SULLE RIVE DELL’ANIENE LA FAVELA DELLE RAZZIE AI PARIOLI

Scrutando le immagini satellitari offerte da Google Map si scopre che quelle baracche sulle sponde dell’Aniene già stavano lì nel 2016, e di sicuro prima, anche se erano molte di meno. Da una parte e dall’altra del fiume che poche centinaia di metri più avanti si getta nel Tevere, sotto il viadotto dell’Olimpica. Una bidonville fatta di lamiere e cartoni, con i fogli di cellophane al posto dei vetri delle finestre, galli e galline che beccano nella polvere, LA FAVELA SULLE RIVE DELL'ANIENEstendini con il bucato messo ad asciugare, che con il passare dei mesi da invisibile e diventata visibile: rovi e boscaglia che costeggiano il secondo fiume di Roma, dai Prati Fiscali al circolo Parioli, non bastano più per mimetizzare quello che era un angolo di degrado e che adesso si è ingrandito a dismisura, diventando una succursale del campo nomadi che ancora sorge a ridosso di sfasci e ricambi auto verso Roma nord, a sua volta ciò che rimane del vecchio insediamento di via del Baiardo, a Tor di Quinto, sgomberato qualche anno fa. Era famoso per la maxi discarica dall’odore nauseabondo che ricopriva un’intera scarpata fino al Tevere. La storia che si ripete, anno dopo anno, nell’indifferenza di tutti, ma non degli abitanti del Trieste-Salario, della zona di Villa Ada e fino ai Parioli, appunto, che ogni giorno assistono al via vai di decine, se non centinaia, di uomini, donne, e anche bambini, che trascinando carrelli della spesa, trolley, borsoni con le ruote, si muovono in mattinata per tornare a casa all’ora di pranzo e ricominciare nel pomeriggio, per cercare nei cassonetti pezzi di ferro o di altri metalli. Continue reading

VILLA BORGHESE, VANDALI AL SERVIZIO GIARDINI: GRAVI DANNI

servizio giardini villa borgheseDurante la notte è stata gravemente danneggiata la sede del Servizio Giardini del Comune a Villa Borghese. Sconosciuti hanno divelto una finestra e sono entrati all’interno. «Tutto ciò è inaccettabile – ha commentato il sindaco Virginia Raggi – Ma non ci faremo intimidire». «È stata smontata una grata – continua il sindaco – ed è stata divelta la finestra dell’ufficio che era occupato dal responsabile di settore, rendendolo inagibili gli uffici. La grata metallica rimossa è stata poi utilizzata come scala per raggiungere e rompere una finestrella attraverso la quale si accede agli spogliatoi del personale. E lì dentro i vandali hanno danneggiato i distributori automatici di bevande e cibo. Coloro che da un anno a questa parte hanno danneggiato sedi e mezzi del Servizio Giardini sappiano che non ci facciamo intimidire. Continuiamo con impegno e decisione a portare legalità e trasparenza nella manutenzione del verde della Capitale e nel potenziare il Servizio Giardini di Roma Capitale. Anche con le nuove 100 assunzioni deliberate di nuovi giardinieri». Fonte: il Messaggero

VILLA BORGHESE: RIAPRE LA CASINA DI RAFFAELLO CON TANTE NOVITÀ

casina_di_raffaello_villa_borgheseDal 1° febbraio riapre la ludoteca di Villa Borghese con un’offerta ricca e rinnovata per le scuole e il pubblico: in arrivo tanti laboratori e incontri creativi per i più piccini per imparare attraverso il gioco. Laboratori, letture, presentazioni di libri, mostre temporanee, centri estivi, corsi di formazione, rassegne sull’editoria per l’infanzia e tanto altro: con tante novità nell’offerta educativa dedicata a scuole e pubblico e un suggestivo restyling nell’allestimento degli spazi, riaprirà giovedì 1 febbraio 2018 Casina di Raffaello – la ludoteca di Villa Borghese ospitata nel bellissimo edificio del ‘500 chiamato in origine “Palazzina dell’Alboreto dei Gelsi” che l’Assessorato alla Persona, Scuola e Comunità Solidale in collaborazione con Zètema Progetto Cultura dedica ai bambini dai 3 ai 14 anni. Continue reading

