“AMORE IN ROSSO” AL TEATRO ABARICO DI VIA DEI SABELLI

amore in rossoAl Teatro Abarico di via dei Sabelli 116 a San Lorenzo, il 1° febbraio alle ore 20:45 e il 2, alle ore 23, va in scena “Amore in Rosso”. Protagonista e autrice è Karin De Ponti che ne cura anche la regia. Il colore dell’amore è rosso come la passione si dice, di solito. Il rosso segnala anche il pericolo, però. L’amore qui è visto come un palloncino che al contatto con uno spillo scoppia… come gli equilibri. Donna M è una pittrice che cambia per amore, diventa quello che Giulio, il fidanzato, vuole che diventi. Accetta tutto da lui. Lo asseconda: rinuncia a un vero amore (qui rappresentato con l’ausilio del palloncino rosso appunto) per l’amore di Giulio. Ma è amore?  L’equilibrio che pareva esserci salta…M tornerà a dipingere ma non userà più il  rosso. Nella rappresentazione c’è un richiamo al mito, Medea, M è un po’ come la Medea dei giorni nostri. Amore in rosso, pur affrontando temi che oggi sono molto attuali e drammatici come la manipolazione psicologica sulla donna, il non equilibrato rapporto di coppia, l’aborto, rappresenta la rinascita della donna dopo un trascorso difficile: il riappropriamento della sua individualità sottomessa; l’amore verso se stessa. Amore in rosso è tratto dal volume The Wood e Amore in Rosso di Karin De Ponti,  Davide Ghaleb editore.

TEATRO ARCOBALENO: “MARIA LUISA, L’ULTIMA DE’ MEDICI”

Maria Luisa l'Ultima dé Medici di Isabel RussinovaFino al 3 febbraio, al Teatro Arcobaleno di via Francesco Redi in scena “Maria Luisa, l’Ultima de’ Medici” di Isabel Russinova. Regia Rodolfo Martinelli Carraresi, con Isabel Russinova. Se oggi a Firenze possiamo visitare una delle più importanti collezioni d’arte al mondo, lo dobbiamo a Maria Luisa de’ Medici, l’ultima esponente del ramo granducale della famiglia, che vincolò alla sua città l’inestimabile patrimonio mediceo, preservandolo dalla dissoluzione. Il suo esempio fu quello di straordinaria “madre di bellezza”. Il suo dono, offerto con generosità, determinazione e coraggio, ha salvaguardato “l’immortalità” della bellezza, permettendo al mondo intero di godere dello straordinario patrimonio artistico conservato a Firenze. Lo spettacolo approfondisce la figura di donna di Maria Luisa, con la sua forza e le sue fragilità, l’originalità del suo privato, la sua vita, l’essere donna moderna, coraggiosa e lungimirante. Venerdì e sabato ore 21, domenica ore 17:30.

UN GIOCO DELL’OCA CON LE LIBRERIE DEL MUNICIPIO E NON SOLO

ocaIn libreria si può trovare un particolare Gioco dell’Oca, con cui il lettore entro il 1° aprile può fare una serie di cose alla fine delle quali potrà vincere la Coppa del Lettore. Nel percorso sono indicate tantissime librerie, tra le quali – ovviamente – anche quelle del nostro territorio: Minerva di piazza Fiume, Tomo di via degli Etruschi, Pagina 272 di via Salaria, Giufà di via degli Aurunci, Dias di viale Ippocrate, Kappa di via degli Apuli, Koob di piazza Gentile da Fabriano, Tra le righe di viale Gorizia. E via giocando.

