ECCO LE LOCATION DI ALCUNI FILM DI PAOLO VILLAGGIO NEL MUNICIPIO

IL SECONDO TRAGICO FANTOZZIdi Francesco Casale

Vi proponiamo una breve carrellata di luoghi del Municipio dove Paolo Villaggio ha girato alcuni dei suoi tanti film. Eccola. Nella pellicola del 1976, “Il secondo tragico Fantozzi”, c’è la mitica scena, girata appunto sulla scalinata, dove il professor stadio flaminioGuidobaldo Maria Riccardelli impone a Fantozzi-Villaggio e  agli altri impiegati il rifacimento de “La corazzata Kotiomkin”, parodia irresistibile de “La corazzata Potëmkin” di Sergej M. Ejzenštejn. Questa scena è girata sulla scalinata che sta di fronte alla Gnam. In “Superfantozzi”, memorabile è la sequenza in cui nel 1870. Fantozzi si trasferisce a Roma con la famiglia ma proprio mentre sta festeggiando "Fantozzi contro tutti"l’avvenimento, la sua cucina viene distrutta da un bombardamento dei Bersaglieri durante la Breccia di Porta Pia. Ancora in “Superfantozzi”, siamo a Roma nel 1986. I ragionieri Fantozzi e Filini vanno a vedere la partita di calcio Italia-Scozia. Dopo aver ingaggiato una sanguinosa lotta con i tifosi scozzesi, restano "Fantozzi contro tutti" 2intrappolati allo stadio Flaminio tra le “trincee” nemiche, finendo per essere picchiati dagli avversari. Nel “Secondo tragico Fantozzi” la sequenza dell’arrivo alla stazione di Ortisei è stata realizzata presso la piccola stazione ferroviaria dell’Acqua Acetosa situata proprio in piazzale della Stazione dell’Acqua Acetosa dove, ancor oggi, vi sono alcune carrozze del vecchio trenino visibile nella sequenza del film. In “Fantozzi contro tutti”, la mitica gara in bici della “Coppa Cobram” è stata interamente realizzata sul Monte Antenne di Roma. Continue reading

ZIGGY ALBERTS ALL’AUDITORIUM

ZIGGY ALBERTS ALL'AUDITORIUMCantautore australiano, abile surfista e amante della natura, Ziggy Alberts arriva in Italia con il suo Laps Around The Sun World Tour. Alberts è un cantautore della East Coast australiana. A soli 24 anni ha pubblicato tre album, due ep e totalizzato oltre 95 milioni di stream della sua musica sui portali digitali. Da quando ha preso in mano la chitarra, nel 2011, Ziggy Alberts sposta sempre più lontano i suoi limiti e alza le aspettative del pubblico senza mai deluderlo, continuando a realizzare musica indipendente, cantando storie sincere tratte dalle sue esperienze e avventure, della sua adolescenza vissuta sulle coste dell’oceano, dei problemi causati dall’inquinamento e della vita on the road. L’artista ha pubblicato il suo ultimo album Laps Around The Sun lo scorso 9 novembre. Oggi, alle 21, al Teatro Studio Borgna dell’Auditorium.

SAN LORENZO: QUELL’EPISODIO DI CRONACA NERA DI 42 ANNI FA

AGENTE FERITO   Cronaca di 42 anni fa. Ci troviamo a San Lorenzo. La polizia ha presidiato la Sapienza per tutta la giornata del 20 aprile, fino a notte inoltrata, in occasione di un’assemblea con i liceali contro la riforma Malfatti. Il vero obiettivo, però, è l’occupazione, che avviene la mattina del 21 in ben quattro facoltà della Sapienza. Nel primo pomeriggio il Rettore Ruberti chiede l’intervento della polizia, che esegue lo sgombero senza reazioni da parte degli occupanti. Ma la forza di volontà degli studenti è quella di proseguire con la mobilitazione, e ben presto si creano cortei spontanei in tutta la zona adiacente l’Università e in particolare nel quartiere di San Lorenzo, dove i manifestanti decidono di rispondere alle cariche della Celere. Esplode la guerriglia urbana, le barricate bloccano ogni strada e per ogni lacrimogeno sparato c’è una bottiglia molotov pronta a rispondere. Ne nasce un violento scontro a fuoco tra polizia e studenti, l’agente Settimio Passamonti viene mortalmente colpito alla testa in via dei Vestini da due proiettili e altri sei agenti rimangono feriti, di cui uno gravemente, mentre la giornalista americana Patrizia Bermier è colpita alle gambe. Continue reading

