Roberta Torre), e scritto e portato in scena il monologo teatrale Boxe a Milano. Continue reading

AUDITORIUM, LA MUSICA DE “LAMMERICA”

forlenzoLammerica era il nome con cui i nostri bisnonni chiamavano la nuova terra dei sogni. A partire dall’inizio del ‘900 salpavano sui famosissimi “Ferry Boat” (ribattezzati anche loro in maniera maccheronica “Fierroabotta”) con i quali viaggiavano attraversando l’oceano per raggiungere in non meno di 20 giorni la Grande Mela. Louis Prima, Frank Sinatra, Dean Martin ed anche Renato Carosone, Ferdinando Buscaglione, sono stati solo alcuni dei figli musicali di questa grande migrazione ed integrazione. Con loro nasce un nuovo modo di fare musica ma soprattutto un nuovo modo di mescolare le culture di diversi continenti con lo Swing, il Jazz ed il Blues dando vita a brani eterni come Sing Sing Sing, New York New York, Tu vuo’ fa’ l’americano poi diventati patrimonio mondiale della musica. Oggi la Big Band con Forlenzo Massarone alle 21 in Sala Petrassi dell’Auditorium .

FONDAZIONE BIOPARCO: INVASIONE DELLE SPECIE ALIENE A ROMA

Parrocchetto monaco 2Vivere, convivere, lottare, soccombere alle specie aliene invasive: queste le tematiche al centro della riunione di esperti dal titolo ‘Alieni a Roma’ organizzata oggi dalla Fondazione Bioparco in collaborazione con Life Asap(Alien Species Awareness Program) coordinato dall’Ispra (l’Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale) per parlare di Punteruolo rosso 1questa cittadinanza parallela che ormai abita stabilmente le città e delle azioni per sensibilizzare l’opinione pubblica sul fenomeno. Pappagalli, testuggini palustri americane, nutrie, punteruoli rossi e tanti altri sono in preoccupante aumento a Roma e stanno causando seri problemi alla biodiversità cittadina, fino all’estinzione delle specie autoctone e all’alterazione degli habitat che occupano. Nella Capitale più di mille  coppie di parrocchetto dal collare di origine asiatica, e altrettante di parrocchetto monaco, di origine sudamericana, si contendono i quartieri Parioli il primo, San Giovanni e Appio il secondo. Il punteruolo rosso dell’Estremo Oriente ha cancellato buona parte delle palme dagli orti botanici e dalle piazze; resistono coraggiosamente quelle di piazza di Spagna.  “Le sponde del Tevere sono il rifugio di famiglie di nutrie, roditori oversize dall’aspetto simile ai ratti, Trachemys scripta2spiega il Presidente della Fondazione Bioparco di Roma, Francesco Petretti. Le zanzare tigre, è solo questione di giorni, con le copiose piogge di maggio ci faranno ‘vedere le stelle’. I parrocchetti – continua Petretti – cacciano dal nido picchi e storni, cince e torcicolli, le nutrie devastano la flora acquatica dei laghetti nei parchi e del Tevere. Per alcune specie è difficile dare numeri, ma è verosimile sostenere che le testuggini d’acqua americane, le stesse che si vendevano nei luna park a 100 lire, superino le decine di migliaia di esemplari. Fra loro si nasconde anche qualche temibile testuggine azzannatrice americana, un vero mostro dalle mandibole a becco. E l’elenco delle specie aliene invasive, che un tempo venivano definite esotiche, è ancora lungo, e  interminabili sono gli effetti negativi che questi animali hanno sull’ecosistema urbano con tutte le sue componenti indigene. Le famiglie in visita al Bioparco – conclude Petretti – saranno coinvolte per segnalare la presenza degli alieni nei giardini e per le strade dei quartieri romani”.

PARCO NEMORENSE: DIVELTA L’ALTALENA PER BAMBINI DISABILI

parco nemorense“Alla fine ci sono riusciti. Ragazzini maleducati, con genitori che lo sono ancor di più, hanno divelto l’altalena per bambini disabili del parco”. Sono le parole di accusa con cui un residente del quartiere, Andrea Battantier, psicologo, segnala il triste fatto. Luogo dell’accaduto è l’area bimbi a Parco Nemorense. Ora l’attrezzo è rotto e chissà quando verrà riparato. Prosegue Battantier nella sua denuncia: “Peggio ancora fu quando un bambino di circa 5 anni si avvicinò all’altalena speciale, iniziando a spingerla con forza. Si avvicinò la mamma e gli disse: questo gioco non è per i bimbi normali. Questo gioco è per quelli malati, che hanno problemi. Andiamo all’altalena dei bimbi normali. Il figlio, perplesso, cercava di cogliere il senso di quella frase, chiedendone il perché. Ma la mamma stava al telefono, troppo impegnata per approfondire l’argomento. Eppure c’era scritto, prima che l’altalena venisse messa fuori uso dalla maleducazione: altalena per ragazzi con diversa abilità, riservata esclusivamente a ragazzi con sedia a rotelle. Ci andava mio fratello. E lui non è normale, è speciale”. Fonte: Roma H24

