AUDITORIUM: “UN CAOS DI ROBA”, PERFORMANCE LETTERARIA

Focoso, violento, impaziente, burbero, bisbetico: così Benedetto Croce, in Problemi di Estetica, traccia il profilo di Giuseppe Marco Antonio Baretti, critico, poeta satirico, scrittore e traduttore (Torino, 1719 – Londra, 1789). Ma fu davvero questo, Giuseppe Baretti? Fu un dilettante, figlio del Settecento più irrequieto e leggero? No, fu un grande letterato europeo, dalla vita dinamica, ricca di eventi singolari, non facile per la sua verve critica, il suo spirito indipendente, polemico. I saggi, le traduzioni, le numerose e multiformi lettere, i suoi viaggi per l’Europa, la sua Frusta letteraria, ci rivelano lo sguardo di un uomo di oggi, con un’idea UN CAOS DI ROBAvitale del sapere, curioso e attento alle problematiche del suo tempo, che interpretò nel primo, miglior giornalismo moderno: inteso come verità, come adesione alla vita in una ricerca stilistica di altissimo livello, aperta alle più fertili suggestioni della cultura della Modernità. “Un caos di roba” (definizione data dal Baretti stesso a una sua opera, Le lettere familiari), lettura drammatizzata di testi molto eterogenei, ripercorre alcuni momenti bizzarri della sua vita. La performance è introdotta da Daniela Marcheschi e da Paolo Puppa. La serata rientra nelle manifestazioni organizzate per il 2019 dal Comitato Nazionale per le Celebrazioni del Tricentenario della Nascita di Giuseppe Baretti, promosso dal Cisesg-Centro Internazionale di Studi Europei Sirio Giannini. Oggi, ore 21, Teatro Studio Borgna dell’Auditorium.

PARCO DELLA MUSICA, IL JAZZ PARTICOLARE DI URI CAINE

URI CAINEUri Caine è fra le figure che hanno contribuito maggiormente ad ampliare e ridefinire il linguaggio jazzistico degli ultimi trent’anni. È ampiamente nota la sua capacità di creare e ricreare richiamando a pagine storiche della musica classica e della tradizione ebraica, e al contempo di tuffarsi nella splendida contemporaneità statunitense: doti che gli permettono di dialogare con la tradizione e di offrire momenti di grande bellezza e intensità. Il bassista e compositore Mark Helias è fra i musicisti più apprezzati dell’attuale scena newyorchese. Da un incipit nel quartetto di Anthony Braxton, Helias vanta dodici album in qualità di leader e una serie di collaborazioni a fianco di mostri sacri del jazz quali Don Cherry e Cecil Taylor. Clarence Penn è uno dei batteristi jazz più richiesti. Dal suo approdo a New York, nel 1991, Penn ha posto la propria verve, l’intelletto acuto e l’inebriante musicalità al servizio di un elenco di artisti di prima fascia, fra cui Wynton Marsalis, Richard Galliano, Maria Schneider e Dave Douglas. Oggi alle 21 in Sala Petrassi dell’Auditorium.

JAMES SENESE ALL’AUDITORIUM

james-seneseReduce da un lunghissimo tour (oltre 200 concerti in tre anni) che lo ha portato a girare l’Italia e l’Europa con il suo ‘O Sanghe, album uscito nel 2016 e vincitore della Targa Tenco nel 2017, l’instancabile artista partenopeo James Senese,  festeggia i 50 anni di carriera con un doppio album dal vivo dal titolo Aspettanno ‘O Tiempo, registrato durante il tour invernale 2017, che conterrà i suoi grandi successi e due inediti (di cui uno scritto da Edoardo Bennato per James), e un nuovo tour ricco di sorprese. In scaletta, tanti i brani cari ai suoi fan e che hanno segnato le tappe fondamentali della carriera di un artista, che a distanza di cinquant’anni continua a stupire ed emozionare con il suo inconfondibile groove. Testimone e protagonista assoluto di uno spaccato della musica napoletana, intriso innanzitutto di innovazione, e che ancora fa scuola, Senese ha legato il suo inimitabile suono, oltre che ai Napoli Centrale e agli Showmen, ovviamente a Pino Daniele, di cui è stato “suono autentico e struggente“. La  formazione attuale dei Napoli Centrale è la stessa che ha registrato Nero a metà di Pino Daniele, forse il disco più famoso dello scomparso artista napoletano. Oggi, ore 21, Sala Sinopoli dell’Auditorium.

