CLOCHARD MUORE PER IL FREDDO A PIAZZA MANCINI

PIAZZA_MANCINI_Un clochard è stato trovato morto questa mattina a piazza Mancini, nel quartiere Flaminio. Si tratta di un uomo di circa 50 anni di età, probabilmente dell’Est europeo. Sul posto la polizia di Stato del commissariato Villa Glori. A dare l’allarme un cittadino che questa mattina ha notato l’uomo immobile su una panchina sotto un chiosco. Secondo il medico legale l’uomo sarebbe morto per ipotermia. Si tratta del decimo senzatetto morto a causa del freddo in poco più di due mesi.

VIA ISONZO, UN PALO A TERRA CERTAMENTE PERICOLOSO

palo a terra via isonzoVIA ISONZO 2Da parecchio a via Isonzo, sul marciapiede, c’è un cartello stradale andato giù. Nessuno lo toglie. Il fatto è che lì passano tantissimi bambini all’uscita da scuola e il palo – come si può vedere – è sicuramente pericoloso. La competenza spetta al Comune: giriamo a chi di dovere la segnalazione.

VIA ALESSANDRIA: SE NON PASSA NEANCHE UNO SPILLO

VIA ALESSANDRIAVia Alessandria: i camion con la merce per il mercato accanto sono un’abitudine consolidata. Ma c’è, o ci dovrebbe essere, un po’ di buon senso. Il camion nella foto si è piazzato completamente sulle strisce pedonali, occupando talmente lo spazio che non passa neanche uno spillo. I vigili urbani, che comunque non si vedono da quelle parti, quando capitano chiudono sempre un occhio, anzi due.

QUEL VENDITORE ABUSIVO A VIA TEVERE: UNA TRADIZIONE

VIA TEVEREPuntuale come le tasse, ogni settimana a via Tevere, angolo via Isonzo, piazzato sulle strisce pedonali per tutta la lunghezza, tanto da impedire il passaggio di chiunque, si può trovare il solito venditore ambulante con la sua mercanzia di piante. L’abusivo si piazza con il suo furgoncino e invita i passanti (soprattutto le passanti) all’acquisto. Mai un vigile che sia uno e tutto si ripete impunemente da anni.

VERANO, LA MAPPA DELLE ARTI DECORATIVE E APPLICATE

LA MAPPA DEL VERANOll Cimitero del Verano mostra i segni tangibili dell’evoluzione delle arti decorative a Roma, in continua dialettica fra tradizione e modernità. Nella seconda metà dell’Ottocento, i raffinati eredi delle grandi scuole dell’arte italiana furono impegnati nel recupero di tecniche e stili del passato. Tra questi vi furono Luca Carimini, autore di numerose cappelle e tombe e i pittori e mosaicisti Giuseppe Bravi e Eugenio Cisterna, reinterpreti dell’arte paleocristiana e bizantina. Accademico, ma al contempo innovatore, va considerato Filippo Severati: pittore e autore di circa 250 ritratti funerari, che inventò una inedita tecnica di pittura su smalto, durevole e resistente agli agenti atmosferici. Continue reading

AUDITORIUM, UNO STRAORDINARIO DUO: PARADISI & LIGHTSEY

Marilena Paradisi Kirk LightseyPianoforte e voce, per lo straordinario duo composto dalla vocalist italiana Marilena Paradisi e dal pianista americano Kirk Lightsey. Reduci dai successi del loro progetto in duo “Some place called where”  recensito  in tutto il mondo e premiato per l’eccezionale interplay e intesa artistica tra il pianista di Detroit, figura monumentale della storia del jazz, e la cantante italiana al suo  ottavo album, premiata dalla critica internazionale per  la sua capacità nel produrre un timbro aderente all’estetica dei  brani, per la sua presa sul testo e capacità di raccontare una storia. Continue reading

VIALE REGINA MARGHERITA: QUEL CAMION DELL’AMA CHE INTRALCIA

Foto Camion AMACome se non bastassero i disservizi che tutti abbiamo sotto gli occhi, stavolta è stato fotografato un camion dell’Ama che, attorno alle 8 di ieri, era completamente in mezzo alla strada e in sosta all’incrocio tra viale Regina Margherita e via Alessandria ed impediva alle macchine di girare a destra. In più, mentre pioveva a dirotto, dicono i testimoni, complicando ancor più la situazione. Fonte: Tavolo Qualità II Municipio

DELITTO DI VIA DEI LUCANI: NUOVE ACCUSE AL BRANCO

san lorenzoNon c’è stata solo la violenza nella notte tra il 17 e il 18 ottobre, quando Desirée Mariottini, sedicenne di Cisterna di Latina, è morta dopo 24 ore di sevizie. Il senegalese Mamadou Gara, uno dei componenti del branco che, per la Procura, ha stuprato e ucciso la ragazzina, avrebbe avuto rapporti con la minorenne anche nei giorni precedenti e in cambio le avrebbe ceduto droghe e psicofarmaci. Per questo motivo, oltre alla violenza sessuale di gruppo e all’omicidio, gli inquirenti gli contestano pure la prostituzione minorile. Si appesantisce anche la posizione degli altri indagati. A Yusif Salia, ghanese di 32 anni, il procuratore aggiunto Maria Monteleone e il pubblico ministero Stefano Pizza contestano anche il reato di spaccio di sostanza stupefacente aggravato dalla minore età della vittima. Continue reading

“SUPERMAGIC” AL TEATRO OLIMPICO: ILLUSIONISTI A CONFRONTO

TEATRO OLIMPICO SUPERMAGICDal 24 gennaio al 3 febbraio al Teatro Olimpico  i più grandi illusionisti e prestigiatori provenienti da tutto il mondo si esibiranno in un nuovo spettacolo ai confini della realtà. Supermagic, lo spettacolo di varietà magico più grande d’Europa, rinnova il suo stile e vi porta indietro nel tempo, in un passato fatto di rituali alchemici, pietre filosofali e veggenti stregoni. Otto incredibili talenti sullo stesso palco, uno staff di oltre 20 artisti, 2 ore di indimenticabile spettacolo, 80 operatori, tutti con un unico obiettivo: lasciare il pubblico a bocca aperta. Tra sorprendenti apparizioni, levitazioni, carte, colombe, e giochi di prestigio mai visti prima in Italia, “Supermagic Alchimie 2019” vuole stupire ancora una volta i suoi fan.

“ITALIADOC” ALLA CASA DEL CINEMA

Nove settimane alla ricerca dei veri volti e delle storie vere di un paese, l’Italia di ieri e di oggi, attraverso la lente dei migliori registi di documentario. Un genere che ormai appassiona almeno quanto la fiction e che nel mondo raccoglie premi ovunque quando ha il marchio di qualità del “documentario italiano”. E appunto ItaliaDoc è il titolo dell’annuale rassegna, curata dal giornalista Maurizio Di Rienzo, che Casa del Cinema ItaliaDoc, alla Casa del Cinema dal 24 gennaiopropone, ogni giovedì (e in replica la domenica) a partire dal 24 gennaio. Sono storie del nostro Paese (come nel film d’apertura che ci racconta l’Italia della ricostruzione all’indomani della Seconda Guerra Mondiale e quella alle prese con il boom economico e le trasformazioni sociali degli anni Cinquanta), sono ritratti d’artista (come nel bellissimo Sono Gassmann! Vittorio re della commedia di Fabrizio Corallo), sono storie di donne (Arrivederci Saigon di Wilma Labate), oppure sguardi d’autore sulla realtà, fino ai vincitori del Nastro d’Argento assegnato al documentario dal Sindacato dei Giornalisti Sngci. Continue reading