BIOPARCO A RISCHIO CHIUSURA

Il Bioparco, inaugurato nel 1911 dal sindaco Ernesto Nathan e trasformatosi nell’arco di oltre un secolo da giardino zoologico dall’approccio ludico-ricreativo a centro per la conservazione della biodiversità e l’educazione ambientale, naviga in acque difficili. A rendere precario l’andamento economico della Fondazione, partecipata per un terzo dal Campidoglio, è la mancata erogazione dei fondi pubblici, nonostante le somme siano state BIOPARCOinserite nel piano comunale degli investimenti fino al 2020. Gli arretrati non ancora versati ammontano a tre milioni di euro: uno del 2018, due di quest’anno. A riprova di quanto la situazione sia critica, la lettera inviata giovedì dal presidente del Bioparco, Francesco Petretti, alla prima cittadina, al city manager Franco Giampaoletti e al capo di Gabinetto, Stefano Castiglione. «Non nascondo che, in assenza della ripresa dell’ordinaria corresponsione dei contributi da parte di Roma Capitale — paventa l’autore della missiva — si possano persino prevedere la chiusura della struttura e le dimissioni contestuali di tutti gli organi di gestione». Ipotesi estrema, ma plausibile, se le risorse dovessero continuare a non affluire. Per sopperire al deficit la prima, inevitabile, manovra saranno tagli anche drastici. Continue reading

ACADEMIA BELGICA: INTERESSANTE CONFERENZA IN VIA OMERO

PaviaPresso l’Academia Belgica di via Omero 8, conferenza di Cecilia Paredes (UL Bruxelles; Urban), martedì 21 maggio, alle ore 18, sul tema “Portrait of the battle of Pavia
A Renaissance tapestry series designed by Bernard van Orley”. La conferenza si terrà in lingua inglese. Il trionfo degli eserciti di Carlo V nella battaglia di Pavia, il 24 febbraio 1525, trovò, in una sontuosa serie di arazzi di Bruxelles, una grandezza e una monumentalità senza precedenti: si tratta degli sette arazzi della battaglia di Pavia, conservati oggi al Museo di Capodimonte a Napoli. Offerto a Carlo V nel 1531, questo ritratto della battaglia è attribuito a Bernard Van Orley, pittore di corte di Margherita d’Austria, Carlo V e Maria d’Ungheria.

QUEL FILM SU UN FATTO DI CRONACA ACCADUTO A VIA SAVOIA

Romaore11Uscito nel 1952, “Roma ore 11” racconta la storia vera di un gruppo di ragazze che, richiamate da un annuncio di lavoro per dattilografe, si accalcano sulla scala di una palazzina di via Savoia che, sotto il loro peso, crolla, provocando morte e ferimenti. Questa la trama di “Roma ore 11”: In seguito ad un annuncio di lavoro su un giornale, duecento ragazze si presentano ad un indirizzo in via Savoia per ottenere un posto di lavoro di dattilografa presso lo studio di un ragioniere. In un’Italia esasperata dalla disoccupazione in genere, ma ancor più da una impossibilità per le donne di trovare lavoro, si presentano per il colloquio le più disparate giovani: nobili decadute, prostitute che cercano di cambiar vita, mogli con il marito disoccupato, figlie di benestanti cui la pensione non basta per sopravvivere. Continue reading

CASA DEL CINEMA, PRESENTAZIONE DI UN LIBRO DI MAURIZIO PONZI

maurizio_ponzi“Al cinema da giovani. Giudizi, amori, insofferenze in compagnia dei film più amati” è il titolo del libro scritto dal regista Maurizio Ponzi che verrà presentato lunedì 20 maggio alla Casa del Cinema durante l’incontro al quale parteciperanno l’autore stesso, Piero Spila, Giuliana De Sio e il moderatore Franco Montini. L’evento organizzato da Cineteca Nazionale inizierà alle ore 16.30 con la proiezione del film “Roma ore 11” di Giuseppe De Santis, una delle tante passioni cinematografiche del Ponzi critico.

PIAZZA DI SIENA RIPULITA DAI DETENUTI IN VISTA DEL CSIO

PIAZZA DI SIENA«Per noi ogni giornata trascorsa in questo modo vuol dire metà pena» sono queste le parole di uno dei neo giardinieri, detenuto del carcere di Rebibbia, la lavoro per far risplendere Piazza di Siena . Da un paio di settimane circa 70 detenuti  si stanno dedicando alla cura del verde di Villa Borghese, nella zona deputata al concorso ippico. Mentre erano a lavoro hanno ricevuto la visita di Marco Di Paola –  presidente della Federazione Italiana Sport Equestri, uno dei deus ex machina del concorso di Piazza di Siena (23 al 26 maggio)- e dell’assessore allo Sport, Politiche Giovanili e Grandi Eventi di Roma, Daniele Frongia, coordinatore delle iniziative portate avanti da Roma Capitale per il reinserimento dei detenuti. Continue reading

LUNGOTEVERE ACQUA ACETOSA: HA UN MALORE E MUORE IN AUTO

lungotevere acqua acetosaUn uomo di 67 anni è morto dopo aver accusato un malore mentre era alla guida della sua auto finita poi contro un palo. E’ successo ieri mattina, poco prima delle 13, sul lungotevere dell’Acqua Acetosa. Inutili i tentativi del personale medico intervenuto per rianimarlo. Sul posto sono intervenuti per i rilievi gli agenti del II gruppo della polizia locale.

SABATO, “LA NOTTE DEI MUSEI”: DOVE NEL MUNICIPIO SECONDO

notte museiSabato 18 maggio l’arte a Roma resta accesa fino alle 2 di notte per la nuova edizione de “La Notte dei Musei”, promossa da Roma Capitale, Assessorato alla Crescita culturale – Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali, con l’organizzazione di Zètema Progetto Cultura. La manifestazione, che si svolge in contemporanea in 30 paesi europei, giunge alla sua undicesima edizione nella Capitale, che aderisce all’iniziativa aprendo straordinariamente al pubblico in orario serale i Musei Civici (dalle 20.00 alle 02.00), con la possibilità di ammirare le collezioni permanenti e le mostre temporanee, e di assistere a un ricco programma di concerti e spettacoli dal vivo selezionati tramite l’avviso pubblico “Notte dei Musei 2019″. Continue reading