RACCOLTA RIFIUTI: ULTIMATUM DEL MUNICIPIO AL COMUNE

RIFIUTIUn’ultima lettera prima della grande protesta. L’ennesima possibilità di riscatto a chi, in più di un anno di governo, non ha mai ascoltato appelli, lamentele e proposte di amministratori e abitanti. Dopo gli appelli caduti nel vuoto, le petizioni e, appena una settimana fa, l’invio di un esposto in Procura, la presidente del II Municipio, la pd Francesca Del Bello, lancia un ultimatum alla sindaca Virginia Raggi riguardo all’emergenza rifiuti. “San Lorenzo soffoca, la raccolta porta a porta non funziona e gli androni dei palazzi assomigliano a discariche – dice Del Bello – Se la sindaca e l’assessora all’Ambiente, Pinuccia Montanari, non troveranno soluzioni urgenti e adeguate, scenderemo in piazza manifestando sotto al Campidoglio assieme ai residenti: organizzeremo sit-in durante le sedute dell’assemblea capitolina in Aula Giulio Cesare”. Una promessa-minaccia che la giunta del II Municipio intende mettere in atto se entro lunedì Raggi non convocherà una riunione urgente con i dirigenti dell’Ama. Continue reading

A PIAZZA DELLE MUSE I LAMPIONI ACCESI DI GIORNO E SPENTI DI NOTTE

LAMPIONIIn piazza delle Muse le luci funzionano nelle ore sbagliate. E invece quando scende la sera l’illuminazione pubblica scarseggia in tutta la città, carenza che accentua il problema della sicurezza. Mentre Roma è sempre meno illuminata di notte, dal centro alla periferia, carenza che aumenta il problema della sicurezza, a piazza delle Muse, zona Parioli, i lampioni che spesso sono spenti di notte restano invece accesi in pieno giorno. Fonte: Corriere della Sera

SANTA CECILIA 2017/18, ECCO TUTTA LA STAGIONE IN PROGRAMMA

 Le massime istituzioni musicali romane (Opera, Santa Cecilia, Musica per Roma) non conoscono crisi e possono permettersi programmi di vasto respiro, tra i primi al mondo per qualità e quantità. Lo conferma la stagione 2017 – ’18 dell’Accademia di Santa Cecilia, al via giovedì 5 ottobre con Re Ruggero di Karol Szymanowski, eseguita senza scene ma con un mix multimediale di proiezioni video e immagini dal vivo. Le prime serate della stagione sinfonica sono una dichiarazione d’intenti: Re Ruggero, capolavoro teatrale del polacco Szymanowski, incentrata sulla vicenda di Ruggero II D’Altavilla in Sicilia, carica di echi da Débussy e  Skrjabin, è opera complessa e di non frequente esecuzione. Qui, diretta da Antonio Pappano, fa da terreno sperimentale per un nuovo modo di eseguire drammi musicali in concerto: le proiezioni e le immagini del duo Masbedo (Nicolò Massazza e Iacopo Bedogni) che raccontano visivamente la mente del protagonista e i suoi moti. A seguire (12-14-16/10) un primo fuori abbonamento con Eötvös (Alle vittime senza nome, su commissione di Santa Cecilia e altri enti musicali italiani) e la Sesta di Mahler. Continue reading

PIAZZA DI SIENA, PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE

piazza-di-siena-roma-villa-borghese-La riqualificazione dell’anello di Piazza di Siena e degli spazi  limitrofi di Villa Borghese utilizzati per l’organizzazione del Concorso Ippico Internazionale Ufficiale di fine maggio è stata affidata da Roma Capitale al Coni e alla Federazione Italiana Sport Equestri  e partirà a breve con le operazioni necessarie per il ripristino del manto erboso dell’ellisse, straordinario palcoscenico dell’evento dall’inizio degli anni Venti. Coni e Fise saranno anche deputati alla cura della manutenzione  dell’area. La prima fase dei lavori riguarderà appunto l’ellisse interna della piazza. Si procederà con la rimozione della sabbia e si affronteranno i lavori per il drenaggio ed il posizionamento dell’indispensabile impianto di irrigazione. Poi si passerà al ripristino del verde con l’utilizzo di una speciale semenza.

