VILLA BORGHESE, GIORNATA DEL GIOCO E DELLO SPORT

L’Unione sportiva delle Acli di Roma e Provincia il 25 aprile sarà al fianco della diocesi di Roma per promuovere una giornata di sport e gioco per i più piccoli: si terrà presso il Galoppatoio di Villa Borghese, dalle ore 9 fino alle 13.30, la prima Giornata diocesana del gioco e dello sport promossa dall’Ufficio per la pastorale del tempo libero, del turismo e dello sport della diocesi di Roma. L’Unione sportiva delle Acli di Roma e Provincia sarà presente con una serie di iniziative dedicate ai più piccoli. L’accesso sarà gratuito, e locandinal’evento aprirà con la marcia d’apertura della terza edizione del Villaggio per la Terra, cornice dell’evento. Dopo i giochi del mattino, alle 12.30, mons. Giancarlo Ruzza, segretario generale del Vicariato di Roma, celebrerà la messa. Per l’occasione Us Acli Roma ha deciso di coinvolgere il maggior numero possibile di bambini in giochi che accendano la passione per lo sport. Per il calcio si prevedono due giochi: “Re del Tiro”, per il quale i bambini dovranno fare goal in una piccola porta a partire da due distanze; e “Ronaldo vs Buffon”, che prevederà un percorso motorio con la palla, in cui i bambini dovranno eseguire uno slalom su tre birilli, tirare in porta e assumere il ruolo del portiere, per parare il tiro del bambino che segue. L’altro gioco sarà invece di palla a mano, o “Dodgeball”: il bambino, palla in mano, dovrà eseguire uno slalom palleggiando e lanciare il pallone per colpire i birilli; ciascun piccolo partecipante avrà a disposizione due tiri per colpire due diverse stazioni.

ECCO LE LOCATION DI ALCUNI FILM DI PAOLO VILLAGGIO NEL MUNICIPIO

IL SECONDO TRAGICO FANTOZZIdi Francesco Casale

Vi proponiamo una breve carrellata di luoghi del Municipio dove Paolo Villaggio ha girato alcuni dei suoi tanti film. Eccola. Nella pellicola del 1976, “Il secondo tragico Fantozzi”, c’è la mitica scena, girata appunto sulla scalinata, dove il professor stadio flaminioGuidobaldo Maria Riccardelli impone a Fantozzi-Villaggio e  agli altri impiegati il rifacimento de “La corazzata Kotiomkin”, parodia irresistibile de “La corazzata Potëmkin” di Sergej M. Ejzenštejn. Questa scena è girata sulla scalinata che sta di fronte alla Gnam. In “Superfantozzi”, memorabile è la sequenza in cui nel 1870. Fantozzi si trasferisce a Roma con la famiglia ma proprio mentre sta festeggiando "Fantozzi contro tutti"l’avvenimento, la sua cucina viene distrutta da un bombardamento dei Bersaglieri durante la Breccia di Porta Pia. Ancora in “Superfantozzi”, siamo a Roma nel 1986. I ragionieri Fantozzi e Filini vanno a vedere la partita di calcio Italia-Scozia. Dopo aver ingaggiato una sanguinosa lotta con i tifosi scozzesi, restano "Fantozzi contro tutti" 2intrappolati allo stadio Flaminio tra le “trincee” nemiche, finendo per essere picchiati dagli avversari. Nel “Secondo tragico Fantozzi” la sequenza dell’arrivo alla stazione di Ortisei è stata realizzata presso la piccola stazione ferroviaria dell’Acqua Acetosa situata proprio in piazzale della Stazione dell’Acqua Acetosa dove, ancor oggi, vi sono alcune carrozze del vecchio trenino visibile nella sequenza del film. In “Fantozzi contro tutti”, la mitica gara in bici della “Coppa Cobram” è stata interamente realizzata sul Monte Antenne di Roma. Continue reading

ZIGGY ALBERTS ALL’AUDITORIUM

ZIGGY ALBERTS ALL'AUDITORIUMCantautore australiano, abile surfista e amante della natura, Ziggy Alberts arriva in Italia con il suo Laps Around The Sun World Tour. Alberts è un cantautore della East Coast australiana. A soli 24 anni ha pubblicato tre album, due ep e totalizzato oltre 95 milioni di stream della sua musica sui portali digitali. Da quando ha preso in mano la chitarra, nel 2011, Ziggy Alberts sposta sempre più lontano i suoi limiti e alza le aspettative del pubblico senza mai deluderlo, continuando a realizzare musica indipendente, cantando storie sincere tratte dalle sue esperienze e avventure, della sua adolescenza vissuta sulle coste dell’oceano, dei problemi causati dall’inquinamento e della vita on the road. L’artista ha pubblicato il suo ultimo album Laps Around The Sun lo scorso 9 novembre. Oggi, alle 21, al Teatro Studio Borgna dell’Auditorium.

