VIA TEVERE: IL SOLITO CAMIONCINO SULLE STRISCE, ANCHE SE PIOVE

VIA TEVEREPuntuale come le tasse, il camioncino di piante varie staziona anche oggi che piove all’incrocio tra via Tevere e via Isonzo sulle strisce pedonali. E per non far mancare niente ai poveri pedoni, anche sul lato opposto, sempre sulle strisce, c’è un’altra macchina ad ostruire il passaggio. Di vigili urbani neanche l’ombra: del resto, con questa pioggia, meglio starsene tranquilli al riparo.

CORSO D’ITALIA: PORCHETTA LA MISERIA!

CORSO ITALIACORSO-ITALIA[1]Ci troviamo nel bel mezzo di corso d’Italia. Il negozietto che vende panini con la porchetta e quant’altro si è letteralmente impadronito del marciapiede, collocando tavolini, panchine e sedili vari per gli avventori: tutto naturalmente in tranquilla occupazione di suolo pubblico. Questo avviene a ora di pranzo, poi tutto scompare, così come era apparso. Porchetta la miseria, diciamo noi!

p. s.

tra un panino e l’altro, non sarebbe il caso che passassero i vigili?

LA SAPIENZA: SISSY, UNA STORIA A LIETO FINE

SISSYL’hanno raccolta, 8 anni fa, davanti alla clinica di Urologia. L’avevano abbandonata lì, tutta malconcia e con un occhio malato. Ma Sissy aveva trovato, per fortuna, il suo angelo custode, che si sarebbe preso cura di lei, portandola, in braccio, nel suo alloggio di servizio, dentro l’università la Sapienza. Con lui inizia la sua nuova vita, quella della “principessa”, regina incontrastata del primo ateneo della capitale. «Le ho insegnato a riconoscere il fischio che si fa ai cani – racconta il “papà” adottivo – e mi ha sempre seguito per tutta l’università». La sua casa è presso il Centro teatro ateneo, dove il suo salvatore lavorava come custode. E qui ha assistito, curiosa e discreta, ai montaggi e agli smontaggi delle grande compagnie, lasciandosi ammirare da tutto il gotha del teatro italiano e internazionale. Ogni giorno viene coccolata dagli studenti e dal personale ed è addirittura protagonista di una pagina Facebook dedicata. E, ovviamente, ha un tesserino di riconoscimento (finto, si intende), che le è stato consegnato “ad honorem”. E quando, prima di essere sterilizzata, ha dato alla luce 5 piccoli, questi sono stati tutti adottati da colleghi e giovanissimi. Lei sa di essere amata e non lascerebbe per nessun motivo al mondo quello che è diventato il “suo” regno. Fonte: il Messaggero

DONNA INVESTITA IN PIAZZA ADDIS ABEBA DA UNA MACCHINA

PIAZZA ADDIS ABEBAIeri mattina un’anziana signora è stata investita in piazza Addis Abeba, al quartiere Africano. La vittima è stata centrata da una macchina. L’automobilista si fermato e ha chiamato subito i soccorsi. La donna è stata  quindi trasferita in codice giallo al policlinico Umberto I. La Polizia Locale è giunta sul posto con il gruppo Parioli per determinare le esatte cause del sinistro.

A GIUGNO LA FESTA DELLA MUSICA: COME PARTECIPARE

 Il 21 giugno torna La Festa della Musica di Roma. Dalle 16 alle 24, la musica invade le strade della Capitale, dal centro alle periferie, per salutare il solstizio d’estate con artisti, studenti, gruppi musicali, cori e solisti. Professionisti e, soprattutto, amatori potranno festeggiare insieme suonando e cantando in tutta la città. Se sogni di mostrare il tuo talento, facci sentire chi sei! C’è tempo fino alle 23.59 del 19 giugno per entrare nel programma ufficiale de La Festa della Musica 2019 iscrivendosi gratuitamente online sul sito www.festadellamusicaroma.it. Scegli il posto e il luogo in cui suonare, compila il modulo di adesione, scarica i materiali digitali e condividili sui tuoi canali social, utilizzando l’hashtag #FdmRoma. Possono partecipare davvero tutti con esibizioni musicali di ogni tipo: dai concerti unplugged nelle piazze più nascoste della città alle sfide a colpi di rap tra un balcone e l’altro; dai violini in lavanderie aperte 24 ore su 24 ai cori sulle scale delle chiese; dai piccoli concerti organizzati in casa alle bande nelle piazze; dai saggi di scuole musicali nei campi sportivi ai flauti traversi lungo il marciapiede. Tutto nel massimo rispetto, naturalmente, del diritto al riposo altrui e salvaguardando i rapporti di buon vicinato.

PIAZZA ALESSANDRIA: I VIGILI SONO URBANI MA PURE LATITANTI

PIAZZA ALESSANDRIAScrive (e denuncia) Alessandro Ricci: “Quotidianamente in via Ancona, angolo piazza Alessandria, qualche incivile parcheggia sulle strisce aggravando la già critica situazione causata dal ben noto mercatino di bancarelle, come avviene in tante altre parti della città. A Roma si dice che uno è ‘de coccio’ e come tale chiamo tutti i giorni i vigili del secondo gruppo Parioli per segnalare l’inverecondo scandalo. I vigili si sono fatti furbi e rispondono con sollecitudine e apparente interesse chiedendo particolari a iosa compresa l’identità e il recapito del sottoscritto assicurando che la segnalazione è stata presa in debita considerazione. Ovviamente non vengono mai. Ora siccome all’angolo c’è un tabaccaio ho preso l’abitudine di giocarmi qualche numero al lotto ispirandomi alla targa dell’auto del reprobo o altri riferimenti ispirati dalla cabala o dalla superstizione popolare. Ebbene, credo che sia molto più probabile che io vinca qualcosa piuttosto che vedere apparire i vigili. Tutto sommato le dirò che non mi dispiace molto. Se ha qualche numero da suggerire ce lo giochiamo insieme. Banale chiosa vuole che dedicheremmo la vincita alla copertura di qualche buca”.

LA GALLERIA BORGHESE SI RIFÀ IL LOOK

galleria borgheseLe impalcature già occupano una delle due scalinate monumentali all’ingresso di Galleria Borghese. Ma è solo l’inizio di altrettanto monumentali lavori di ristrutturazione, che stravolgeranno per tutto l’anno il museo. “Stiamo aspettando l’ultimo timbro e daremo il via ai lavori – assicura la direttrice di Galleria Borghese, Anna Coliva – ci aspettiamo una durata dei cantieri di 9, 10 mesi, e temporaneamente sposteremo bar, biglietteria e bagni all’esterno”. Prime impalcature sul piazzale. Uno stanziamento di 3 milioni di euro servirà a rinnovare il sistema di accesso, servizi e impianto di climatizzazione e ci sarà pure il metal detector. La direttrice Coliva: “Urge rinnovare, anche per l’aumento dei flussi di visitatori”.