VIA SALARIA, PETO & COMPANY

via salariaFacile l’ironia, visto che siamo a via Salaria, proprio di fronte alla tomba del senatore Peto. E per uno che si chiama così non è improprio – anche se incivilissimo – che qualcuno abbia lasciato tazza, bidet e quant’altro lì davanti. Continuando nel gioco, potremmo dire che chi l’ha fatto è proprio uno str…

VILLA TORLONIA: RIAPRE OGGI IL BUNKER DEL DUCE

 

villa torlonia bunkerLa porta blindata del “duce” si sta per riaprire. Tutto pronto per l’inaugurazione del complesso sotterraneo del bunker e dei rifugi antiaerei voluti da Mussolini a Villa Torlonia, sotto il Casino Nobile, quando era la sua residenza privata di famiglia. La cerimonia di presentazione del nuovo allestimento museale è stata programmata per oggi, con la partecipazione bunker duce villa torloniadell’assessore alla Crescita culturale Luca Bergamo. E dal prossimo martedì 10 luglio partono le visite guidate. Ce n’è voluto di tempo per arrivare di nuovo alla valorizzazione di questo monumento, chiuso dal 31 ottobre del 2016 e logorato dalla lunga forzata chiusura per la scadenza della vecchia concessione con il centro ricerche speleo archeologiche Sotterranei di Roma (l’inaugurazione villa torlonia bunker 2avveniva nell’ottobre del 2014). Il bando per la nuova gestione del “museo”, in consegna alla Sovrintendenza capitolina, è stato aggiudicato all’associazione Roma Sotterranea presieduta da Adriano Morabito, che ne guiderà le sorti per i prossimi tre anni, insieme al “gemello” bunker dei Savoia a Villa Ada. Per i fan della storia ora comincia il contro alla rovescia. Protagonista, il famoso (leggendario?) bunker collegato alle antiche cantine sotto la villa trasformate in rifugi antiaerei che Benito Mussolini aveva fatto realizzare fra il 1940 ed il 1943 per garantire un riparo a se’ e alla sua famiglia in caso di bombardamenti aerei nei sotterranei della sua residenza privata sulla via Nomentana. Fonte: il Messaggero 

FONTANELLE A VIALE ERITREA: ACQUA SI, ACQUA NO

viale eritreaviale eritrea 2Una fontanella otturata questa mattina ha allagato una parte di viale Eritrea. “Non è la prima volta che la caditoia si ottura  – racconta Lorena – è già accaduto diverse volte. Così si crea uno spreco di acqua non indifferente e soprattutto un pericolo per pedoni e automobilisti”. L’allagamento infatti si è prolungato per alcune decine di metri sulla strada, verso piazza Sant’Emerenziana. Qualche passo più avanti c’è la situazione opposta. Dal nasone non esce una goccia di acqua da tempo. “È il paradosso di Roma – conclude Lorena – qui si sta allagando la strada e più avanti la fontanella non eroga acqua da mesi”. Fonte: Roma h24

FRANCESCO DE GREGORI ALLA CAVEA DELL’AUDITORIUM

de gregoriSi chiama semplicemente “Tour 2018”, il nuovo tour di Francesco De Gregori che partirà oggi dalla Cavea dell’Auditorium e lo vedrà impegnato sui palcoscenici delle più belle e prestigiose località italiane. De Gregori sarà accompagnato sul palco da Guido Guglielminetti al contrabbasso, Paolo Giovenchi alla chitarra, Alessandro Valle alla pedal steel guitar e Carlo Gaudiello al pianoforte, una formazione già sperimentata in autunno nel suo tour in Europa e negli Stati Uniti ma che rappresenta un’assoluta novità per il pubblico italiano. La scaletta prevede i grandi classici di De Gregori ma anche gioielli nascosti, canzoni “mai passate alla radio” e brani raramente eseguiti dal vivo negli ultimi anni.

E A VILLA ADA 666 + THE PISCHELLIS

666Dicono gli organizzatori dei concerti a Villa Ada a proposito dell’esibizione dei 666 + The Pischellis di questa sera: “Per omaggiare i BackStreet Boys ed il nuovo disco degli Immortal, spinti anche dalle temperature insolitamente tollerabili, abbiamo deciso di rovinare la bella atmosfera di Villa Ada per l’ennesima volta. Ci riuniremo quindi in quel di Roma, assieme ai The Pischellis, per fare ciò che ci riesce meglio: celebrare gli anni 90 e soprattutto il compianto Vinnie, che ora starà suonando 5 minutes alone con Dimebag. A fine concerto onoreremo i grandi caduti del metal nell’area dietro al palco insieme a Borghetta Stile.” La serata di oggi è free entry (sia concerto che djset Borghetta), e quindi l’incasso sarà interamente devoluto a Brian Harvey per pagare le spese legali per il processo contro la sua macchina.

