BENVENUTI A SELVA CHIGI

Panchine Villa ChigiPanchine Villa Chigi 3Queste panchine – a quanto pare – si trovano a villa Chigi. Prima di sedersi, occorre far brucare le pecore che la Coldiretti vorrebbe fornire alla sindaca Raggi. In alternativa, bisogna portare con sé un falcetto e, dopo averlo utilizzato, si può godere il meritato riposo sulla panchina tornata alla sua funzione originaria. Se tutto ciò non fosse possibile, proponiamo  – almeno – di cambiare il nome da ‘villa’ a ‘selva’ Chigi.

VILLAGGIO OLIMPICO: DEGRADO A PACCHI (ANZI, A SACCHI)

Erba alta nelle aiuole, piante selvatiche sui marciapiede. E cumuli di rifiuti abbandonati in terra, ma anche vere e proprie torrette di immondizia, fino ad arrivare a una trentina di sacchi di spazzatura accatastati uno sull’altro all’ombra del Palazzetto dello Sport, al Flaminio, gioiello progettato nel 1956 da Annibale Vitellozzi e Pier Luigi Nervi, utilizzato ancora oggi ma circondato dal degrado. Così come la grande scultura di Mario Ceroli poco distante. Fonte il Messaggero

CASA DEL CINEMA, SI PARLA DI UN LIBRO SU “QUARTO POTERE”

IL LIBRONella sala Deluxe della  Casa del Cinema  verrà presentata venerdì 25 maggio alle ore 18  la novità editoriale firmata da Massimiliano Studer per Mimesis Edizioni: “Alle origini di Quarto Potere. Too much Johnson: il film perduto di Orson Welles”. L’autore introdurrà la propria opera in compagnia di due illustri ospiti: Enrico Ghezzi (Fuori Orario, Blob) eRoberto Perpignani (Coordinatore del Corso di montaggio presso il Centro Sperimentale di Cinematografia). Al termine dell’incontro, verrà proiettata una video intervista a Ciro Giorgini dedicata al ritrovamento di Too Much Johnson: Ciro Giorgini. La Magnifica Ossessione Too Much Johnson e il cinema di Orson Welles (HD, col. e B/N, 36’, 2014). Quando si legge il nome di Welles ci si trova nella strana condizione di dover fare i conti con un gigante che si è sempre divertito a creare rompicapi e produzioni filmiche costellate di misteriose vicissitudini. Come quelle legate al suo primo inedito film: Too much Johnson. Creduta distrutta nell’incendio che colpì la casa madrilena di Welles nell’agosto 1970, la copia della sua opera prima venne ritrovata nel 2008, a distanza di settant’anni dalla sua realizzazione, da un ragazzo del cineclub Cinemazero di Pordenone, Mario Catto. Continue reading

ECCO LA NUOVA STAGIONE DEL TEATRO OLIMPICO

TEATRO OLIMPICOUna stagione frizzante e piena di sorprese quella presentata da Lucia Bocca Montefoschi, direttore artistico del  Teatro Olimpico. Tanti i generi che saranno portati in scena in un altalenante pot pourri fra commedia, prosa, musical e la comicità dei grandi mattatori, fino ad arrivare agli spettacoli di danza. E ancora: spazio alla magia e all’illusionismo, all’arte, all’opera lirica e al varietà. “Ho interpretato la stagione come un caleidoscopio – spiega – cercando, per ogni sfaccettatura, grandi interpreti. L’obiettivo è quello di proporre una ricca scelta e trovare nel corso dell’anno momenti di gioia ed emozioni “vive”. Il teatro è la nostra “Missione impossibile” per vivere meglio”. Si parte con la pre-apertura del 26 settembre che vede protagonista il comico Antonello Costa  in “Ridi con me”. Continue reading

AUDITORIUM/1: AL VIA IL CICLO “I MITI DELLA CANZONE”

fabriziodeandreIl 2018 è l’anno di Fabrizio De Andrè, non solo perché si è celebrato con una serie tv e sono stati rimasterizzati i suoi dischi storici, ma perché in quest’anno si ricorda il cinquantenario di un momento nodale della sua carriera, quello del passaggio alla maturità creativa con la realizzazione di due opere tematiche, le prime della canzone italiana: “Senza orario senza bandiera” con i New Trolls e “Tutti morimmo a stento”. Da questo momento storico prende il via oggi il primo appuntamento del ciclo “I miti della canzone” dedicato dalla Fondazione Musica per Roma ai grandi cantautori italiani. La serata su De André partirà alle 19 al Teatro Studio con la visione del video “Il pescatore” di Stefano Salvati e l’ascolto di una selezione di “Tu che m’ascolti insegnami” raccolta delle sue canzoni rimasterizzati. e proseguirà con gli interventi di Vittorio De Scalzi, voce e tastierista dei New Trolls, partecipò alla realizzazione di “Senza orario senza bandiera” e “Non al denaro non all’amore né al cielo”, Walter Pistarini autore di numerose pubblicazioni su Fabrizio De Andrè e curatore del sito viadelcampo.com,  Lorenzo Còveri, docente di Linguistica italiana all’Università di Genova, coordinati dal curatore della rassegna Felice Liperi, giornalista e critico musicale.