APPUNTAMENTI INTERESSANTI AL GALOPPATOIO E VILLA LEOPARDI

GALOPPATOIOCENTRO ANZIANI VILLA LEOPARDILa ricerca spaziale e scientifica sarà al centro di Spazio alla Scienza (27 – 29 aprile), a cura di Jera srl: un ciclo di incontri al Galoppatoio di Villa Borghese, rivolto a bambini e ragazzi, dai 6 ai 18 anni, che puntano a comunicare le ricadute pratiche che la ricerca ha nella nostra vita quotidiana. E la sostenibilità è al centro anche di LiberAria (29 aprile – 29 maggio), la manifestazione proposta da Kyoto Club, nella Biblioteca Villa Leopardi di via Makallè.

TEATRO DELLE MUSE: EDOARDO GUARNERA IN “LA VEDOVA ALLEGRA”

LA VEDOVA ALLEGRAAl Teatro delle Muse di via Forlì, dal 24 aprile al 5 maggio, Edoardo Guarnera in “La Vedova Allegra” di Franz Lehar. Le vicende dell’ambasciata del Pontevedro dove intrecci amorosi  vivono in modo romantico ma  esilarante  dal punto di vista della comicità… il tutto condito dalle avvenenti grisette dello Chez Maxim. Questa versione sarà un omaggio a Sandro Massimini.

ECCO I LUOGHI FREQUENTATI DA LUIGI PIRANDELLO NEL MUNICIPIO

luigi-pirandello 1936 villa Borghesedi Francesco Casale

Quanti sono i luoghi del nostro municipio frequentati da Luigi Pirandello? Roma, per lui, è senza dubbio la “città di elezione”: la sceglie come sede universitaria, e poi come luogo definitivo della sua vita. Arriva a Roma nel novembre 1887 e si iscrive alla Sapienza, alla facoltà di Lettere. Negli anni successivi lo vediamo nella zona Porta Pia-Nomentana, a via Alessandria 129; poi in via Mario Pagano 4, poi ancora in via Torlonia 10 (al Villino “Chiarini”). Nel 1920 via Torlonia viene rinominata via Bosio. Lo studio di Pirandello è all’ultimo piano ed è rimasto come allora. Non manca l’indirizzo di via Panvinio (una casa dove lo scrittore sta pochissimo, sempre in giro per il mondo), piccola traversa di via Nomentana. A via Bosio, infine, muore il 10 dicembre 1936, nella casa dove aveva ricevuto il Premio Nobel nel 1934. Alla morte dello scrittore, gli eredi donarono allo Stato tutti i beni conservati nello studio. Nel 1962, su iniziativa di Umberto Bosco, fu creato l’Istituto di studi pirandelliani e sul Teatro contemporaneo, che è sovvenzionato dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali, dalla Regione Lazio e dal Comune di Roma. Il museo è visitabile tutti i giorni: lunedì e martedì dalle ore 9.00 alle ore 14.00; dal mercoledì al venerdì dalle ore 9.00 alle ore 18.00. La sede dell’Istituto di Studi Pirandelliani – Studio di Luigi Pirandello, oltre alla Biblioteca e Archivio “Luigi Pirandello”, all’Archivio “Ugo Betti” è dotata anche di una biblioteca specializzata, ad ingresso libero.