VILLA BLANC: CENA DI GALA PER IL PREMIO “GUIDO CARLI”

villa blancDopo la cerimonia ufficiale svoltasi nell’aula del Senato, il premio Guido Carli ha avuto l’epilogo nella prestigiosa villa Blanc dove si è svolta la tradizionale cena di gala alla quale hanno preso parte circa centosessanta selezionati invitati. Accolti dalla presidente della Fondazione Guido Carli, Romana Liuzzo – in compagnia del marito Massimo dell’Omo e del figlio Guido – gli ospiti hanno potuto degustare un ricco buffet a base di prodotti tipici nazionali. All’evento ha preso parte il gotha dell’imprenditoria a partire dall’amministratore delegato di Tim, Luigi Gubitosi, quello di Eni, Claudio Descalzi, i dirigenti d’azienda Franco Bernabè e Aldo Maria Brachetti Peretti, Matteo Marzotto, in compagnia della fidanzata Nora Shkreli, Giuseppe Lavazza, l’imprenditore ed editore Francesco Gaetano Caltagirone con la compagna Malwina Kozikowska, l’amministratore della Medusa film, Giampaolo Letta, Fabrizio Salini, il presidente di Confindustria Vincenzo Boccia e l’editore Urbano Cairo. Continue reading

VERANO E VILLAGGIO OLIMPICO: DUE PROGETTI DI PARCHI URBANI

piazzale del veranoA piazzale del Verano, ridotto ora a un caotico parcheggio, un’isola pedonale, con due grandi piazze, al centro una fontana, sul viale che porta all’ingresso del cimitero monumentale i banchi dei fiori e, intorno tra i sentieri pavimentati anche con intarsi di marmo, un vero e proprio bosco urbano. Ed ecco invece come cambierà volto   la zona del viale della XVII Olimpiade nel cuore del Villaggio Olimpico: anche qui un’area senza più macchine, parcheggi e attraversamenti stradali, ma un vero e proprio parco, con il mercato periodico relegato sotto i piloni di Corso Francia, e per il resto vialetti, prati, alberi e spiazzi per spettacoli. Sono questi i progetti vincitori dei due concorsi di architettura lanciati dal II municipio con 200 mila euro di fondi in collaborazione con l’Istituto Nazionale di Architettura del Lazio e l’Ordine degli Architetti di Roma. Continue reading

TRE INTERESSANTI APPUNTAMENTI PER LE FAMIGLIE AL BIOPARCO

BIOPARCOLa Fondazione Bioparco di Roma si rivolge alle famiglie con tre eventi a partecipazione gratuita per i soli possessori del biglietto di ingresso al parco. Il 12 maggio si inizia con Occhio all’alieno, un incontro con giochi didattici a tema dedicato alla scoperta delle specie aliene invasive. Il 26 maggio è la volta dell’evento Millepiedi, insetti & co., laboratorio per BIOPARCO 2famiglie dedicato al mondo degli invertebrati per conoscerli da vicino e scoprirne le caratteristiche mentre il 2 giugno l’appuntamento è con Foreste sottosopra, l’iniziativa volta a far scoprire gli aspetti più sconosciuti delle foreste e sulle specie animali che vi abitano nonché informare e sensibilizzare il pubblico sulle cause che ne stanno determinando la riduzione in natura.