PROLUNGATO DI DUE ORE L’ORARIO DEL 3, TRAM DELLA MOVIDA

TRAM 3“Un motivo in meno per prendere l’automobile, evitare il traffico e poter raggiungere con i mezzi pubblici Trastevere, Testaccio e San Lorenzo, i quartieri più frequentati di notte a Roma: abbiamo deciso di prolungare l’orario del tram 3 che mette in collegamento la zona nord della città con il centro”. Lo scrive la sindaca di Roma Virginia Raggi su Fb. “Dalla prossima settimana sarà attivo fino a mezzanotte e mezza e non terminerà il servizio alle 22.30. Due ore in più che si traducono in nuove corse, maggiore comodità per chi si sposta, un servizio in più richiesto dai cittadini. A partire dal 12 febbraio sarà possibile utilizzare un unico mezzo di trasporto senza dover fare il cambio con autobus notturni. Un grande beneficio per tutti, soprattutto i più giovani e i turisti che la sera frequentano questi luoghi di ritrovo. Si tratta di un piccolo passo che va però nella direzione di rendere più semplice la vita quotidiana. Un risultato visibile. Un’occasione per garantire spostamenti più semplici e disincentivare l’utilizzo del mezzo privato. Ringrazio il presidente della commissione trasporti Enrico Stefàno, i consiglieri e tutti coloro che hanno lavorato a questo progetto”, conclude. Fonte: la Repubblica

SAN LORENZO: DOPO L’INTERVENTO ‘FAI DA TE’ ARRIVA L’AMA

SAN LORENZO FAI DA TEVenerdì i cittadini sono scesi in strada armati di ramazza e hanno ripulito piazza dell’Immacolata a San Lorenzo e le strade limitrofe. Ieri sono stati gli operatori dell’Ama a restituire al decoro un’altra parte del quartiere, in particolare l’area di largo Settimio Passamonti, dove fino a qualche giorno fa c’era un insediamento abusivo. È stata quindi, quella di ieri, una pulizia successiva allo sgombero degli insediamenti avvenuto due giorni fa, un intervento che ha visto la collaborazione anche dei Pics della polizia locale in collaborazione con il Dipartimento delle politiche sociali. «San Lorenzo rinasce insieme al resto della città. Due buone notizie: la prima riguarda la bonifica effettuata in largo Passamonti, la seconda è che entro pochi mesi partirà il nuovo modello di raccolta differenziata domiciliare dei rifiuti», annuncia su Facebook la sindaca Virginia Raggi. Continue reading

MUNICIPIO SECONDO: LO STRANO CASO DELLA MORÌA DEGLI STORNI

corso d'italia storniTorna a Roma l’incubo storni con guano annesso sulle strade. Ma c’è di più: tanti sono stati trovati morti a piazzale del Verano, Porta Pia e in via Nomentana. «Gli uccelli cadono morti in terra», dicono i residenti. È stata allertata la protezione civile che sta organizzando un sopralluogo congiunto con la Asl e uffici del Campidoglio. I corpi dei volatili sono rimasi in strada sul marciapiede e nel mezzo della carreggiata con i passanti esterefatti costretti a passare tra gli uccelli morti per cause ancora ignote. Continue reading

LIBRERIA KOOB: SI PARLA DI “SILVIA PLATH, IL LAMENTO DELLA REGINA”

180131-plathIl 31 gennaio 2018, alle ore 18, presso la  libreria Koob di piazza Gentile da Fabriano si parla di “Silvia Plath, il lamento della regina” a cura di Leonetta Bentivoglio, edizioni Clichy. La Bentivoglio presenta la mitica poetessa americana Sylvia Plath, le cui vicende biografica e poetica, così strettamente intrecciate, hanno fatto nascere una sorta di leggenda. Un piccolo libro che restituisce l’immagine completa, sofferta, dolorosa di questa intellettuale del secolo scorso, segnata da una esasperata sensibilità artistica che l’ha condotta ad esplorare gorghi profondi della psiche, temi esistenziali comuni ad ogni tempo, sentimenti capaci di produrre ferite laceranti, mentre nella sua vita pubblica appariva desiderosa di normalità, di famiglia, di eleganza.