CARMEN CONSOLI & CO: CONCERTO PER LA TERRA AL PINCIO

Earth-DayTorna anche quest’anno lo storico Concerto per la Terra di Earth Day Italia, evento completamente gratuito che vede esibirsi sulla Terrazza del Pincio artisti e cantautori che, con la loro musica, trasmettono un messaggio sociale in nome dell’ambiente. Non a caso il Concerto si terrà proprio il 22 Aprile, Giornata Internazionale della Terra, a partire dalle 19: da questo orario si susseguiranno sul palco nomi del calibro di Carmen Consoli, Marina Rei, Paolo Benvegnù, Mirkoeilcane ed Eva Pevarello. Continue reading

PATRIMONIO TORLONIA, REVOCATO IL SEQUESTRO DEI BENI

villa-torlonia-e-casina-delle-civette[1]Revocato il sequestro giudiziario di tutti i beni della famiglia Torlonia, giudicato dall’ottava sezione del Tribunale civile di Roma «inammissibile» il reclamo presentato da Carlo Torlonia contro i fratelli minori, Paola, Francesca e Giulia, nonché il nipote Alessandro Poma Murialdo. Si chiude così la dolorosa controversia interna allo storico casato romano sulla maxi-eredità lasciata dal principe Alessandro alla sua morte, avvenuta a 92 anni, nel dicembre del 2017. Nel mirino un patrimonio tra palazzi, dimore storiche, opere d’arte, quote societarie e conti correnti, stimato in almeno due miliardi di  euro. Il cui pezzo forte è costituito soprattutto dalla famosa Collezione di marmi originali del mondo romano e greco valutata dalla Sovrintendenza in circa 600 milioni di euro. Carlo Torlonia, primogenito di Don Alessandro, aveva impugnato il testamento convinto che quella sterminata eredità non fosse stata ripartita a dovere, chiedendo «l’accertamento della lesione della propria quota legittima». Per questo tra il novembre e il dicembre del 2018 era stato emesso un provvedimento di sequestro giudiziario e conservativo che, però, adesso il Tribunale ha revocato. Continue reading

QUEL QUADRO DI CAMMARANO SULLA BRECCIA DI PORTA PIA

BERSAGLIERI PORTA PIA QUADROIl quadro che ritrae il momento dell’ingresso dei bersaglieri a Roma, intitolato La carica dei bersaglieri alle mura di Roma, è di Michele Cammarano, pittore vissuto dal 1835 al 1920. Figlio di Salvatore, drammaturgo e librettista, e nipote di Giuseppe, scenografo, mosse i primi passi all’Accademia delle Belle Arti di Napoli, per poi studiare sotto Gabriele Smargiassi, Filippo e Giuseppe Palizzi alla scuola naturalistica di Posillipo. Nel 1860, affascinato dalla figura di Giuseppe Garibaldi, si arruolò nella Guardia Nazionale Italiana per combattere il brigantaggio. Questa esperienza fu molto importante per la sua carriera artistica: tratti e soggetti militari divennero oggetto fondamentale e distintivo di molte sue opere.

VIA DEGLI ETRUSCHI: LIBRERIA TOMO, DIBATTITO SUL GIORNALISMO

TOMOCOPERTINA TOMOMartedì 23 aprile, alle 19, presso Tomo Libreria Caffè di via degli Etruschi, a San Lorenzo, presentazione di #SlowJournalism di Daniele Nalbone e Alberto Puliafito. Sarà un’occasione per fare il punto sullo stato attuale del giornalismo in Italia e ci sarà modo di confrontarsi con tanti addetti ai lavori: Tiziana Barillà de il Salto, Marco Esposito di Leggo, Luca Mattiucci de Il Paese Sera, Giansandro Merli di Dinamopress, Giuliano Santoro di Jacobin Italia, Ylenia Sina di RomaToday, Boris Sollazzo di Radio Rock e Andrea Spinelli Barrile di Slow News.

