SALUTI DAL VILLAGGIO OLIMPICO

VILLAGGIO OLIMPICO 4VILLAGGIO OLIMPICO 3Queste cartoline dal Villaggio Olimpico ce le ha inviate il solito Alessandro Ricci che nelle sue scorribande in bici va sempre a pescare situazioni, spesso di degrado, a volte curiose, sul nostro territorio. A cinquantotto anni dalla sua nascita il Villaggio Olimpico non VILLAGGIO OLIMPICO 2VILLAGGIO OLIMPICO 1se la passa certo benissimo. Possiamo solo aggiungere – guardandoci un po’ attorno – che non è purtroppo il solo quartiere nel Municipio Secondo a vivere in uno scadimento poco edificante.

VILLA ADA: DOPPIA PERFORMANCE

VILLA ADA

kruder-SITO-QPeter Kruder (Official) e Richard Dorfmeister, padrini della scena musicale elettronica di Vienna, sono universalmente noti per le loro straordinarie produzioni e remix d’avanguardia. Il loro “DJ Kicks” e il loro album-capolavoro The “K&D Sessions” hanno venduto più di un milione di copie ciascuno in tutto il mondo, divenendo cult da collezione. Il loro stile stravagante che si fonde con un groove sensuale, fa in modo che siano considerati, a ragione, dei classici del genere. Ancora oggi, per il loro particolare linguaggio, approccio musicale, e inconfondibile stile, sono un’esempio di maestria unica – con al seguito una nuova generazione di beat makers che fa riferimento al loro particolare approccio senza tempo, aperto e sempre sperimentale, che scava in profondità nell’anima dell’ascoltatore. Stasera a Villa Ada. A seguire, concerto gratuito.

SAN LORENZO, FINO A DOMANI LA MOSTRA SUL BOMBARDAMENTO

san lorenzoDocumenti, fotografie, manifesti, quotidiani, periodici, testimonianze di diari e di persone ricostruiscono gli eventi del 19 luglio 1943, il giorno del grande bombardamento di Roma a opera degli americani, il cui obiettivo era la distruzione dello scalo ferroviario della Tiburtina, nodo strategico per i collegamenti tra Nord e Sud, in cui ci furono oltre 3 mila morti e 11 mila feriti tra la popolazione civile. È “Il Grande Bombardamento di Roma 19 luglio 1943 – S. Lorenzo”, la mostra documentaria organizzata dall’Associazione nazionale vittime civili di guerra insieme con il Centro per la promozione del libro presso il complesso monumentale della Basilica di San Lorenzo fuori le mura, che fu gravemente danneggiato dai bombardamenti.  Fino al 24 luglio.

A VILLA ADA CI SI PERDE: NIENTE MAPPE E NESSUN CARTELLO

villa ada 1A Villa Ada mancano mappe e segnaletiche per orientarsi. Il secondo parco della Capitale dopo Villa Doria Pamphili, per estensione, è una delle più grandi aree verdi urbane d’Europa e non ha cartelli che aiutino il visitatore a districarsi tra viali, stradine, laghetti e prati. Lorenzo Grassi, volontario di ROMA DEGRADO E SICCITvÄ' IN UNO DEI DUE GRANDI LAGHI DI VILLA ADA PER MARTINELLIOsservatorio Sherwood, spiega che questa carenza è evidente da anni, tanto che la sua organizzazione ha offerto la propria collaborazione a tre sindaci diversi, Alemanno, Marino e Raggi, in modo da risolvere il problema. “Non abbiamo mai ricevuto AMBASCIATA EGITTO VILLA ADArisposta. Come comitato abbiamo ricostruito la toponomastica di tutte le strade della Villa. Su Google Earth le segnalazioni sono sbagliate. Un visitatore dovrebbe poter sapere dove si trovano i servizi, dove portano i sentieri e dove sono i luoghi storici”. tempio di flora villa ada“Basterebbero interventi minimi per rendere la visita alla Villa più semplice e piacevole – spiega Grassi – Perdersi è facile se non la si conosce, specie la sera. I turisti che visitano le Catacombe di Priscilla, per esempio, quando si affacciano nel parco non sanno in quali direzioni muoversi. Sempre più spesso capita a me di dover dare indicazioni a persone disorientate”. Cartelli e mappe farebbero quindi la felicità dei visitatori, un po’ come a Villa villa ada tempio di floraBorghese, dove spostarsi è facile perché tutto è indicato. Tanto più che, stando alle opinioni degli assidui frequentatori del parco, sono in aumento i visitatori provenienti da altre zone di Roma, specie nel periodo estivo e nei weekend. Guglielmo Pizzirani, volontario di Roma Sotterranea, organizza visite guidate in occasione del Festival estivo di Villa Ada e conferma il problema: “Il 25 aprile la nostra associazione ha riaperto al pubblico il bunker reale dei Savoia, ma il sito non viene segnalato in nessun modo. E questo discorso vale per tutti i luoghi di interesse storico della Villa. Basterebbe poco da parte del Comune per migliorare la situazione”. Fonte: Roma H24 

STAZIONE TIBURTINA, ARRESTATA LADY PUSHER

STAZIONE TIBURTINAL’altro ieri pomeriggio, durante un controllo antidroga, i carabinieri del nucleo operativo della compagnia Roma-Parioli hanno arrestato una cittadina nigeriana, di 47 anni, disoccupata e con precedenti specifici, residente ai Castelli Romani, con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. La donna è stata notata aggirarsi con fare sospetto dalla pattuglia di carabinieri in abiti civili, nei pressi della Stazione ferroviaria Tiburtina. Dopo averla seguita nei vari spostamenti, la donna è stata bloccata a ridosso dell’ingresso principale della Stazione. In seguito a perquisizione è stata trovata in possesso di 122 grammi di “Shaboo”, contenuti in involucri di cellophane. La droga è stata sequestrata mentre la donna è stata portata in caserma e trattenuta. È a disposizione dell’Autorità giudiziaria, in attesa del rito direttissimo. Fonte: il Messaggero