“MOSTRA CINEMATOGRAFICA CINESE IN ITALIA” A VILLA BORGHESE

cina-565x300Quattro giorni di film, incontri, dibattiti con i migliori registi cinesi, ansiosi di confrontarsi con quelli del cinema italiano, ritenuto dagli asiatici uno dei migliori al mondo. L’occasione per creare future e importanti collaborazioni è la seconda edizione della “Mostra Cinematografica Cinese in Italia”, che si terrà all’interno della Casa del cinema di Roma a Villa Borghese dal 16 al 19 ottobre 2017. La rassegna cinematografica che ha ottenuto il patrocinio della Presidenza del Consiglio dei Ministri, dell’ufficio culturale dell’Ambasciata della Repubblica Popolare Cinese in Italia, del Ministero degli Esteri, della Regione Lazio e di Roma Capitale, è stata ufficialmente inaugurata presso l’Hotel Excelsior di Venezia Lido, quasi in contemporanea con la presentazione della 74^ Biennale del Cinema di Venezia. A curare l’organizzazione è il gruppo Guang Hua Cultures et Media, rappresentata da Zhang Xiaobei e da Manqing Fang, direttrice della sede italiana del giornale internazionale Nouvelles d’Europe Italia, la più importante realtà editoriale dei media in lingua cinese in Europa.

AL VIA LA CAMPAGNA PER IL VACCINO CONTRO L’INFLUENZA

VACCINO ANTINFLUENZALEParte lunedì 16 la campagna per la vaccinazione antinfluenzale. L’obiettivo della Regione Lazio, che fornirà un milione di dosi attraverso cinquemila medici, è aumentare la percentuale degli anziani che assumeranno il vaccino. I dati relativi alla precedente campagna 2016/17 rivelano che i cittadini anziani vaccinati, principale categoria a cui è destinato l’intervento, sono stati 648.000, ossia solo il 51% del totale. La Regione investe in tutto 21 milioni di euro, 12 milioni per il vaccino anti-influenzale e 9 milioni per quello anti-pneumococcico, un vaccino gratuito che può essere somministrato contemporaneamente al vaccino anti-influenzale, ma che si fa una sola volta nella vita per proteggersi da pericolose infezioni respiratorie. Continue reading

AUDITORIUM/1. CONCERTO RACCONTATO DA ERRI DE LUCA

napoleideRacconta Erri De Luca: “Quando i Greci fondarono Napoli avevano esaurito tutto la loro fantasia geografica. Decisero, allora, di chiamarla provvisoriamente Neapolis “città nuova”. Ma il mondo era pieno di città nuove che si chiamavano così. Allora i napoletani decisero di specializzarsi per rendere inconfondibile il loro luogo. E hanno fatto di Napoli una città leggendaria”. Concerto Napolide è un viaggio attraverso le bellezze e le contraddizioni di un posto unico al mondo. È un racconto in musica che trae spunto dal libro intitolato, appunto, Napolide, scritto da Erri De Luca che di questo concerto raccontato ne è anche l’interprete. Le musiche sono affidate agli Ánema che partendo dai grandi capolavori della musica napoletana ce le riconsegneranno in una veste inedita. Non resta che lasciarsi accompagnare. Stasera, ore 21, all’Auditorium.

AUDITORIUM/2. LE IMPROVVISAZIONI AL PIANO DI STEFANO BOLLANI

bollaniPiano Solo, più che un tradizionale concerto al pianoforte, è un omaggio all’arte dell’improvvisazione. Nel momento in cui Stefano Bollani sale sul palco per il suo one man show, tutto può accadere. Non esiste nessuna scaletta, nessun programma di sala a cui aggrapparsi per seguire il succedersi dei brani. Lo spettatore è trascinato in un’avventura ogni sera diversa, un viaggio a perdifiato attraverso orizzonti musicali solo apparentemente lontani. Si può passare così da Bach ai Beatles, da Stravinskij ai ritmi brasiliani, con improvvise incursioni nel pop o nel repertorio italiano degli anni Quaranta. In questo vero e proprio flusso di coscienza musicale, il riso e l’emozione si mescolano.  Una sola cosa è certa, alla fine del concerto sarà il pubblico a decidere il bis. Bollani diligentemente segna ed esegue sul momento i pezzi richiesti: un medley imprevedibile in cui il virtuosismo si mescola all’irriverenza. Stasera, ore 21, all’Auditorium.

