VILLA ADA, NON SOLO MUSICA

villa adaI prodotti biologici e a chilometro zero, realizzati nel rispetto dell’ambiente e delle persone che li producono e lavorano. Queste le linee guida della proposta culinaria di Villa Ada – Roma incontra il Mondo. Il festival, giunto alla sua XXV edizione, anche quest’anno propone al suo pubblico non solo una ricercata ed eterogenea selezione di concerti di artisti, ma anche un’ampia offerta culinaria. Pronti a soddisfare i palati più esigenti, i diversi punti ristoro sono presenti sia nell’area concerti con accesso a pagamento che nel D’Ada Park ad accesso gratuito. Nell’area ad accesso gratuito si trova Cib-Arci, aperto tutti i giorni dalle 18.30 all’1 di notte. Cib-Arci è innanzitutto un’idea, che viene poi declinata in buon cibo. Materie prime di qualità certificata provenienti da piccole aziende agricole a km 0 che rispettano la filiera alimentare, i lavoratori e la terra proponendo un prodotto sano, privo di pesticidi, ormoni, coloranti, zuccheri aggiunti e grassi idrogenati e che si trasforma in deliziosi panini, stuzzicanti fritti e sfiziosa pizza al trancio. Continue reading

VIA ALLEGRI: FIGC INDAGA SU CHIEVO E PARMA CHE RISCHIANO GROSSO

PALAZZO FIGCChievo e Parma sono nei guai. Dalla Procura della Figc di via Allegri, apprende l’Ansa, sono infatti in arrivo ai processi al tribunale federale nazionale richieste pesanti in termini di penalizzazione, «afflittive» ovvero da applicare sulla stagione appena conclusa. ​Il Chievo è accusato di plusvalenze fittizie; il Parma va a giudizio per tentato illecito sportivo. Entrambe le squadre rischiano la serie A.

MAXXI, DANZE E MUSICHE DEL MALI

DRAMANE_KONATEMartedì 17 luglio 2018, alle ore 21, “Dramane Konatè”. Piazza del Maxxi – ingresso € 15. Nel terzo e ultimo appuntamento il protagonista è il duo di danza e musica tradizionale del Mali Dramane Konatè. Entrambi docenti del  Conservatoire des Arts et Métiers Multimédia Balla Fasséké Kouyaté di Bamako, sono partner del Progetto Erasmus+ Ka2017 dell’And.

ROMAFRICA FILM FESTIVAL ALLA CASA DEL CINEMA

romafrica-film-festival

Conoscere l’Africa attraverso il suo cinema, ma anche attraverso gli artisti italiani che hanno un legame con l’Africa e che fungono da “ponte culturale” tra il continente africano e quello europeo, per mostrare “un’immagine dell’Africa” che non sia solo quella degli sbarchi dei migranti. Questo l’intento degli organizzatori del RomAfrica Film Festival (Raff), giunto alla sua quarta edizione, che si aprirà il 18 luglio alla Casa del Cinema di Roma sotto il segno di Nelson Mandela, che proprio in quella data avrebbe compiuto 100 anni. La straordinaria forza che ha sostenuto Mandela introdurrà il tema scelto per la quarta edizione del Festival, “Energia pura”. Continue reading

VILLA ADA: PAOLO ZANARDI CANTA PIERO CIAMPI

paolo-zanardi-piero-ciampi-752x365Stasera a Villa Ada Paolo Zanardi canta Piero Ciampi, un concerto interamente dedicato al cantautore livornese. Due epoche e due artisti diversi, eppure così simili nella lucidità di raccontare una vita spesso amara, ma sempre dominata dalla poesia. Una serata per attraversare l’intera opera dell’artista, dagli esordi come “Piero Litaliano” ai dischi a firma Piero Ciampi. Canzoni famose come “Il vino” o “Tu no” si alternano ad altre meno conosciute del suo repertorio.

LUNGOTEVERE ARNALDO DA BRESCIA: QUEI LAVORI MAI INIZIATI

lungotevere arnaldo da bresciaSiamo esattamente a 4165 giorni di recinzione. Mai un operaio al lavoro. Il cantiere per il parcheggio di Lungotevere Arnaldo da Brescia ha compiuto undici anni nel febbraio di quest’anno. Adesso siamo a undici anni e mezzo senza che vi sia mai stata una qualche attività che faccia pensare che l’opera possa essere realizzata. In tutto questo tempo sono cambiati due volte solo i bandoni che proteggono l’area. Fino a quattro anni lungotevere arnaldo da bresciafa erano gialli. Negli ultimi tre anni sono invece diventati verdi (ormai il colore è molto scolorito) con la scritta che è riuscita a resistere alle intemperie: «Ci dispiace per il disagio. Stiamo lavorando per migliorare la nostra città». Al di sotto una striscia giallo-rossa con il logo del Comune. Nessuna indicazione della società costruttrice, di un concessionario o di un direttore dei lavori. Manca, infatti, anche il cartello che indichi cosa sarà LUNGOTEVERE ARNALDO DA BRESCIArealizzato in quell’area, o chi sarà a costruirlo. All’interno, quando ci si riesce ad affacciare, si vedono solo erbacce: niente macchinari, nessuno all’opera. In compenso qualcuno che abita quelli che una volta erano dei giardini fra Ponte Margherita e ponte Nenni c’è di sicuro, perché si possono notare cartoni, materassi, giacigli di fortuna. E anche questo degrado va avanti da oltre dieci anni, mentre ultimamente è sparito il camion bar aperto di notte che occupava una mini area per la sosta alla fine del Muro Torto, dove tuttora ogni tanto si trova qualche macchina parcheggiata. Nel frattempo il progetto è cambiato almeno quattro volte.  Continue reading

LA SCOMPARSA DI MANDELLI: FUNERALI A SAN BELLARMINO

MANDELLIsan bellarminoIl mondo della scienza e della medicina annuncia la morte di Franco Mandelli, il professore che ha dedicato la sua vita alla ricerca e alla cura delle leucemie. Mandelli era nato a Bergamo 87 anni fa, ed aveva fondato nel 1979 l’Ail, l’Associazione italiana contro le leucemie, lavorando nella ricerca per combattere il linfoma di Hodgkin e delle leucemie acute, pubblicando più di settecento studi scientifici. Creato pure da Mandelli il centro di Ematologia del Policlinico Umberto I a via Benevento. I funerali del professor Franco Mandelli si terranno stamattina nella chiesa di San Roberto Bellarmino in via Panama.

CAVEA DELL’AUDITORIUM, STEFANO BOLLANI QUINTET

ROMA SUMMER FEST bollaniStefano Bollani, dopo il grande successo di Carioca del 2007, torna al suo grande amore per le sonorità brasiliane con Que Bom, disco in uscita a maggio 2018 e tour in tutto il mondo dall’estate 2018. Il nuovo album, realizzato interamente a Rio, nel cuore pulsante della musica brasiliana, è composto di soli brani inediti e originali di Bollani. Accanto a lui grandi rappresentanti della musica strumentista brasiliana come Jorge Helder al contrabbasso, Jurim Moreira alla batteria e Armando Marçal alle percussioni. Artisti molto amati da Bollani, affiancati qui da Thiago da Serrinha, celebre percussionista di fama internazionale. Il legame tra Stefano Bollani e il Brasile è profondo e prezioso. Del 2007 è il grande successo dell’album e tour Carioca. Sempre nel 2007 il pianoforte a coda di Bollani suonò nel mezzo della favela di Pereira de Silva per un concerto evento di risonanza mondiale. Stasera, ore 21, alla Cavea dell’Auditorium.