VIA DI VILLA CHIGI: CROLLANO RAMI DI ALBERO DAVANTI ALLA SCUOLA

«Dobbiamo aspettare che si faccia male qualcuno seriamente, per intervenire e abbattere quei pini?».  È il grido d’allarme di una madre della Contardo Ferrini di via di Villa Chigi 20, scuola materna (statale e comunale) e primaria di primo grado (statale). Il ramo è crollato questa mattina proprio di fronte all’ingresso dell’edificio, in un orario in cui di norma transitano circa 900 bambini accompagnati dai genitori. Dopo il crollo, tra le 8.30 e le 9, il via di villa chigiramo è stato messo in sicurezza con il nastro rosso. «Quest’estate erano caduti altri due pini» prosegue la signora «hanno mandato il servizio giardini e due sono stati abbattuti perché malati. Il ramo che è crollato oggi, però, proviene da un albero considerato “sano”. In più le radici causano problemi alla pavimentazione, facendo inciampare i bambini. E nemmeno c’è la scusa delle condizioni meterologiche avverse: non ci sono stati né pioggia né vento. Questo ci allarma ancora di più.  Da mamma mi domando: serve l’incidente mortale per far intervenire chi di dovere?». Fonte: il Messaggero

FIGC: MA A VIA ALLEGRI STA ARRIVANDO IL COMMISSARIO?

PALAZZO FIGCSono ore di trattative e riflessioni per il mondo del calcio dopo il fallimento della elezione del presidente della Figc. Giovedì pomeriggio la Giunta Coni che deciderà il futuro prossimo di Figc e Lega di serie A con la nomina dei rispettivi commissari.  L’unica certezza è l’impegno in prima persona di Giovanni Malagò. È di queste ore un nuovo scenario: il presidente del Coni commissario della Lega di serie A e Roberto Fabbricini commissario della Figc con Costacurta come subcommissario. Fino a questa notte si parlava di Giovanni Malagò  commissario della Figc, Costacurta (o Albertini) uno dei suoi vice. Due erano i nomi in ballo per il commissario della Lega Serie A al posto di Tavecchio: Roberto Fabbricini, braccio destro di Malagò, e l’avvocato Paolo Nicoletti, stimato sia dallo stesso Malagò che dal ministro Lotti, con il gradimento dei presidenti delle società perché già a conoscenza di tutte le problematiche e in grado di gestire la difficile partita dell’assegnazione dei diritti tv. Si riparte così da zero. Dalle macerie del calcio. Evidentemente Giovanni Malagò crede che sia più opportuno cercare di risolvere i problemi di governance della Lega di serie A che è poi il vero motore del calcio italiano. Fonte: la Repubblica

ANCHE OGGI E DOMANI STOP PER I VEICOLI PIÙ INQUINANTI

smogProsegue il fermo dei veicoli più inquinanti disposto con ordinanza della sindaca Virginia Raggi in attuazione dei provvedimenti di limitazione della circolazione veicolare previsti dal nuovo Pgtu per la prevenzione e il contenimento dell’inquinamento atmosferico. Dopo gli stop di domenica 27 e lunedì 28 gennaio il provvedimento viene confermato anche per le giornate di oggi e mercoledì 31 gennaio.

