DOMANI RACCOLTA DEI RIFIUTI INGOMBRANTI NEL MUNICIPIO II

rifiutiingombranti.thumbnail[1]Domenica 17 marzo 2019  torna la campagna Ama – Tgr Lazio “Il Tuo quartiere non è una discarica”, un occasione per i cittadini dei municipi pari (compreso il IV Tiburtino) di poter consegnare questi rifiuti nelle discariche indicate anche nella giornata festiva. A disposizione dei cittadini quindici diversi siti, dalle 8 alle 13. Anche i 9 Centri di Raccolta fissi, situati nei municipi dispari, saranno aperti con il consueto orario domenicale. In 8 postazioni (via dei Campi Sportivi, Ponte Mammolo, via Necchi, via Casal del Marmo, via di Macchia Saponara, piazza Bottero, piazza S. Giovanni di Dio, via Mattia Battistini) sarà anche possibile conferire contenitori con residui di vernici e solventi, rifiuti speciali che richiedono particolari procedure di smaltimento. I cittadini potranno poi disfarsi di vecchie biciclette, anche non funzionanti, consegnandole all’Associazione Culturale Ciclonauti, che Ama ospiterà nelle postazioni di piazza Valerio Massimo, Ponte Mammolo e piazza San Giovanni di Dio. Continue reading

CASA DEL CINEMA: PROIEZIONE DELL’UNICO FILM DI SERGIO NUTI

Sergio Nuti, Non contate su di noiMai fu occasione migliore per far riemergere dal buio un “guilty pleasure cinetecario” come l’unico film di Sergio Nuti, Non contate su di noi (1978). Stavolta però non (solo) in una sala cinematografica, ma anche e soprattutto attraverso una pubblicazione in dvd e bluray realizzata grazie al sodalizio importante tra la Cineteca Nazionale e l’etichetta home video Penny Video. Il film, in questa nuova veste, verrà presentato alla Casa del Cinema di Villa Borghese lunedì 18 marzo alle ore 16:30. Dopo la proiezione, l’evento a cura della Cineteca, proseguirà con un incontro moderato Michele De Angelis in cui interverranno Silvano Agosti, Daniela Currò, Marco Tullio Giordana, Manfredi Marzano, Bernardo e Lulù Nuti, Angelo Pasquini, Gloria Satta e Simone Starace.

MEDICO IN BICI STRONCATO DA INFARTO A PIAZZA THORVALDSEN

VALERIO NOBILIIn bicicletta, stroncato da un infarto, s’è accasciato al suolo. Se ne andato così Valerio Nobili, primario di Epatologia, Gastroenterologia e Nutrizione all’ospedale pediatrico Bambino Gesù e professore associato alla Sapienza. E’ accaduto nel pomeriggio di venerdì in piazza Thorvaldsen, tra le fermate Valle Giulia e Belle Arti del tram 19. A nulla è valso l’intervento degli agenti della polizia municipale del II gruppo Parioli, che hanno tentato di rianimarlo. Lo stesso equipaggio dell’ambulanza, subito dopo ha solo potuto constare il decesso. “Se n’è andato un grande ricercatore”, commenta Il direttore della Pediatria dell’Umberto l, Bruno Marino, “un amico fraterno, un uomo gioviale”. Continue reading

TANGENZIALE EST, NECESSARIO L’ABBATTIMENTO DELLE RAMPE?

Tangenziale-estTangenziale Est: un documento su esempi di possibili e virtuose alternative all’assurdo ed ipercostoso abbattimento delle rampe è stato presentato nell’assemblea della Consulta per la Sicurezza Stradale e la Mobilità Dolce di Roma Capitale del 14 marzo scorso. L’istanza di non abbattimento delle rampe presentata dal coordinatore del Tavolo, nonché Referente del gruppo di Lavoro Infrastrutture carrabili, Artale, e illustrata dall’ingegner De Falco con riferimento agli esempi realizzati in altre città, è stata approvata all’unanimità e risulterà da verbale dell’assemblea della Consulta stessa.

L’ORA D’ARTE ALL’AUDITORIUM

tomaso-montanariL’ora d’arte che non pochi vorrebbero cancellare dai programmi scolastici è prima di tutto un’ora di libertà, un’ora sulla libertà. L’arte, nel corso dei secoli del suo sviluppo storico, è stata anche il risultato del negoziato su quanta libertà fosse permessa dal potere (il committente) all’artista, senza questo rapporto non si capirebbe l’arte antica e quella moderna. L’arte è lo spazio della massima libertà dell’artista che nei limiti spaziali di una tela o in quelli di un blocco di pietra (nello spazio più esteso di una stanza o di un intero palazzo) rappresenta la sua libertà visiva. A Libri Come il critico militante Tomaso Montanari, sostenitore di una funzione civile ed educativa di ogni spazio museale, di ogni luogo artistico, tiene la sua lezione sul rapporto tra Arte e Libertà, partendo anche dal suo recente saggio galleria, L’ora d’arte. Oggi, alle 15, Teatro Studio Borgna dell’Auditorium.

