TEATRO DELLE MUSE: “BENVENUTI… AL CAVALLINO BIANCO”

guarneraAl Teatro delle Muse di via Forlì, dal 5 al 15 ottobre, Edoardo Guarnera in “Benvenuti… al cavallino bianco”, scritto e diretto dallo stesso Guarnera. In scena una frizzante commedia musicale in cui si alternano sulla scena le più belle melodie del mondo dell’operetta. I grandi classici della musica internazionale ed esilaranti equivoci ricchi di comicità  che daranno vita a una storia di intrecci amorosi dal finale a sorpresa.

CASA DEL CINEMA, GIORNATA DEDICATA A VERDONE SENIOR

VERDONE MARIONel 2017 cade il centenario dalla nascita di un intellettuale imprescindibile della cultura cinematografica e non solo: Mario Verdone. Documentarista, scrittore, critico dello spettacolo, organizzatore culturale e molto altro Verdone è diventato importante non solo per la sua attività di ricerca, i suoi studi, i suoi libri ma soprattutto per l’apporto decisivo dato all’istituzionalizzazione degli studi sul cinema. Grazie a Mario Verdone, primo assegnatario di una libera docenza di Storia del Cinema in un’università italiana, si è iniziato a discutere di cinema nelle aule accademiche e non più solo nelle riviste o nei club. Il Centro Sperimentale di Cinematografia, che per decenni è stato il fulcro del fervore culturale di Mario Verdone, è lieto ora di festeggiarlo sia attraverso un numero doppio di «Bianco e Nero» – che trae spunto dal Fondo Verdone, messo a disposizione dagli eredi – sia attraverso l’intera giornata del 10 ottobre, durante la quale si succederanno dalle 16.30 fino alle 18.30 alla Casa del Cinema incontri dedicati alla figura del critico e proiezioni di documentari a cortometraggio diretti dallo stesso Verdone.

ALLA CARITAS DI VILLA GLORI SI PARLA DELL’IMPERATORE ADRIANO

Claudio-iI-Goticoo-Aureliano-Brescia-S.Giulia-180x300Al Teatro della Caritas di Villa Glori, l’11 ottobre, alle ore 18, si parlerà di “Aureliano imperatore, non solo mura”. L’ingresso è aperto a tutti, ma la prenotazione è obbligatoria (vedi qui accanto i banner di Amuse e Roma2pass). Si tratta della biografia dell’imperatore Lucio Domizio  Aureliano  (Sirmio 214 – Bisanzio 275) raccontata dal prof. Carlo De Bac. Brani letti da Umberto D’Armini. Immagini di Pier Vittorio Buffa. Al potere nel 270 d.C., in un periodo critico per Roma, Lucio Domizio Aureliano è un grande personaggio, riunificatore dell’impero, riformatore politico, religioso, socioeconomico, architetto, uomo ferreo ma giusto, severo nei costumi. Imperatore solo per 5 anni, vittima di una congiura di palazzo, la storia ufficiale lo ha trascurato e pochi ne conoscono le gesta. Carlo De Bac è stato professore emerito di Malattie Infettive presso l’Università di Roma La Sapienza. Lasciata la professione ha deciso di approfondire la conoscenza di personaggi ed episodi storici del mondo romano ed è diventato, anche in questo settore, un vero esperto.

IL “MATTONE” RISALE: IN PRIMA FILA I QUARTIERI PARIOLI E TRIESTE

PARIOLISi investe sulla «grande bellezza». Il mattone romano, dopo anni di crisi, torna ad essere molto appetibile per le finanze italiane e straniere. E il mercato immobiliare della capitale è primo in Italia per crescita di compravendite, con il 10,2 per cento in più nel primo trimestre del 2017; il terzo per prezzi al metro quadro, dopo Venezia e Milano. I clienti che si rivolgono al «Market Center» romano sono per il 92 per cento italiani, mentre l‘8 per cento è rappresentato da stranieri, in particolare del Nord Europa. Non solo. Si vendono perfino case grandi: il maggior numero delle compravendite è per appartamenti di ampie dimensioni, con 2533 transazioni, seguiti dai monolocali con 2490 transazioni. Continue reading

“È SOLO UN INIZIO. 1968″, IN MOSTRA ALLA GNAM

solo-un-inizio-1968-mostra-gnam-In corso alla Galleria Nazionale d’Arte Moderna e Contemporanea di Roma, “È solo un inizio.1968″, la prima grande mostra italiana per le celebrazioni del 50° anniversario del 1968. La mostra, che rimarrà aperta fino al 14 gennaio 2018, è dedicata al ’68 e ai suoi intrecci con i movimenti e i fermenti artistici che lo annunciano, gli corrono paralleli e lo prolungano. L’arte, la democrazia, la vita, niente sarà più uguale dopo di allora, eppure niente sarà mai una conquista sicura. Viale  Belle Arti 131. Fino al 14 gennaio. Info tel. 06.3229.82.21

FLASH-MOB DEGLI STUDENTI DI “SCOMODO” ALLO STADIO FLAMINIO

stadio flaminio 4stadio flaminio 1La polizia in assetto antisommossa è entrata all’interno dello stadio Flaminio, che è stato occupato ieri pomeriggio da “Scomodo”, collettivo di studenti che ha dato vita a una rivista-cult per i coetanei. L’intenzione dei ragazzi, circa 400, era quella di organizzare la quinta occupazione, “Scomodo 5″, ma i loro piani sono in parte saltati. Il modus operandi era lo stesso usato stadio flaminio 2per le altre precedenti occupazioni-lampo: passaparola, messaggi virali e massimo riserbo sul luogo del flash-mob fino all’ultimo momento. Qualcosa però sarebbe andato storto e ad aspettarli sin da metà pomeriggio c’erano diversi agenti della polizia. Dopo diverse ore di indecisione, alle 18, i ragazzi, che attendevano al Maxxi stadio flaminio 3ordini dagli organizzatori, sono partiti in corteo. Scavalcati i cancelli, hanno iniziato a ripulire il campo, ormai nel degrado, dove da programma sarebbe dovuta andare in scena la serata di “Scomodo”. Alla fine, però, dopo un lungo confronto con la polizia, gli studenti hanno lascianto la struttura. Tutti con i telefonini in mano e gridando “Leggi Scomodo”, si sono radunati nel piazzale davanti allo stadio. Fonte: la Repubblica

AUDITORIUM, STASERA SARAH-JANE MORRIS E ANTONIO FORCIONE

sarah-jane-morris-e-antonio-forcione-incomparabili-al-blue-note-720x405Sarah-Jane Morris e Antonio Forcione stasera presentano al pubblico dell’Auditorium (ore 21) l’album nato dal loro sodalizio artistico ‘Compared to What’. Si tratta di una collaborazione vincente tra due dei musicisti più originali e talentuosi della scena musicale internazionale. Ambedue sono stati paragonati a molti geni della storia della musica: Sarah dal punto di vista vocale a Janis Joplin e Tom Waits, Antonio a Jimi Hendrix e Django Reinhardt. Unendo le loro energie e i loro grandi talenti daranno al pubblico la possibilità di conoscerli in una dimensione nuova. Il sodalizio artistico raggiunge picchi di grande bellezza musicale grazie al particolare virtuosismo di Antonio con la chitarra e alla leggendaria voce di Sarah-Jane, ora più finemente persuasiva che mai, dalla estensione e potenza immutate.