E LE POSTE RINCARANO

posteitaliane[1]Sono scattati i rincari per alcuni servizi delle Poste, come inviare lettere o plichi. Dal 3 luglio molte voci delle tariffe postali hanno subìto un rincaro, che era stato preparato nei mesi scorsi. Per inviare lettere o plichi, in base alla tariffa di posta ordinaria (posta 4) è necessario pagare un po’ di più in molti scaglioni di peso (anche se alcune tipologie sono invece ridotte); una lettera o una cartolina (fino a 20 grammi) costa 1,10 euro invece degli attuali 95 centesimi. Spedire una lettera all’estero nel primo scaglione di peso e nell’area europea e mediterranea sale 1,15 euro invece di un euro. Le tariffe della Posta Raccomandata interna registrano incrementi in tutti gli scaglioni di peso: ad esempio, la tariffa per gli invii fino a 20 grammi varia da 5,00 euro a 5,40 euro. Continue reading

AUDITORIUM, ALLA CAVEA DEPP & C.

VAMPIRESGrandissima attesa per il supergruppo capitanato da Alice Cooper e del quale fanno parte – tra gli altri – la star del cinema Johnny Depp ed il chitarrista leader degli Aerosmith Joe Perry. I Vampires saliranno sul palco per offrire ai fan un energetico concerto rock non-stop, presentando dai brani tratti dal loro album di debutto “The Hollywood Vampires” pubblicato nel 2015 – con il singolo originale “Bad As I Am”- alle interpretazioni di grandi classici come “My Generation”, “Whole Lotta Love” ad un medley “School’s Out”/“Another Brick in the Wall”. Stasera alla Cavea dell’Auditorium.

TANTE MAGLIETTE ROSSE A SAN LORENZO CON DON CIOTTI

san lorenzo 3Un filo rosso che tiene insieme la comunità di chi non può più restare a guardare la tragedia delle morti in mare. E un mare di magliette rosse per “fermare l’emorragia di umanità”. E’ un successo l’iniziativa lanciata dal presidente di Libera don Luigi Ciotti, da Legambiente, Arci e Anpi, che vede tra i protagonisti oltre a Saviano – “Mettiamoci nei panni degli altri” san lorenzo 2twitta  – anche il ministro dell’interno Matteo Salvini: “Che peccato, in casa non ho trovato neanche una maglietta rossa da esibire oggi…”, scrive su Facebook. Una battuta che scatena polemiche e reazioni. A rispondergli dalla piazza prende la parola proprio il fondatore di Libera. Che a Salvini chiede un san lorenzoincontro: “Gliela porto molto volentieri una maglietta al Viminale, un piccolo gesto, fatto con rispetto”, dice don Luigi. “Credo che dobbiamo poter incontrarci, per metterci nei panni un pò degli altri – aggiunge -, perché importante è riflettere, porsi delle domande, anche nelle diversita. La maglietta rossa è un segno, e ai segni devono seguire le azioni”. Al ministro dell’Interno  risponde in maniera più dura Nicola Fratoianni di Liberi e Uguali: “Fa schifo – attacca – chi ironizza sulla morte e sulla disperazione di migliaia di persone è solo un poveraccio, indegno di svolgere il ruolo istituzion”Una maglietta rossa per fermare l’emorragia di umanità”.  Continue reading

QUEL MONUMENTO AL CENTRO DI PIAZZA SALERNO

piazza salerno il monumentoGuido Baccelli (Roma 1830-1916) aveva lasciato il segno a Roma, sia come medico che come politico. Come medico, infatti, aveva combattuto una lotta contro la malaria, all’epoca assai diffusa nell’Agro Romano, mentre come Politico, divenuto nel 1881 Ministro della Pubblica Istruzione (che all’epoca comprendeva anche le competenze dell’attuale Ministero per i Beni e le Attività Culturali), aveva promosso molte iniziative volte a salvaguardare le Antichità Romane. Tra queste vi furono l’isolamento del Pantheon dai caseggiati limitrofi, con tanto di abbattimento delle cosiddette “orecchie d’asino”, ovvero i due campanili costruiti nel XVII Secolo dal Bernini, con l’intento di riportare il Pantheon all’aspetto originario, ma anche la promozione – e Baccelli fu il primo a dare vita ad un dibattito ancora in corso, seppur con problematiche differenti – della cosiddetta “passeggiata archeologica”, un grande parco archeologico che dal Foro Romano e dal Colosseo, passando per le Terme di Caracalla conduca alla via Appia Antica. Baccelli, in questo senso, promosse numerose campagne di scavi nella zona e l’isolamento di molti monumenti. Continue reading