VIA ALDROVANDI: “MEMORIE DI SCIENZIATI”, CON PAOLA MINACCIONI

ASTRI NARRANTI2Mercoledì 17 aprile alle 21, si svolgerà nella Sala Conferenze Biblioteche di Roma (ingresso dal Museo Civico di Zoologia) “Memorie di scienziati”, tre monologhi sulla vita di ricercatori dal 1600 al Ventesimo secolo. Dalla storica costruttrice romana di telescopi Maria Vittoria Campani agli astronomi risorgimentali che fondarono la MINACCIONImoderna astrofisica al grande funambolo della fisica Richard Feynman: gli scienziati parlano con la loro voce di gioie, competizioni, dolori, contraddizioni e meraviglie della ricerca scientifica. L’evento vede la partecipazione speciale di Paola Minaccioni con gli attori Filippo Tognazzo e Cristian Giammarini. Ingresso libero fino ad esaurimento posti.

A CORSO TRIESTE DEGUSTAZIONE PARTICOLARE DI CIOCCOLATO

CIOCOLATAA corso Trieste 86, nella erboristeria La calendula, degustazione di cioccolato per le nuove esigenze alimentari: biologico, vegano, crudista e dinamizzato; senza glutine, soia, lattosio; con ingredienti adattogeni e funzionali (ashwaganda, chaga, cordiceps, reishi ganoderma e mucuna prunies), con basso indice glicemico, dolcificato con lucuma, nettare di fiori di cocco e inulina. Quando? Il 15 aprile, dalle 15: 30 alle 19:30.

BIOPARCO: CRESCONO BENE I TRE ORSI SALVATI L’ANNO SCORSO

BIOPARCOCoccole, corse e giochi in acqua. Sono cresciuti un bel po’, ma sembrano ancora dei cuccioli i tre orsi salvati un anno fa in Albania, grazie a un lavoro effettuato dalle tre associazioni Salviamo gli Orsi della Luna, Four Paws e Salviamo gli Orsi Albanesi, insieme alla Fondazione Bioparco di Roma ed in collaborazione con i Ministeri del Turismo e dell’Ambiente albanesi. Sam, Gianni e Mary, questi i nomi dei tre bellissimi esemplari, due maschi e una femmina, sottratti a una vita di sofferenza: in Albania, infatti, i cuccioli di questi animali vengono spesso sfruttati come attrazioni turistiche. Un destino che i tre orsetti, fortunatamente, si sono lasciati alle spalle. E, dato l’aumento di dimensioni, sono stati trasferiti in un’area più grande sempre all’interno del Bioparco, dove possono giocare e divertirsi senza problemi di spazio. E i tre “cuccioloni” sembrano apprezzare. Fonte: la Repubblica

LA SAPIENZA: IL QUARTETTO PROMETEO IN MUSICHE DI SCHUBERT

quartetto prometeo 6Martedì 16 aprile alle 20.30 nell’Aula Magna dell’Università “Sapienza” (ingresso da piazzale Aldo Moro 5) la Iuc-Istituzione Universitaria dei Concerti presenta il Quartetto Prometeo, uno dei migliori gruppi di questo tipo a livello italiano e internazionale, premiato con il Leone d’argento dalla Biennale Musica di Venezia nel 2012. Il concerto si apre con il Quartetto op. 3 di Alban Berg, del 1911. Facendo un salto di più di oltre cent’anni in avanti arriviamo ai nostri giorni con la prima esecuzione assoluta di Scènes d’Hérodiade di Matteo D’Amico, uno degli autori più autorevoli, raffinati e sensibili dell’attuale panorama musicale. Tutta la seconda parte del concerto è dedicata al Quartetto n. 15 in sol maggiore op. 161 D 887, l’ultimo composto da Franz Schubert, a trent’anni d’età, nel 1826, quando gli restava solo un anno da vivere. È dunque un capolavoro giovanile e allo stesso tempo una delle sue opere estreme, che unisce uno slancio febbrile e drammatico alla complessa elaborazione e all’ampia architettura: indubbiamente uno dei capolavori assoluti del romanticismo in musica.

MAXXI, ULTIMO APPUNTAMENTO CON IL RAP DI “STREET MUSIC”

MAXXI_ Militant A 2 bGiovedì 18 aprile alle ore 18 al Maxxi il rapper Militant A (Assalti Frontali) sarà il protagonista dell’ultimo appuntamento, dedicato al Rap, di Street Music, un ciclo di tre incontri al Maxxi a cura dei giornalisti e critici musicali Ernesto Assante e Gino Castaldo per raccontare il rapporto tra la strada e la musica in occasione della mostra La Strada. Dove si crea il mondo (in corso fino al 28 aprile 2019). Durante la serata il rapper degli Assalti Frontali presenterà in anteprima il video dell’ultimo singolo  “Simonetta”, uno struggente storytelling rap dedicato a Simonetta Salacone, la dirigente della scuola elementare “Iqbal Masih” della periferia di Roma (Casilino), scomparsa due anni fa, che ha fatto la storia della scuola pubblica a Roma.

MORTO NELLA CLINICA QUISISANA GIUSEPPE CIARRAPICO

ciarrapicoÈ morto nella clinica Quisisana di cui era anche proprietario, Giuseppe Ciarrapico: era gravemente malato da tempo. Classe 1934, dal 2008 al 2013 senatore per il Popolo della Libertà, Ciarrapico è stato imprenditore – nella sanità, nell’editoria, tra gli altri campi – e presidente della As Roma tra il 1991 e il 1993. Dichiaratamente simpatizzante del fascismo – nel 2001 partecipò ai funerali del fondatore di Massimo Morsello, tra i fondatori di Forza Nuova – fu vicino a Giulio Andreotti e la sua mediazione, sollecitata da Carlo Caracciolo, tra Silvio Berlusconi e Carlo De Benedetti fu determinante per il lodo Mondadori. Proprietario delle terme di Fiuggi, era detto il Re delle acque minerali: nella cittadina laziale inventò anche un premio internazionale dove riuscì a portare persino Michail Gorbaciov, come ha ricordato all’AdnKronos Stefano Andreotti, figlio del sette volte presidente del Consiglio democristiano. E se più recentemente ha controllato numerosi quotidiani locali, tra i quali Ciociaria Oggi, Latina Oggi e Nuovo Oggi Molise, che fanno capo a due società editoriali: Nuovo Oggi srl, ed Editoriale Oggi srl, a Roma è stato tra l’altro proprietario della clinica Villa Stuart, del Policlinico Casilino, della Casina Valadier (avventura finita male, con un crac da 70 miliardi di lire e una condanna a tre anni per ricettazione fallimentare), del bar Rosati in piazza del Popolo. Diverse le disavventure giudiziarie, il suo vitalizio da parlamentare era stato anche sospeso dal Senato nel 2015 per le condanne penali. Fonte: la Repubblica