ERA CADUTA IN UNA BUCA A VIA TARO: COLPA SUA, PER IL GIUDICE

via taro[1]Una professoressa universitaria in pensione ha raccontato al quotidiano “La Repubblica”, le traversie che ha dovuto affrontare in seguito alla caduta in una famigerata buca delle strade capitoline. La 76enne ha portato avanti la sua battaglia legale contro il Comune di Roma per 13 lunghi anni. Uno scontro estenuante, successivo ai lividi e alle fratture subite nella caduta. E alla fine ha dovuto arrendersi dopo che la Cassazione ha sentenziato: la signora caduta nel lontano 2006 in uno dei crateri di Roma dovrà pagare 30.000 euro per aver messo il piede in fallo ed essersi rotta un braccio. La signora, vittima del cratere di via Taro, una delle vie principali del quartiere Trieste, aveva chiesto un risarcimento da 100.000 euro per l’incidente, richiesta respinta dai giudici. Non è responsabilità del Comune se le strade sono ridotte a un colabrodo, ed è quindi facile imbattersi in una buca, maggiormente sono i residenti che devono tenere gli occhi aperti mentre camminano. In sintesi è questo il proccedimento argomentativo per mezzo del quale il giudice di ultima istanza ha dato torto alla vittima della caduta.

MUSEI CIVICI GRATIS CON I BIGLIETTI DEL GUINNESS SEI NAZIONI

IMG_4046In occasione dell’inizio della ventesima edizione del Guinness Sei Nazioni 2019, il torneo di Rugby più antico del mondo, la città di Roma scende di nuovo in campo al fianco degli Azzurri. Presentando in un TouristInfopoint il tagliando comprato per una delle partite del Guinness Sei Nazioni il tifoso e un suo accompagnatore – anche sprovvisto del biglietto della partita – avranno la possibilità di godere di uno sconto pari a 2 europer l’acquisto della Roma Pass(fino ad un massimo di due), la card turistico-culturale promossa da Roma Capitale e dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, in collaborazione con Atac, che offre riduzioni e gratuità ai turisti per accesso ai musei, utilizzo dei mezzi di trasporto, eventi, mostre e servizi. Per maggiori info www.romapass.it Inoltre ogni individuo che acquisterà il biglietto di una delle partite casalinghe degli Azzurri, avrà l’opportunità, grazie alla collaborazione con la Sovrintendenza capitolina ai beni culturali, di visitare gratuitamente insieme ad un accompagnatore i Musei Civici di Roma Capitale durante il week-end in cui si svolgerà la partita scelta. Continue reading

LIBRERIA KOOB: SI PARLA DI “DONNA DELLA PAROLA”

COPERTINAOggi, alle ore 18, alla libreria Koob di piazza Gentile da Fabriano, presentazione del libro di Antonella Fimiani “Donna della parola”. Intervengono Anna Foa e Alessandra Pigliaru, modera Gerrit Van Oord. Sarà presente l’Autrice L’esistenza straordinaria della giovane olandese Etty Hillesum, d’origine ebraica, prende forma in anni cruciali del Novecento: la seconda guerra mondiale. L’Autrice si sofferma sulla figura di donna e di scrittrice per ricostruirne il legame tra vita e scrittura. Lo scrivere è atto di vita, affermazione esistenziale contro la morte collettiva che investe l’Europa. Denuncia senza appello del male, ma anche affermazione di rara bellezza e di poesia. La scelta di non fuggire alla persecuzione nazista per andare volontaria al campo di Westerbork, l’anticamera di Auschwitz, è letta a partire dall’urgenza della testimonianza. La parola della testimone è l’ultimo atto del linguaggio di fronte ai grandi interrogativi della storia. Continue reading

“LA SIGNORINA ELSE” AL TEATRO TORLONIA FINO AL 3 FEBBRAIO

La-signorina-Else-Guidone-e-coniglio-foto-Luca-Manfrini-Copia-640x427Dal 29 gennaio al 3 febbraio al Teatro Torlonia per la regia di Federico Tiezzi in scena La Signorina Else, celebre testo del drammaturgo austriaco nel cui lavoro Freud stesso ravvisava il corrispettivo “letterario” della sua psicoanalisi, Arthur Schnitzler. Dopo il successo riscosso con Il ritorno di Casanova, prosegue con questo spettacolo il lavoro di ricerca di Tiezzi sull’autore austriaco e sulla Vienna della fine del XIX secolo, attraverso un testo straordinariamente lucido e vibrante sulle corruzioni della società moderna. Risalente al 1924, La Signorina Else è una novella incentrata sullo scorrere tumultuante dei pensieri che si affollano e scontrano nella mente della giovane Else, ragazza inquieta e altera ‘altera’, adolescente appassionata alle prese con i primi turbamenti sessuali, con le prime fantasie erotiche, su cui sta per abbattersi una catastrofe familiare. Continue reading

