MERCATO ITALIA DI VIA CATANIA: CORREVA L’ANNO 1950 E…

VIA CATANIAIl mercato coperto di via Catania 70 è una costruzione iniziata durante gli anni del Fascismo, interrotta per la guerra, ripresa subito dopo ed inaugurata il 20 ottobre 1950. Il mercato Italia rimane ancora un punto di riferimento per tutto il mercato via cataniaquartiere, è ancora uno spazio affollato e pieno di vita nonostante il calo di operatori che non risparmia nessuno. A fronte di duecentoventi, quanti erano alla fine degli anni Cinquanta, ora sono un’ottantina, con un’offerta molto varia. Nel centro del mercato, divisi da muretti, frutto di una ristrutturazione degli anni Ottanta, hanno ampio spazio i verdurai e fruttivendoli. Il martedì e venerdì il mercato Italia, come altri della Capitale, prolunga l’apertura fino alle 19, ma non sono molti i commercianti che rimangono fino a sera. Nella foto in alto, il mercato in costruzione.

FINO AL 18 NOVEMBRE MOSTRA DI CALINE AOUN AL MAXXI

MAXXI_DB_CalineAounIl Maxxi propone fino al 18 novembre “Seeing is believing” la prima mostra personale in Europa di Caline Aoun, vincitrice del premio Deutsche Bank’s Artist of the Year 2018-2019. La sua arte nasce dall’alternarsi di astratto e concreto, fisico e digitale, esplorando le possibilità di rappresentazione di quei concetti che nella realtà sarebbero impossibili da raffigurare: proprio per questo motivo i suoi lavori hanno la capacità di trasformare l’invisibile, l’immateriale in qualcosa di concreto e visibile. Attraverso studi topografici l’artista fa degli spazi in cui lavora l’oggetto principale delle sue opere, alterandone la superficie e quindi trasformandoli. Lavorando direttamente con le componenti architettoniche del museo, l’artista presenta una serie di lavori site-specific mediante i quali circonda il visitatore con realtà materiali e tattili, rivisitando e reinventando la fisicità dello spazio.

QUANDO SI POTEVA INCROCIARE LEOPOLDO TRIESTE A PIAZZA FIUME

Leopoldo-TriesteEra facile incontrarlo per le strade di Roma. Soprattutto se si sconfinava nella “sua” zona, quel rettangolo irregolarmente squadrato ed ingannevolmente pianeggiante compreso tra Porta Pia e piazza Fiume. Si aggirava, d’abitudine, in quel quadrilatero che la Nomentana separa dalla caotica fascia di Castro Pretorio- ai suoi tempi rione Macao- solcato in basso dal maestoso e rettilineo viale Regina Margherita, circoscritto a nord dalla Salaria- ideale spartiacque rispetto ai Parioli- ed infine delimitato dalle Mura Aureliane e dal serpentone di Muro Torto rispetto al quartiere Ludovisi e a Villa Borghese. Una densa area di palazzi signorili fin de siècle, di ville liberty e di padiglioni industriali della Birra Peroni disposti intorno al popolare mercato ortofrutticolo di piazza Alessandria, da cui si snoda un intrico di strade e stradine trafficate e umorose, fitte di botteghe e trattorie. Questo era il regno in cui si muoveva con passo sicuro ma, al contempo con fare circospetto, Leopoldo Trieste. Continue reading

DUE SERATE IMPERDIBILI AL PARIOLI THEATRE CLUB

PARIOLI THEATRE CLUBDopo il successo della serata inaugurale, il Parioli Theatre Club (via G. Borsi) organizza due imperdibili serate che uniscono cultura e intrattenimento. Il 9 e il 10 novembre dalle ore 20 le porte del Teatro saranno aperte per La notte dei musical. Le due serate sono divise in tre momenti: dalle ore 20 fino alle 21:30 il pubblico può usufruire del bistrot fornito di raffinati menu; dalle 21:30 in poi in scena lo spettacolo Divas la vie en rouge, l’evento tutto al femminile del Parioli Theatre Club; dalle 23 in poi spazio al dj set che condurrà il pubblico verso la fine di un percorso che parte dagli anni Venti fino ad arrivare ai nostri giorni.

