OPERAZIONE DECORO AL PARCO NEMORENSE

parco nemorenseMigranti al lavoro  per tenere pulito Parco Nemorense. Tre ragazzi di un centro Sprar (Sistema di protezione per richiedenti asilo e rifugiati)  all’opera per eliminare le foglie cadute, tagliare l’erba e raccogliere i rifiuti. Due giardinieri ingaggiati per formarli hanno insegnato loro come usare le attrezzature e poco dopo i tre erano già al lavoro. In poche ore, il parco aveva tutt’altro aspetto. I ragazzi lavorano con la  cooperativa sociale Barikamà  che, assieme ad altre due realtà imprenditoriali, ha preso in gestione il Caffè Nemorense, il bar del parco. Tra gli oneri previsti c’è quello di occuparsi della  manutenzione dell’area. Fonte: Roma h24

AUDITORIUM/1: SOLD OUT PER GLI ARCTIC MONKEYS

 Il Roma Summer Fest, il nuovo Festival dell’Auditorium Parco della Musica, apre con una doppia data della band che ha rivoluzionato il rock del nuovo millennio: gli Arctic Monkeys. Il 26 e il 27 maggio, la storica band, a quattro anni di distanza dall’ultimo tour, torna a suonare in Europa aprendo il loro tour a Roma nella cavea dell’Auditorium che per la prima volta avrà un parterre con soli posti in piedi.  Special guest degli Arctic Monkeys sarà l’australiano Cameron Avery che si presenta così: …”forse vi ricorderete di me come bassista dei Tame Impala, o batterista dei Pond o come turnista per i The Last Shadow Puppets”. Questo incipit dice molto della carriera di Cameron Avery. La sua Dance with me, potrebbe essere considerata uno dei capolavori contemporanei dell’indie pop. Cameron Avery, perfettamente a suo agio nella figura del crooner del ventunesimo secolo, non disdegna ascoltare diversi generi (tra i suoi ascolti spiccano Kendrick Lamar e i Run The Jewels).

AUDITORIUM/2: IL GENIO MUSICALE DI ANTHONY BRAXTON

braxtonAnthony Braxton Zim Sextet, oggi alle 18, all’Auditorium, in Sala Petrassi. Braxton è una delle figure fondamentali della musica del ventesimo secolo. Il suo lavoro come sassofonista e compositore ha tracciato un nuovo percorso dell’avanguardia, sfruttando e ampliando molte possibilità concettuali e strumentali della musica. È riuscito a unire in modo ingegnoso gli aspetti intuitivi del free jazz con i metodi formali e armonici della musica classica contemporanea muovendosi in completa autonomia tra diversi mondi musicali e assorbendo le influenze di John Coltrane, Paul Desmond ed Eric Dolphy come quelle di John Cage o Karlheinz Stockhausen. Braxton ha composto opere per orchestra e opere, ha sperimentato line-up insolite, scrivendo e suonando con 100 tube o quattro orchestre. Ha creato una miriade di opere complesse che usa come punti di partenza per improvvisazioni, decostruzioni e remix.

AUDITORIUM/3: SUL PALCO, LA SCALA SHEPARD

LA SCALA SHEPARDLa Scala Shepard oggi, ore 21, al Teatro Studio Borgna dell’Auditorium. La Scala Shepard è una band pop-folk romana, la cui musica è caratterizzata dall’incontro della tradizione cantautoriale e pop italo/mediterranea con elementi provenienti dal rock inglese. Il risultato è un mix unico dove i diversi stili si incrociano per dar vita a una musica che torna al passato per poter fare un progresso.

AVEVA MALMENATO COMPAGNA IN VIALE DELLA MOSCHEA, ARRESTATO

pista ciclabile viale della moscheaAveva aggredito la sua compagna di 60 anni provocandole un trauma cranico e facciale, oltre a diversi ematomi al viso e alle mani. Fermato e arrestato, lo scorso 5 maggio, dalla polizia Locale del II Gruppo Parioli, l’uomo è finito dietro le sbarre di Regina Coeli. La donna, che subiva ripetutamente percosse dal compagno da diversi anni, dopo l’ennesima violenza di venti giorni fa, ha deciso di denunciare l’uomo. I giorni scorsi, gli agenti dei Reparti di Polizia Giudiziaria e Nae (Nucleo Assistenza Emarginati) del Gruppo Parioli, su disposizione della Procura della Repubblica, hanno proceduto alla perquisizione della precaria dimora dei due conviventi, in un’area in viale della Moschea, posto dove la vittima aveva dichiarato di subire violenze e maltrattamenti. All’interno sono state ritrovate numerosi armi da taglio, mazze e oggetti atti ad offendere. La vittima è stata affidata ad un centro di accoglienza messo a disposizione dalla Sala Operativa Sociale di Roma Capitale, per poi essere destinata ad una struttura anti violenza. L’area dove vivevano i due senza fissa dimora è stata interamente bonificata con la collaborazione del Nucleo Pics (Pronto Intervento Centro Storico) e del personale Ama che ha provveduto a rimuovere una grande quantità di rifiuti, masserizie ed utensili. Fonte: il Messaggero

IMPRESA A PIAZZA DI SIENA, LA COPPA NAZIONI È ANCORA AZZURRA

piazza di sienaSulla carta, con le assenze di Lorenzo De Luca, Alberto Zorzi e Piergiorgio Bucci, per l’Italia al massimo si sperava in un podio. Invece, dopo avere infranto un anno fa un tabù che in Coppa delle Nazioni a Piazza di Siena durava da 32 anni, oggi è arrivato un clamoroso bis. Con 3 dei 4 moschettieri protagonisti dell’impresa di un anno fa fermati da problemi ai rispettivi cavalli, con una formazione quasi completamente stravolta, assieme a Bruno Chimirri e al suo Tower Mouche, unico binomio in gara anche un anno fa, stavolta a completare l’impresa sono stati Luca Marziani con Tokyo du Soleil, Giulia Martinengo Marquet con Verdine SZ ed Emanuele Gaudiano con Caspar. Continue reading

CIRCOLO VIA COMO: DOPO DIECI ANNI NIENTE LAVORI

via comoDieci anni di battaglie senza alcun risultato e ora il Comitato di via Como, quei cittadini che si sono battuti per tanto tempo per il ripristino dello storico circolo sportivo tra via Como, via Pavia e via Agrigento, ormai abbandonato al degrado dopo la costruzione di un parcheggio interrato privato, getta la spugna. Nonostante manifestazioni, petizioni, assemblee, lettere, incontri istituzionali, azioni legali, nulla si è mosso. “Con infinito rammarico” scrivono “le centinaia di cittadini e i residenti che si sono riuniti nel Comitato semplicemente per verificare il ripristino dello storico Circolo Tennis, nel prendere atto del mancato mantenimento impegni presi dai vari amministratori comunali e municipali che si sono succeduti nel corso di più di 10 anni, certificano il fallimento di ogni iniziativa e, visto l’incredibile tempo trascorso,  annunciano la decisione di sciogliere il Comitato dal 1 giugno 2018”. Continue reading