DA SAN LORENZO AI PARIOLI SONO VENTI GLI EDIFICI A RISCHIO

VIA TICINO 3Villini immersi nel verde, palazzetti gioiello costruiti in stile Liberty agli inizi del secolo scorso e ora destinati a essere abbattuti per lasciare spazio a volumi più moderni. Un piano che rischia di stravolgere l’immagine caratteristica dei quartieri più centrali della città. L'” effetto domino ” è già partito. Dai Parioli a San Lorenzo, PIAZZA XXI APRILE VILLA PAOLINAvillino piazza caprerapassando per il Trieste-Salario, ben 9 edifici nel municipio II verranno abbattuti e ricostruiti, con il permesso del Campidoglio, in ottemperanza alle norme contenute nel Piano casa regionale. ” Per altri 20 – chiarisce la minisindaca dem del parlamentino di via Dire Daua, Francesca Del Bello – le istruttorie sono in corso, gli uffici comunali devono ancora trasmetterci gli atti ” . Ma la rivoluzione urbanistica è già iniziata. Il 17 ottobre scorso le ruspe hanno aggredito le fiancate del villino in via Ticino 3, al Coppedè. Un mese più tardi è toccato alla Villa Paolina di Mallinckrodt in largo XXI Aprile al Nomentano. Due giorni fa, Repubblica ha sollevato il caso della palazzina costruita nel 1908 in piazza Caprera: è registrata nella Carta della qualità ma verrà parzialmente demolita. Altri permessi ad abbattere e ricostruire sono stati accordati dagli uffici comunali. Dopo le proteste delle associazioni per la tutela del paesaggio a seguito dell’intervento in via Ticino, la giunta del municipio II è corsa ai ripari, acquisendo tutta la documentazione utile a ricostruire una mappa dei progetti già approvati. Continue reading

STRANO MA VERO: L’ARIA DI ROMA TRA LE MIGLIORI (DELLE METROPOLI)

g-romaRoma è tra le migliori grandi città italiane per qualità dell’aria. Nel 2017 sono stati certificati dalle stazioni di monitoraggio 26 sforamenti dei limiti imposti dalla legge alle polveri sottili, ben al di sotto dei 35 permessi dalla normativa. Lo rende noto il Campidoglio. Nell’elenco delle 39 peggiori città italiane per aria inquinata elaborato da Legambiente per lo scorso anno non c’è Roma. E anche nella classifica diramata da Greenpeace, Roma presenta i dati migliori rispetto alle altre grandi città italiane per l’inquinamento da biossido di azoto (No2) prodotto principalmente dai veicoli diesel.

MASSIMO GILETTI DIMESSO DAL POLICLINICO UMBERTO I

422712-thumb-full-giletti2801Massimo Giletti è stato dimesso dal policlinico Umberto I di Roma, dove era stato ricoverato a seguito di un malore accusato in diretta tv mentre conduceva «Non è l’Arena» su La7. Giletti ha trascorso la notte in ospedale, ma ora sta meglio ed è a casa a riposare. Il conduttore aveva iniziato la diretta di domenica con la febbre alta a causa dell’influenza, ma ad un certo punto dopo l’intervista alla ministra Marianna Madia ha deciso di interrompere il programma annunciando la messa in onda di un blocco registrato perché non era in condizione di continuare. Fonte: Corriere della Sera

SAN LORENZO: DECORO URBANO, ARRIVA IL “FAI DA TE” DEI RESIDENTI

SAN LORENZOUna classe politica in ascolto della città dovrebbe aver già registrato con la dovuta attenzione il messaggio: la città è stremata, non ha più voglia di aspettare un cambiamento nella qualità dei servizi, dunque della vita quotidiana: ha deciso di organizzarsi e di reagire. Il «fai da te» di San Lorenzo, con la pulizia auto-organizzata di strade e muri, è più di un sintomo. È la prova plastica di un clima di esasperazione che si respira in città: la soglia del Brutto è stata oltrepassata da tempo e di fronte al baratro dell’Orrore urbano è nata l’idea del «Diamoci da fare», come si leggeva sui volantini del Comitato di Quartiere San Lorenzo, pronto a una diffida legale nei confronti di Ama, Campidoglio e Municipio per lo stato di sostanziale abbandono della zona. Continue reading

VIA SAVOIA, DIBATTITO SULL’INCLUSIONE DEI MINORI IN FUGA

Divano verde“Benvenuti a scuola. Inclusione dei minori in fuga” è il tema del dibattito sul Divano Verde, oggi alle ore 19, nella Sala Conferenze del Goethe Institut di via Savoia 15. Traduzione simultanea, ingresso libero. Secondo la Conferenza permanente dei Ministri dell’Istruzione in Germania nel 2016 il numero di bambini e di giovani rifugiati si aggirava attorno ai 325.000, mentre in Italia erano circa 50.000. In entrambi i Paesi l’integrazione scolastica di questi minori è un tema già affrontato e noto, tante sono infatti le esperienze, così come i materiali didattici e le possibilità di formazione. Continue reading