DOMANI, 7 LUGLIO, AL VIA I SALDI ESTIVI

SALDII saldi estivi 2018 stanno per partire. L’estate è iniziata portando con se il caldo e le belle giornate. Più ore di luce e serate, vacanze e feste in spiaggia fanno venire voglia di un guardaroba tutto nuovo da sfoggiare. Al via la corsa allo shopping dunque: dal 7 luglio in tutte le città dello stivale, per circa sei settimane, compere a prezzi scontati. La data di fine è decisa dalle singole regioni e dai Comuni. Diverso per gli acquisti online, su alcuni portali i ribassi sono già iniziati, per la gioia degli amanti dell’e-commerce. Tutti in strada il primo sabato di luglio, specialmente nelle vie dello shopping della Capitale, con file per aggiudicarsi il capo d’abbigliamento o l’accessorio più ambito. Via i maglioni e i cappotti che con il cambio di stagione sono tornati in letargo negli armadi e spazio a colori e a tessuti leggeri, a scarpe aperte e a fantasie.

VIA SAVOIA: APERITIVO E FILM AL GOETHE INSTITUT

LEROYUltimo appuntamento della rassegna “Il migliore dei mondi possibili?” al Goethe Institut di via Savoia con apertitivo dalle 18:30 e il film “Leroy” alle 21. La pellicola è per la regia di  Armin Völckers, Germania 2007, 89 min. Con Alain Morel, Constantin von Jascheroff, Anna Hausburg. Leroy è tedesco, colto, beneducato e suona il violoncello, e la bellissima Eva è innamorata di lui. L’unico problema è che Leroy è nero, con tanto di vistosa capigliatura afro, mentre la famiglia di Eva appartiene all’estrema destra più becera. Per affrontare i 5 naziskin fratelli della ragazza, Leroy dovrà recuperare la grintosa lezione di emancipazione degli afroamericani degli anni Settanta. Già accolta con entusiasmo a Giffoni, questa commedia antirazzista ha il merito di evitare ogni retorica affidandosi a una scrittura di grande intelligenza e divertimento, con l’aggiunta di una colonna sonora irresistibile.

QUELLA VORAGINE TRA PIAZZALE FLAMINIO E VILLA BORGHESE

piazzale flaminio la voragineUna voragine, una immensa ferita nel pieno centro di Roma, parliamo di un cantiere che chiude, quello che doveva ammodernare e potenziare la stazione Flaminio della Roma Viterbo. Un vulnus difficilmente sanabile se non ci saranno interventi urgenti. Un’opera da 45 milioni di cui 15 già eseguiti  relativi alle stazioni  di Piazzale Euclide, Acqua Acetosa, Campi Sportivi, Monte Antenne, Tor di Quinto, Due Ponti, Centro Rai Labaro e Prima Porta. I rimanenti 30.000.000  riguardano la  nuova stazione di Piazzale Flaminio. E qui cominciano i guai perché degli  8.000.000 eseguiti sino ad oggi  ne sono stati pagati  2.600.000 e le imprese attendono da un anno il pagamento del credito scaduto di  5.400.000.  Continue reading

VILLA GIULIA, IL PREMIO STREGA A HELENA JANECZEK

la vincitrice del premio stregaDopo 15 anni una donna torna a vincere il Premio Strega. Helena Janeczek trionfa con 196 voti per il suo romanzo “La ragazza con la Leica” (pubblicato da Guanda). Un successo che cambia la storia del premio per due motivi: l’ultima scrittrice ad aver vinto era stata Melania Mazzucco con “Vita” nel 2003. Da allora solo uomini. “Sono contenta – ha detto lei alla fine – spero che dopo di me ce ne siano molte altre”. Con ‘La ragazza con la Leica’, Janeczek, scrittrice tedesca naturalizzata italiana, di origini familiari ebreo-polacche, guida anche la cinquina del Premio Strega Campiello. Di origine ebreo-polacca, Helena Janeczek, 54 anni, risiede in Lombardia e lavora come editor alla Mondadori. Fonte: la Repubblica

LA SAPIENZA: OK A DOPPIO LIBRETTO PER TRANS

LA SAPIENZA“Il senato accademico dell’Università La Sapienza approverà a settembre il doppio libretto per gli studenti trans, al fine di consentire ulteriori modifiche migliorative al testo a garanzia della riservatezza e della privacy degli studenti”. Dopo la denuncia di ieri da Gay Center, AzioneTrans e associazioni di studenti, sulla bocciatura da parte del Senato accademico del libretto per gli allievi transgender, questa mattina arriva la risposta. In una nota dell’università più grande d’Europa si legge che “gli organi di governo dell’Ateneo hanno dato prova di essere sensibi alle tematiche riguardanti l’identità di genere in molte occasioni e che in particolare sulla doppia carriera universitaria per gli studenti in transizione di genere sono impegnati concretamente”. Fonte: la Repubblica