VIA ALLEGRI: LA FGCI DELIBERA SUL COMPORTAMENTO DELLA LAZIO

PALAZZO FIGCViolazione dell’articolo 1 bis del codice di giustizia sulla lealtà sportiva e dell’articolo 11 sui comportamenti discriminatori: sono queste le contestazioni appena mosse dalla Procura della Federcalcio di via Allegri alla Lazio e al suo presidente, Claudio Lotito, per la vicenda degli insulti antisemiti dei tifosi biancocelesti in curva Sud all’Olimpico. L’ufficio guidato da Giuseppe Pecoraro ha chiuso in mattinata le indagini, prima di comunicare gli addebiti al club romano.

SAN LORENZO, QUADERNI PROIBITI IN LIBRERIA

ASSAGGI LIBRERIAQuaderni proibiti, laboratori di scrittura autobiografica di Rossana Campo alla Libreria Assaggi di via degli Etruschi, a San Lorenzo, ogni sabato. La parola può anche essere un farmaco, e la facoltà di narrarci può essere terapeutica. Nelle nostre vite siamo accompagnati sempre dal desiderio di raccontarci, dire di noi, anche a noi stessi. È una necessità vitale, amiamo ricostruire le tracce della nostra vita e della nostra storia e condividerle con le altre, gli altri. Qualcuno ha detto che la scrittura autobiografica è la più coraggiosa che ci sia. Nietzsche diceva che si poteva reinventare se stessi attraverso la scrittura per diventare ciò che si è. Continue reading

SAN LORENZO, MANIFESTAZIONE CONTRO IL DEGRADO

SAN LORENZOLa mappa della vivibilità la disegnano i bambini della primaria Saffi sul cartellone che apre il corteo. Titolo: il quartiere che vorrei. Quando piazza dell’Immacolata inizia a riempirsi per la manifestazione contro il degrado, nei locali sfrigolano già crêpe e patatine. Mentre i vicoli s’impregnano dell’odore di kebab, e le campane san lorenzo 2segnano le sei, centinaia di residenti sfilano verso piazzale Tiburtino. Sono i più piccoli a scandire lo slogan della protesta: «Vogliamo un parco nuovo». Da dietro, gli adulti ululano al megafono: «San Lorenzo deve continuare a essere aperto e interrazziale, ma nel rispetto di tutti: anche di chi si sveglia presto per andare al lavoro». Il bisogno di partecipazione unisce sanlorenzini vecchi e nuovi. Ciocche colorate si mescolano alle chiome imbiancate dagli anni. Racconta un’insegnante di prima, Alessandra Casadio: «Per entrare a scuola i miei alunni fanno lo slalom tra mucchi d’immondizia e bottiglie Insegniamo loro a rispettare l’ambiente, abbiamo i cestini per la differenziata, ma se fuori è una discarica…». Continue reading

DA PORNODIVO A DOCENTE DELLA SAPIENZA

CARLO MASIUn modello, un attore hard, un’icona gay, ma anche un brillante ricercatore e docente universitario. Ruggero Freddi, meglio conosciuto come Carlo Masi, terrà un ciclo di lezioni di Analisi 1 a Ingegneria clinica alla Sapienza. Un percorso curioso il suo, racconta l’agenzia Dires. Dopo la laurea con lode in Ingegneria informatica, pratica i lavori più disparati: personal trainer, modello, spogliarellista, fino alla vera vocazione: porno attore gay. È in quel momento che per il mondo diventa Carlo Masi. È il 2004, Freddi ha 28 anni, da allora una lunga carriera lo trasformerà in uno degli attori più celebri della categoria. Nel 2013 però l’attore sveste i panni di Carlo Masi e torna a essere Ruggero Freddi. Anzi, il professor Ruggero Freddi. Una laurea (la seconda) in Matematica, una borsa di studio e un dottorato in analisi matematica gli consentono di ottenere la cattedra nel primo ateneo romano. Anche in giacca e cravatta tuttavia Ruggero non rinuncia al suo istrionismo: sulla sua pagina Facebook l’ex pornodivo maschera eventuali nervosismi paragonando il suo ingresso in aula a quello di una ballerina di Las Vegas. Via lustrini e tanga quindi, ma non l’ironia. Fonte: Corriere della Sera

VILLAGGIO OLIMPICO, TROVATO CON MARIJUANA E CATENINA RUBATA

piazza greciaÈ caduto nella rete dei controlli antidroga che i Carabinieri della Stazione Roma Flaminia hanno eseguito in zona Villa Glori ma, dalle sue tasche, oltre alle dosi di marijuana, è saltata fuori anche una catenina in oro che aveva asportato ad un 14enne, dopo averlo aggredito. E così, oltre all’arresto per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, è scattata nei suoi confronti anche una denuncia a piede libero per rapina. Protagonista della vicenda, un 17enne romano, studente, residente a Riano. Ieri sera, i Carabinieri lo hanno notato aggirarsi con fare sospetto in piazza Grecia e lo hanno fermato per un controllo. La perquisizione ha dato esito positivo quando i militari hanno scoperto le dosi di droga che nascondeva nelle tasche interne della giacca. I Carabinieri, però, si sono insospettiti quando hanno trovato in suo possesso anche una catenina in oro. Immediate indagini hanno permesso di accertare che il giovane, ieri pomeriggio in via Argentina, poco distante, aveva avvicinato alle spalle un 14enne romano e, dopo averlo aggredito violentemente, lo aveva derubato della catenina in oro che portava al collo. L’arrestato è stato condotto al centro di giustizia minorile di via Virginia Agnelli, a disposizione della competente autorità giudiziaria.

“LETTURE AD ALTA VOCE ” PER I BAMBINI A VIA PAVIA

lettureSabato, alle 10:30, presso la libreria l’altracittà di via Pavia, “Letture ad alta voce” rivolte ai bambini dai 18 mesi, per educare all’ascolto e alla percezione sensoriale. Gli incontri sono a cura di Gisella Persio. Quarto appuntamento: Su o giù? Dentro o fuori? Letture di libri per andare a caccia degli opposti. Prenotazione entro venerdì.

VERANO, TRA FURTI E DEGRADO

cimitero_del_verano_d0L’eterno riposo? Non vale per tutti i defunti. Al Verano, per esempio, nel giro di poche settimane, i ladri hanno visitato il cimitero con una certa frequenza: ora non si accontentano più dei vasi o delle croci di rame. Adesso a fare gola non è più l’oro rosso, o comunque non solo quello. È il bronzo (con cui sono realizzate alcune statue storiche che fanno da accessorio alle tombe murate a terra) a essere entrato nell’occhio dei malviventi che nei cimiteri (visto il numero dei furti) hanno modo di agire con estrema tranquillità. Continue reading

POLICLINICO UMBERTO I: VERSO LA GUARIGIONE FABRIZIO FRIZZI

frizzi«Fabrizio Frizzi sta meglio, è riuscito anche ad alzarsi e a passeggiare un pochino nel reparto in cui è ricoverato». A dare notizia del miglioramento delle condizioni di salute del conduttore televisivo è stato il direttore generale della Rai, Mario Orfeo che è andato a trovarlo al policlinico Umberto I di Roma. Nell’augurargli una pronta guarigione Orfeo ha anche aggiunto di «aspettarlo al più presto all’ Eredità». Fabrizio Frizzi, conduttore del popolare pre-serale di Rai Uno, lunedì aveva avuto un malore durante la registrazione della trasmissione negli studi Rai della Dear in via Nomentana, a Roma. Fonte: Corriere della Sera