SAN LORENZO: VIA DEI RETI, UN NUOVO MURALE DI LUCAMALEONTE

Taglio del nastro tra dieci giorni per il nuovo grande lavoro di Lucamaleonte, noto street artist della Capitale. L’8 febbraio alle 18:30 sarà inaugurato Patrimonio Indigeno, il murales realizzato grazie a una collaborazione tra la Fondazione Pastificio Cerere e Scs Sviluppo Immobiliare Srl, con la curatela di Marcello Smarrelli. Interessa le facciate di un edificio tra via dei Reti e via dei Piceni ed è quasi terminato, ma in occasione dell’inaugurazione Lucamaleonte aggiungerà un icosaedro, figura regolare dai molteplici SAN LORENZOsignificati simbolici, che usa per firmare le sue opere. L’opera, un dittico di metri 9,50×7,90 e 9,50×4,50, è dedicata all’identità del quartiere di San Lorenzo e alla storia dei bombardamenti della seconda guerra mondiale. Una mappa concettuale, un ritratto che offre una chiave di lettura di questo luogo così importante per Roma. Attraverso simboli iconografici e topografici, inseriti all’interno di una composizione vegetale, Lucamaleonte ha creato un’opera che dialoga con il contesto urbano, con la sua identità attuale e la sua memoria storica. E non è il primo. Continue reading

STAZIONE TIBURTINA, NON PAGA IL CONTO E FUGGE: ARRESTATO

staZIONE TIBURTINA 3Rifiuta di pagare la consumazione e litiga con i dipendenti di un esercizio commerciale alla stazione Tiburtina: arrestato. La pattuglia Polfer,  in servizio di controllo con il personale militare del Raggruppamento Lazio Abruzzo della Brigata “Sassari”, è subito intervenuta quando ha sentito le urla di un iracheno che inveiva verso i dipendenti del bar: non ne voleva sapere di  pagare il conto dopo aver mangiato. Continue reading

LA SAPIENZA: IL PIANISTA MICHELE CAMPANELLA IN CONCERTO

campanellaMichele Campanella è oggi uno dei più famosi pianisti a livello internazionale, ma era soltanto un giovanissimo e già molto promettente pianista quando suonò per la prima volta alla Iuc, cinquant’anni fa. Da allora è tornato alla Iuc moltissime volte e ora, proprio per festeggiare i cinquant’anni del suo primo concerto all’Aula Magna, vi torna ancora una volta martedì 29 gennaio 2019 alle 20:30 (Aula Magna della Sapienza, Città Universitaria, Piazzale Aldo Moro 5). Nato a Napoli e allievo del grande maestro napoletano Vincenzo Vitale, Michele Campanella è il maggior erede attuale della illustre tradizione pianistica napoletana. Continue reading

VIA FLAMINIA: A RISCHIO SFRATTO LA PALESTRA ‘SOCIALE’

PALESTRA VIA FLAMINIARischia di terminare l’esperienza della Top Rank, la palestra gestita da Vincenzo Cantatore in via Flaminia 86. Lì, all’interno  dell’Antico circolo bocciofilo di Roma, c’è una struttura molto particolare. Vi si possono incontrare attori, ex calciatori ed allenatori. Ma anche ragazzi con un passato problematico e persone affette dal Parkinson. Nella palestra che Vincenzo Cantatore gestisce dal 2016, l’aspetto sociale è tutt’altro che secondario. “Lavoro con ragazzi normali con problemi normali, come la cannetta o la birretta di troppo, per rimetterli sulla retta via con una modalità di allenamento che mi è stata insegnata a Houston e anche con l’aiuto di psicologi e psichiatri. Continue reading

GATTINONI AL MACRO DI VIA NIZZA HA CHIUSO “ALTAROMA”

MACROALTAMODAQuattro giorni di passerelle per AltaRoma, la manifestazione  dell’haute couture capitolina. Tra i nomi più noti, Gattinoni che domenica, alle 21 ha chiuso la manifestazione all’interno del museo Macro Asilo di via Reggio Emilia. Lo stilista Guillermo Mariotto, da anni disegnatore per la casa di moda di Fernanda Gattinoni, ha proposto un nuova collezione plasmandola sugli abiti dello storico atelier, rielaborandone i canoni, rifondandoli, destrutturandoli.

