VIA LANCIANI, GRAVE INCIDENTE: RAGAZZA IN PROGNOSI RISERVATA

via lancianiGrave incidente stradale oggi alle 14 circa in via Rodolfo Lanciani altezza civico 57 direzione viale XXI Aprile. Nello scontro tra una Opel Corsa e uno scooter Suzuki Sixteen 125 è rimasta ferita la motociclista di 17anni. La ragazza è stata trasportata all’ospedale Umberto I ed è ricoverata in prognosi riservata. Sul posto per i rilievi è intervenuta la Polizia Locale di Roma Capitale II Gruppo Sapienza. Fonte: la Repubblica

IN VIA LAGO TANA UN NUOVO NEGOZIO DI IMPIANTI ELETTRICI

MBSta aprendo la MB Impianti elettrici, un nuovo negozio in via Lago Tana 43 (zona viale Libia). Inaugurazione venerdi 13 luglio a partire dalle ore 18. Il negozio è un’elettro/fornitura con elettricista in sede disponibile per impianti d’allarme, riparazioni, condizionatori, antenne, citofoni, ristrutturazioni e tutto quello che concerne il mondo dell’elettricità. Questa è la pagina facebook alla quale potete mettere un mi piace per aiutarla a crescere e rimanere aggiornati sulle offerte: https://www.facebook.com/mbimpiantiroma/

PONTE DELLA MUSICA, SI SPORGE TROPPO E CADE IN ACQUA: SALVATA

ponte della musica. foto Davide RossiTragedia sfiorata nella notte a Roma dove una turista ucraina di 25 anni è caduta nel Tevere. A quanto ricostruito la giovane, ubriaca, si è sporta troppo dal ponte della Musica Armando Trovajoli finendo nel fiume. E’ accaduto intorno alle 2.30. Sul posto i vigili del fuoco, con sommozzatori e fluviale, e carabinieri del nucleo radiomobile di Roma. La ragazza è stata recuperata e portata sulla banchina dove è stata affidata alle cure del 118. Non è in gravi condizioni. La giovane avrebbe raccontato di aver trascorso la serata con altre persone e di essere caduta in acqua dopo essersi sporta troppo dal ponte. Fonte: la Repubblica

L’INCIVILE DI TURNO A VIA MATILDE DI CANOSSA

VIA MATILDE DI CANOSSACosì ieri a via Matilde di Canossa, dalle parti della Stazione Tiburtina. L’indecente incivile non si è risparmiato niente: sedie, cassettiere, tavoli e quant’altro, buttati accanto ai cassonetti. Come se non esistesse un servizio per la raccolta a domicilio degli ingombranti, oppure il più vicino centro di raccolta da raggiungere in macchina.

QUATTORDICI ARTISTI IN MOSTRA AL PERONI DISTRICT

VIA ALESSANDRIAFerie à porter è l’appuntamento estivo dell’11 luglio (ore 18/22) dedicato all’arte, il design e la moda promosso e organizzato da Peroni Distric, che riunisce aziende attive nel settore, concentrate nell’angolo via Nomentana/via Reggio Emilia/via Alessandria. Quattordici artisti presenteranno le loro opere in undici spazi diversi e attigui per formare un unico circuito espositivo. I loro lavori saranno dedicati al tema delle vacanze: mare, montagna e città. Ogni spazio li ospiterà in una cornice ogni volta diversa, proponendo accostamenti suggestivi e originali.

VIA MOGADISCIO: 10 LUGLIO 1976, L’UCCISIONE DEL GIUDICE OCCORSIO

l'attentato al giudice occorsioVittorio Occorsio, sostituto procuratore alla Corte di Appello di Roma, fu ucciso il 10 luglio 1976 per mano di un militante di Ordine nuovo, organizzazione extraparlamentare di matrice neofascista. Quando una raffica di mitra venne scaricata sul parabrezza della sua auto, Occorsio provò a scappare aprendo la portiera, ma fu ammazzato dal killer a bruciapelo. In occasione del 42esimo anniversario, oggi è in programma una breve cerimonia di commemorazione a Villa Leopardi, che si trova nei pressi del luogo dell’attentato (avvenuto in via Mogadiscio) e dove è una lapide in ricordo ( posta nel 2007 dalla Giunta del 2 Municipio di fronte alla biblioteca comunale nel parco di villa Leopardi). La cerimonia è introdotta da Marco Damilano, direttore de l’Espresso, chiamato a ricordare il ruolo svolto da Occorsio nelle sue indagini, tutte collegate alla “strategia della tensione”: il processo Sifar, la strage di Piazza Fontana, la banda dei Marsigliesi, il gruppo Ordine nuovo, la loggia massonica P2.

FILARMONICA ROMANA: DA BACH A TROVAJOLI, PASSANDO PER BREL

FILARMONICA ROMANAStasera alla Filarmonica Romana di via Flaminia, alle ore 20 – Sala Casella, Il Violino, Misia Jannoni Sebastianini violino, musiche di Bach. Alle ore 21.45 – Giardini, Easy to  love – Lettere d’amore in più di 160 caratteri. Raffaella Misiti voce, Pino Perris pianoforte, Aldo Perris contrabbasso, Salvatore De Seta batteria. Musiche di Gershwin, Porter, Trovajoli, Ellington, Ramirez, Piaf e Brel.

STASERA DUE BAND ALLA CAVEA DELL’AUDITORIUM

ROMA SUMMER FESTIl Roma Summer Fest, la nuova estate di concerti nella cavea dell’Auditorium Parco della Musica presenta stasera un evento unico: sullo stesso palco saliranno  i Franz Ferdinand – premiati recentemente dal New Musical Express come “migliore live band” – e una delle band più importanti della scena post rock internazionale, i Mogwai. Una serata da non perdere, un doppio concerto unico del Roma Summer Fest.
I Franz Ferdinand fanno ritorno in Italia con il nuovo tour e dopo l’uscita del nuovo album di inediti “Always ascending”, che segna una sorta di rinascita, una trionfante rielaborazione del gruppo, che esplode con fresche idee e vigorosi esperimenti sonori. I Mogwai, la storica band scozzese simbolo del post-rock mondiale, suonerà in apertura ai Franz Ferdinand. La band di Stuart Braithwaite fin dagli esordi con “Young Team” ha sempre avuto un occhio di riguardo verso un sound avanguardista, tanto che, dopo 21 anni di attività, 8 album in studio, 2 album live e 4 colonne sonore, suona quasi riduttivo inquadrarli in un singolo genere, e più corretto consacrarli come una delle band più rappresentative della scena underground internazionale.

VILLA ADA: TOCCA AI PINGUINI TATTICI NUCLEARI

pinguini-tattici-nucleari

Stasera a Villa Ada tocca ai Pinguini Tattici Nucleari. Il loro nome nasce da una birra artigianale, i Pinguini Tattici Nucleari, band bergamasca che negli ultimi anni si è fatta conoscere e apprezzare da un pubblico giovane e sempre più vasto, sono i protagonisti del main stage questa sera a Villa Ada. Ad animare il pubblico ci pensano i  Cernit: così come il Cernit può essere composto con diversi colori, senza che questi si mescolino tra loro formando un’unica forma, il compito più difficile del quartetto romano è quello di amalgamare le loro diverse influenze musicali.