SAN LORENZO: SI PARLA DI “PIEDI / PENSIERI PER UN FETICISTA”

copertinaVenerdì 9 novembre, presso la Leitmotiv Academy, in via dei Sabelli 88C (S. Lorenzo), alle ore 18, presentazione di Piedi / pensieri per un feticista, di Laura De Luca. È l’ultimo uscito della collana Oggetti Del Desiderio diretta dal filosofo Lucio Saviani. Ospitati nella splendida sede della Leitmotiv Academy, partecipano: l’autrice Laura De Luca, il Fondatore di Sat Guru Charan®–School of Reflexology Hari Simran Singh K., Lucio Saviani, Barbara Conte/Sat Guru Charan®–School of Reflexology, Leonardo de Sanctis/Fefè Editore.

VIA GRAMSCI: ALL’ISTITUTO GIAPPONESE KIMONI IN MOSTRA

kimonoAll’Istituto Giapponese di via Gramsci “Kimono, ovvero l’arte di indossar storie” dal 7 novembre al 19 gennaio . L’abito fa il monaco, il bambino, il giapponese, il fiore, come spiegano le quattro sezioni della mostra, ispirate a religione, infanzia, tradizione e natura, che vanno dipanando intrecci narrativi e icone su tessuto. Dalla collezione privata Manavello, in collaborazione con il Museo delle Civiltà di Roma, una selezione di pregiati kimono della prima metà del secolo scorso mostra risvolti (sociali), strascichi (antropologici) e storie, tessute, ricamate, tinte in filo e in capo, accompagnate da ikebana Ikenobo, bambole aquiloni. Orario: lunedì-venerdì 9.00-12.30/13.30-18.30 – mercoledì fino alle 17.00 – sabato 9.30-13.00.

GNAM: MOSTRA ANTOLOGICA DI GIULIA NAPOLEONE

“Giulia Napoleone. Realtà in equilibrio”Alla Gnam la mostra “Giulia Napoleone. Realtà in equilibrio” fino al 6 gennaio 2019. Dopo Carlo Lorenzetti e Bruno Conte, la Galleria Nazionale celebra Giulia Napoleone, ricomponendone il percorso con una mostra antologica a cura di Giuseppe Appella. Centoquattro le opere (dipinti, sculture, disegni, incisioni, libri d’artista, datati 1956-2018) selezionate per evidenziare la nascita e gli sviluppi di un preciso linguaggio formale, dei paesaggi interiori, dei paesaggi “di puntini”, come li definisce lei stessa, di quella ricerca sulla complessità semantica che domina la scena intellettuale e artistica degli anni Sessanta, in cui l’artista opera con la sua personalissima lettura del reale mediata dalla poesia.

LUISS: A VIALE ROMANIA PER DONARE SANGUE E MIDOLLO OSSEO

luissLa Luiss in campo con i donatori di midollo osseo. L’università apre le porte ai romani che vorranno registrarsi all’albo. Dalle 9 alle 15.30, Admo Roma si troverà presso Università Luiss per effettuare le tipizzazioni a tutte le persone che vogliono entrare nel registro dei donatori di midollo osseo e provare a salvare una vita. La storia di Alessandro Maria è arrivata al cuore di molti ragazzi. Rendersi disponibili per il proprio fratello genetico: un adulto, un bambino, una ragazza come voi, una mamma…chissà! magari proprio Alessandro Maria. L’Università Luiss apre le porte a tutti i ragazzi che vogliono fare questo passo, Admo Roma insieme ad AdSpem vi aspetta in viale Romania 32, e ci sarà la possibilità di donare anche il sangue. Fonte: il Messaggero