LUISS, PRESENTATO A VILLA BLANC IL MASTER SULLA CYBERSECURITY

luiss2-kXxF-RwgJFv1njWyvNfiqs5Bue3M-590x445@Innovazione-WebNasce a Roma il primo master universitario sulla cybersecurity. A inaugurarlo a partire da gennaio dell’anno prossimo l’università Luiss in collaborazione con Elettronica spa. Si tratta di un percorso post lauream rivolto a studenti ma anche a professionisti già inseriti nel mondo del lavoro, che ha l’obiettivo di formare nuove figure professionali in grado di gestire la cybersecurity e contrastare gli hacker su più terreni: legale, digitale, manageriale e istituzionale. «Sarà un master interdisciplinare», spiegano infatti dall’ateneo romano che al tema della sicurezza online ha deciso di dedicare anche una giornata di dibattito. Al workshop, che si è svolto oggi nel pomeriggio nella sede Luiss di Villa Blanc, hanno partecipato tra gli altri: Paola Severino, rettore Luiss, Maria Chiara Carrozza deputato e componente della Direzione Generale Connect della Commissione Europea, Vincenzo Boccia, presidente Confindustria, Emma Marcegaglia, presidente Luiss e Marco Minniti, ministro dell’Interno.

VIA SIACCI, CORSO DI FOTOGRAFIA SU ARCHITETTURA E SPAZI URBANI

corsoDa ottobre, sei incontri di teoria e pratica fotografica ispirati all’idea della luce degli spazi urbani periferici, nelle fotografie  di René Burri e Gabriele Basilico. L’inizio delle lezioni è il 6 ottobre 2017. Il 16 dicembre le allieve e gli allievi che hanno partecipato al corso prenderanno parte alla mostra fotografica presso lo studio parioli fotografia. Il corso è organizzato da Parioli Fotografia a via Siacci.

ALL’ISTITUTO GIAPPONESE COBA E LA SUA FISARMONICA

cobaGiovedì 5 ottobre, ore 19, nella sede dell’Istituto Giapponese di Cultura in via Gramsci, il ritorno a Roma del vulcanico fisarmonicista e compositore Coba, che stavolta propone la sua musica innovativa insieme alla sua band. L’artista è riconosciuto in tutto il mondo per lo stile rivoluzionario con cui ha saputo trasformare l’immagine della fisarmonica, rendendola uno strumento mainstream, non più relegata al semplice accompagnamento.

VIA TAGLIAMENTO: A RISCHIO CHIUSURA IL PIPER

PIPER CLUBIl Piper, ora discoteca a tutti gli effetti, potrebbe fare una brutta fine, se non chiudere. Il locale, aperto 50 anni fa da Giancarlo Bornigia, ha fatto la storia delle serate. Situato a via Tagliamento, qualche metro dallo splendido quartiere Coppedè, fin dall’alba dei tempi ha ospitato il meglio del panorama musicale e non solo. Dagli Who ai Rolling Stone, dai Pink Floyd a Jimi Hendrix, fino a Patty Pravo, “la ragazza del Piper”, Renato Zero e Mia Martina. Artisti da tutto il mondo che hanno dato vita per metà secolo a serate indimenticabili. Questo pezzo di storia, sempre più relegato a serate di discoteca, come il nostro decennio vuole, è finito all’asta. Continue reading

LA GRAFFIANTE IRONIA DEGLI ACTUAL SFERZA SAPIENZA E LUISS

ACTUALL’esclusività, perlomeno raccontata, della Luiss, anzi della Lewiss. Ovviamente aperta solo a chi abita ai Parioli, o a Vigna Clara. Roma TREnta, come il voto dato a chiunque si presenti agli esami, ma solo per i residenti da San Paolo in giù. E poi Tor Vergogna, «pensa se vai fuori corso, non ci vedremo mai più» e La Sapienza, «è dal ’43 che sono iscritto qui». Lo scontro tra Roma Nord e Roma Sud, ma trasversalmente e al di là dei quadranti, fra i tanti microcosmi che popolano la capitale, non è mai stato più divertente. Continue reading

