TRAM E FILOBUS A PORTA PIA NEGLI ANNI CINQUANTA

Prima della realizzazione del sottopasso, fatto in occasione delle Olimpiadi del 1960, tram e filobus giravano intorno al bersagliere di Porta Pia. Oggi una utilitaria elettrica costa attorno  ai 30.000 euro, allora il trasporto pubblico usava l’elettricità con più vantaggi per le tasche degli utenti e per la lotta all’inquinamento.

SIMONA QUADARELLA, PLURICAMPIONESSA DI AQUANIENE

Quadarella-Simona-“Ho diversi obiettivi nella vita ma per ora penso ai Mondiali dell’anno prossimo e alle Olimpiadi. Per il resto non so come cambierà la mia vita. Per il futuro spero solo di avere tante medaglie al collo”. Si racconta così Simona Quadarella, tre volte medaglia d’oro agli europei di Glasgow 2018 nei 1500, 800 e 400 stile libero, seduta sul blocco tre della piscina Aquaniene (ndr: viale della Moschea), dove abitualmente si allena. Fonte: la Repubblica

TUTTI AL PINCIO STASERA PER VEDERE LE STELLE CADENTI

perseids2_thumbTradizionalmente la notte di San Lorenzo, cioè quella del 10 agosto secondo il calendario dei santi, si guardano le cosiddette stelle cadenti. Un tempo, infatti, quella del 1o agosto era la notte in cui si poteva osservare meglio lo sciame meteorico delle Perseidi. In questo secolo il momento migliore per guardare le stelle cadenti è cambiato, ed è la notte tra il 12 e il 13 agosto. Quest’anno le condizioni astronomiche saranno particolarmente favorevoli per vedere le stelle cadenti, o meglio le Perseidi: nella notte tra il 12 e il 13 arriverà pochissima luce lunare a interferire con quella delle stelle. Poi potrebbero sempre esserci le nuvole a rovinare tutto, ma è un altro discorso. Tutti al Pincio, allora, o dove meglio credete per esprimere il vostro desiderio al momento giusto.

VIA VOLSINIO: NUOVA AREA GIOCHI PER LA SCUOLA MAZZINI

scuola mazzini via volsinioGiochi nuovi e colorati, pavimentazione anti trauma e riqualificazione delle aree verdi. La scuola comunale dell’infanzia Mazzini  di via Volsinio ha un nuovo spazio giochi dopo la chiusura di oltre un anno, primo frutto concreto dell’applicazione della delibera ‘Genitori Attivi’ voluta dal II Municipio. Un provvedimento, viene spiegato in una nota, che consente ai genitori e ai cittadini di contribuire alla riqualificazione delle scuole.  “La realizzazione dell’area giochi della scuola Mazzini è la prova che la collaborazione tra tanti soggetti può funzionare” dichiarano la presidente Francesca del Bello e l’assessore alla Scuola Emanuele Gisci. “Una collaborazione che, oltre al sostegno economico, rende possibile la partecipazione attiva di tutta la comunità scolastica e delle associazioni territoriali. La partecipazione così si riempie di senso perché consente di ascoltare pareri e consigli che permettono di raggiungere un risultato completamente rispondente alle esigenze dei bambini e della scuola”.  Fonte: Romatoday

IL MUNICIPIO SCRIVE A MONTANARI: “DUE SCUOLE A RISCHIO APERTURA”

CONTARDO FERRINIUn ingresso chiuso e un secondo che potrebbe creare “un potenziale rischio per la sicurezza”. A venti giorni dalla riapertura delle strutture scolastiche e a un mese dall’avvio delle lezioni per gli studenti, è una situazione di “seria e pressante criticità” quella in cui si trovano due plessi scolastici del II municipio: il VII circolo Montessori all’interno di Villa Paganini e il plesso scolastico Contardo Ferrini in via di Villa Chigi 22. Per questo motivo gli assessori all’Ambiente e verde pubblico e quello alle Politiche Educative municipali, Rino Fabiano ed Emanuele Gisci, hanno scritto alla titolare dell’Ambiente Pinuccia Montanari e alla direttrice del dipartimento Tutela Ambientale Rosalba Matassa. La lettera è datata 10 agosto: “In considerazione dell’ormai prossimo avvio del nuovo anno scolastico 2018/2019, intendiamo rappresentare due villa paganinisituazioni che destano forte allarme e viva preoccupazione nel nostro territorio”. Il primo caso riguarda il plesso scolastico che comprende scuola materna ed elementare all’interno di Villa Paganini, frequentato da circa 150 bambini di età compresa tra i tre e i dieci anni. “La villa” spiegano i due assessori nel documento “risulta tutt’ora chiusa a seguito di un nubifragio che ha investito la nostra città verso la metà di luglio, in attesa che vengano realizzati gli interventi riguardanti gli alberi pericolanti e venga effettuata una verifica delle condizioni di salute delle alberature, il tutto a garanzia dell’incolumità pubblica. Continue reading