QUELLA VORAGINE DI VIA ALESSANDRIA, UNA DELLE TANTE

VIA ALESSANDRIAUna voragine si è aperta davanti al civico 59 di via Alessandria, al Nomentano, nel II municipio, verso le 16:30 (ieri, ndr). Sul posto è intervenuto il Gruppo II Parioli della polizia locale di Roma Capitale, che ha chiuso la strada da piazza Alessandria e fino a via Reggio Emilia. Non ci sono stati feriti e nessuna macchina o motorino sono finiti all’interno della voragine, che è apparsa fin da subito umida, come se ci fosse una infiltrazione. E in effetti la conferma è arrivata dopo poche decine di minuti: «Il cedimento improvviso del manto stradale è stato causato dalla perdita d’acqua di una fognatura — spiega Gian Paolo Giovannelli, assessore ai Lavori Pubblici, all’Urbanistica, al Patrimonio e alla Mobilità del II municipio — Fortunatamente la nostra squadra di tecnici era già sul posto per provvedere alla chiusura di alcune buche». Nel tardo pomeriggio sono arrivati i tecnici Acea, pronti per un sopralluogo e per stabilire le cause del danno. Foto: Lucia Pinna

LABORATORI NELLA CASA DEL CINEMA E CASINA DI RAFFAELLO

LABORATORICasa del Cinema e Casina Raffaello aprono le porte di una vera sala cinematografica (la Sala Volonté a Largo Marcello Mastroianni 1) ai piccoli spettatori – e ai loro accompagnatori – dei laboratori della nuova iniziativa didattica Si Gira!  Ogni domenica, a partire dal 12 maggio e fino al 23 giugno, i bambini dai 6 agli 11 anni, potranno partecipare alle attività di disegno LABORATORI 1ispirate ai temi dello sport in programma alle ore 10.30. Cosa si può fare in famiglia in un parco come Villa Borghese così grande e verde? I partecipanti lo proveranno a scoprire creando un ritratto delle attività all’aria aperta che si possono praticare all’interno della Villa: dallo sfrecciare in bici lungo la Valle dei platani a LABORATORI 2tirare un calcio al pallone nel prato vicino al Carosello, fino ad immaginare di far volare un aquilone nello spazio libero di Piazza di Siena. Tanti colori, immagini e creatività da riprodurre su carta prima di trasferirsi nell’adiacente Casa del Cinema dove la mattinata proseguirà davanti ad un bel film. Alle ore 11.30, infatti, nella Sala Gian Maria Volontè, il tema LABORATORI 3sportivo sarà declinato in termini cinematografici grazie ad una rassegna appositamente pensata per accompagnare per mano sia i bambini più piccoli che i giovani adolescenti, nei diversi mondi sportivi che ciascuno può praticare. Si comincia, ovviamente, dal calcio e da un suo idolo come l’inglese David Beckham con la sua giovane fan, l’indiana Jess protagonista LABORATORI 4del film Sognando Beckham (12 maggio). Nella Grecia fantastica di Asterix alle Olimpiadi tutte le grandi competizioni sono rappresentate (19 maggio), mentre nel weekend di Piazza di Siena è Spirit cavallo selvaggio a trionfare (26 maggio). Un tuffo nel passato, quando il ciclismo era lo sport più popolare, vede impegnato il LABORATORI 5grande Totò al Giro d’Italia tra Coppi e Bartali (9 giugno). In un futuribile campo da basket adatto ai cartoons giganteggia il vero Michael Jordan in Space Jam (16 giugno). E infine è l’irresistibile re delle gaffes, Monsieu Hulot, a dare lezioni di tennis senza aver mai preso in mano una racchetta in Le vacanze di Monsieur Hulot (23 giugno). Ovunque trionfa il sorriso, a volte si ride come nelle comiche del cinema di una volta, altre si gioca con i miti dei vari sport. Vince sempre il grande cinema che non ha età, che commuove e appassiona adulti, ragazzi e bambini. Continue reading