SAN LORENZO: QUELL’EPISODIO DI CRONACA NERA DI 42 ANNI FA

AGENTE FERITO   Cronaca di 42 anni fa. Ci troviamo a San Lorenzo. La polizia ha presidiato la Sapienza per tutta la giornata del 20 aprile, fino a notte inoltrata, in occasione di un’assemblea con i liceali contro la riforma Malfatti. Il vero obiettivo, però, è l’occupazione, che avviene la mattina del 21 in ben quattro facoltà della Sapienza. Nel primo pomeriggio il Rettore Ruberti chiede l’intervento della polizia, che esegue lo sgombero senza reazioni da parte degli occupanti. Ma la forza di volontà degli studenti è quella di proseguire con la mobilitazione, e ben presto si creano cortei spontanei in tutta la zona adiacente l’Università e in particolare nel quartiere di San Lorenzo, dove i manifestanti decidono di rispondere alle cariche della Celere. Esplode la guerriglia urbana, le barricate bloccano ogni strada e per ogni lacrimogeno sparato c’è una bottiglia molotov pronta a rispondere. Ne nasce un violento scontro a fuoco tra polizia e studenti, l’agente Settimio Passamonti viene mortalmente colpito alla testa in via dei Vestini da due proiettili e altri sei agenti rimangono feriti, di cui uno gravemente, mentre la giornalista americana Patrizia Bermier è colpita alle gambe. Continue reading

APPUNTAMENTI INTERESSANTI AL GALOPPATOIO E VILLA LEOPARDI

GALOPPATOIOCENTRO ANZIANI VILLA LEOPARDILa ricerca spaziale e scientifica sarà al centro di Spazio alla Scienza (27 – 29 aprile), a cura di Jera srl: un ciclo di incontri al Galoppatoio di Villa Borghese, rivolto a bambini e ragazzi, dai 6 ai 18 anni, che puntano a comunicare le ricadute pratiche che la ricerca ha nella nostra vita quotidiana. E la sostenibilità è al centro anche di LiberAria (29 aprile – 29 maggio), la manifestazione proposta da Kyoto Club, nella Biblioteca Villa Leopardi di via Makallè.

ECCO I LUOGHI FREQUENTATI DA LUIGI PIRANDELLO NEL MUNICIPIO

luigi-pirandello 1936 villa Borghesedi Francesco Casale

Quanti sono i luoghi del nostro municipio frequentati da Luigi Pirandello? Roma, per lui, è senza dubbio la “città di elezione”: la sceglie come sede universitaria, e poi come luogo definitivo della sua vita. Arriva a Roma nel novembre 1887 e si iscrive alla Sapienza, alla facoltà di Lettere. Negli anni successivi lo vediamo nella zona Porta Pia-Nomentana, a via Alessandria 129; poi in via Mario Pagano 4, poi ancora in via Torlonia 10 (al Villino “Chiarini”). Nel 1920 via Torlonia viene rinominata via Bosio. Lo studio di Pirandello è all’ultimo piano ed è rimasto come allora. Non manca l’indirizzo di via Panvinio (una casa dove lo scrittore sta pochissimo, sempre in giro per il mondo), piccola traversa di via Nomentana. A via Bosio, infine, muore il 10 dicembre 1936, nella casa dove aveva ricevuto il Premio Nobel nel 1934. Alla morte dello scrittore, gli eredi donarono allo Stato tutti i beni conservati nello studio. Nel 1962, su iniziativa di Umberto Bosco, fu creato l’Istituto di studi pirandelliani e sul Teatro contemporaneo, che è sovvenzionato dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali, dalla Regione Lazio e dal Comune di Roma. Il museo è visitabile tutti i giorni: lunedì e martedì dalle ore 9.00 alle ore 14.00; dal mercoledì al venerdì dalle ore 9.00 alle ore 18.00. La sede dell’Istituto di Studi Pirandelliani – Studio di Luigi Pirandello, oltre alla Biblioteca e Archivio “Luigi Pirandello”, all’Archivio “Ugo Betti” è dotata anche di una biblioteca specializzata, ad ingresso libero.