MUNICIPIO: NIENTE SCONTO SULLA TARI, I CITTADINI VANNO DAL GIUDICE

IMMONDIZIA A VIA TEVEREDa Parioli a San Lorenzo si appellano a un’ordinanza della Cassazione per ottenere uno sconto del 40% sulla Tari per «disfunzione del servizio di raccolta». Gli abitanti meditano anche una class action per mancata erogazione del servizio. «Qui gli avvocati non ci mancano». via-isonzoNell’affermare la supremazia cittadina in ambito legale, le 20 associazioni del Municipio II – area vasta e piena di esperti di diritto che va da San Lorenzo a piazza Bologna fino ai Parioli – si sono alleate sulla grana delle grane, i cassonetti pieni di rifiuti, annunciando una doppia iniziativa. La prima è di prospettiva: una class SAN LORENZOaction per chiedere sia ad Ama  sia al corpo di polizia locale un maxi risarcimento per «mancata erogazione del servizio». Il riferimento è alla mancata vigilanza delle pattuglie di vigili urbani e, soprattutto, alle difficoltà della municipalizzata dei rifiuti nella raccolta della spazzatura. Che, infatti, si accumula da giorni nei cassonetti dei quartieri «bene» del quadrante nord-est e, causa problemi nel porta a porta, davanti alle case degli abitanti di San Lorenzo. Un’azione legale a cui stanno arrivando adesioni su adesioni, del resto il bacino raccoglie oltre 200 mila abitanti e – dicono i promotori – vede la presenza sul territorio di istituzioni infastidite dai miasmi: Enel, Enea, il policlinico Umberto I e anche la Luiss, tanto per citarne alcune. La seconda iniziativa è forse RIFIUTI A NATALEancora più eclatante, anche perché può fare perno su un dispositivo della Cassazione. E prevede lo sciopero della Tari, la tassa sui rifiuti di Roma Capitale, per «disfunzione del servizio di raccolta». Il precedente è l’ordinanza numero 22531 del 2017 emessa dalla sezione tributaria civile della Cassazione: con il dispositivo è stata annullata la decisione della Ctr Sottopassi fuori controllo, degrado e sporcizia anche giardini Porta Pia foto protocampana che aveva ritenuto legittimo l’avviso inviato da Equitalia per conto del Comune di Napoli per il pagamento della Tarsu relativa al 2008 ad una società alberghiera. Secondo i giudici della Suprema Corte la riduzione della tassa (non oltre il 40%) «spetta per il solo fatto che il servizio di raccolta, debitamente istituito e attivato, non venga poi concretamente svolto, ovvero venga svolto in grave difformità rispetto alle modalità regolamentari relative alle distanze e capacità dei contenitori ed alla frequenza della raccolta; così da far venire meno le condizioni di ordinaria e agevole fruizione del servizio da parte dell’utente». Continue reading

E A VIA LIVORNO CAMION DELL’AMA INVESTE UN’ANZIANA

VIA LIVORNOPaura a piazza Bologna dove un’anziana è stata travolta da un camion dell’Ama restando poi incastrata sotto il mezzo. Il terribile incidente è avvenuto intorno alle 13 di ieri in via Livorno. La donna di 85 anni, per cause ancora da accertare, è stata investita da un camion della municipalizzata ai rifiuti. Per estrarla da sotto il mezzo è stato necessario l’intervento dei pompieri che con il carro gru hanno sollevato il mezzo e quindi estratto la vittima rimasta o incastrata tra le ruote. Un’ operazione delicata per i pompieri che hanno fatto il possibile per non aggravare la situazione dell’anziana poi affidata alle cure dei medici del 118. Trasportata in codice rosso al pronto soccorso dell’ospedale Umberto I, le sue condizioni restano critiche. Secondo i primi accertamenti medici avrebbe infatti riportato traumi alle gambe e alle braccia. Sul posto sono intervenuti anche i vigili urbani della zona ora impegnati a ricostruire la dinamica dell’investimento. Fonte: la Repubblica