VILLA BORGHESE IN UNA CARRELLATA DI QUADRI FAMOSI

belvedere villa borghese Jean-Auguste-Dominique Ingreslaghetto villa borghese giovan battista bassiAbbiamo scovato su Google alcuni tra i più famosi dipinti che riguardano Villa Borghese e ve li proponiamo in questa breve carrellata. Jean-Auguste-Dominique Ingres è un pittore francese (1780 Montauban – Parigi 1867). Dal 1835 al 1840 Jean Ingres è a Roma con l’incarico di direttore dell’Accademia di Francia. Qui dipinge il Belvedere di Villa Vue-du-Temple-dEsculape-et-du-Lac-de-la-Villa-Borghese-a-Rome-1801-gallica.bnf_.fr_.png-1024x774Borghese. A sua volta Giovan Battista Bassi, emiliano d’origine, fu attivo a Roma nella prima metà dell’Ottocento. Il paesaggio arioso e definito nei dipinti del laghetto della villa è protagonista: veduta, luminosa e chiara, resa nei particolari delle piante, nel profilo del tempietto  sullo sfondo, nei riflessi immobili sull’acqua del laghetto. La Loggia dei vini a Loggia-dei-vini-di-di-Ignaz-Unterper.-1772Villa Borghese accanto a via Pinciana in un banchetto in onore dell’elettrice di Sassonia, è documentato nel 1772 in Giacomo Balla parco dei daini 1910vicolo-verso-villa-strohl-fern-di-omiccioli-802x1024francesco-trombadori-il-viale-di-villa-strohl-fern-1919ca-roma-villa-strohl-fern-studio-trombadori11-247x300un dipinto di Ignaz Unterper. Un Giacomo Balla prefuturista dipinge il polittico Parco dei Daini di Villa Borghese nel 1910. C’è poi un dipinto dal titolo Vicolo verso Villa Strohl Fern di Giovanni Omiccioli, datato intorno al 1948. Infine, un’immagine di Villa Strohl Fern in un dipinto di Francesco Trombadori che morì nel proprio studio situato nella villa, nel 1961, a pochi mesi dalla sua ultima mostra personale.

OGGI È IL NATALE DI ROMA E DOMANI…

lupaLunedì 22 aprile, dalle 10,30 alle 13,30, tra il Circo Massimo, piazza Venezia e via di San Gregorio sfilerà un corteo storico, iniziativa che intende celebrare l’anno 2772 del Natale di Roma che cade per tradizione il 21 aprile.  Nelle ore della manifestazione saranno deviate le linee C3, 44, 51, 75, 81, 83, 85, 87, 118, 130F, 160, 170, 628, 715, 716, 781. In particolare, la linea C3 cambierà percorso già da inizio giornata, mentre le linee 85, 87, 628 saranno deviate dalle 7. Sempre dalle 7 e almeno sino alle 18 – rende noto il portale Muoversi a Roma – via dei Cerchi sarà chiusa al traffico sia per il passaggio della parata sia per l’allestimento e il successivo smontaggio delle strutture utilizzate nel corso della manifestazione. Tra le 10 e le 13 sarà attuata la chiusura delle strade dove sfilerà il corteo: via dei Cerchi, via Petroselli, via del Teatro Marcello, piazza Venezia, via dei Fori Imperiali, piazza del Colosseo, via Celio Vibenna, via di San Gregorio e di nuovo via dei Cerchi sino al Circo Massimo. Fonte: il Messaggero

AMBIENTE, ANCHE LA SAPIENZA METTE AL BANDO LA PLASTICA

la sapienzaBorracce in metallo, messa al bando di bottiglie e bicchieri di plastica al tavolo dei relatori e corsi sulla sostenibilità per tutte le facoltà. Sono solo alcune delle mosse messe in campo dalla Sapienza, che punta a diventare un ateneo sempre più “green”. Il Senato accademico, infatti, il 16 aprile ha approvato un programma per la riduzione della plastica monouso e per una serie di iniziative finalizzate alla tutela dell’ambiente, in linea con le indicazioni della Conferenza dei rettori. Dopo Roma Tre, che ha distribuito gratuitamente 30mila borracce ai suoi studenti, tocca all’ateneo di piazzale Aldo Moro fare la sua mossa. Continue reading