MESSAGGIO “CIVICO” IN VIA GADAMES

via gadames“Se il cassonetto è pieno cerca quello libero più vicino! per esempio in via Tigrè. Non gettare in terra i tuoi rifiuti, rispetta i tuoi vicini!”. È quanto si legge in un cartello attaccato a un cassonetto dell’immondizia in via Gadames, all’altezza dell’incrocio con via Tigrè, in zona Trieste-Salario. Un messaggio “civico” in uno dei via gadames 2tanti quartieri della capitale invasi dai rifiuti. Un appello al rispetto dell’ambiente e dei vicini, lanciato dai cittadini e rivolto a chi vive e percorre quotidianamente la strada parallela con viale Libia mentre la situazione dei rifiuti in città si fa sempre più critica. Residenti e commercianti della zona, seppur esasperati dal cattivo odore dilagante dai cassonetti stracolmi e dai ritardi nel ritiro dell’immondizia, non si rassegnano e cercano sostegno tra di loro con un cartello.  Fonte: la Repubblica

PIAZZA CAPRERA NEL DEGRADO

PIAZZA capreraDEGRADO AEcco piazza Caprera nel degrado più assoluto. La bella fontana al centro del piazzale è piena di lattine, bottiglie e buste di plastica. I ragazzi che si rendono protagonisti di queste bravate senza tregua non si rendono conto, evidentemente, che la città è anche loro. E magari tengono a puntino lo scooterone che gli ha regalato papà.

DONNA AGGREDITA NELLA ZONA DI PIAZZA BOLOGNA

via Eleonora D'ArboreaAttimi di terrore ieri sera per una 36enne romana, aggredita sotto la sua abitazione da un uomo che l’ha scaraventata a terra, puntandole contro una pistola, poi risultata finta. Il fatto è accaduto in via Eleonora D’Arborea, nella zona di piazza Bologna. L’uomo, un 51enne romano, senza occupazione e con precedenti, è stato arrestato dai carabinieri. Ha agito insieme ad una complice rimasta sconosciuta. La vittima era intenta ad aprire il cancello condominiale dove abita, quando l’aggressore, sotto minaccia di una pistola, l’ha buttata a terra rapinandole la borsa contenente un iPhone ed il portafogli con denaro contante e documenti personali. Subito dopo si è dato alla fuga, minacciando con la stessa arma alcuni passanti che avevano tentato di bloccarlo. Continue reading

DALL’ASIA CENTRALE A VILLA ADA GLI HUUN-HUUR-TU

huun-huur-tuArrivano stasera a Villa Ada con le loro musiche di tradizione secolare che discendono dalla repubblica di Tuva, nell’Asia centrale gli Huun-Huur-Tu. A partire dai loro primi tour in Occidente, gli Huun-Huur-Tu sono stati quasi gli unici a introdurre al mondo esterno la ricchezza sconfinata delle tradizioni di Tuva, in particolare grazie alle loro superiori abilità musicali. Provenienti dai pascoli dei monti Altai nel sud della Siberia centrale, sono musicisti che hanno trascorso decenni a perfezionare il canto armonico, gli approcci strumentali e le canzoni vibranti della loro madre patria.

ALL’AUDITORIUM LAURA PERGOLIZZI, IN ARTE LP

lpTorna stasera all’Auditorium Parco della Musica, per il Roma Summer Fest, Laura Pergolizzi in arte LP, questa volta per la chiusura del suo tour italiano. Un concerto che confermerà il sold out e il grandissimo successo dello scorso anno che dimostrò l’amore del pubblico per la cantautrice 36enne di origini italiane nata a New York. Dopo più di un anno dall’uscita dell’Album certificato Oro (Fimi) con 6 dischi di platino e un disco d’oro per “Lost On You”, “Other People” e “Strange” continuano, a grande richiesta, i live della cantautrice Americana che permettono, dopo due anni di successi, di suggellare   la storia d’amore tra LP e il suo pubblico. Ad aprire il concerto di LP  sarà il cantautore americano Josiah and the Bonnevilles.

SAN LORENZO: OPERAZIONE “MOVIDA PULITA”

L’operazione “movida pulita” scatta mentre gli spacciatori, i “camminatori”, quelli che macinano ogni sera chilometri alla ricerca di potenziali clienti, hanno già iniziato ad infestare le strade di San Lorenzo. Quartiere universitario, cuore metropolitano della movida alcolica e tossica, dove i cocktail venduti dai locali anche in violazione dell’ordinanza del Comune, si sommano all’hashish e alla cocaina offerte in questo supermarket dell’illegalità a cielo aperto. La Siena Monza 22 (sigla di uno dei mezzi movida-alcol-san-lorenzo1impiegati dai Falchi, ovvero dagli uomini della Sesta sezione della Squadra mobile, quella di contrasto al crimine diffuso) lascia il cortile della Questura, in via di San Vitale, mentre un altro equipaggio è già mimetizzato tra i cacciatori di “erba”, in piazza dell’Immacolata. I Falchi, che a Roma sono guidati da Andrea Proietti, giovane dirigente proveniente dal Reparto Volanti, sono speciali anche per il look, molto “street-criminal”: impossibile riconoscerli in un gruppo di spacciatori/clienti. Braccia tatuate, teschi d’oro al collo, cappellini da baseball, jeans strappati: sono tra i pochi corpi ad essere dispensati, quasi sempre, dall’indossare la divisa. E il motivo è scontato: devono convincere un pusher a cedere loro quella droga, che lo farà finire diretto in carcere. In via dei Marsi, attaccato al muro, c’è ancora un cartello affisso dai residenti: «Vogliamo un quartiere pulito, senza chiasso, insicurezza, schifo notturno e degrado». Continue reading

DUE ANNI FA CI LASCIAVA ANNA MARCHESINI

marchesiniIl 30 luglio di due anni fa il fratello Gianni dava la notizia su Facebook: “Prima che lo sappiate da quel tritacarne dell’informazione tengo a dirlo io. Ora in questo momento è morta mia sorella Anna Marchesini. Grazie a tutti. Non sarò in grado di rispondervi”. Migliaia i messaggi dei fan che nei quarant’anni di carriera l’avevano amata e applaudita, con il Trio e come artista solista, nei panni della bella Figheira, la signorina Carlo, la madre badessa dei Promessi Sposi e la sessuologa Merope Generosa. L’attrice, storica componente del Trio assieme a Tullio Solenghi e Massimo Lopez, era nata a Orvieto nel 1953 (per molti anni ha abitato in via Bergamo, all’angolo con piazza Fiume). Nel 2008 tornò in tv per celebrare i 25 anni di attività del Trio con Non esiste più la mezza stagione. Ma già allora si erano manifestati i primi segni dell’artrite reumatoide che la costrinse ad allontanarsi dalle scene per un lungo periodo. L’ultima apparizione televisiva il 2 novembre 2014 a Che Tempo Che Fa dove con  Fabio Fazio aveva parlato della sua malattia e della morte.