VILLA ADA, ENNESIMO ESEMPIO DI ABBANDONO E INCURIA

Il declino del verde a Roma prosegue incessantemente. L’ultima denuncia riguarda l’area monumentale di Villa Ada. L’Osservatorio Sherwood, uno dei firmatari dell’appello al Comune contro l’abbandono delle aree verdi sul gruppo Facebook dell’associazione ha pubblicato la foto di un paletto di legno infilzato in una finestra del Casale della Finanziera a villa adaVilla Ada. «Quella trave che da qualche giorno trafigge una delle finestre del Casale della Finanziera a Villa Ada – edificio lasciato da anni in un imperdonabile abbandono – non è un bastone qualsiasi – si legge sul gruppo Facebook di  Osservatorio Sherwood – È uno dei paletti in legno che, dopo l’esproprio della parte privata del parco, indicavano i “sentieri natura” per orientarsi in quello che all’epoca era un terreno quasi inesplorato di wilderness. Ora quel paletto è diventato un monumento al vandalismo. Abbiamo segnalato da settimane al Servizio Giardini l’avvenuta forzatura dell’accesso al Casale. Senza ottenere alcuna risposta. Il Campidoglio nelle ville storiche non vede né la pagliuzza né la trave». Continue reading

IN ARRIVO LA FESTA DEL CINEMA

festa del cinemaLa Festa del Cinema di Roma giunge alla dodicesima edizione che si svolgerà dal 26 ottobre al 5 novembre 2017 presso l’Auditorium Parco della Musica e in altri luoghi della Capitale. Come ogni anno, la manifestazione ospiterà un ampio programma di proiezioni, incontri, omaggi, eventi e convegni. A tutti i possessori di un biglietto d’ingresso di una delle strutture a pagamento del Sistema Musei in Comune di Roma viene riconosciuto un 20% di sconto sui biglietti della Festa. I biglietti ridotti sono acquistabili esclusivamente presso la biglietteria dell’Auditorium, sino ad esaurimento posti disponibili. Le riduzioni non verranno applicate all’acquisto di biglietti di prezzo uguale o inferiore a 5 euro, all’acquisto di abbonamenti, e non potranno essere cumulabili con altri tipi di offerte e/o riduzioni.

LIBRERIA ASSAGGI: SI PARLA DEL NUOVO ROMANZO DI GIUSEPPE ALOE

cdl_BANNER_Assaggi_1719x656_aloe_05102017Giovedì 5 ottobre alle ore 21, presso la libreria AsSaggi di via degli Etruschi, a San Lorenzo, si apre la nuova stagione del ciclo di narrativa contemporanea del Circolo della Lettura “Barbara Cosentino”, con lo scrittore Giuseppe Aloe, presidente della Giuria della II edizione del Premio Barbara Cosentino, che presenterà il suo ultimo romanzo “Ieri ha chiamato Claire Moren” (Giulio Perrone Editore, 2016).

AUDITORIUM: APRE CON “RE RUGGERO” LA STAGIONE SINFONICA

Antonio_Pappano“C’è un Novecento ancora tutto da scoprire”, ha detto Michele dall’Ongaro, sovrintendente dell’Accademia di Santa Cecilia, a proposito dell’opera “Re Ruggero” di Karol Szymanowski con cui giovedì 5 si aprirà la stagione sinfonica al Parco della Musica (repliche sabato 7 e lunedì 9). Ed è vero, sono molti i compositori, spesso schiacciati da giganti come Stravinskij, Schönberg o Debussy, ai quali riconoscere la giusta importanza storica e, tra questi, il polacco Szymanowski, vissuto tra il 1882 e il 1937. Un periodo cruciale per l’evoluzione del linguaggio musicale. Ultimato nel 1926 e modellato sulla figura del primo re di Sicilia, il suo “Król Roger” (questo il titolo originale) ha letteralmente conquistato Antonio Pappano, che lo ha diretto due anni fa al Covent Garden e, in attesa di ripeterlo alla Scala di Milano nel 2021, lo propone ora con l’orchestra e il coro di Santa Cecilia. Continue reading

AUDITORIUM, STASERA GERMANO MAZZOCCHETTI ENSEMBLE

germano-mazzocchettiIl Germano Mazzocchetti Ensemble è composto da solisti che hanno svariate esperienze musicali, dalla classica al jazz alla world music. Le composizioni dello stesso Mazzocchetti sono quindi orientate verso un linguaggio che faccia convivere le diverse anime dei musicisti: atmosfere colte e assoli improvvisati, nenie popolaresche e momenti più scopertamente ritmici appoggiano su una base che si ispira alla musica popolare mediterranea, nelle sue molteplici sfaccettature. Il risultato è una musica caratterizzata da uno spiccato sincretismo linguistico, che bene si allinea ad alcune tra le più interessanti esperienze della musica d’oggi. Stasera, ore 21, all’Auditorium.