PARCO DELLA MUSICA: LA VOCE DELLA DISSIDENZA IN RUSSIA

Ci sono paesi in cui la difesa della libertà può costare un prezzo carissimo: oltre il silenzio, oltre la censura. Uno di questi paesi è la Russia: provate a cercare in rete l’elenco dei giornalisti uccisi, dei giornali, delle tivù e dei siti d’informazione chiusi, degli attivisti incarcerati e uccisi. Eppure davanti al pugno di ferro del regime di Vladimir Putin c’è chi Zoja Svetovacontinua a fare il suo lavoro, a raccontare il difficile cammino della libertà in Russia. “Puoi urlare, protestare, scrivere denunce… non servirà a un fico secco. Da qui non esci fino a che non firmi quello che ti diciamo di firmare”. “Io tacevo”. Ecco una delle scene contenute nel libro Gli innocenti saranno colpevoli (cura e traduzione dal russo e cura dell’edizione italiana di Vittoria Massimiani). Chi invece non tace è l’autrice, Zoja Svetova, giornalista, figlia di dissidenti e prigionieri politici al tempo dell’Unione Sovietica, oggi impegnata a raccontare le carceri moscovite, il funzionamento della giustizia dalle parti del Cremlino. Venite ad ascoltarla a Libri Come, venite ad applaudire il suo coraggio. Interviene la giornalista Francesca Sforza. Oggi, alle 15, in Sala Ospiti del Parco della Musica.

AUDITORIUM, LE ESPERIENZE DEL MAESTRO LORENZONI

franco-lorenzonIQuanta libertà può (deve) esserci in una classe di bambini delle scuole elementari? Che tipo di libertà è quella che i piccoli alunni hanno rispetto al loro maestro, ai loro compagni e verso le prime cose che imparano? Come irrompe la realtà, anche quella più dolorosa, in un contesto così delicato? Se c’è un luogo laboratorio per definire cos’è la libertà quello è sicuramente la scuola primaria, lo sa bene il maestro Franco Lorenzoni che parallelamente al suo insegnamento nel comune umbro di Giove riflette da anni coi suoi libri proprio sul mondo dei bambini. Dopo I bambini pensano grande ecco un altro tassello di questa avventura pedagogica, I bambini ci guardano. Un’esperienza educativa controvento. A Libri Come Lorenzoni tiene una sua lezione, stavolta agli adulti. Oggi alle 16  a Spazio Risonanze dell’Auditorium.

AUDITORIUM: ADÉLAÏDE BON, “LA BANCHINA SULLA BANCHISA”

Adélaïde BonUn fatto traumatico e violento che incrina, quasi fino a spezzarla, una giovane vita. La violenza subita da Adélaïde Bon è quella subita da tante donne nel sud e nel nord nel mondo, nei paesi ricchi come in quelli poveri, dentro e fuori casa, e allora come ricominciare a vivere, come fare i conti con quegli attimi, con la sopraffazione della persona nel corpo e nello spirito? La letteratura può essere una via, una terapia, il racconto di quello stupro si fa ricerca, medicina, scrittura. A Libri Come Adélaïde Bon presenta La banchina sulla banchisa dialogando con la critica Tiziana De Rogatis. Oggi alle 16 in Sala Ospiti dell’Auditorium.

A COME ALBINATI, A COME AUDITORIUM

ALBINATIRoma, anni Ottanta. Una città e un momento che raccontano come eravamo, come siamo. Edoardo Albinati prosegue il suo affresco di una generazione e di una società borghese già al centro del precedente L’educazione cattolica, e lo fa mescolando storie, voci, memorie, personaggi, episodi, che si incatenano l’un l’altro in questo romanzo-indagine su una “umanità salva e corrotta” che non ha forse più molto da perdere. I Cuori fanatici sono quelli dei suoi protagonisti, ma anche i nostri, mentre la Libertà per Albinati, che da anni insegna nel carcere di Rebibbia, “è qualcosa che non ha un controvalore rimborsabile”. A dialogare con l’autore sarà lo scrittore e giornalista del Corriere della Sera, Pierluigi Battista. Oggi, alle 15, in Spazio Risonanze all’Auditorium.

VIA SALARIA, SCOOTERISTA GRAVEMENTE FERITO IN INCIDENTE

VIA SALARIADrammatico incidente venerdì mattina alle 9 in via Salaria nei pressi di Villa Ada. Un giovane in sella a uno scooter si è scontrato con un’auto che proveniva in senso opposto. L’urto è stato violento e lo scooterista è stato scaraventato contro la massicciata. Subito soccorso con un’ambulanza del 118 il giovane è stato trasportato in codice giallo al Pertini. Sul posto la polizia e i vigili urbani del gruppo Parioli, per i rilievi. Forti ripercussioni sul traffico in tutta la zona, anche sull’Olimpica in direzione centro. Proprio quel tratto di strada è stato interessato negli ultimi anni da numerosi gravi incidenti con almeno tre morti e decine di feriti quasi tutti in moto e scooter. Anni fa perse la vita di fronte a dove è avvenuto l’incidente venerdì anche un poliziotto che tornava a casa dopo aver terminato il turno di servizio. Nonostante le tragedie e la pericolosità del posto fino a oggi non è stato preso alcun provvedimento per cambiare la viabilità in prossimità della strettoia con la curva a gomito che porta a via di Ponte Salario e Forte Antenne, nè per limitare la velocità dei veicoli e separare le carreggiate, né per proteggere le uscite dai portoni dei palazzi che si affacciano sulla strada. Fonte. Corriere della Sera

DEDICATO A DON BEPPE IL MERCATINO DI VIA PANAMA

via panamaPittori molto conosciuti, come Elisa Montessori, Giosetta Fioroni, Franco De Courten e Mambor, hanno voluto donare una o più delle loro opere per un «Mercatino» di beneficenza che fino al 30 marzo si svolge in via Panama 126 (dalle 16) in favore di «Don Beppe», ovvero Giuseppe Meloni, un missionario Deodiano che a Maputo, capitale del Mozambico, organizza centri per l’accoglienza e l’assistenza di donne povere e malate di Aids. Ha già inaugurato un centro con il nome di Hakumana, ed ora intende edificare il centro Goba. Così con questo «Mercatino» l’associazione Convivenze, associazione dedicata alla solidarietà ed al dialogo fra diverse culture, ha pensato ad una raccolta di fondi in favore del nuovo centro di Don Peppe. Continue reading