PARIOLI THEATRE CLUB: IN SCENA ROBERTO CHEVALIER

roberto-chevalierRoberto Chevalier, la voce italiana di Tom Cruise, Tom Hanks e di tante altre star, l’indimenticabile interprete di “David Copperfield” e di numerosi sceneggiati tv, torna in scena con “Spectacular 1 – Ironia, Jazz & Love”. Un divertente spettacolo con musica in scena il 5 febbraio al Parioli Theatre Club. Sul palco del teatro di via Giosuè Borsi, “Serena Ottardo & the Broadway Family” accompagnerà Roberto Chevalier in un’ora e trenta di spettacolo in cui il filo conduttore saranno l’ironia, l’amore e la musica. Il testo, scritto dallo stesso interprete, andrà a graffiare i rapporti di coppia, gli uomini, le donne, incentrandosi sull’amore e sulla bellezza. Lo spettacolo, inoltre, si arricchirà di brevi brani poetici di Alda Merini, William Shaskespeare, Robert Frost, Catullo e in chiusura il Ritratto di Dorian Gray. Un’alternanza continua sul palco tra l’attore e i musicisti, tra recitazione e jazz.

BANDO DI CONCORSO PER DUE SPAZI PUBBLICI DEL MUNICIPIO

IL-LOGO-DEL-MUNICIPIO-II[1]È online il bando del “Concorso di progettazione per la pedonalizzazione e riqualificazione di due spazi pubblici nel territorio del Municipio II” (link) che pone come oggetto il piano di fattibilità tecnico-economica e i successivi livelli di progettazione. Un unico bando per due luoghi dunque, in una modalità del tutto inedita nel solco della Convenzione tra II Municipio di Roma Capitale, Ordine degli Architetti di Roma (Oar) e InArch Lazio, firmata lo scorso ottobre per avviare gli interventi di rigenerazione degli spazi pubblici del territorio (link). Continue reading

MAXXI: ZEROCALCARE E ASCANIO CELESTINI A CONFRONTO SU ROMA

Roma le periferie di Zerocalcare e Celestini“Dialoghi su Roma”. È con questo titolo che l’associazione Minimondi Eventi, in collaborazione con il museo Maxxi di Roma, ha messo a confronto il fumettista Zerocalcare, al secolo Michele Rech, e l’attore e autore Ascanio Celestini per parlare della città dove entrambi sono nati. Il primo è originario del quartiere di Rebibbia, il secondo della borgata di Morena. “Per spiegare dove si trova, come punti di riferimento, prima usavo l’aeroporto di Ciampino o l’Ikea, poi sono arrivati i Casamonica ed è diventato tutto più semplice”, scherza Celestini. “A Rebibbia non succede mai niente, ma se succede i media per raccontarlo si basano sulle veline del vicino commissariato di San Basilio – aggiunge Zerocalcare -. Il risultato è che a noi non ci si fila nessuno, mentre San Basilio, tra accoltellamenti e sparatorie, si accolla tutto il male del quadrante intorno”. Fonte: la Repubblica

PATRIZIA LAQUIDARA AL TEATRO STUDIO BORGNA DELL’AUDITORIUM

PATRIZIA LAQUIDARA AL TEATRO STUDIO BORGNA DELL'AUDITORIUMIl quarto attesissimo album di Patrizia Laquidara “C’è qui qualcosa che ti riguarda”, segna il ritorno dell’artista come cantautrice e interprete al mondo della canzone, ed è il diario di bordo di una lunga navigazione, il racconto di un marinaio tornato da un lungo viaggio.  Il materiale compositivo  infatti, raccoglie varie suggestioni ed esperienze, pur mantenendo quella forte identità e personalità che hanno sempre caratterizzato il lavoro dell’artista. Un lavoro che si muove nell’ambito di un pop cantautorale dove il nucleo fatto di strumenti acustici, chitarre, bassi, batterie, legni, corde, metalli, ottoni, archi e cori riportano alla grande storia e tradizione della canzone italiana. Stasera, alle ore 21, al Teatro Studio Borgna dell’Auditorium.

SABATO PROSSIMO VISITA GUIDATA A VILLA TORLONIA

villa-torlonia-e-casina-delle-civette[1]Sabato 9 febbraio il Dipartimento Tutela Ambientale di Roma Capitale organizza una passeggiata storico botanica a Villa Torlonia in cui ascoltare la storia della villa e conoscere il ricco patrimonio di alberi esotici che vivono nel giardino. Per saperne di più e, se vuoi, prenotare, vai alla pagina dell’evento. Villa Torlonia è una delle ultime ville nobiliari ad essere acquisita all’uso pubblico, aperta solo nel 1978 grazie a un forte impegno di cittadini e associazioni che si sono battuti per porre fine allo stato di abbandono in cui si trovava dopo i danni causati dall’invasione militare degli anni  1944/47.  La villa ha dimensioni limitate ma un altissima concentrazione di manufatti di rilevante valore e un parco di tra i più interessanti della città, in quanto esempio di quella tipologia detta all’inglese, poco diffusa in Italia e ancor meno a Roma. La passeggiata è aperta a tutti. La prenotazione è obbligatoria entro mercoledì 6 febbraio.