AUDITORIUM/2: TRE SERATE CON JAKUB HRUSA

jakub-hrusaRitorna a Roma, sul podio di Santa Cecilia,  Jakub Hrusa, che nella prossima stagione debutterà alla guida dei Berlineer. All’Auditorium Parco della Musica oggi alle 19:30 (repliche venerdì alle 20:30 e sabato alle 19), il direttore d’orchestra ceco ha scelto di eseguire due sinfonie: si tratta del concerto per violoncello di Antonin Dvorak (solista il 24enne violoncellista francese ‘rivelazione’ Edgar Moreau) e la Prima sinfonia di Johannes Brahms.

RIMESSO AL SUO POSTO IL CARTELLO IN VIA TEVERE, MA…

VIA TEVEREVIA-TEVERE-2-169x300Giusto ieri avevamo scritto che il palo della segnaletica verticale andato giù in via Tevere, chissà quando sarebbe stato rimesso a posto. E siamo lieti di essere stati rapidamente smentiti, perché tempo 24 ore qualcuno lo ha ripiantato più bello e dritto che mai. Ma vogliamo essere malevoli a tutti i costi. Non valeva, allora, la pena che fosse data quella manciata di cemento prima che il palo cadesse a terra, evitando così in partenza i possibili rischi per pedoni e auto?

EX DOGANA DI SAN LORENZO, MOSTRA DI LUCA GRIMALDI

ex gogana 4Il pittore romano Luca Grimaldi porta le sue “icone post-ideologiche” nel nuovo spazio espositivo dell’ex Dogana, a via dello Scalo di San Lorenzo. Per la realizzazione delle opere raccolte nella mostra “Qualcosa del genere”, Grimaldi ha usato una tecnica pittorica che sfida la contemporanietà: a partire da immagini scattate con il cellulare le pennellate veloci riproducono gli ex doganaex dogana 1oggetti visti e rivisti nella quotidianità fino a farli diventare delle icone. Immagini generiche, comuni, spazi ordinari o oggetti esposti usualmente tra i banchi del supermercato: “Queste immagini non sono fatte per essere contemplate – dice Grimaldi – ma quando le dipingo mi trovo invece a doverle osservare attentamente e noto che sono piene di sottigliezze”. La mostra, a cura di Giulia Lotti e Chiara Pietropaoli, è a ingresso libero ed è visitabile tutti i pomeriggi della settimana tranne il lunedì. La mattina su appuntamento. Fonte: la Repubblica

RAFFICA DI MULTE TRA PIAZZA EUCLIDE E VIALE TIZIANO

PIAZZA EUCLIDEBlitz della polizia Municipale nel quartiere Parioli: tra piazza Euclide e viale Tiziano ieri pomeriggio sono state controllate oltre 500 macchine, 70 le multe e 8 i veicoli sequestrati. Nel mirino dei caschi bianchi sono finite auto con targhe straniere e minicar. Dai controlli sono emerse numerose irregolarità per mancanza di revisione e assicurazione. I caschi bianchi hanno inoltre proceduto con il sequestro di una Porsche: durante gli accertamenti è emerso che non solo il veicolo era senza assicurazione, ma il proprietario non aveva pagato più di 100 multe. Fonte: la Repubblica

NOMENTANO: TRASCINA DONNA IN UN PALAZZO E PROVA A VIOLENTARLA

via Costantino Maes.A metterla in salvo sono state le sue grida di aiuto con i condomini di un palazzo del  Nomentano  che hanno poi messo in fuga un uomo mentre provava a violentarla. La violenza sessuale è stata tentata intorno alle 9:00 di questa mattina (ieri, ndr) nel portone di una palazzina di  via della Batteria Nomentana.  Vittima  una  donna italiana di 40 anni,  carnefice  un senegalese di 20 anni,  poi trovato ed arrestato dalla polizia con l’accusa di violenza sessuale. I fatti hanno preso corpo quando la vittima è stata avvicinata dal giovane. Strattonata dal 20enne la donna è stata trascinata in un condominio di  via Costantino Maes.  Continue reading