AUDITORIUM, APPROVATO IL BILANCIO: 83MILA EURO DI UTILE

AUDITORIUMOltre 83mila euro di utile e ricavi che superano i 25 milioni di euro, in aumento sia rispetto al 2017 sia rispetto al 2016. Il consiglio di amministrazione ha approvato il bilancio 2018 della Fondazione Musica per Roma. Nel dettaglio, l’utile netto è appunto di 83.328 euro e i ricavi si attestano a circa 25.433.491 milioni di euro (23.377.988 milioni di euro un anno fa e circa 24 milioni di euro nel 2016). L’autofinanziamento della Fondazione continua a crescere negli ultimi tre anni, quasi un punto percentuale rispetto al 2017, raggiungendo il 67.18% (66.67% nel 2017 e 66,26% nel 2016). Continue reading

“LA CASA DI CORSO TRIESTE”, UN LIBRO DI CRISTINA BRUSCAGLIA

copertina la casa di corso triesteÈ uscito da non molto il libro di Cristina Bruscaglia “La casa di Corso Trieste”. Una storia narrata con “ausilio di un’agenda” sulla quale la protagonista ha segnato, senza saperlo, il destino che la porterà a scoprire i fantasmi del passato; ciò che la memoria non ha avuto la forza di trattenere. Il suo presente, nella Roma del 2000, si intreccerà con quello della sua eccentrica famiglia, vissuta nei primi del ‘900 in un villino di Corso Trieste. Un romanzo dove ordinario e paranormale, serenità, ilarità e angoscia possono convivere, facendoci comprendere quanto la natura umana possa essere forte e fragile, e sperare che certe ferite si possano rimarginare senza farci vergognare delle cicatrici che inevitabilmente ne resteranno. Il finale, raccontato come cronaca dettagliata di una cena, svelerà un segreto nascosto in quasi tutte le pagine.

VIA OMERO: ACADEMIA BELGICA, CONFERENZA SULL’ANTICO EGITTO

ACADEMIA BELGICANella sede dell’Academia Belgica di via Omero, conferenza di Paola Buzi e Nathan Carlig terranno martedì 14 maggio 2019, alle ore 18.30, sul tema “Libri e letteratura copta nell’Egitto tardo antico”: il caso della biblioteca di This (Alto Egitto) conservata al Museo Egizio di Torino. Il fondo di almeno 18 manoscritti copti (VII o VIII secolo) custodito presso il Museo Egizio di Torino da quasi 200 anni rappresenta un cardine nel panorama della produzione libraria e letteraria dei cristiani d’Egitto. La sua antichità (la maggior parte dei manoscritti copti sono datati dopo il IX secolo), il buono stato di conservazione (alcuni manoscritti sono quasi completi), la provenienza dei manoscritti (l’antica biblioteca della cattedrale di This in Alto Egitto), le numerose opere letterarie cristiane in essi contenute, alcune delle quali tramandate esclusivamente attraverso questi codici, la varietà di scritture e di mise en page attestate, ne fanno sicuramente un testimone eccezionale della vita culturale dell’Egitto tardoantico. La conferenza congiunta di Nathan Carlig e Paola Buzi presenterà i libri in quanto manufatti e le opere letterarie come prodotti culturali per chiarire le peculiarità e l’apporto fornito alla nostra conoscenza sull’Egitto tardoantico da questo patrimonio unico al mondo.

QUARTIERE AFRICANO: VENDUTO ALL’ASTA IL CINEMA APOLLO

CINEMA APOLLOEra chiuso da quasi venti anni e al suo interno tutto era rimasto immutato. Le sedie in velluto rosso, il palcoscenico, l’impianto di proiezione e i camerini per gli attori – lo spazio poteva essere utilizzato anche come teatro. Il 20 marzo, dopo 19 anni, l’ex cinema Apollo (che prima si chiamava Africa), in pieno quartiere Africano, è stato venduto all’asta per una cifra che si aggira attorno ai 845 mila euro, ossia poco sopra gli 843.750 euro che erano stati stabiliti come base dopo due aste andate deserte. Del nuovo proprietario, però, ancora non si sa molto e lo studio legale che si è occupato della compravendita mantiene il più stretto riserbo.