VILLA ALBANI, UN TESORO NASCOSTO

Immerso in un enorme parco, superstite dell’urbanizzazione ricca ma selvaggia del quartiere Salario/Pinciano, si trova uno dei capolavori mondiali dell’architettura del Settecento. Si tratta di Villa Albani, forse tra i tesori nascosti più preziosi di Roma. Voluta dal cardinale Alessandro Albani, il ricco e dotto nipote di Papa Clemente XI, comprende un sontuoso palazzo decorato con affreschi, marmi e gran parte dell’arredamento originale, nonché il citato giardino, disseminato di padiglioni e fontane. La Villa conserva una parte della  collezione Torlonia, che è la raccolta privata di antichità più importante del mondo (l’altra parte, un tempo esposta nel non più esistente Museo Torlonia a Trastevere, si trova in un deposito), fra cui spiccano decine di statue romane a grandezza naturale come l’Hestia Giustiniani, sarcofagi, urne, busti, nonché un ciclo di affreschi con raffigurazioni di miti troiani ed etruschi proveniente da uno dei più celebri sepolcri di Vulci, la Tomba François, del IV secolo a. C. La Villa non è mai stata aperta al pubblico (a parte un limitatissimo VILLA ALBANI IN UN'INCISIONE DI GIUSEPPE VASInumero di visitatori autorizzati su richiesta) mentre la collezione di antichità dell’ex Museo Torlonia, un tempo fruibile, è invisibile da decenni. Lo scorso anno, però, sembrava essere arrivata una svolta. Il Ministero della cultura (Mibact) aveva firmato con gli eredi Torlonia un accordo che prevedeva l’esposizione al pubblico della collezione dell’ex Museo Torlonia, prima attraverso una grande mostra curata da Salvatore Settis a Roma e in giro per il mondo, poi in via permanente in una prestigiosa sede della Capitale. Continue reading

VIA NIZZA: AUSER, VOLONTARIATO E PROMOZIONE SOCIALE

AUSERAuser è una associazione di volontariato e di promozione sociale, impegnata nel favorire l’invecchiamento attivo degli anziani e valorizzare il loro ruolo nella società. La proposta associativa è rivolta in maniera prioritaria agli anziani, ma è aperta alle relazioni di dialogo tra generazioni, nazionalità, culture diverse. Un’associazione per la quale la persona è protagonista e risorsa per sé e per gli altri in tutte le età. L’Auser ha sede in via Nizza.

VIA TIRSO: CORSI DI TEATRO AL TIRSO DE MOLINA

TIRSO DE MOLINAIl Teatro Tirso de Molina di via Tirso organizza corsi di teatro direttamente sul palcoscenico. Il teatro allontana dagli affanni quotidiani perché la sua motivazione è pura: con questo corso l’insegnamento dell’arte fa da tramite per allontanare le tensioni e le ansie individuali, recuperando la propria sensibilità per dare più spazio alle emozioni. Le lezioni vengono svolte di lunedì nei seguenti orari: dalle 15 alle 17 (dai 70 anni in su), dalle 17 alle 19 (misto adulti), dalle 19 alle 21 (misto adulti), dalle 21 alle 23 (misto adulti).

MUNICIPIO: I PROSSIMI APPUNTAMENTI DEL “TAVOLO DELLA QUALITÀ”

IL-LOGO-DEL-MUNICIPIO-II[1]Ecco alcuni appuntamenti del Tavolo della qualità, presso la Presidenza del Municipio di via Tripoli, angolo via Tripolitania, sui temi: Nettezza Urbana  il giorno 8 novembre alle ore 17  (percorso di individuazione dei Referenti di strada); Verde  (le aree a verde di competenza del Municipio, risorse e programma degli interventi previsti; rapporti con l’Ufficio giardini del Comune), il  15 novembre alle ore 17; Questioni specifiche: piazza Verdi/Poligrafico, Parcheggio sotterraneo piazza Annibaliano,  il 22 novembre alle ore 17. La partecipazione è libera  ma  è necessario  confermare la propria presenza  per motivi organizzativi scrivendo a: comunicazione@fincoweb.org

“TEORIA DELLA CLASSE DISAGIATA”, SE NE PARLA IN VIA DEGLI ETRUSCHI

banner_venturaIl 30 ottobre 2017, alle ore 20, nella libreria AsSaggi di via degli Etruschi, a San Lorenzo, presentazione di ”Teoria della classe disagiata” (editore minimum fax) di Raffaele Alberto Ventura. Siamo una generazione di venti-trenta-quarantenni nati borghesi, decisi a rimandare l’età adulta collezionando titoli di studio e lavori temporanei, che si illude di ottenere diritti che sono diventati privilegi e che è destinata al declassamento? Ne discutono Christian Raimo e Raffaele Alberto Ventura.