“SORDI SEGRETO” OGGI ALLA CASA DEL CINEMA

Alberto-Sordi-Un-americano-a-Roma-1954-di-Steno“Il momento più felice della mia giornata è quello in cui posso mettermi in vestaglia e pantofole, e allungare i piedi sotto il tavolo, con un bicchiere di vino accanto”. Parola di Alberto Sordi, l’interprete di quasi duecento film, una carriera stipatissima di cinema, teatro, televisione, radio, canzoni, che affettava una pigrizia romana ma era più laborioso di un giapponese. Un sordiattore che nella sua acuminata analisi di tipi e persone, e nella sua pervicace ricerca di verità, fu un pioniere controcorrente e uno straordinario autore di se stesso. Al grande artista, Bianco e nero, il quadrimestrale del Centro Sperimentale diretto dal presidente Felice Laudadio, dedica il n. 592, basato sul Fondo Alberto Sordi depositato presso la Cineteca original-film-title-un-americano-a-roma-english-title-un-americano-a-roma-film-director-steno-year-1954-stars-alberto-sordi-maria-pia-casilio-credit-eNazionale, che verrà presentato oggi alla Casa del Cinema durante un evento dedicato all’attore romano in cui verranno proiettati i film Fumo di Londra (ore 16.00) e Il medico della mutua(ore 19.00) intervallati dall’incontro moderato da Alberto Crespi e presenziato da Alberto Anile, Walter Veltronie Carlo Verdone. Nel volume, Goffredo Fofi mette in luce l’aspetto lucido e crudele del Sordi ALBERTO SORDImigliore, “cattolico e romano, anzi catto-belliano e per niente apostolico e universale”, Maurizio Porro racconta i trascorsi teatrali e di cantante, “rapper in anticipo con una spiccata vena per il surreale”, Stefano Masi illumina il sodalizio con Silvana Mangano, accoppiata ardita de “la bella e la bestia”. Come suggerisce il titolo Sordisegreto, abbiamo cercato di esplorare gli aspetti meno noti dell’attore, a cominciare dai progetti non realizzati (dallo pseudo western Il trombettiere del generale Custer a Il mio amico Henry, basato sulle traversie di un sosia di Kissinger, fino al film in Brasile – su cui riferisce Tatti Sanguineti – del quale si girano alcune scene al Carnevale di Rio); Daniela Currò, conservatrice della Cineteca A LBERTO SORDI PIZZARDONENazionale, recupera le bobine radiofoniche di Io,AlbertoSordi; si svelano i segreti di Mammamiacheimpressione!, e si raccontano le puntate inedite di Storia di un italiano. Fra gli ospiti e i testimoni, Francis Ford Coppola ricorda una cena insieme a San Francisco, Moraldo Rossi giura che sul set felliniano di Lo sceicco bianco Sordi si sia scritto tutte le battute, ci sono omaggi di Gigi Proietti e dello scrittore spagnolo Arturo Pérez-Reverte. Altri testi e interventi sono di Walter Veltroni, Benedetto Gemma, Gabriele Gimmelli, Marco Vanelli, Alberto Crespi, Maria Gabriella Giannice, Gianni Amelio, Steve Della Casa, David Grieco, Luca Martera, Domenico Monetti, Luca Pallanch, Simone Starace, Giovanni D’Ercole, Francesca Angelucci, Marina Cipriani, e del sottoscritto. Buona lettura» (Alberto Anile, curatore di «Bianco e nero», n. 592).