QUARTIERE FLAMINIO: C’ERA UNA VOLTA LO STADIO NAZIONALE

Stadio_NazionaleLo Stadio Nazionale è stato un impianto sportivo multifunzionale sorto nel quartiere Flaminio, adibito principalmente al calcio anche se ospitò eventi di atletica leggera, rugby e, successivamente, pugilato e nuoto. Inaugurato nel 1911 su un progetto dell’architetto Marcello Piacentini, fu ristrutturato nel 1927 e ribattezzato Stadio del Partito Nazionale Fascista. Vi fu giocata la finale del campionato mondiale del 1934. Nell’immediato dopoguerra lo stadio riprese il nome originario e, dopo il disastro di Superga, fu informalmente dedicato al Grande Torino con il nome di Stadio Torino[1], tuttavia mai sancito dal comune di Roma, proprietario dell’impianto. Nel 1953 fu dismesso e, nel 1957, demolito per costruire sulla stessa area il futuro Stadio Flaminio che fu inaugurato due anni più tardi in previsione del suo utilizzo per le Olimpiadi di Roma del 1960.

MUSEI CIVICI CONTRO BARRIERE SENSORIALI: DOVE NEL MUNICIPIO

8c85514177f92ba2d65321973e26fc0c_LAccogliere il pubblico di visitatori sordi e ampliare l’offerta comunicativa museale facilitando l’accesso al patrimonio culturale e valorizzando le buone pratiche rivolte all’inclusione: con questo intento sono stati realizzati video in Lingua dei Segni Italiana con sottotitoli, di presentazione della storia e delle collezioni di numerosi spazi del Sistema Musei Civici. Dopo il lancio dell’iniziativa presso il Museo di Roma a Palazzo Braschi, con il primo video Lis posizionato nel cortile del museo e presentato in occasione dell’inaugurazione del nuovo allestimento museale, sono stati realizzati altri dieci video, della durata di circa tre minuti e pietrocanonica2_57284367proiettati su supporti multimediali, ora disponibili nei seguenti spazi del Sistema: Mercati di Traiano-Museo dei Fori Imperiali, Centrale Montemartini, Museo Carlo Bilotti-Aranciera di Villa Borghese, Museo Pietro Canonica, Musei di Villa Torlonia: Casino Nobile e Casina delle Civette, Museo Napoleonico, Museo dell’Ara Pacis e Galleria d’Arte Moderna e prossimamente anche ai Musei Capitolini. Questi musei già sono coinvolti nel programma di iniziative “Musei da toccare”, ideato con l’obiettivo di realizzare musei ‘senza frontiere’, a misura di tutti, e offrire all’intero pubblico la possibilità di accedere alle strutture museali e aree archeologiche, abbattendo le barriere architettoniche e sensoriali.

STAZIONE TIBURTINA: UOMO ARMATO DI COLTELLO SUL BUS 492

TIBURTINA, INAUGURATO NUOVO CAPOLINEA BUS DELLA STAZIONE - FOTO 3Un cittadino extracomunitario in viaggio a bordo di un bus con in mano un grosso coltello a serramanico. Tanto è bastato a creare il panico su un mezzo pubblico che percorreva la via Tiburtina. Ben visibile ai pendolari del bus 492, al momento dell’apertura delle porte gli stessi sono fuggiti in strada nel panico. Gli attimi di paura hanno cominciato a prendere corpo intorno alle 15, con numerose richieste di aiuto alle forze dell’ordine. I fatti a bordo del bus che collega la stazione Metro Cipro alla stazione ferroviaria Roma Tiburtina. Proprio qui, in piazzale della Stazione Tiburtina, si sono vissuti degli interminabili minuti di panico con l’uomo poi rimasto da solo sul mezzo pubblico. Fondamentale nel far evacuare i passeggeri è stato il tempismo dell’autista nell’aprire le portiere del mezzo pubblico che stava conducendo. Continue reading