VIA BENEVENTO: “STREMATE – ULTIMO ATTO” AL TEATRO 7

Federica Cifola, Beatrice Fazi, Giulia RicciardiFino al 10 febbraio, Federica Cifola, Beatrice Fazi, Giulia Ricciardi al Teatro 7 di via Benevento con “Stremate – Ultimo Atto” di Giulia Ricciardi, regia: Michele La Ginestra. Siamo tutti un po’ curiosi di sapere come andrà a finire. Tutti noi vorremmo sapere che ne sarà delle nostre esistenze quando scriveremo l’ultimo capitolo. E se il capitolo riguarda “le stremate” …

YOGA IN VIA ALESSANDRIA

yogaCome ogni lunedì, in via Alessandria 159, alle ore 18, si pratica Hatha Yoga ospiti dell’associazione Come Un Albero. “Essere luminosi nei pensieri e negli atti, essere in pace con il nostro vivere, senza desiderare questa o quella cosa, imparare a conoscersi e ad agire nel movimento della vita….” (Yoga Sutra).

GIORNATA DELLA MEMORIA: LETTURA/SPETTACOLO AL MAXXI

maxxiDomenica 27 gennaio alle ore 11, presso il Maxxi in via Guido Reni 4/a, lettura/spettacolo “Racconta”: è il momento finale di un progetto pedagogico teatrale giunto alla terza edizione consecutiva che vedrà gli alunni della Scuola Secondaria di I° grado “Vittorio Alfieri” mettere in scena e dare voce a coloro che subirono le persecuzioni naziste. Le ricerche sugli argomenti messi in scena, la drammaturgia e tutto il lavoro preparatorio, sono stati curati dall’associazione culturale Crea. Evento commemorativo promosso dal Maxxi e dal Municipio Roma II.

LAZIO-JUVENTUS: PIANO SICUREZZA, DOVE PARCHEGGIARE

Roma-Stadio-OlimpicoAlcol vietato prima della partita e una task force delle forze dell’ordine in zona Olimpico. E’ quanto emerso dal tavolo tecnico, presieduto dal Questore Marino, nel corso del quale è stato messo a punto il piano di sicurezza per l’incontro di calcio tra Lazio e Juventus, in programma alle ore 20:30 di domenica per il quale è prevista una notevole presenza di spettatori, che dovrebbero raggiungere le 55.000 presenze. I cancelli d’ingresso saranno aperti alle ore 18:30, con una eventuale apertura anticipata alle ore 17:30 per il settore ospiti qualora ciò si rendesse necessario per facilitare le operazioni di afflusso. Continue reading

OGGI RACCOLTA DEGLI INGOMBRANTI NEL MUNICIPIO

rifiuti-ingombrantiOggi torna la campagna Ama-Tgr Lazio ‘Il tuo quartiere non e’ una discarica’, raccolta straordinaria gratuita mensile dei rifiuti urbani, ingombranti, elettrici ed elettronici. In questo primo appuntamento del 2019 saranno coinvolti i municipi pari della Capitale. Dalle 8 alle 13 i cittadini avranno a disposizione 15 siti: 10 ecostazioni (postazioni mobili allestite per l’occasione) e 5 Centri di Raccolta Ama presso cui conferire sia i classici rifiuti ingombranti (tra cui mobili, sedie, letti, divani, scaffalature, materassi) sia le apparecchiature elettriche e elettroniche (i cosiddetti Raee come computer, televisori, stampanti, telefonini, frigoriferi, lavatrici, condizionatori).

DOMANI SI RICORDA IL GIOVANE MARTIRE UGHETTO FORNO

ugo-fornoA Ughetto Forno il giovanissimo martire della Resistenza, ucciso dai tedeschi in fuga durante la difesa del ponte ferroviario sull’Aniene, domani alle 10:30, in occasione della Giornata della Memoria, verrà inaugurato il belvedere a lui dedicato, lungo il tratto di pista ciclablile che costeggia il fiume Aniene poco dopo Prato della Signora. Interverranno alla cerimonia  la presidente del II Municipio Francesca Del Bello, Fabrizio Forno (nipote di Ugo), Valerio Strinati (Direttivo sezioni Anpi “Musu-Regard), Felice Cipriani (biografo di Forno) e Valentina Caracciolo (consigliere II Municipio).